• Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità.
Ultimo aggiornamento: luglio 2015
Informativa sulla privacy Microsoft pspmainintroductionmodule

La privacy dell'utente è fondamentale per Microsoft. La presente informativa sulla privacy illustra i dati personali raccolti da Microsoft relativi all'utente, oltre a come vengono utilizzati tali dati. Riguarda Bing, Cortana, MSN, Office, OneDrive, Outlook.com, Skype, Windows, Xbox e altri servizi Microsoft indicati nella presente informativa. I riferimenti ai servizi Microsoft presenti in questa informativa includono siti Web, app, software e dispositivi Microsoft.

Si prega di leggere le sintesi che seguono e di fare clic su "Maggiori informazioni" per ottenere maggiori dettagli su un particolare argomento. I seguenti Dettagli specifici per il servizio forniscono ulteriori informazioni relative a specifici servizi Microsoft.

Dati personali raccolti da Microsoft Dati personali raccolti da Microsoftpspmainpersonaldatawecollectmodule
Riepilogo
Microsoft raccoglie dati per questioni di efficienza operativa e per fornire all'utente le migliori esperienze possibili con i servizi. L'utente fornisce tali dati direttamente, come ad esempio quando crea un account Microsoft, invia una query di ricerca a Bing, specifica un comando vocale a Cortana, carica un documento su OneDrive o contatta Microsoft per supporto. Alcuni di questi dati sono ottenuti registrando l'interazione dell'utente con i servizi Microsoft, ad esempio utilizzando tecnologie come cookie e ricevendo report di errori o dati di utilizzo da software in esecuzione sui dispositivi dell'utente. Microsoft acquisisce dati anche da terze parti (incluse altre aziende).
Testo completo

Microsoft raccoglie dati per questioni di efficienza operativa e per fornire all'utente le migliori esperienze possibili con i servizi. L'utente fornisce tali dati direttamente, come ad esempio quando crea un account Microsoft, invia una query di ricerca a Bing, specifica un comando vocale a Cortana, carica un documento su OneDrive o contatta Microsoft per supporto. Alcuni di questi dati sono ottenuti registrando l'interazione dell'utente con i servizi Microsoft, ad esempio utilizzando tecnologie come cookie e ricevendo report di errori o dati di utilizzo da software in esecuzione sui dispositivi dell'utente.

Microsoft acquisisce dati anche da terze parti (incluse altre aziende). Ad esempio, completiamo i dati raccolti acquistando dati demografici da altre aziende. Sfruttiamo servizi di altre aziende per localizzare geograficamente l'utente a partire dall'indirizzo IP e personalizzare determinati servizi disponibili nella zona dell'utente.

I dati raccolti dipendono dai servizi e dalle funzionalità utilizzati dall'utente e includono i seguenti.

Nome e dati di contatto. Microsoft raccoglie nome e cognome, indirizzo e-mail, indirizzo postale, numero di telefono e altri dati di contatto simili.

Credenziali. Microsoft raccoglie password, suggerimenti password e informazioni di sicurezza simili utilizzati per l'autenticazione e l'accesso all'account.

Dati demografici. Microsoft raccoglie dati sull'utente quali età, sesso, paese di residenza e lingua preferita.

Interessi e preferiti. Microsoft raccoglie dati sugli interessi e sui preferiti dell'utente, come ad esempio le squadre che segue in un'app sportiva, le azioni seguite in un'app finanziaria o le città preferite aggiunte a un'app per il meteo. Oltre a quelli forniti esplicitamente, interessi e preferiti dell'utente possono anche essere ricavati o dedotti da altri dati raccolti.

Dati di pagamento. Microsoft raccoglie i dati necessari per elaborare i pagamenti in caso di acquisti, come ad esempio il numero del mezzo di pagamento (come il numero di una carta di credito) e il codice di sicurezza associato al mezzo di pagamento.

Dati sull'utilizzo. Microsoft raccoglie dati su come interagisce l'utente con i propri servizi. Questi includono informazioni come le funzionalità utilizzate, gli articoli acquistati, le pagine Web visitate e i termini di ricerca inseriti. Includono anche dati sul dispositivo, tra cui indirizzo IP, identificatori del dispositivo, impostazioni regionali e sulla lingua e dati su rete, sistema operativo, browser o altro software utilizzato per connettersi ai servizi, oltre ai dati sulle prestazioni dei servizi e qualsiasi problema riscontrato durante l'utilizzo degli stessi.

Contatti e relazioni. Microsoft raccoglie dati sui contatti e sulle relazioni qualora l'utente utilizzi un servizio Microsoft per gestire i contatti o comunicare o interagire con altre persone o aziende.

Dati sulla posizione. Microsoft raccoglie dati sulla posizione, che possono essere precisi o imprecisi. I dati precisi sulla posizione possono essere dati GPS (Global Position System), oltre a dati che identificano il ripetitore più vicino e gli hotspot Wi-Fi, raccolti quando si abilitano i servizi o le funzionalità di localizzazione. I dati sulla posizione imprecisi includono ad esempio, una posizione ricavata dall'indirizzo IP o dati che indicano la posizione con minor precisione, come ad esempio a livello di città o codice postale.

Contenuti. Microsoft raccoglie i contenuti dei file e delle comunicazioni dell'utente se necessari a fornire i servizi utilizzati. Includono: contenuti dei documenti, foto, musica o video caricati su un servizio Microsoft, come ad esempio OneDrive. Inoltre, includono i contenuti delle comunicazioni inviate o ricevute utilizzando servizi Microsoft come:

  • riga dell'oggetto e corpo di un'e-mail,
  • testo o altri contenuti di un messaggio istantaneo,
  • registrazione audio e video di un videomessaggio, e
  • registrazione audio e trascrizione di un messaggio vocale ricevuto o di un messaggio di testo dettato.

Inoltre, quando l'utente contatta Microsoft, come ad esempio per il supporto clienti, le conversazioni telefoniche o le sessioni via chat con i nostri rappresentanti possono essere monitorate e registrate. Se l'utente entra nei nostri punti vendita al dettaglio, la sua immagine può essere acquisita dalle telecamere di sicurezza.

L'utente ha possibilità di scelta sui dati raccolti da Microsoft. Quando vengono richiesti i dati personali, può rifiutare. Qualora non si forniscano tali dati necessari ai servizi, alcune funzionalità o servizi potrebbero risultare inutilizzabili.

Le sezioni specifiche per ogni servizio indicate di seguito descrivono le procedure di raccolta dei dati supplementari applicabili all'uso di tali servizi.

Modalità di utilizzo dei dati personali Modalità di utilizzo dei dati personalipspmainhowweusepersonaldatamodule
Riepilogo
Microsoft sfrutta i dati raccolti per fornire all'utente i servizi, incluso l'utilizzo dei dati per migliorare e personalizzare le esperienze dell'utente. Inoltre, tali dati sono utilizzati per comunicare con l'utente, ad esempio, per informarlo sull'account, su aggiornamenti della sicurezza e informazioni sul prodotto. I dati servono anche per rendere gli annunci pubblicitari proposti pertinenti per l'utente. Tuttavia, Microsoft non utilizza le informazioni presenti nella posta elettronica, nelle chat, nelle videochiamate, nelle caselle vocali dell'utente oppure documenti, foto o altri file personali dell'utente per proporgli annunci pubblicitari mirati.
Testo completo

Microsoft sfrutta i dati raccolti per tre motivi principalmente, descritti in maggiore dettaglio di seguito: (1) gestire il proprio business e fornire (inclusi miglioramenti e personalizzazioni) i servizi offerti, (2) inviare comunicazioni, incluse le comunicazioni promozionali e (3) visualizzare annunci pubblicitari.

Durante la realizzazione di questi propositi, Microsoft combina i dati raccolti tramite i diversi servizi utilizzati dall'utente per garantire un'esperienza più regolare, coerente e personalizzata. Ad esempio, Cortana è in grado di utilizzare le squadre sportive preferite dall'utente aggiunte all'app MSN Sports per fornire informazioni relative agli interessi dell'utente oppure Windows Store può utilizzare le informazioni sulle modalità di utilizzo di diversi servizi per consigli personalizzati sulle app. Tuttavia, per ottimizzare la privacy, Microsoft ha incorporato misure di sicurezza tecnologiche e procedurali progettate per prevenire determinate combinazioni di dati. Ad esempi, Microsoft memorizza i dati raccolti dall'utente quando non è autenticato (accesso non eseguito) separatamente da qualsiasi altra informazione sull'account che identifichi l'utente direttamente, come nome, indirizzo e-mail o numero di telefono.

Offerta e miglioramento dei nostri servizi. Microsoft sfrutta i dati per fornire e migliorare i servizi offerti, nonché per operazioni commerciali essenziali. Queste includono il funzionamento dei servizi, il mantenimento e il miglioramento delle prestazioni dei servizi, incluso lo sviluppo di nuove funzionalità, ricerca e assistenza clienti. Esempi di questi tipi di utilizzi includono quanto segue.

  • Offerta di servizi. Microsoft utilizza i dati per portare a termine le transazioni e offrire i propri servizi all'utente. Spesso questi servizi includono funzionalità e consigli personalizzati che migliorano la produttività e il divertimento, oltre a plasmare esperienze di servizio sulla base delle attività, degli interessi e della posizione dell'utente.
  • Miglioramento del servizio. Microsoft sfrutta i dati per il miglioramento continuo dei propri servizi, inclusa l'aggiunta di nuove funzionalità o caratteristiche, come ad esempio l'uso di query di ricerca e i clic su Bing per migliorare la pertinenza dei risultati della ricerca oppure l'utilizzo di registrazioni audio da funzionalità di input vocale per migliorare la precisione del riconoscimento vocale.
  • Sicurezza, protezione e risoluzione delle dispute. Microsoft sfrutta i dati per proteggere la sicurezza dei propri servizi e clienti, per rilevare e prevenire le frodi, risolvere dispute e far rispettare i contratti Microsoft. I servizi di comunicazioni e sincronizzazione file Microsoft eseguono sistematicamente la scansione di contenuti in modo automatizzato, per identificare messaggi spam sospetti, virus, azioni illegali o URL contrassegnati come collegamenti a frodi, phishing o malware. Microsoft può bloccare la consegna di comunicazioni o rimuovere il contenuto se viola i termini Microsoft.
  • Operazioni commerciali. Microsoft sfrutta i dati per sviluppare analisi aggregate e business intelligence che permettono di far funzionare, proteggere, prendere decisioni informate e rendicontare le prestazioni delle attività Microsoft.

Comunicazioni. Microsoft sfrutta i dati raccolti per consegnare e personalizzare le proprie comunicazioni all'utente. Ad esempio, Microsoft può contattare l'utente via e-mail o tramite altri mezzi per informarlo quando una sottoscrizione sta per scadere, informarlo della disponibilità di aggiornamenti alla sicurezza, ricordargli articoli dimenticati nel carrello acquisti online o chiedergli di intervenire per mantenere il proprio account attivo. Inoltre, l'utente può registrarsi alle sottoscrizioni e-mail e scegliere come ricevere le comunicazioni promozionali da Microsoft: via e-mail, SMS, corrispondenza fisica e telefono. Per informazioni sulla gestione delle sottoscrizioni e-mail e delle comunicazioni promozionali, visitare la sezione Accesso e controlli della presente informativa sulla privacy.

