2 page Case Study
Posted: 5/28/2012
15
Rate This Evidence:

Azienda ospedaliera San martino Innovazione, sicurezza, e risparmi: la cura vincente per l'infrastruttura IT del San Martino

Le esigenze - Rendere l’infrastruttura omogenea, sicura e di facile gestione

L’IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria “San Martino” – IST di Genova è un complesso sanitario di grandi dimensioni che raggruppa ben 57 padiglioni e si sviluppa su un territorio di 3 ettari e 27 km di viali interni. Ai tradizionali obiettivi assistenziali e terapeutici affianca i compiti di didattica e ricerca scientifica annoverando tra personale medico, ricercatori e studenti circa 8.000 collaboratori che hanno accesso a vario titolo ai sistemi informativi.

*
* Abbiamo deciso di puntare su un’infrastruttura connessa e sicura, basata sulle tecnologie Microsoft che consentisse l’aggiornamento e l’evoluzione e mettesse l’Azienda Ospedaliera in condizione di risparmiare sui costi di manutenzione, garantire migliori livelli di efficienza e disponibilità dei sistemi.
*
Dario Padrone
direttore dei Sistemi Informativi
Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino
*
Il recente rinnovamento dei sistemi informativi del San Martino si è reso necessario in ragione di un’evoluzione disordinata, maturata negli ultimi decenni a seguito dell’ingrandimento progressivo dell’Azienda, durante la quale sono aumentati a dismisura i costi di gestione e le problematiche di sicurezza ed è emersa la necessità d’integrazione di un parco attrezzature harware e software frammentato e disomogeneo, in molti casi obsoleto e incompleto, distribuito nei reparti in maniera poco razionale. La situazione era critica sia per gli elevati costi di manutenzione sia per la scarsa qualità del servizio erogato e la limitata sicurezza degli asset.

“Abbiamo deciso di puntare su un’infrastruttura connessa e sicura, basata sulle tecnologie Microsoft –spiega Dario Padrone, direttore dei Sistemi Informativi – che consentisse l’aggiornamento e l’evoluzione e mettesse l’Azienda Ospedaliera in condizione di risparmiare sui costi di manutenzione, garantire migliori livelli di efficienza e disponibilità dei sistemi. Questo percorso di innovazione ci ha aperto la strada verso un controllo migliore degli asset informatici e delle risorse, uno sviluppo applicativo a basso costo e l’aumento della produttività interna del personale ospedaliero”.

La soluzione - Unificazione degli standard e virtualizzazione delle applicazioni per garantire sicurezza e compatibilità con soluzioni già in uso

L’Azienda Ospedaliera “San Martino” ha operato una revisione complessiva della dotazione client, adottando come sistema operativo Windows 7 Enterprise per l’intero parco macchine in uso, passando contemporaneamente all’impiego di Windows Server 2008 come piattaforma standard in esercizio nella server farm interna all’Istituto. Oggi tutte le postazioni sono dotate di sistema operativo e applicativi standardizzati e uniformi in tutti i reparti di tutti i padiglioni. Sono inclusi Microsoft Internet Explorer 8 come browser Web e la Suite Microsoft Office 2010 Professional per la produttività individuale e di gruppo. Per risolvere i problemi di compatibilità con alcuni software ospedalieri già in uso si è fatto ricorso alla soluzione Microsoft di virtualizzazione App-V, componente del Microsoft Desktop Optimization Pack (MDOP). “Questa scelta – precisa Dario Padrone – ci ha permesso di distribuire applicazioni in modalità on-demand e conservare così un patrimonio applicativo già presente nell’Azienda ospedaliera senza ulteriori spese di aggiornamento o revisioni di strumenti in uso”.

