Business e competitività, per le Pmi la svolta è tra le nuvole

Microsoft News
La tua fonte ideale per le ultime news e informazioni dedicate alle piccole e medie imprese. Sono a tua disposizione i più recenti articoli e video selezionati appositamente per rendere la tua attività ancora più produttiva e di successo.
-

Business e competitività, per le Pmi la svolta è tra le nuvole

Business e competitività, per le Pmi la svolta è tra le nuvole

Per maggiori informazioni 24OreCloud

Il cloud computing ha smesso di essere un tema di speculazione per specialisti e si sta affermando come tecnologia matura, capace di rivoluzionare l’ICT e di rendere più agile il business anche nelle piccole e medie imprese. Un percorso tra i servizi software e le opportunità offerte da 24ORECloud e dalle soluzioni di Microsoft.

Un Paese di ditte individuali e piccole imprese. Questa è l’Italia di oggi, con un tessuto imprenditoriale fatto per il 95% da aziende con meno di 10 addetti unite a molte medie e grandi realtà disperse in uffici o filiali territoriali di piccole dimensioni. Un dato che rappresenta la connotazione peculiare del nostro Paese e del suo sistema economico, in cui le ridotte dimensioni delle imprese e la conseguente modesta disponibilità di competenze e risorse ICT non corrispondono a una minore complessità delle sfide da affrontare. Sfide che servono per restare sul mercato e battere la concorrenza interna e internazionale.

Una contraddizione evidente e difficile da risolvere se non giocando la carta migliore oggi a disposizione che è costituita dall’innovazione, che poi significa dare attraverso l’ICT un migliore supporto ai processi aziendali più critici in modo da ridurre gli oneri e favorire l’agilità nel cambiamento. Un’impresa moderna ed efficiente ha, per esempio, la necessità di archiviare, gestire e proteggere con efficacia le informazioni che ogni giorno si accumulano fuori e dentro la rete aziendale attraverso le molteplici fonti di produzione a cui si sono aggiunti oggi anche smartphone e tablet. D’altra parte, però, sia per questioni economiche, sia per la difficoltà di avere all’interno delle organizzazioni più piccole le competenze necessarie, è difficile investire nell’ICT e riuscire a gestire internamente una quantità maggiore di risorse hardware e software. Un situazione che finora ha penalizzato le piccole imprese rispetto alle medie e grandi che più facilmente possono fare economie di scala nei loro investimenti e permettersi di avere personale dedicato all’ICT. Lo scenario però sta decisamente cambiando, grazie alla maturazione e alla diffusione su larga scala del cloud computing e dei servizi che oggi consente di offrire.

Dopo una lunga fase di gestazione e di sperimentazione sul campo, questo nuovo modo d’intendere l’implementazione e l’erogazione dell’Information Technology, ha raggiunto lo stato di maturità e affidabilità tale da renderlo una risorsa preziosa, alla portata delle piccole e piccolissime imprese.
Al di là di ogni teoria, il cloud computing è realtà di tutti i giorni per i consumatori e lo sta diventando anche per le imprese. Lo usa oggi il 38% delle società mondiali e l’80% prevede di introdurlo entro i prossimi 12 mesi, secondo la società di ricerche Gartner. Dobbiamo a una molteplicità di servizi cloud il funzionamento dei servizi di ricerca, messaggistica istantanea ed e-mail, sistemi di mapping, di condivisione dei file, di e-commerce, di office automation e per la collaborazione in rete.
Più nello specifico, sfruttando la diffusione su larga scala dell’accesso a Internet, il cloud computing ha reso possibile trasformare le soluzioni che erano alla base delle infrastrutture IT aziendali e che richiedevano grandi investimenti di risorse in hardware e licenze software, in servizi ai quali è possibile accedere in rete, con modalità analoghe a come vengono erogati i servizi di energia elettrica, gas o acqua.
Sono quindi i fornitori esterni a farsi carico dell’acquisto delle infrastrutture tecnologiche, del loro sviluppo e mantenimento in operatività, mettendone le capacità a disposizione dei clienti attraverso modalità che possono essere di “pay per use” o di abbonamento mensile.

Nella Nuvola con il Sole e Microsoft
Grazie a 24ORECloud e a fornitori di servizi Cloud come Microsoft le aziende sono in grado di dare risposte immediate alle loro necessità, scegliendo di volta in volta gli strumenti adatti per supportare i loro processi, lo sviluppo di prodotti o i servizi che il mercato richiede. Il marketplace di 24 ORE Cloud unisce la semplicità e l’immediatezza di un app store online, ad un catalogo di applicazioni professionali in continua crescita, che comprende soluzioni di gestione aziendale, applicazioni per gestire vendite e marketing, office automation come Microsoft Office 365 e applicazioni rivolte a specifici mercati verticali.

La particolarità e il valore della piattaforma 24 ORE Cloud consiste nel dare alle piccole imprese e agli studi professionali le applicazioni di cui hanno necessità, senza che debbano investire nei sistemi e in licenze software perpetue, anche nel caso di applicazioni d’utilizzo sporadico o solo temporaneo. L’azienda sceglie l’applicazione di cui ha bisogno, paga ciò che gli serve e per quando gli serve secondo il modello pay-per-use o dell’abbonamento mensile.

Microsoft Office 365 offre la potenza della produttività basata su cloud ed costituita dall'unione delle versioni cloud dei prodotti software di collaborazione, comunicazione e posta elettronica - ovvero Exchange Online, SharePoint Online e Lync Online - con la nota famiglia di prodotti per desktop Office Professional Plus. È supportato da un sistema di sicurezza estremamente affidabile e da un contratto di servizio che garantisce una continuità di attività del 99,9%.

Utilizzando le applicazioni offerte da 24 Ore Cloud le PMI possono essere più competitive sul mercato senza per questo dover aumentare gli investimenti nelle infrastrutture IT o specializzare persone in aree che non sono nel loro core business. In quest’ottica cambia completamente l’economia della gestione ICT, riducendo il Capex (capital expenditure) a favore dell’Opex (operation expenditure) ottenendo il vantaggio di minori oneri finanziari, più flessibilità, benefici anche di tipo fiscale ed allo stesso tempo garantendosi la disponibilità di soluzioni tecnologiche innovative, altrimenti accessibili solo ai budget e al personale specializzato della grande impresa.

Copyright ©24OreCloud - Riproduzione riservata

Articoli correlati:

Seguici: Twitter Facebook E-mail