Annunci pubblicitari. Molti dei servizi Microsoft sono supportati dalla pubblicità. Microsoft sfrutta i dati raccolti per scegliere gli annunci proposti, siano questi su servizi Microsoft o servizi offerti da terze parti. Gli annunci selezionati possono basarsi su posizione corrente dell'utente, query di ricerca o contenuti visualizzati. Gli altri annunci vengono proposti in base ai probabili interessi dell'utente o in base ad altre informazioni apprese sull'utente nel tempo, sfruttando dati demografici, query di ricerca, interessi e preferiti, dati di utilizzo e dati sulla posizione (indicati nella presente informativa come "annunci pubblicitari in base agli interessi"). Microsoft non utilizza le informazioni presenti nella posta elettronica, nelle chat, nelle videochiamate, nelle caselle vocali dell'utente oppure documenti, foto o altri file personali dell'utente per proporgli annunci pubblicitari mirati. Si può annullare la ricezione di inserzioni basate sugli interessi da parte di Microsoft, visitando la pagina di cancellazione. Per informazioni sui controlli degli annunci pubblicitari, consultare la sezione Accesso e controlli della presente informativa sulla privacy. Gli ulteriori utilizzi dei dati relativi agli annunci pubblicitari includono:

  • Best practice del settore e impegni pubblicitari. Microsoft è membro della Network Advertising Initiative (NAI) e aderisce al Codice di comportamento NAI. Aderisce anche ai seguenti programmi di autoregolamentazione:
  • Bambini e pubblicità. Non proponiamo pubblicità in base agli interessi ai bambini minori di 13 anni, in base alla data di nascita registrata per l'account Microsoft.
  • Conservazione dei dati. Per gli annunci pubblicitari in base agli interessi, Microsoft conserva i dati per un massimo di 13 mesi, salvo qualora non si ottenga il consenso da parte dell'utente per conservarli più a lungo.
  • Condivisione dei dati. In alcuni casi, Microsoft condivide con gli inserzionisti i report sui dati raccolti sui loro siti o dai loro annunci. Inoltre, è possibile che Microsoft condivida direttamente dati con provider di servizi permettendogli di fornire servizi per conto di Microsoft o per collaborare con Microsoft nella scelta e nella pubblicazione di annunci per i partner pubblicitari. Ad esempio, Microsoft sfrutta un provider di servizi per associare l'ID del cookie Microsoft e i dati dell'account con dati sull'utente in possesso di un inserzionista (come quelli relativi a un recente acquisto presso l'inserzionista). In questo modo l'inserzionista è in grado di raggiungere l'utente con un annuncio che ritiene pertinente per l'utente. Tuttavia, il provider di servizi agisce come terza parte attendibile e non condivide dati personali dell'utente in possesso di Microsoft o dell'inserzionista.
  • Dati raccolti da altre aziende pubblicitarie. Gli inserzionisti possono talvolta includere Web beacon propri (o di altri partner pubblicitari) negli annunci pubblicitari visualizzati da Microsoft, al fine di impostare e leggere i propri cookie. Inoltre, Microsoft collabora con compagnie pubblicitarie terze parti per assistenza nella fornitura di alcuni dei suoi servizi pubblicitari, oltre a consentire a tali compagnie di visualizzare annunci pubblicitari sui propri siti. Tali terze parti possono salvare cookie sul computer dell'utente, nonché raccogliere dati sulle attività online dell'utente relativamente a siti Web o servizi online. Segue un elenco non esaustivo di tali società: A9, Advertising.com, AppNexus, Criteo, MediaMath, nugg.adAG, Rocket Fuel e Yahoo!. Per ulteriori informazioni sulle pratiche e sulle opzioni offerte da ogni società, fare clic sui nomi sopra riportati. Molte di queste sono membri della NAI o DAA, ognuna delle quali fornisce semplici metodi per effettuare la disdetta del targeting pubblicitario dalle società aderenti.
Motivazioni della condivisione dei dati personali Motivazioni della condivisione dei dati personalipspmainreasonswesharepersonaldatamodule
Riepilogo
Microsoft condivide i dati personali con il consenso dell'utente o in base alle esigenze per completare transazioni o fornire un servizio richiesto o autorizzato dall'utente. Microsoft inoltre condivide dati con società affiliate e filiali controllate da Microsoft, con fornitori che lavorano per suo conto, se richiesto dalla legge o in risposta a procedimenti legali, per proteggere i propri clienti, per proteggere vite umane, per mantenere la sicurezza dei servizi Microsoft e per proteggere i diritti o la proprietà di Microsoft.
Testo completo

Microsoft condivide i dati personali con il consenso dell'utente o in base alle esigenze per completare transazioni o fornire un servizio richiesto o autorizzato dall'utente. Ad esempio, Microsoft condivide i contenuti con terze parti quando l'utente lo consente, come ad esempio per l'invio di un'e-mail a un amico, la condivisione di foto e documenti su OneDrive o il collegamento di account con un altro servizio. Quando l'utente fornisce dati di pagamento per un acquisto, Microsoft condivide i dati di pagamento con banche e altri enti addetti all'elaborazione delle transazioni di pagamento o ad altri servizi finanziari, per la prevenzione delle frodi e per la riduzione del rischio di credito.

Inoltre, Microsoft condivide dati personali tra le proprie società affiliate e controllate. Microsoft condivide dati personali anche con fornitori o agenti che lavorano per suo conto, per gli scopi descritti nella presente informativa. Ad esempio, compagnie incaricate da Microsoft di fornire supporto all'assistenza clienti o di aiutare nella protezione di sistemi e servizi Microsoft, potrebbero avere la necessità di accedere ai dati personali per offrire determinate funzionalità. In tal caso, le aziende devono rispettare i requisiti di privacy e sicurezza dei dati di Microsoft e non sono autorizzate a utilizzare i dati personali ricevuti da Microsoft per qualsiasi altro scopo. Microsoft può ricorrere alla divulgazione dei dati personali anche nel caso di transazioni aziendali quali fusione o vendita di beni.

Infine, Microsoft accede, divulga e conserva dati personali, inclusi i contenuti privati (quali contenuti e-mail, altre comunicazioni private o file in cartelle private) quando in buona fede ritiene che sia necessario per:

  1. rispettare la legge in vigore o per rispondere a un procedimento legale valido, incluso da forze dell'ordine e agenzie governative;
  2. proteggere i clienti Microsoft, ad esempio per prevenire posta indesiderata o tentativi di frode agli utenti da parte dei servizi oppure per aiutare a prevenire la perdita di vite o gravi infortuni alle persone;
  3. applicare e mantenere la sicurezza dei servizi Microsoft, inclusa la prevenzione o il blocco di un attacco sui sistemi o sulle reti Microsoft; oppure
  4. proteggere diritti o proprietà di Microsoft, come far rispettare i termini che disciplinano l'utilizzo dei servizi; tuttavia, qualora Microsoft riceva informazioni che indicano l'utilizzo da parte di terzi dei suoi servizi per far circolare proprietà Microsoft intellettuali o fisiche rubate, Microsoft non analizzerà i contenuti privati dei clienti autonomamente, ma potrebbe fare riferimento alle autorità giudiziarie.

Alcuni dei servizi Microsoft includono collegamenti a servizi terze parti con prassi per la privacy diverse da quelle di Microsoft. Qualora l'utente fornisca dati personali a tali servizi, i dati sono regolati dalle rispettive informative sulla privacy.

Modalità di accesso e controllo dei dati personali dell'utente Accesso e controllo dei dati personali dell'utentepspmainhowtoaccesscontrolyourdatamodule
Riepilogo

L'utente può visualizzare o modificare i propri dati personali online da diversi servizi Microsoft. Inoltre, può scegliere le opzioni relative a raccolta e utilizzo dei dati da parte di Microsoft. Le modalità di accesso o controllo dei dati personali dipendono dai servizi in uso.

L'utente può sempre decidere se ricevere e-mail, SMS, chiamate telefoniche e lettere via posta promozionali da Microsoft. Può interrompere la ricezione di inserzioni basate sugli interessi da parte di Microsoft, dalla pagina di cancellazione.

Testo completo

L'utente può visualizzare o modificare i propri dati personali online da diversi servizi Microsoft. Inoltre, può scegliere le opzioni relative a raccolta e utilizzo dei dati da parte di Microsoft. Le modalità di accesso o controllo dei dati personali dipendono dai servizi in uso. Ad esempio:

  • Account Microsoft. Per accedere o modificare le informazioni sul profilo e le informazioni di pagamento legate al proprio account Microsoft, modificare la password, aggiungere informazioni di sicurezza o chiudere il proprio account, visitare https://account.microsoft.com. Una volta raggiunta la pagina, è anche possibile accedere ai controlli per altri servizi Microsoft.
  • Bing e Cortana. Su https://www.bing.com/account/general è possibile accedere o cancellare la cronologia di ricerca Bing, riscattare premi Bing, visualizzare e modificare interessi e gestire i dati di Cortana.
  • Skype. Per accedere o modificare le informazioni sul profilo e le informazioni di pagamento legate al proprio account Skype o modificare la password, basta accedere al proprio account su https://login.skype.com/login.
  • Xbox. Gli utenti di Xbox Live oppure Xbox.com possono visualizzare o modificare i propri dati, tra cui le informazioni di fatturazione e sull'account, le impostazioni sulla privacy, le preferenze di sicurezza online e quelle di condivisione dei dati, accedendo a La mia Xbox sulla console Xbox oppure sul sito Xbox.com.
  • Microsoft Store. Si può accedere al profilo e alle informazioni sull'account del Microsoft Store visitando https://www.microsoftstore.com/ e selezionando "Visualizza account" o "Cronologia ordini".
  • Microsoft.com. L'accesso e l'aggiornamento del profilo su microsoft.com sono possibili tramite il Profile Center di Microsoft.com. Qualora l'utente disponga di un profilo pubblico Microsoft Developer Network, può accedere e modificarlo su https://connect.microsoft.com/profile.aspx.

Nel caso in cui non sia possibile accedere ai dati personali raccolti dai servizi Microsoft tramite i collegamenti precedenti o direttamente dai servizi, è sempre possibile contattare Microsoft tramite il modulo Web. Microsoft risponderà alle richieste di accesso o di eliminazione dei dati personali entro 30 giorni.

Preferenze di comunicazione

Microsoft consente di scegliere come ricevere le comunicazioni promozionali da Microsoft: via e-mail, SMS, corrispondenza fisica e telefono. Se l'utente riceve e-mail promozionali o SMS e intende non riceverli più, basta che si attenga alle indicazioni presenti nel messaggio ricevuto. È inoltre possibile decidere in merito alla ricezione di posta elettronica, telefonate o corrispondenza postale promozionali da parte di Microsoft, visitando e accedendo a Gestione delle comunicazioni promozionali, che permette di aggiornare le informazioni di contatto, gestire le preferenze di contatto di Microsoft, cancellarsi dalle sottoscrizioni e-mail e scegliere quali informazioni di contatto condividere con i partner Microsoft. Se non si dispone di un account Microsoft, è possibile gestire le preferenze di contatto di posta elettronica di Microsoft utilizzando questo modulo Web. Tali scelte non riguardano le comunicazioni di servizio obbligatorie considerate parte di alcuni servizi Microsoft.

Opzioni pubblicitarie

Si può annullare la ricezione di inserzioni basate sugli interessi da parte di Microsoft, visitando la pagina di cancellazione.Alla cancellazione, la scelta viene memorizzata in un cookie specifico in relazione al browser Web in uso. Questo cookie di cancellazione rimane valido per cinque anni. Se i cookie vengono cancellati dal dispositivo, è necessario eseguire nuovamente la cancellazione.

È anche possibile collegare l'opzione di cancellazione con l'account Microsoft. La cancellazione viene quindi applicata su ogni dispositivo in cui viene utilizzato l'account Microsoft e rimane attiva finché qualcuno accede con un account Microsoft diverso su quel dispositivo. Qualora tale cookie venisse rimosso dal dispositivo, è necessario accedere nuovamente per ripristinare la cancellazione.

Per gli annunci pubblicitari che compaiono nelle app di Windows, è possibile utilizzare la cancellazione dall'account Microsoft o cancellare la ricezione di pubblicità in base agli interessi disattivando l'ID annunci nelle Impostazioni di Windows.

Poiché i dati utilizzati per gli annunci pubblicitari basati sugli interessi sono utilizzati per altri scopi necessari (inclusa la fornitura di servizi, analisi e l'identificazione delle frodi), la cancellazione degli annunci pubblicitari basati sugli interessi non interrompe la raccolta di tali dati, né tantomeno significa che l'utente non visualizzerà più o visualizzerà meno annunci. Tuttavia, se si effettua la cancellazione, gli annunci ricevuti non saranno più basati sugli interessi e potrebbero essere meno pertinenti per gli interessi specifici dell'utente.

