End To End Trust

Rendiamo Internet più sicuro e affidabile

EndtoEnd Trust: i progressi

"Questo intervento legale e dell’industria contro Waledac è il primo del suo genere, ma non sarà l’ultimo."

SOCIETÀ, ECONOMIA, POLITICA E INFORMATICA

DISATTIVAZIONE DELLE BOTNET PER RENDERE INTERNET PIÙ SICURO E AFFIDABILE

Le botnet sono reti di computer compromessi controllati in remoto e clandestinamente da uno o più cybercriminali. Le botnet suscitano interesse in questi individui per due ragioni: rendono facile nascondersi e portano guadagni illeciti a chi le controlla, cioè ai bot-herder.

Sfruttando la potenza di calcolo, la memoria e la larghezza di banda dei personal computer e di quelli aziendali, i bot-herder possono generare immense quantità di spam, lanciare attacchi contro grandi siti Web, commettere frodi pubblicitarie online e altro. Rintracciare l’origine di un attacco conduce solo al computer controllato dell’utente innocente su cui finisce la traccia.

L’impatto delle botnet è enorme. Stando al blog ufficiale Microsoft:

  • Si ritiene che nel 2008-2009 i bot-herder abbiano guadagnato circa $780 milioni dall’invio di spam.
  • Si pensa che le botnet siano responsabili dell’87% di tutti i messaggi e-mail non richiesti, che equivale a circa 151 miliardi di messaggi e-mail al giorno.

Di conseguenza, negli ultimi sei anni, Microsoft ha condotto uno grande sforzo contro la minacce delle botnet attraverso partnership pubbliche e private con l’industria, il mondo accademico, i governi e le forze dell'ordine in tutto il mondo. Nell’ ottobre 2009, oltre 400 persone da tutto il mondo si sono riunite nella sede Microsoft a Redmond, Washington, per il Digital Crimes Consortium (consorzio sui crimini digitali), durante il quale sono state discusse le ultime tendenze e ricerche in fatto di botnet.

Il 25 febbraio 2010 Microsoft, i partner dell’industria e del mondo accademico e le comunità legali hanno annunciato uno sforzo collaborativo di successo per disattivare la principale botnet chiamata win32/Waledac.

Prima di essere fermata, Microsoft stima che Waledac avesse già infettato un centinaio di migliaia di computer in tutto il mondo e che avesse la capacità di inviare oltre 1,5 miliardi di e-mail di spam al giorno. Microsoft ha inoltre scoperto che tra il 3 e il 21 dicembre 2009, Waledac è stata responsabile dell’invio di circa 651 milioni di e-mail di spam indirizzate solo agli account hotmail, comprendenti offerte e scam per farmacie online, imitazioni, lavori, penny stock e altro.

Tale intervento legale e industriale contro Waledac è il primo nel suo genere, ma non sarà l’ultimo. Grazie a questa azione, che si fonda su un lavoro importante fatto in tutto il mondo dalla comunità per la sicurezza per combattere questa e altre botnet, Microsoft sta assumendo una posizione forte contro la minaccia che le botnet rappresentano per tutti, per contribuire a rendere Internet più sicuro e affidabile.

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:
Post it to Social Post it to MSDN Post it to del.icio.us Post it to digg Post it to Facebook Post it to live Post it to reddit Post it to technorati Post it to yahoo Share on Twitter

Queste informazioni sono state utili?