Il percorso di standardizzazione e centralizzazione dei sistemi applicativi ha collegato in maniera più sicura i dispositivi di rete, i dati e i processi, migliorando la gestione degli asset informatici, la loro manutenzione e la facilità d’uso, a beneficio diretto dei processi e del lavoro di cura e della collaborazione, favorendo la condivisione di postazioni e la mobilità lavorativa interna ai reparti. “Oggi abbiamo un inventario preciso della dotazione hardware e software, possiamo definire meglio l’accesso alle risorse e sappiamo con certezza chi sta usando un computer e con quali credenziali”, racconta Dario Padrone. La definizione di standard unici per l’intera Azienda e l’adozione di Windows 7 Enterprise e Microsoft App-V consente oggi rapidità di aggiornamento sia a livello applicativo sia rispetto alle soluzioni per la sicurezza, aumentando notevolmente i livelli di protezione dei dati personali dei pazienti, la loro privacy e il trattamento di informazioni riservate.

I benefici - Contenimento della spesa IT, sicurezza e integrazione: l’IT diventa il volano per la produttività e lo sviluppo applicativo

L’adozione della tecnologia Microsoft ha consentito all’Azienda ospedaliera “San Martino” di ottenere subito vantaggi in termini di affidabilità e continuità dei sistemi, ma anche risparmi diretti sul fronte economico e gestionale. “Pur avendo aumentato il numero di macchine installate in rete, abbiamo stimato una contrazione delle spese IT nell’ordine dei 100.000 euro all’anno - di cui 15.000 euro soltanto nel risparmio di energia presso la nostra server farm - e calcolato una riduzione del 90% dei guasti hardware e degli interventi per la manutenzione dei sistemi”, afferma Padrone. “Possiamo ripristinare l’uso dei dispositivi o sostituirli entro un’ora dalla segnalazione di malfunzionamento, garantendo elevata continuità anche ai servizi più sensibili come quelli di Chirurgia o di Pronto Soccorso, dove sono presenti 150 postazioni informatiche”.

Grazie alla tecnologia Microsoft l’infrattuttura IT dell’Azienda è sicura, connessa e sotto controllo dal punto di vista della manutenzione e degli accessi. Le tecnologie server di virtualizzazione consentono l’uso personalizzato dei servizi di rete per ciascun utente, garantendo l’accesso esclusivamente ai servizi applicativi autorizzati. Questo ha fatto registrare un aumento della qualità dei servizi finali erogati ai pazienti, maggiore rapidità e certezza nel trattamento delle informazioni, senza limitare la flessibilità d’uso delle apparecchiature e la mobilità delle persone nei reparti. “L’affidabilità dei sistemi e l’adozione di tecnologie per la virtualizzazione delle applicazioni – continua Padrone – aiutano oggi il personale a lavorare senza interruzione su differenti computer o in aree diverse, aumentando la produttività individuale e la continuità dei servizi ospedalieri”. Collegandosi alla rete, ogni utente trova risorse e strumenti personalizzati in un ambiente familiare e semplificato, uniforme in tutta l’Azienda. Medici, personale d’ambulatorio e collaboratori lavorano in libertà senza vincoli rispetto al computer in uso o l’obbligo di raggiungere aree dell’Azienda spesso distanti per effettuare un consulto, leggere o compilare referti o usare applicazioni installate soltanto su determinati computer. Questa flessibilità si è tradotta in una maggiore attenzione ai processi di cura e di conseguenza in benefici diretti per i pazienti dell’Ospedale.

A fianco della maggiore qualità del servizio erogato agli utenti e ai pazienti, l’ammodernamanto, la centralizzazione e omogeneizzazione dei sistemi informativi ha portato vantaggi anche di ordine gestionale nell’ottica degli investimenti futuri. “Oggi possiamo pensare di introdurre con facilità aggiornamenti applicativi, nuovi strumenti innovativi o servizi di rete, per esempio, per la comunicazione interna e il VoIP. La standardizzazione delle caratteristiche funzionali e d’uso del parco applicativo rende veloce ed economica l’introduzione di novità e la sperimentazione di percorsi evolutivi generali, per una migliore organizzazione interna del lavoro, o specifici, per l’erogazione di servizi medicali o ambulatoriali di nuova generazione”.


This case study is for informational purposes only. MICROSOFT MAKES NO WARRANTIES, EXPRESS OR IMPLIED, IN THIS SUMMARY.
Solution Overview




Software and Services
  • Windows 7 Enterprise
  • Windows Server 2008 Enterprise

Vertical Industries
Health

Country/Region
Italy

Languages
Italian

RSS