Controlli in base al browser

  • Controlli dei cookie. I relativi controlli dei cookie basati sul browser sono descritti nella sezione Cookie della presente informativa sulla privacy.
  • Protezione da monitoraggio. Internet Explorer (versioni 9 e successive) dispone di una funzionalità di Protezione da monitoraggio che blocca contenuti terze parti, inclusi i cookie, da qualsiasi sito elencato in un Elenco siti per protezione da monitoraggio aggiunto. Limitando le chiamate a questi siti, il browser limita le informazioni raccolte da questi siti terze parti sull'utente.
  • Controlli del browser per "Do Not Track". Alcuni browser sono dotati di funzionalità incorporate "Do Not Track" (DNT) che inviano un segnale ai siti Web visitati specificando la volontà dell'utente di non essere tracciato. Vista l'assenza attuale di un'interpretazione comune del segnale DNT, Microsoft attualmente non risponde ai segnali DNT dei browser sui propri siti Web o dai propri servizi online o su siti Web o servizi online terze parti dove Microsoft propone pubblicità, contenuti o è altresì in grado di raccogliere informazioni. Stiamo continuando a lavorare per definire un'interpretazione comune per i segnali DNT. Nel frattempo, è possibile sfruttare la vasta gamma di ulteriori strumenti messi a disposizione per controllare la raccolta dei dati e l'utilizzo dei dati, inclusa la capacità di revocare la ricezione di annunci pubblicitari in base agli interessi proposti da Microsoft, come descritto in precedenza.
Cookie e tecnologie simili Cookie e tecnologie similipspmaincookiessimilartechnologiesmodule
Riepilogo

Microsoft utilizza i cookie (piccoli file di testo sul dispositivo) o tecnologie simili per offrire i propri servizi e semplificare la raccolta dati. I cookie permettono a Microsoft, tra le altre cose, di memorizzare le preferenze e le impostazioni dell'utente, permettere all'utente di accedere, fornire pubblicità in base agli interessi, combattere le frodi e analizzare le performance dei servizi. Le app Microsoft sfruttano altri identificatori, come ad esempio l'ID annunci in Windows, per scopi simili.

Microsoft può anche utilizzare i Web beacon per consegnare i cookie e raccogliere dati su utilizzo e prestazioni dei servizi. I servizi Microsoft possono includere Web beacon provenienti da provider di servizi terze parti.

Per controllare cookie, Web beacon e tecnologie simili esistono una vasta gamma di strumenti, tra cui controlli del browser per bloccare ed eliminare i cookie e controlli da provider di servizi di analisi terze parti per interrompere la raccolta dati tramite Web beacon. Browser e altre opzioni potrebbero influire sulle esperienze dell'utente con i servizi Microsoft.

Testo completo

Microsoft utilizza i cookie (piccoli file di testo sul dispositivo) o tecnologie simili per offrire i propri servizi e semplificare la raccolta dati. Il testo all'interno di un cookie spesso prevede una stringa di numeri e lettere che identificano univocamente il computer dell'utente, ma possono anche contenere altre informazioni. Le app Microsoft sfruttano altri identificatori, come ad esempio l'ID annunci in Windows, per scopi simili e molti dei siti Web e delle applicazioni Microsoft contengono anche Web beacon o altre tecnologie simili, come descritto di seguito.

Modalità di utilizzo da parte di Microsoft di cookie e tecnologie simili

Microsoft sfrutta i cookie e tecnologie simili per diversi scopi, tra cui:

  • Memorizzazione di preferenze e impostazioni. Impostazioni che permettono ai servizi Microsoft di funzionare correttamente o che mantengono le preferenze nel tempo, memorizzate sul dispositivo. Ad esempio, se un utente specifica la propria città o il proprio codice postale su un sito Microsoft per ricevere notizie locali o informazioni meteo, Microsoft può memorizzare tali dati in un cookie consentendo all'utente di visualizzare le informazioni locali rilevanti quando ritorna sul sito. Se l'utente si cancella dagli annunci in base agli interessi, Microsoft memorizza la preferenza di cancellazione in un cookie sul suo computer.
  • Accesso e autenticazione. All'accesso a un sito o a un servizio con l'account Microsoft, Microsoft memorizza un numero ID univoco e l'orario di accesso in un cookie crittografato sul dispositivo dell'utente. Tale cookie consente all'utente di spostarsi tra le pagine del sito senza dover effettuare nuovamente l'accesso a ogni pagina.
  • Pubblicità in base agli interessi. Microsoft sfrutta i cookie per raccogliere dati sull'attività online dell'utente e identificarne gli interessi, in modo da fornire messaggi pubblicitari più pertinenti per l'utente. L'utente può cancellare la ricezione di annunci basati sugli interessi da Microsoft, come descritto nella sezione Accesso e controllo della presente informativa sulla privacy.
  • Analisi. Per fornire i propri servizi, Microsoft utilizza i cookie e altri identificatori per raccogliere dati sull'utilizzo e sulle prestazioni. Ad esempio, è possibile utilizzare i cookie per contare il numero di visitatori unici di una pagina Web o di un servizio o per sviluppare altre statistiche aggregate riguardo le operazioni dei servizi Microsoft.

Alcuni dei cookie utilizzati comunemente sono elencati di seguito. L'elenco non è esaustivo, ma ha lo scopo di illustrare i motivi principali per cui vengono impostati i cookie. Se un utente visita un sito Web Microsoft, il sito potrebbe configurare alcuni o tutti i cookie seguenti:

Nome del cookieDescrizione

MUID

Identifica browser Web univoci che visitano i siti Microsoft. Serve per scopi pubblicitari, per l'analisi dei siti e per scopi operativi.

ANON

Contiene l'ANID, un identificatore univoco ricavato dall'account Microsoft dell'utente, sfruttato per scopi pubblicitari, di personalizzazione e operativi. Viene utilizzato anche per rispettare la scelta dell'utente di rifiutare gli annunci in base agli interessi da Microsoft, qualora l'utente abbia scelto di associare tale cancellazione al proprio account Microsoft.

CC

Contiene un codice paese determinato dall'indirizzo IP.

RPSTAuth, MSNRPSAuth, KievRPSAuth

Agevolano l'autenticazione durante l'accesso con l'account Microsoft.

NAP

Contiene una versione crittografata di paese, codice di avviamento postale, età, sesso, lingua e professione dell'utente (se conosciuta), basata sul profilo dell'account Microsoft.

MH

Compare su siti co-branding dove Microsoft è partner di un inserzionista. Questo cookie identifica l'inserzionista in modo da selezionare l'inserzione corretta.

ACH01

Conserva le informazioni relative alle inserzioni selezionate e a dove sono state selezionate.

TOptOut

Registra la volontà di non ricevere pubblicità in base agli interessi proposte da Microsoft.

Oltre ai cookie che Microsoft imposta quando un utente visita i relativi siti Web, terze parti potrebbero impostare anche altri cookie quando l'utente visita siti Microsoft. In alcuni casi questo avviene perché Microsoft ha incaricato terze parti di fornire alcuni servizi per proprio conto, come ad esempio l'analisi del sito. In altri casi questo avviene perché le pagine Web includono contenuti o messaggi pubblicitari di terze parti, come video, notizie oppure messaggi pubblicitari inviati da altre reti. Poiché il browser si connette ai server Web delle terze parti per recuperare quel contenuto, le terze parti possono impostare o leggere i propri cookie presenti sul dispositivo e raccogliere informazioni relative alle attività online dell'utente per quanto riguarda siti Web o servizi online.

Come controllare i cookie

La maggior parte dei browser Web accetta automaticamente i cookie, seppur fornendo dei controlli per bloccarli o eliminarli. Ad esempio, in Microsoft Edge, è possibile bloccare o eliminare i cookie facendo clic su Impostazioni > Privacy > Cookie. Le istruzioni per bloccare o eliminare i cookie in altri browser sono disponibili in ogni informativa sulla privacy o documentazione della guida del browser.

Alcune funzionalità dei servizi Microsoft dipendono dai cookie. Qualora l'utente scelga di bloccare i cookie, potrebbe non riuscire ad accedere o ad utilizzare tali funzionalità e le preferenze che si basano sui cookie potrebbero andare perse. Se si eliminano i cookie, le impostazioni e le preferenze da essi controllate, comprese le preferenze pubblicitarie, verranno cancellate e potrebbe essere necessario ricrearle.

Ulteriori controlli per la privacy che riguardano i cookie, inclusa la funzione Protezione da monitoraggio dei browser Microsoft, sono descritti nella sezione Accesso e controllo della presente informativa sulla privacy.

Utilizzo da parte di Microsoft di Web beacon e Servizi Analytics

È possibile che le pagine Web Microsoft contengano immagini digitali conosciute come Web beacon (talvolta definite anche gif a pixel singolo) per l'invio dei cookie sui siti. Consentono il conteggio degli utenti che hanno visitato determinate pagine sul sito e offrono servizi a marchio condiviso. Includiamo Web beacon anche nei nostri messaggi e-mail promozionali e nelle nostre newsletter, per determinare se l'utente li apre e le azioni che effettua.

Oltre a collocare Web beacon su siti Web Microsoft, a volte Microsoft collabora con altre aziende che pubblicizzano i siti Microsoft, posizionando i propri Web beacon sui loro siti o nei loro annunci pubblicitari, al fine di consentire lo sviluppo di statistiche per stabilire con che frequenza il clic su un annuncio pubblicitario in un sito Microsoft generi un acquisto o un'altra azione sul sito dell'inserzionista.

Infine, i servizi Microsoft spesso contengono Web beacon o tecnologie simili di provider di analisi terze parti, per facilitare la creazione di aggregati statistici sull'efficacia delle campagne promozionali Microsoft o su altri aspetti del funzionamento. Queste tecnologie permettono ai provider di analisi di impostare o leggere i propri cookie o altri identificatori sul dispositivo dell'utente, attraverso i quali possono raccogliere informazioni sulle attività online in applicazioni, siti Web o altri servizi. Tuttavia, Microsoft proibisce a questi provider di analisi di utilizzare Web beacon sui propri siti per raccogliere o accedere alle informazioni personali dell'utente (ad esempio nome e indirizzo e-mail). È possibile rifiutare la raccolta o l'utilizzo dei dati da parte dei provider di analisi facendo clic sui seguenti collegamenti:

Altre tecnologie similari

Oltre ai cookie standard e ai Web beacon, i servizi Microsoft possono utilizzare altre tecnologie simili per conservare e leggere file di dati sul computer dell'utente. Questo di norma serve per mantenere le preferenze o migliorare la velocità e le prestazioni, memorizzando alcuni file in locale. Tuttavia, come i cookie standard, queste tecnologie possono anche essere utilizzate per salvare un identificatore univoco sul computer, in seguito utile per tenere traccia del comportamento dell'utente. Queste tecnologie includono oggetti locali condivisi (o cookie flash) e Silverlight Application Storage.

Oggetti locali condivisi o "cookie flash". I siti Web che utilizzano le tecnologie Adobe Flash potrebbero utilizzare Local Shared Object o "cookie flash" per conservare dati sui computer. Per gestire o bloccare i cookie flash, andare su http://www.macromedia.com/support/documentation/en/flashplayer/help/settings_manager.html.

Silverlight Application Storage. I siti web che utilizzano la tecnologia Microsoft Silverlight potrebbero avere la possibilità di conservare i dati utilizzando Silverlight Application Storage. Per capire come gestire o bloccare tali memorizzazioni, vedere la sezione Silverlight della presente informativa.

Account Microsoft Account Microsoftpspmainmicrosoftaccountmodule
Riepilogo

Con un account Microsoft, l'utente può accedere ai servizi Microsoft, oltre a quelli di partner Microsoft selezionati. L'accesso all'account Microsoft migliora la personalizzazione, offre esperienze regolari e coerenti tra diversi servizi e dispositivi e semplifica l'accesso e l'utilizzo di memorie dati nel cloud, oltre ad altre funzionalità e impostazioni ottimizzate.

All'accesso all'account Microsoft per un servizio, creiamo un record di tale accesso. Se si accede a un servizio terze parti con l'account Microsoft, viene richiesto il consenso per la condivisione dei dati dell'account tramite quel servizio.

Testo completo

Con un account Microsoft, l'utente può accedere ai servizi Microsoft, oltre a quelli di partner Microsoft selezionati.

Creazione e utilizzo dell'account Microsoft. Quando viene creato un account Microsoft, sono richiesti all'utente alcuni dati personali. Microsoft assegna un codice ID univoco per identificare l'account dell'utente e le informazioni associate. Sebbene alcuni servizi, come quelli relativi ai pagamenti, richiedano un nome reale, è possibile accedere e utilizzare alcuni servizi Microsoft senza fornire il proprio nome reale. All'accesso all'account Microsoft per un servizio, creiamo un record di tale accesso, che include data e ora, informazioni sul servizio al quale si accede, nome di accesso, numero univoco assegnato all'account, un identificatore univoco assegnato al dispositivo, l'indirizzo IP e il sistema operativo e la versione del browser.

Accesso all'account Microsoft. L'accesso all'account Microsoft migliora la personalizzazione, offre esperienze regolari e coerenti tra diversi servizi e dispositivi e semplifica l'accesso e l'utilizzo di memorie dati nel cloud, oltre ad altre funzionalità e impostazioni ottimizzate. Una volta effettuato l'accesso all'account Microsoft, l'utente rimane connesso finché non si disconnette. Se si aggiunge il proprio account Microsoft al dispositivo Windows (versione 8 o successiva), Windows effettua l'accesso a quei servizi che utilizzano l'account Microsoft con il quale è stato effettuato l'accesso su quel dispositivo. Una volta effettuato l'accesso, alcuni servizi mostrano il nome o il nome utente e la foto del profilo (se aggiunta al profilo), come parte dell'utilizzo dei servizi Microsoft, tra cui comunicazioni, interazioni sui social e post pubblici.

Accesso a servizi terze parti. Se si accede a un servizio terze parti con l'account Microsoft, viene richiesto il consenso per la condivisione dei dati dell'account tramite quel servizio. Il servizio riceve anche il numero di versione assegnato all'account (ogni volta che si modificano i dati di accesso viene assegnato un nuovo numero) e l'eventuale disattivazione dell'account. Le aziende terze parti possono utilizzare o condividere i dati dell'utente in base alle loro pratiche e politiche aziendali. È consigliabile leggere attentamente l'informativa sulla privacy di ciascun servizio al quale si accede, per determinare in che modo saranno utilizzati i dati raccolti.

Account ricevuti da aziende terze parti. Se l'account Microsoft è stato ricevuto da un'azienda terze parti, come un provider di servizi Internet, tale azienda può esercitare dei diritti sull'account, inclusa la possibilità di accedere o eliminare l'account Microsoft. Rivedere attentamente i termini supplementari forniti dall'azienda terze parti per comprendere in che modo può operare sull'account Microsoft.

Connessione dell'account Microsoft ad account di social network. L'account Microsoft può essere collegato ad account sui social network come Facebook, Twitter o LinkedIn, per accedere ai dati di tali social network attraverso i servizi Microsoft. In tal caso, Microsoft memorizza i dati relativi agli account del social network sui propri server, in modo da visualizzare dati aggiornati dall'account del social network. Un account di social network può essere disconnesso dall'account Microsoft in qualsiasi momento da https://profile.live.com/services.

Altre informazioni importanti sulla privacy Altre informazioni importanti sulla privacypspmainotherimportantprivacyinformationmodule
Riepilogo
Di seguito è possibile trovare ulteriori informazioni sulla privacy che l'utente potrebbe trovare importanti. È possibile trovare ulteriori informazioni sull'impegno di Microsoft per proteggere la privacy degli utenti sul sito http://www.microsoft.com/privacy.
Protezione dei dati personali Protezione dei dati personalipspmainsecurityofpersonaldatamodule
Riepilogo
Microsoft s'impegna a proteggere la sicurezza dei dati personali degli utenti. Per proteggere i dati personali da accesso, utilizzo o divulgazione non autorizzati sono impiegate diverse tecnologie e procedure di protezione. Ad esempio, i dati personali forniti sono memorizzati su sistemi computerizzati ad accesso limitato, installati in locali controllati. La trasmissione di dati estremamente riservati (come la password o il numero della carta di credito) su Internet viene protetta mediante la crittografia.
Dove sono memorizzati ed elaborati i dati personali Dove sono memorizzati ed elaborati i datipspmainwherewestoreandprocessdatamodule
Riepilogo

I dati personali raccolti da Microsoft sono memorizzati ed elaborati negli Stati Uniti o in un altro paese in cui hanno sede Microsoft, le sue società affiliate, filiali o provider di servizi. Microsoft implementa le dovute misure per garantire che i dati raccolti ai sensi della presente informativa sulla privacy siano elaborati secondo le disposizioni della presente informativa e dei requisiti di legge in vigore, ovunque si trovino i dati.

Microsoft si attiene alle direttive Safe Harbor degli Stati Uniti e dell'Unione Europea e alle direttive Safe Harbor degli Stati Uniti e della Svizzera, come stabilito dall'U.S. Department of Commerce in materia di raccolta, utilizzo e mantenimento di dati provenienti dall'Area Economica Europea e dalla Svizzera. Per ulteriori informazioni sul programma Safe Harbor e per consultare il certificato Microsoft, visitare il sito http://www.export.gov/safeharbor/.

Mantenimento da parte di Microsoft dei dati personali Mantenimento da parte di Microsoft dei dati personalipspmainourretentionofpersonaldatamodule
Riepilogo

Microsoft conserva i dati personali quanto necessario per fornire i servizi e realizzare le transazioni richieste dall'utente o per altri motivi fondamentali, come il rispetto degli obblighi legali di Microsoft, la risoluzione di dispute e l'imposizione dei contratti Microsoft. Ad esempio:

  • per le query di ricerca Bing, rendiamo anonime le query di ricerca memorizzate rimuovendo interamente l'indirizzo IP dopo 6 mesi e ID dei cookie e altri identificatori inter-sessionali dopo 18 mesi.
  • In Outlook.com, quando la cartella Elementi eliminati viene svuotata, gli elementi eliminati rimangono nel sistema Microsoft per 30 giorni prima dell'eliminazione definitiva.
  • Se si rimuove una carta di credito dall'account, Microsoft mantiene i record transazionali contenenti il numero di carta di credito quanto necessario per completare le transazioni esistenti, nel rispetto dei requisiti legali e di rendiconto richiesti da Microsoft e per l'identificazione e la prevenzione di frodi.
Rilasci in anteprima Rilasci in anteprimapspmainpreviewreleasesmodule
Riepilogo
Microsoft offre anteprime, insider, beta o altre caratteristiche e servizi di pre-rilascio ("anteprime") per consentirvi di valutarli fornendo al contempo feedback a Microsoft, inclusi i dati su prestazioni e utilizzo.  Di conseguenza, le anteprime possono raccogliere automaticamente dati aggiuntivi, fornire minori controlli e altrimenti impiegare misure diverse di privacy e sicurezza rispetto a quelle generalmente presenti nei nostri servizi.  Se parteciperete alle anteprime, potremo contattarvi in merito al vostro feedback o all'interesse nel proseguire l'utilizzo del servizio dopo il rilascio generale..
Modifiche alla presente informativa Modifiche alla presente informativapspmainchangestothisprivacystatementmodule
Riepilogo
Microsoft aggiornerà la presente informativa sulla privacy quando necessario, per rispondere a feedback dei clienti e a variazioni dei propri servizi. In caso di modifiche a questa informativa, viene modificata la data di "ultimo aggiornamento" nella parte superiore del documento. In caso di modifiche sostanziali all'informativa o qualora Microsoft decida di modificare le modalità di utilizzo dei dati personali, tali modifiche saranno pubblicate in maniera visibile prima che abbiano effetto, oppure notificate direttamente all'utente. Si consiglia di rivedere periodicamente la presente informativa sulla privacy per rimanere informati sulle modalità di protezione dei dati adottate da Microsoft.
Come contattare Microsoft Come contattare Microsoftpspmainhowtocontactusmodule
Riepilogo

Per domande di natura tecnica o assistenza, visitare http://support.microsoft.com/ per ulteriori informazioni sulle offerte di assistenza Microsoft. Per domande sulla password dell'account Microsoft, visitare il Supporto account Microsoft.

In caso di domande sulla privacy o domande per il Chief Privacy Officer di Microsoft, utilizzare il modulo Web. Microsoft risponderà alle domande entro 30 giorni.

Salvo laddove diversamente indicato, Microsoft Corporation è il responsabile del trattamento dei dati personali raccolti tramite i servizi soggetti alla presente informativa. L'indirizzo è Microsoft Privacy, Microsoft Corporation, One Microsoft Way, Redmond, Washington 98052 USA. Numero di telefono: 425-882-8080.

Microsoft Ireland Operations Limited è il rappresentante per la protezione dati per l'Area Economica Europea e la Svizzera. Il funzionario responsabile della protezione dei dati di Microsoft Ireland Operations Limited è raggiungibile al seguente indirizzo: Microsoft Ireland Operations, Ltd., Attn: Data Protection, Carmenhall Road, Sandyford, Dublin 18, Ireland.

Skype Software S.à.r.l / Skype Communications S.à.r.l. 23-29 Rives de Clausen L-2165 Lussemburgo, Lussemburgo sono i responsabili del trattamento dei dati per Skype. Per contattare Microsoft in merito a software o prodotti Skype, inviare una richiesta di supporto al team di supporto clienti Skype.

Per trovare l'indirizzo della filiale Microsoft del proprio paese, consultare il sito http://www.microsoft.com/worldwide/.
Bing Bingpspmainbingmodule
Riepilogo
I servizi Bing includono servizi di ricerca e mapping, oltre alle app Bing Toolbar e Bing Desktop. I servizi Bing sono anche inclusi all'interno di altri servizi Microsoft, come ad esempio le app MSN e Cortana, nonché in Windows (che chiameremo da qui in avanti esperienze fornite da Bing). Durante l'uso dei servizi Bing da parte dell'utente, Microsoft raccoglie le query di ricerca, la posizione e altre informazioni sull'interazione dell'utente con i suoi servizi.
Testo completo

I servizi Bing includono servizi di ricerca e mapping, oltre alle app Bing Toolbar e Bing Desktop. I servizi Bing sono anche inclusi all'interno di altri servizi Microsoft, come ad esempio le app MSN e Cortana, nonché in Windows (che chiameremo da qui in avanti esperienze fornite da Bing).

Nel corso di una ricerca o durante l'uso di una funzione di un'esperienza fornita da Bing, Microsoft raccoglie i termini di ricerca specificati, insieme a indirizzo IP dell'utente, posizione, identificatori univoci contenuti nei cookie, data e ora della ricerca e configurazione del browser. Qualora si utilizzino i servizi vocali, anche i dati relativi a input vocale e prestazioni associati alla funzionalità vocale sono inviati a Microsoft. 

Suggerimenti automatici. Per la funzione di suggerimento automatico, i caratteri digitati in un'esperienza fornita da Bing per condurre una ricerca vengono inviati a Microsoft, per offrire suggerimenti all'utente mentre digita le proprie ricerche. Per attivare o disattivare il suggerimento automatico, accedere alle Impostazioni di Bing.

Programma Bing Premi. In caso di partecipazione a questo programma, Microsoft raccoglie dati sul dispositivo dell'utente, sulle interazioni dell'utente con i servizi Bing e sul riscatto di premi Bing.

Programma di miglioramento dell'esperienza Bing per Bing Desktop e Bing Toolbar. Qualora vengano utilizzati Bing Desktop o la barra degli strumenti Bing e si decida di partecipare al Programma di miglioramento dell'esperienza Bing, Microsoft raccoglie anche informazioni sull'utilizzo di queste applicazioni Bing specifiche, quali gli indirizzi dei siti Web visitati, per migliorare la classificazione e la rilevanza delle ricerche. Per aiutare a proteggere la privacy dell'utente, le informazioni raccolte con il Programma di miglioramento dell'esperienza Bing non vengono utilizzate per identificare o contattare l'utente, né per inviargli pubblicità. Il Programma di miglioramento dell'esperienza Bing può essere disattivato in qualsiasi momento dalle impostazioni di Bing Desktop o Bing Toolbar. Infine, Microsoft elimina tutte le informazioni raccolte attraverso il Programma di miglioramento dell'esperienza Bing dopo 18 mesi.

Mantenimento e anonimizzazione. Rendiamo anonime le query di ricerca memorizzate rimuovendo interamente l'indirizzo IP dopo 6 mesi e ID dei cookie e altri identificatori inter-sessionali dopo 18 mesi.

Personalizzazione attraverso un account Microsoft. Alcuni servizi Bing offrono un'esperienza migliore se si accede con l'account Microsoft, ad esempio per sincronizzare la cronologia di ricerca tra i dispositivi. Queste funzionalità di personalizzazione risultano utili per personalizzare interessi, preferiti e impostazioni, oltre che per connettere il proprio account a servizi terze parti. Per gestire le impostazioni di personalizzazione, vedere la pagina Impostazioni Bing.

Gestione della cronologia di ricerca. Il servizio Cronologia di ricerca di Bing è un metodo semplice per rivisitare i termini di ricerca inseriti e i risultati selezionati durante l'uso della ricerca Bing sul browser. La cronologia di ricerca può essere eliminata dalle Impostazioni Bing. Quando si cancella la cronologia personale, questa viene eliminata dal servizio di cronologia delle ricerche e non è più visibile sul sito. Questa operazione, tuttavia, non elimina le informazioni contenute nei log delle ricerche di Microsoft, che conservati e resi anonimi come descritto in precedenza.

Servizi non forniti da Microsoft che utilizzano Bing. L'accesso a esperienze fornite da Bing è consentito anche quando si utilizzano altri servizi non Microsoft, come Yahoo!. Per fornire tali servizi, Bing riceve dati da questi e altri partner, tra cui la data, l'ora, l'indirizzo IP, un identificatore univoco e altri dati relativi alla ricerca. Tali dati vengono inviati a Microsoft per fornire il servizio di ricerca. Microsoft utilizza questi dati come descritto nella presente informativa o conformemente agli obblighi contrattuali siglati con i suoi partner. Per eventuali domande sulle procedure di raccolta e utilizzo dei dati, fare riferimento alle rispettive informative sulla privacy dei servizi non Microsoft.

Query di ricerca passata nell'URL di riferimento. Quando si fa clic su un risultato di ricerca o su pubblicità da una pagina dei risultati di ricerca Bing e si accede al sito Web di destinazione, tale sito riceve i dati standard inviati dal browser a ogni sito Web visitato, come ad esempio l'indirizzo IP, il tipo e la lingua del browser e l'URL del sito di provenienza (in questo caso, la pagina dei risultati di ricerca Bing). Dato che l'URL della pagina dei risultati di ricerca Bing contiene il testo della query di ricerca immessa (che potrebbe includere nomi, indirizzi o altre informazioni di identificazione immesse), il sito Web di destinazione è in grado di determinare il termine di ricerca immesso.

Se il browser è abilitato per consentire alle pagine il precaricamento in background per ottenere prestazioni più veloci, quando il browser carica una pagina in background, si ottiene lo stesso effetto di quando l'utente visita la pagina, compreso l'invio dell'URL della pagina dei risultati di ricerca Bing (che può contenere la query di ricerca) e il download di tutti i cookie impostati dalla pagina.

Condivisione dei dati della ricerca per motivi di ricerca. Microsoft condivide parte dei dati delle query di ricerca rese anonime con terze parti selezionate, a scopo di ricerca. Prima di effettuare tale condivisione, dai dati vengono rimossi tutti gli identificatori univoci, quali indirizzi IP e ID cookie. Inoltre, i dati vengono sottoposti a un processo appositamente studiato per eliminare determinati dati sensibili che gli utenti potrebbero avere inserito nei termini di ricerca, ad esempio codici fiscali o numeri di carta di credito. Inoltre, Microsoft richiede a tali terze parti di conservare i dati in modo sicuro e di non utilizzarli per altri scopi.

Cortana Cortanapspmaincortanamodule
Riepilogo
Cortana è l'assistente personale dell'utente. Cortana funziona al meglio quando ha la possibilità di conoscere l'utente e le sue attività sfruttando i dati dal suo dispositivo, dal suo account Microsoft, da servizi terze parti e da altri servizi Microsoft. Cortana può essere attivato in base alle proprie preferenze ed è disattivabile in qualsiasi momento.
Testo completo

Cortana è l'assistente personale dell'utente. Cortana funziona al meglio quando ha la possibilità di conoscere l'utente e le sue attività sfruttando i dati dal suo dispositivo, dal suo account Microsoft, da servizi terze parti e da altri servizi Microsoft. Per abilitare Cortana e fornire esperienze personalizzate e suggerimenti pertinenti, Microsoft raccoglie e utilizza diversi tipi di dati, come posizione del dispositivo, dati dal calendario, app utilizzate dall'utente, dati da e-mail ed SMS dell'utente, i contatti chiamati, i contatti dell'utente e dalla frequenza di interazione con tali contatti sul dispositivo. Cortana impara a conoscere l'utente raccogliendo anche i dati sull'utilizzo del dispositivo e da altri servizi Microsoft, come ad esempio musica, impostazioni di allarme, attivazione della schermata di blocco, visualizzazioni e acquisti, dati di navigazione e cronologia di ricerca Bing, tra gli altri. L'utente può gestire i dati utilizzati da Cortana e il livello di approfondimento per tali dati in Impostazioni e Appunti di Cortana. Per ulteriori informazioni sulle singole funzionalità e su come gestirle, consultare http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=522360.

Servizi di localizzazione. Cortana raccoglie regolarmente e utilizza la posizione corrente e la cronologia di posizioni per fornire notifiche e risultati più rilevanti e presentare suggerimenti che permettano all'utente di risparmiare tempo, come ad esempio segnalazioni sul traffico e promemoria in base alla località. Cortana funziona solo se i servizi di localizzazione sono attivati. Se disattivati, anche Cortana è disattivato.

SMS ed e-mail. Cortana accede ai messaggi dell'utente per una vasta gamma di operazioni come: permettere all'utente di aggiungere eventi sul calendario, notificare messaggi importanti e tenere l'utente aggiornato su eventi o altre operazioni importanti per l'utente, come tracciamento di un pacco o di un volo. Cortana sfrutta inoltre i messaggi dell'utente per aiutarlo a pianificare in base ai suoi eventi e offrire altri utili suggerimenti e consigli.

Personalizzazione di voce e input. Per aiutare Cortana a comprendere meglio il modo in cui l'utente parla e i relativi comandi vocali, i dati sulla voce sono inviati a Microsoft per creare modelli vocali personalizzati e ottimizzare il riconoscimento vocale. Sui dispositivi Windows, Cortana funziona solo se l'opzione Personalizzazione input è attiva. Se disattivata, anche Cortana è disattivato. Per maggiori informazioni, consultare la sezione Personalizzazione input di Windows.

App e servizi. Cortana sfrutta i dati raccolti da altri servizi Microsoft per fornire suggerimenti personalizzati. Ad esempio, Cortana utilizza i dati raccolti dall'applicazione MSN Sports in modo da visualizzare automaticamente informazioni sulle squadre seguite dall'utente. Inoltre, scopre i luoghi preferiti dall'utente dall'app Mappe di Microsoft, presentando suggerimenti migliori. Gli interessi dell'utente negli Appunti di Cortana possono essere utilizzati da altri servizi Microsoft, come ad esempio app Bing o MSN, per personalizzare interessi, preferenze e preferiti anche in queste esperienze. Cortana permette inoltre di connettersi a servizi terze parti per esperienze ulteriormente personalizzate in base alle informazioni condivise con il servizio terze parti. Ad esempio, se l'utente decide di accedere a Facebook da Cortana, Microsoft accederà ad alcune informazioni di Facebook, in modo che Cortana e Bing riescano a fornire consigli ulteriormente personalizzati.

Cronologia di navigazione. Se in Microsoft Edge l'utente decide di inviare l'intera cronologia di navigazione a Microsoft (vedere la descrizione di Microsoft Edge nella sezione Windows della presente informativa), Cortana è in grado di fornire suggerimenti sulla base dei siti visitati in Microsoft Edge. Cortana non raccoglie informazioni sui siti visitati nelle schede InPrivate.

Cronologia delle ricerche. Le query di ricerca Bing, anche se Cortana effettua la ricerca, sono considerate come qualsiasi altra query di ricerca e utilizzate come descritto nella sezione Bing.

MSN MSNpspmainmainmodule
Riepilogo
I servizi MSN includono siti Web e una suite di app. Microsoft raccoglie informazioni sull'installazione di app MSN e sui dispositivi sui quali sono installate. Microsoft raccoglie anche dati sulle modalità di interazione con le app e i siti Web MSN, come la frequenza di utilizzo e i contenuti visualizzati.
Testo completo

I servizi MSN includono siti Web e una serie di app, tra cui MSN Notizie, Meteo, Sport, Money, Viaggi, Food & Drink, Salute & Benessere e le versioni precedenti delle app a marchio Bing (insieme, le "app MSN"). La app MSN sono disponibili su diverse piattaforme, inclusi Windows, iOS e Android.

Quando si installano le app MSN, Microsoft raccoglie i dati sulla corretta installazione dell'applicazione, sulla data di installazione e sulla relativa versione, nonché altri dati relativi al dispositivo quali il sistema operativo e il browser. La raccolta di questi dati viene eseguita periodicamente per determinare il numero di utenti che utilizzano l'app MSN e i problemi di prestazioni associati alle varie versioni, ai sistemi operativi e ai browser.

Microsoft raccoglie anche informazioni sulle modalità di interazione con le app e i siti Web MSN, come la frequenza di utilizzo e i contenuti visualizzati, per far funzionare, migliorare e personalizzare app e siti Web MSN, oltre ad altri prodotti e servizi Microsoft. Alcune app e alcuni siti MSN ottimizzano l'esperienza se si accede con l'account Microsoft, inclusa la possibilità di personalizzare interessi e preferiti. È possibile gestire la personalizzazione dalle impostazioni di MSN e Bing. Microsoft utilizza i dati raccolti per fornire annunci pubblicitari potenzialmente interessanti per l'utente. L'utente può cancellarsi dal servizio pubblicitario in base agli interessi dagli appositi collegamenti nelle app e sui siti Web MSN oppure visitando la pagina di cancellazione Microsoft.

MSN Money consente di accedere a informazioni finanziarie personali da istituti finanziari terze parti. MSN Money visualizza esclusivamente tali informazioni e non le memorizza sui server Microsoft. Le credenziali di accesso utilizzate per accedere alle informazioni finanziarie di terze parti sono crittografate sul dispositivo e non vengono inviate a Microsoft. Questi istituti finanziari, oltre a qualsiasi altro servizio terze parti al quale si accede dalle app e dai siti Web MSN, sono soggetti ai relativi termini e informative sulla privacy.

Office Officepspmainofficemodule
Riepilogo
Office è una raccolta di applicazioni di produttività, quali Word, Excel, PowerPoint e Outlook, tra le altre. Le varie applicazioni di Office permettono all'utente di utilizzare contenuti e funzionalità da altri servizi connessi Microsoft e terze parti, come ad esempio Bing e il servizio roaming di Office. Per informazioni dettagliate su come gestire le opzioni sulla privacy, consultare http://www.microsoft.com/security/online-privacy/office.aspx. Qualora si lavori in un'azienda, l'amministratore può disattivare i servizi connessi dai Criteri di gruppo.
Servizi Office Servizi Officepspmainofficeservicesmodule
Riepilogo

Servizio roaming di Office. Il Servizio roaming di Office permette di mantenere le impostazioni di Office aggiornate su tutti i dispositivi dotati di Office. Una volta effettuato l'accesso a Office con l'account Microsoft o l'account Office 365, il Servizio roaming di Office viene attivato e sincronizza alcune delle impostazioni di Office personalizzate sui server Microsoft (tra cui l'elenco degli ultimi documenti utilizzati e l'ultima posizione visualizzata in un documento). Quando l'utente accede a Office da un altro dispositivo con lo stesso account Microsoft o account Office 365, il Servizio roaming di office scarica le impostazioni dai server Microsoft e le applica al dispositivo in uso. Il Servizio roaming di Office è applicabile anche ad alcune delle impostazioni personalizzate di Office quando si accede a Office.com. Se l'utente si disconnette da Office, il Servizio roaming di Office rimuove le impostazioni di Office dal dispositivo. Ogni modifica effettuata alle impostazioni personalizzate di Office viene inviata ai server Microsoft.

Aggiornamenti Microsoft. Office sfrutta il servizio Microsoft Update per fornire aggiornamenti sulla sicurezza e altri importanti aggiornamenti. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Servizi di aggiornamento di questa informativa sulla privacy.

Guida, modelli, tipi di carattere e altri contenuti. Office utilizza altri servizi Microsoft o terze parti per fornire i contenuti online più aggiornati quando l'utente è connesso a Internet, come ad esempio articoli della guida, modelli e tipi di carattere. Ad esempio, se si utilizza la funzione Guida nelle applicazioni Office, Office invia la query di ricerca a Office.com restituendo articoli della guida online. In Word, è possibile evidenziare una parola o una frase e recuperare informazioni pertinenti da Wikipedia. Queste funzioni sono attivate per impostazione predefinita, anche se è possibile disattivarle dalle impostazioni di privacy. Per accedere alle impostazioni di privacy in Office 2013, basta fare clic su File > Opzioni > Centro protezione > Impostazioni Centro protezione > Opzioni privacy.

Servizio di aggiornamento a portata di clic. Il servizio di aggiornamento a portata di clic permette di installare alcuni prodotti Microsoft Office su Internet, iniziando a utilizzarli prima che vengano scaricati completamente. Inoltre, per impostazione predefinita, il servizio di aggiornamento a portata di clic rileva automaticamente gli aggiornamenti online sui prodotti abilitati al servizio a portata di clic sul dispositivo e li scarica e installa automaticamente. Il servizio è attivo per impostazione predefinita, anche se è possibile disattivarlo dalle impostazioni di privacy.

Servizi di ricerca. I servizi di ricerca supportati da Office, come Insights, permettono di richiedere informazioni da Microsoft o servizi terze parti dall'interno di un'applicazione Office. Ad esempio, se si cerca una parola o frase particolare, Office invia il testo decriptato richiesto al servizio (e quando si utilizza Insights, per fornire risultati della ricerca rilevanti a livello di contesto, Office invia la parola o la frase richiesta e alcuni contenuti circostanti del documento), oltre alle informazioni sul software in uso, le impostazioni locali configurate sul sistema in uso e, se richiesto dal provider di contenuti terze parti, i dati di autorizzazione per l'utente al download dei contenuti pertinenti. Di solito, le informazioni ricevute includono un collegamento a informazioni supplementari dal sito Web del provider di contenuti. Facendo clic su tale collegamento, il provider di contenuti posiziona un cookie sul dispositivo per identificare le transazioni future.

Servizio di traduzione. Alcune applicazioni di Office permettono di tradurre parte o tutto il documento sfruttando un dizionario bilingue o un servizio di traduzione automatizzata (machine translation). Se una parola o frase da tradurre non è presente nel dizionario bilingue, la parola o frase viene inviata non criptata a Microsoft o a un servizio di traduzioni terze parti. Se l'utente decide di tradurre l'intero documento, viene inviato tutto il documento non criptato a Microsoft o a un servizio di traduzioni terze parti. Oltre alla parola o frase da tradurre, Office invia informazioni sul software Office in uso, inclusi versione, sistema operativo e impostazioni locali e lingua configurati sul sistema. Per i servizi di traduzione terze parti, Office può inviare anche informazioni di autenticazione memorizzate precedentemente che indichino un accesso dell'utente precedente al sito Web.

Excel Excelpspmainexcelmodule
Riepilogo

Servizio di categorizzazione dati ed elementi consigliati Microsoft in Power View per Excel. Il Servizio di categorizzazione dati ed elementi consigliati Microsoft (Servizio elementi consigliati) identifica le categorie di dati inserite dall'utente nella cartella di lavoro di Excel (come città, squadre sportive o animali). L'utente può decidere di inviare queste categorie di dati a Microsoft per ricevere consigli per altri set di dati simili potenzialmente interessanti. I contenuti effettivi della cartella di lavoro non vengono inoltrati a Microsoft. Qualora decida di inviare categorie di dati a Microsoft, viene creato un identificatore univoco generato casualmente e inviato insieme alle categorie di dati. L'identificatore permette a Microsoft di sapere, ad esempio, quante volte viene ricevuta una determinata categoria di dati. Non è legato a informazioni personali e non viene utilizzato per identificare o contattare l'utente. Qualora venga abilitato il Servizio elementi consigliati, sul computer vengono scaricate periodicamente nuove categorizzazioni, per aggiornare la capacità del Servizio elementi consigliati di identificare le categorie di dati nelle cartelle di lavoro.

Bing Mappe in Power View per Excel. Durante l'uso dei fogli Excel con Power View, l'utente può decidere di inviare i dati a Microsoft (una volta o automaticamente) per creare e ottenere una mappa con i dati inseriti nel foglio Power View.

Outlook Outlookpspmainoutlookmodule
Riepilogo

Configurazione automatica account Outlook. Outlook mette a disposizione un'opzione per configurare automaticamente la cassetta postale con alcuni provider di posta elettronica, per inviare e ricevere messaggi e-mail dai loro server. Per configurare automaticamente l'account Exchange, è necessario fornire l'indirizzo e-mail. Nome utente e password sono richiesti e inviati su Internet al server del provider di posta elettronica. Outlook prima tenta di utilizzare una connessione protetta (SSL) per configurare l'account Exchange, ma invia queste informazioni non crittografate se il provider di posta elettronica non supporta l'SSL.

Account multipli. In Outlook si possono utilizzare diversi account, facendo clic su "Aggiungi account" dalla scheda File. Gli account memorizzano la posta elettronica separatamente.

Ricerca Outlook. La ricerca Outlook permette di cercare rapidamente tra gli elementi nella cassetta postale. Outlook crea un file che comprende alcuni dei dati di Outlook, come e-mail, cartelle e contatti della rubrica. La funzione di ricerca sfrutta il sistema operativo per indicizzare questo file per la ricerca.

OneDrive OneDrivepspmainonedrivemodule
Riepilogo

OneDrive permette di memorizzare e accedere ai file praticamente da qualsiasi dispositivo, oltre a condividere e collaborare sui file con gli altri. Alcune versioni dell'applicazione OneDrive conferiscono l'accesso all'applicazione OneDrive per uso personale se si accede con l'account Microsoft e a OneDrive for Business, con l'utilizzo a livello aziendale di SharePoint Online.

Quando si memorizzano contenuti in OneDrive, tali contenuti ereditano le autorizzazioni di condivisione della cartella in cui sono memorizzati. Ad esempio, se si memorizzano contenuti in una cartella pubblica, il contenuto è pubblico e disponibile a chiunque si trovi su Internet e trovi la cartella.

Testo completo

OneDrive permette di memorizzare e accedere ai file praticamente da qualsiasi dispositivo, oltre a condividere e collaborare sui file con gli altri. Alcune versioni dell'applicazione OneDrive conferiscono l'accesso all'applicazione OneDrive per uso personale se si accede con l'account Microsoft e a OneDrive for Business, con l'utilizzo a livello aziendale di SharePoint Online.

Durante l'uso di OneDrive, Microsoft raccoglie dati sull'utilizzo del servizio, oltre che sui contenuti memorizzati. Vengono anche raccolte informazioni sul dispositivo, in modo da poter sincronizzare contenuti sui vari dispositivi e trasferire le impostazioni personalizzate.

Quando si memorizzano contenuti in OneDrive, tali contenuti ereditano le autorizzazioni di condivisione della cartella in cui sono memorizzati. Ad esempio, se si memorizzano contenuti nella cartella pubblica, il contenuto è pubblico e disponibile a chiunque si trovi su Internet e trovi la cartella. Se si memorizzano contenuti in una cartella privata, il contenuto rimane privato.

Quando si condividono contenuti su social network come Facebook da un telefono sincronizzato con l'account OneDrive, i contenuti vengono caricati sul social network oppure viene pubblicato un collegamento a tali contenuti. I contenuti pubblicati sui social network e mantenuti su OneDrive sono accessibili a chiunque su quel social network. Per eliminare i contenuti, è necessario eliminarli dal social network e da OneDrive.

Quando si condividono contenuti OneDrive con amici tramite un collegamento, gli amici riceveranno un'e-mail con tale collegamento. Il collegamento contiene un codice di autorizzazione che permette a chiunque dotato del collegamento di accedere ai contenuti. Se uno degli amici inoltra il collegamento a terzi, anche loro potranno accedere al contenuto, anche se l'utente originario non intendeva condividere i contenuti con loro. Per revocare le autorizzazioni per i contenuti su OneDrive, accedere al proprio account Microsoft, quindi selezionare i contenuti specifici per i quali gestire i livelli di autorizzazione. La revoca delle autorizzazioni per un collegamento disattiva completamente il collegamento. Nessuno riuscirà a utilizzare il collegamento per accedere ai contenuti, a meno che non si voglia condividere nuovamente il collegamento.

Alcune versioni dell'applicazione OneDrive conferiscono l'accesso all'applicazione OneDrive per uso personale se si accede con l'account Microsoft e a OneDrive for Business, con l'utilizzo a livello aziendale di SharePoint Online. I file gestiti con OneDrive for Business sono memorizzati separatamente rispetto a quelli memorizzati con OneDrive per uso personale. OneDrive for Business raccoglie e trasmette i dati personali per l'autenticazione, come ad esempio indirizzo e-mail e password, trasmessi poi a Microsoft e /o al provider del servizio SharePoint Online.

Outlook.com Outlook.compspmainoutlookcommodule
Riepilogo

Outlook.com (precedentemente Hotmail) è il servizio di e-mail principale per consumatori di Microsoft e include account e-mail con indirizzi che terminano con outlook.com, live.com, hotmail.com e msn.com. Outlook.com mette a disposizione funzioni per collegarsi agli amici sui social network. Per utilizzare Outlook.com, occorre creare un account Microsoft.

Eliminazione di e-mail e altri elementi. Quando si eliminano e-mail o elementi da una cassetta postale sul servizio Web Outlook.com, l'elemento generalmente viene spostato nella cartella Elementi eliminati dove rimane per circa 7 giorni, a meno che non venga spostato nuovamente nella Posta in arrivo, si svuoti la cartella o il servizio svuoti la cartella automaticamente, a seconda dell'evento che si verifica per primo. Quando la cartella Elementi eliminati viene svuotata, gli elementi eliminati rimangono nel sistema Microsoft per 30 giorni prima dell'eliminazione definitiva.

Posta in arrivo social, con nomi utenti e immagini del profilo dei social network. La funzione Posta in arrivo social permette all'utente di sapere quando le persone che gli inviano e-mail sono disponibili per la connessione sui social network come Facebook, LinkedIn e Twitter. Qualora l'utente riceva un'e-mail da qualcuno con nome e immagine del profilo accessibili pubblicamente su un social network, tenteremo di recuperare nome e immagine del profilo della persona dal social network per mostrarlo all'utente. Per le persone collegate all'utente su questi social network, mostriamo anche le informazioni dai loro feed dei social network. Nelle Opzioni è possibile disattivare la funzionalità Posta in arrivo social.

Silverlight Silverlightpspmainsilverlightmodule
Riepilogo
Microsoft Silverlight permette di accedere e sfruttare i ricchi contenuti del Web. Silverlight consente a siti Web e servizi di memorizzare dati sul dispositivo dell'utente. Altre funzionalità di Silverlight includono la connessione a Microsoft per ottenere aggiornamenti o a server Microsoft o terze parti per riprodurre contenuti digitali protetti.
Testo completo

Microsoft Silverlight permette di accedere e sfruttare i ricchi contenuti del Web. Silverlight consente a siti Web e servizi di memorizzare dati sul dispositivo dell'utente. Altre funzionalità di Silverlight includono la connessione a Microsoft per ottenere aggiornamenti o a server Microsoft o terze parti per riprodurre contenuti digitali protetti.

Strumento di configurazione di Silverlight. Lo strumento di configurazione di Silverlight permette di scegliere le funzionalità disponibili. Per accedere allo Strumento di configurazione Silverlight, fare clic con il pulsante destro del mouse sul contenuto visualizzato da Silverlight e selezionare Silverlight. Lo strumento di configurazione di Silverlight può anche essere eseguito direttamente. In Windows 10, ad esempio, è possibile accedere allo strumento cercando "Microsoft Silverlight".

Archiviazione dell'applicazione di Silverlight. Le applicazioni basate su Silverlight possono memorizzare i file di dati localmente sul computer per una vasta gamma di scopi, inclusi il salvataggio delle impostazioni personalizzate, la memorizzazione di grandi file per funzionalità grafiche voluminose (come giochi, mappe e immagini) e la memorizzazione di contenuti creati con specifiche applicazioni. Lo strumento di configurazione di Silverlight permette di disattivare o configurare l'archiviazione delle applicazioni.

Aggiornamenti di Silverlight. Silverlight controlla periodicamente su un server Microsoft la presenza di aggiornamenti per fornire all'utente le ultime funzionalità e gli ultimi miglioramenti. Un piccolo file contenente informazioni sull'ultima versione di Silverlight viene scaricato sul computer e confrontato con la versione attualmente installata. Se è disponibile una versione più recente, viene scaricata e installata sul computer. Lo strumento di configurazione di Silverlight permette di disattivare o configurare gli aggiornamenti.

Digital Rights Management. Silverlight sfrutta la tecnologia Digital Rights Management (DRM) di Microsoft per proteggere i diritti dei proprietari dei contenuti. In caso d'accesso a contenuti protetti da DRM (come musica o video) con Silverlight, richiede i diritti di utilizzo dei file multimediali da un server per i diritti su Internet. Per offrire un'esperienza di riproduzione senza interruzioni, non compaiono richieste prima che Silverlight invii la richiesta al server per i diritti. Durante la richiesta dei diritti di utilizzo, Silverlight fornisce al server per i diritti un ID legato al file con contenuto protetto da DRM e dati di base sul dispositivo, inclusi i dati sui componenti DRM sul dispositivo, quali revisione e livelli di sicurezza, oltre a un identificatore unico per il dispositivo.

Aggiornamenti DRM. In alcuni casi, l'accesso a contenuti DRM richiede un aggiornamento a Silverlight o ai componenti DRM sul dispositivo. Durante la riproduzione di contenuti che richiedono un aggiornamento DRM, Silverlight invia una richiesta a un server Microsoft contenente dati di base sul dispositivo, incluse informazioni sui componenti DRM del computer quali la revisione e i livelli di sicurezza, i dati sulla risoluzione dei problemi e un identificatore univoco per il dispositivo. Il server Microsoft utilizza questo identificatore per restituire un aggiornamento DRM univoco per il dispositivo, installato poi da Silverlight. Lo strumento di configurazione di Silverlight permette di disattivare o configurare gli aggiornamenti del componente DRM dalla scheda Riproduzione.

Skype Skypepspmainskypemodule
Riepilogo
Le applicazioni Skype permettono di inviare e ricevere messaggi vocali, videomessaggi e messaggi istantanei. Come parte di queste funzionalità, Microsoft raccoglie, utilizza e condivide dati personali, tra cui dati sulle comunicazioni, come descritto in maggior dettaglio in Ulteriori informazioni.
Testo completo

Le applicazioni Skype (comprese le funzionalità Skype esposte tramite altre applicazioni, come le app per le comunicazioni di Windows 10), permettono di inviare e ricevere messaggi vocali, videomessaggi e messaggi istantanei. Mentre offre queste funzionalità, Microsoft raccoglie dati di utilizzo sulle comunicazioni con data e ora della comunicazione e numeri e nomi utente appartenenti alla comunicazione. Microsoft può condividere o divulgare dati con altre controllate e filiali Microsoft che potrebbero a loro volta, in modo del tutto indipendente, utilizzare questi dati per gli scopi descritti nella presente informativa sulla privacy.

Profilo Skype. Il profilo Skype include nome utente, avatar e qualsiasi altro dato aggiunto al profilo o visualizzato agli altri. In base alle impostazioni del profilo, i dati del profilo Skype sono inclusi nella directory di ricerca permettendo agli altri utenti di Skype (o prodotti che interagiscono con Skype, come Skype for Business), di cercare l'utente e di mettersi in contatto.

Aziende partner. Alcuni prodotti Skype possono essere offerti tramite un sito Web di un'azienda partner e/o supportati da un'azienda partner che potrebbe utilizzare i dati in base ai termini della propria informativa sulla privacy. Microsoft può accedere, divulgare e preservare i dati (inclusi i contenuti privati, come ad esempio i contenuti dei messaggi istantanei, videomessaggi memorizzati, messaggi vocali o trasferimenti di file), per fornire il servizio o per assistenza al partner locale oppure all'operatore locale, semplificando la comunicazione per rispettare la legge in vigore o rispondere a procedimenti legali validi, inclusi quelli dalle forze dell'ordine o da altri enti statali.

Skype Manager. Se l'utente è membro di Skype Manager, l'amministratore di Skype Manager può accedere a informazioni dettagliate sull'attività dell'account Skype, inclusi dati di traffico e dettagli di acquisti e download, qualora l'utente abbia approvato tale accesso. È possibile revocare il consenso in qualsiasi momento modificando le impostazioni sulla pagina dell'account www.skype.com. Qualora fornisca dati personali compresi nome e posizione lavorativa per l'inclusione nella directory di Skype Manager, l'utente conferma che tali dati possono essere visualizzati da altri membri di Skype Manager.

Programma affiliati marketing Skype. Tramite il programma per affiliati di marketing Skype, siti Web terze parti qualificati ("affiliati di marketing") possono ricevere il pagamento per aver indirizzato utenti su Skype.com qualora completino determinate azioni, come l'acquisto di credito Skype. Se l'utente raggiunge Skype.com da un sito Web affiliato di marketing, l'affiliato imposta un cookie sul computer dell'utente, utile per qualificare l'affiliato per il compenso. Qualora venga completata un'azione su Skype.com che comporti un pagamento a una società affiliata di marketing, Microsoft comunicherà al partner di rete del programma per affiliati di marketing tramite un Web beacon che l'evento è stato completato correttamente. Il Web beacon include informazioni che identificano il sito Web della società affiliata di marketing che ha indirizzato l'utente su Skype.com. I cookie impostati dalle società affiliate di marketing non rientrano sotto il controllo di Microsoft. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Conversant Media del partner di rete del programma per affiliati di marketing su: http://www.conversantmedia.com/legal/privacy.

Notifiche push. Le applicazioni Skype utilizzano servizi di notifica disponibili per il dispositivo per informare l'utente su chiamate in arrivo, chat e altri messaggi quando non è attivamente in esecuzione o in uso l'applicazione Skype. Per molti dispositivi, questi servizi vengono offerti da terze parti. Questi servizi di notifica terze parti ricevono informazioni sul chiamante o mittente del messaggio, nonché porzioni del messaggio come parte del servizio offerto, e utilizzano tali informazioni conformemente ai propri termini e condizioni e all'informativa sulla privacy. Microsoft non è ritenuta responsabile per i dati raccolti da servizi di notifica terze parti. Per non utilizzare i servizi di notifica terze parti per ricevere notifiche di chiamate e messaggi Skype in arrivo, è possibile disabilitarle nelle impostazioni di notifica presenti nelle impostazioni dell'applicazione di Skype o sul dispositivo.

Inserzioni pubblicitarie di Skype. In alcune versioni del software Skype che presentano annunci pubblicitari in base agli interessi, è possibile cancellarsi dagli annunci pubblicitari basati sugli interessi visualizzati nel software dalle opzioni sulla privacy del software o dal menù delle impostazioni sull'account. In caso di cancellazione, l'utente continuerà a ricevere annunci pubblicitari in base al paese di residenza, alla preferenza linguistica e alla posizione dell'indirizzo IP, ma gli altri dati non vengono utilizzati per il targeting degli annunci pubblicitari. Se l'utente utilizza un account Microsoft per accedere a Skype, può cancellarsi dagli annunci pubblicitari in base agli interessi dalla pagina di cancellazione.

Windows Windowspspmainwindowsmodule
Riepilogo
Windows 10 ("Windows") è un ambiente di elaborazione personalizzato che permette di distribuire e accedere facilmente a servizi, preferenze e contenuti sui vari dispositivi di elaborazione da telefoni a tablet e Surface Hub. Invece che risiedere su un programma software statico sul dispositivo, i componenti chiave di Windows sono basati sul Cloud e sia elementi del Cloud, che elementi locali di Windows vengono aggiornati periodicamente, garantendo gli ultimi miglioramenti e le ultime funzionalità. Per offrire questa esperienza di calcolo, Microsoft raccoglie dati su utente, dispositivo e sul modo di utilizzare Windows. Inoltre, essendo Windows personale per l'utente, Microsoft permette di scegliere i dati personali raccolti e il modo in cui utilizzarli.  Per ulteriori informazioni sulla raccolta dei dati e sulla privacy in Windows, vedere http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=529552.
Attivazione Attivazionepspmainactivationmodule
Riepilogo
Quando si attiva Windows, viene associato uno specifico codice Product Key al dispositivo sul quale viene installato il software. Il codice Product Key e i dati relativi a software e dispositivo sono inviati a Microsoft, per confermare la validità della licenza software. Tali dati potrebbero essere inviati nuovamente per riattivare o convalidare la licenza. Sui telefoni dotati di Windows, a Microsoft viene inviata anche la posizione del dispositivo alla prima accensione del dispositivo, con l'intento di registrare la garanzia, rifornire le scorte e prevenire le frodi.
ID annunci ID annuncipspmainadvertisingidmodule
Riepilogo
Windows genera un unico ID annunci per ogni utente di un dispositivo. L'ID annunci può essere utilizzato dagli sviluppatori di applicazioni e dalle reti pubblicitarie per proporre pubblicità più pertinenti. Dalle impostazioni del dispositivo è possibile disattivare l'accesso a questo identificatore in qualsiasi momento. Qualora si decidesse di riattivarlo, viene generato un nuovo identificatore. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo delle informazioni a scopi pubblicitari da parte di Microsoft, fare riferimento alla sezione Modalità di utilizzo dei dati della presente informativa.
Personalizzazione input Personalizzazione inputpspmaininputpersonalizationmodule
Riepilogo

Microsoft raccoglie e sfrutta dati su voce, input penna (scrittura manuale) e scrittura su dispositivi Windows dell'utente per migliorare e personalizzare la capacità di riconoscere correttamente l'input dell'utente.

Ad esempio, per offrire un riconoscimento vocale personalizzato, Microsoft acquisisce l'input vocale, oltre a nome e nome alternativo, eventi di calendario recenti e i nomi delle persone indicate negli appuntamenti, oltre alle informazioni sui contatti inclusi nomi e nomi alternativi. Questi dati aggiuntivi permettono a Microsoft di riconoscere meglio persone ed eventi quando si dettano messaggi o documenti.

Inoltre, vengono raccolte le parole scritte e scritte a mano dell'utente per presentare un dizionario utente personalizzato, semplificare la scrittura e la digitazione sul dispositivo con un riconoscimento migliore dei caratteri e fornire suggerimenti di testo mentre si digita o scrive. I dati di digitazione includono un campione di caratteri e parole scritte, ripuliti per rimuovere ID, indirizzi IP e altri potenziali identificatori.  Include anche i dati sulle prestazioni associati, come ad esempio cambiamenti apportati manualmente al testo, oltre alle parole aggiunte al dizionario.

È possibile disattivare la Personalizzazione input in qualsiasi momento. In tal caso, la raccolta dei dati per questa funzione viene interrotta e vengono eliminati i dati associati memorizzati sul dispositivo, come ad esempio il dizionario utente locale e la cronologia di input. Poiché Cortana utilizza questi dati per comprendere l'input dell'utente, la disattivazione di Personalizzazione input disabilita anche Cortana sul dispositivo. Su https://www.bing.com/account/personalization, è possibile cancellare i dati inviati a Microsoft, come ad esempio dati di contatto e del calendario, dizionario dell'utente, oltre alla cronologia di ricerche e navigazione, se il dispositivo ha Cortana abilitato.

Servizi di localizzazione e rilevamento movimenti Servizi di localizzazione e rilevamento movimentipspmainlocationservicesmotionsensingmodule
Riepilogo

Servizi di localizzazione Windows. Microsoft mette a disposizione un servizio di localizzazione per determinare la posizione geografica precisa di uno specifico dispositivo Windows. In base alle capacità del dispositivo, viene determinata la posizione sfruttando il GPS (global positioning service), rilevando i ripetitori per cellulari nelle vicinanze e/o i punti di accesso Wi-Fi e confrontando le informazioni in un database mantenuto da Microsoft su ripetitori e punti di accesso Wi-Fi con posizione nota o ricavando la posizione dall'indirizzo IP. Se il servizio di localizzazione è attivo su un dispositivo Windows, i dati su ripetitori e punti di accesso Wi-Fi e le relative posizioni sono raccolti da Microsoft e aggiunti al database delle posizioni, dopo aver rimosso qualsiasi tipo di dato che identifica la persona o il dispositivo dal quale vengono raccolti i dati. Microsoft può anche condividere dati resi anonimi sulla posizione con terze parti, per fornire e migliorare i servizi di localizzazione e mapping.

Servizi e funzionalità di Windows (come i browser e Cortana), applicazioni con Windows e siti Web aperti in browser Windows possono accedere al servizio di localizzazione di Windows per determinarne la posizione, qualora l'utente abbia autorizzato tale operazione. Alcune funzionalità e app richiedono l'autorizzazione alla localizzazione alla prima installazione di Windows, alcune la chiedono al primo utilizzo dell'app e altre la chiedono ogni volta che si accede al servizio di localizzazione. Per ulteriori informazioni su alcune app Windows che sfruttano il servizio di localizzazione, consultare la sezione App di Windows seguente.

I dati sulla cronologia delle posizioni recenti del dispositivo Windows vengono memorizzati sul dispositivo e alcune app e funzionalità di Windows possono accedere a tale cronologia delle posizioni. La cronologia delle posizioni del dispositivo può essere cancellata in qualsiasi momento dal menù Impostazioni del dispositivo.

Nelle Impostazioni, è anche possibile visualizzare le applicazioni che hanno accesso al servizio di localizzazione o la cronologia di posizioni del dispositivo, disattivare o attivare l'accesso al servizio di localizzazione per specifiche applicazioni o disattivare il servizio di localizzazione. Sui dispositivi mobili, l'operatore telefonico potrebbe avere accesso alla posizione anche se si disattiva il servizio di localizzazione.

Trova il mio telefono. La funzione Trova il mio telefono permette di trovare la posizione del Windows Phone dell'utente da https://account.microsoft.com, anche se è stato disattivato l'accesso al servizio di localizzazione sul telefono. Se sul telefono è attiva l'opzione "salva la mia posizione ogni ora" nelle impostazioni Trova il mio telefono, la funzione invia e memorizza periodicamente l'ultima posizione nota del telefono, anche se i servizi di localizzazione sono stati disattivati. Ogni volta che viene inoltrata una nuova posizione, sostituisce quella memorizzata in precedenza.

Trova il mio dispositivo. La funzione Trova il mio dispositivo permette a un amministratore di un PC o tablet Windows di trovare la posizione di quel dispositivo se l'amministratore ha attivato il servizio di localizzazione per il dispositivo, anche se altri utenti disattivano il servizio di localizzazione autonomamente. Quando l'amministratore tenta di localizzare il dispositivo, gli utenti visualizzano una notifica nel centro notifiche.

Rilevamento dei movimenti Windows. I dispositivi Windows con rilevamento delle attività di movimento sono in grado di acquisire dati dalle attività di movimento. Questo tipo di dati permette funzionalità come il contapassi per contare il numero di passi e analizzarli con un'applicazione per il fitness, calcolando le calorie bruciate. I dati e la cronologia vengono memorizzati nel dispositivo e sono accessibili dalle applicazioni alle quali è stato concesso l'accesso e che utilizzano tali dati.

Funzionalità di protezione e sicurezza Funzionalità di protezione e sicurezzapspmainsecurityandsafetyfeaturesmodule
Riepilogo

Crittografia del dispositivo. La crittografia del dispositivo protegge i dati memorizzati sul dispositivo crittografandoli tramite la tecnologia Crittografia unità BitLocker. Quando la crittografia del dispositivo è attiva, Windows crittografa automaticamente l'unità su cui è installato e genera una chiave di ripristino. La chiave di ripristino BitLocker per il dispositivo viene salvata in backup online automaticamente sull'account Microsoft OneDrive.

Strumento di rimozione malware di Microsoft Windows. Lo Strumento di rimozione malware (MSRT) viene eseguito sul dispositivo almeno una volta al mese come parte di Windows Update. Lo strumento MSRT controlla i dispositivi in cerca di infezioni di software dannoso (malware) diffuso e specifico e semplifica la rimozione di eventuali infezioni rilevate. Durante l'esecuzione del software MSRT, vengono rimossi i malware elencati sul sito Web di supporto Microsoft, qualora il malware si trovi sul dispositivo analizzato. Durante un controllo in cerca di malware, viene inviato un report a Microsoft con dati specifici sul malware rilevato, errori e altri dati sul dispositivo. Se l'utente non vuole che lo strumento MSRT invii questi dati a Microsoft, è possibile disattivare il componente di reporting dello strumento MSRT.

Microsoft Family. I genitori possono utilizzare Microsoft Family per comprendere e impostare limiti all'uso dei loro dispositivi da parte dei loro figli. I membri Family hanno a disposizione diverse funzionalità, quindi è indispensabile rivedere attentamente le informazioni fornite quando si crea o si partecipa a una Famiglia. Quando il rapporto attività di Family è attivato per un determinato bambino, Microsoft raccoglie dettagli sull'uso da parte del bambino del dispositivo e fornisce ai genitori report sulle attività del figlio. I rapporti attività vengono eliminati periodicamente dai server Microsoft dopo un determinato periodo di tempo.

SmartScreen. SmartScreen protegge durante l'uso dei servizi Microsoft verificando i file scaricati e i contenuti Web in cerca di software dannoso, contenuti Web potenzialmente pericolose e altre minacce per l'utente o il dispositivo in uso. Durante il controllo di un file, i dati su quel file sono inviati a Microsoft, inclusi nome file, un hash dei contenuti del file e i certificati digitali del file. Se SmartScreen identifica il file come sconosciuto o potenzialmente nocivo, prima di aprire il file compare un avviso. Durante il controllo dei contenuti Web, i dati sui contenuti sono inviati a Microsoft, incluso l'indirizzo Web completo del contenuto. Se SmartScreen identifica il contenuto come potenzialmente pericoloso, compare un avviso al posto del contenuto. SmartScreen può essere attivato e disattivato nelle Impostazioni.

Windows Defender. Windows Defender cerca malware e altro software indesiderato sul dispositivo in uso. Windows Defender si attiva automaticamente per proteggere il dispositivo qualora non siano presenti altri software antimalware per proteggere attivamente il dispositivo. Se Windows Defender è attivato, monitora lo stato di protezione del dispositivo e invia automaticamente rapporti a Microsoft contenenti i dati su malware sospetto e altro software indesiderato, oltre a inviare in alcuni casi file contenenti il malware. Se un report potrebbe contenere dati personali, il report non viene inviato automaticamente e l'utente riceve una notifica prima dell'invio. È possibile configurare Windows Defender in modo che non invii report e malware sospetti a Microsoft.

Impostazioni di sincronizzazione Impostazioni di sincronizzazionepspmainsyncsettingsmodule
Riepilogo

Quando si accede a Windows con un account Microsoft, Windows sincronizza alcune delle impostazioni e alcuni dati con i server Microsoft per offrire esperienze personalizzate su dispositivi diversi. Una volta effettuato l'accesso a uno o più dispositivi con un account Microsoft, quando si accede su un altro dispositivo con lo stesso account Microsoft per la prima volta, Windows scarica e applica le impostazioni e i dati scelti per la sincronizzazione da altri dispositivi. Le impostazioni scelte per la sincronizzazione vengono aggiornate automaticamente sui server Microsoft e sugli altri dispositivi, quando utilizzati.

Alcune delle impostazioni sincronizzate includono:

  • App installate dal Windows Store
  • Preferenze linguistiche
  • Preferenze di accessibilità
  • Impostazioni di personalizzazione come immagine dell'account, sfondo e impostazioni del mouse
  • Impostazioni per le app di Windows Store
  • Dizionari per il correttore ortografico, dizionari Input Method Editor (IME) e dizionari personali
  • Cronologia, preferiti e siti aperti del browser
  • App, siti Web, hotspot mobile e nomi e password delle reti Wi-Fi salvati
  • Indirizzi delle stampanti di rete condivise alle quali l'utente si è connesso

È possibile decidere se sincronizzare le impostazione e controllare i contenuti sincronizzati, accedendo alle Impostazioni di sincronizzazione nella sezione Account delle Impostazioni. Se si accede a Windows con un account di lavoro e si collega tale account a un account Microsoft personale, Windows richiede quale impostazioni sincronizzare prima di collegare l'account Microsoft.

Telemetria e segnalazione errori Telemetria e segnalazione erroripspmaintelemetryerrorreportingmodule
Riepilogo

Dati di utilizzo e connettività. Microsoft raccoglie periodicamente informazioni base sul dispositivo Windows, inclusi dati di utilizzo, dati di compatibilità dell'app e informazioni su rete e connettività. Questi dati sono trasmessi a Microsoft e memorizzati con uno o più identificatori univoci che permettono a Microsoft di riconoscere un singolo dispositivo e comprendere le problematiche di servizio di un dispositivo e i relativi schemi di utilizzo. I dati raccolti includono:

  • dati di configurazione, tra cui produttore del dispositivo, modello, numero di processori, dimensioni dello schermo e risoluzione, data, impostazioni regionali e per la lingua e altri dati sulle funzionalità del dispositivo.
  • Il software (inclusi driver e firmware forniti dai produttori del dispositivo) installato sul dispositivo.
  • Dati su prestazioni e attendibilità, come ad esempio la velocità di risposta agli input dei programmi, il numero di problemi riscontrati con un'app o un dispositivo o con che velocità sono inviate le informazioni o sono ricevute con una determinata connessione di rete.
  • Dati di utilizzo delle app in esecuzione su Windows (incluse le app Microsoft e terze parti), come ad esempio la frequenza e la durata di utilizzo delle app, le funzionalità delle app più utilizzate, la frequenza di utilizzo della Guida e del supporto di Windows, i servizi utilizzati per accedere alle app e il numero di cartelle create normalmente sul desktop.
  • Dati sulla rete e sulla connessione, come indirizzo IP del dispositivo, numero di connessioni di rete in uso e dati sulle reti alle quali ci si connette, come reti mobili, Bluetooth e identificatori (BSSID e SSID), requisiti di connessione e velocità delle reti Wi-Fi alle quali ci si connette.
  • Altri dispositivi hardware connessi al dispositivo.

Alcuni dati diagnostici sono fondamentali per il funzionamento di Windows e non possono essere disattivati se si utilizza Windows. La raccolta di altri dati è opzionale ed è possibile attivare o disattivare la raccolta dei dati nelle Impostazioni.

Segnalazione errori Windows. Segnalazione errori Windows permette a Microsoft e ai suoi partner di diagnosticare problemi del software in uso, nonché di fornire soluzioni. Non tutti i problemi hanno soluzioni, ma se sono disponibili soluzioni, queste sono offerte come procedure per risolvere un problema segnalato o come aggiornamento da installare. Per prevenire problemi e rendere il software più affidabile, alcune soluzioni sono state incluse in versioni future del software.

Segnalazione errori Windows raccoglie informazioni utili per diagnosticare e risolvere un problema, come il punto in cui si è verificato il problema nel software o nell'hardware, la tipologia o la gravità del problema, i file che aiutano a descrivere il problema, informazioni base su software e hardware o le prestazioni possibili del software e i problemi di compatibilità. Segnalazione errori Windows raccoglie anche informazioni su app, driver e dispositivi per consentire a Microsoft di comprendere e migliorare la compatibilità tra app e dispositivo.

Se l'utente abilita la creazione automatica dei report durante la configurazione di Windows, il servizio di creazione report invia automaticamente informazioni base su dove si verificano i problemi. Alcuni report di errore potrebbero contenere involontariamente informazioni personali. Ad esempio, un report può contenere una snapshot della memoria del PC con il nome dell'utente, parte di un documento sul quale l'utente stava lavorando o dati inviati recentemente a un sito Web. Se un report di errore contiene dati personali, Microsoft non utilizzerà tali dati per identificare, contattare o effettuare il targeting di annunci pubblicitari rivolti all'utente. I report comprensivi di file e dati possono essere memorizzati sul PC fino a quando non vengono inviati o eliminati. La segnalazione errori automatica può essere disattivata in qualsiasi momento dalle Impostazioni.

Servizi di aggiornamento Servizi di aggiornamentopspmainupdateservicesmodule
Riepilogo

I servizi di aggiornamento per Windows includono Windows Update e Microsoft Update. Windows Update è un servizio che fornisce aggiornamenti software per il software Windows e altri software di supporto, come driver e firmware forniti dai produttori del dispositivo. Microsoft Update è un servizio che fornisce aggiornamenti software per altri software Microsoft, come ad esempio Office.

Windows Update scarica automaticamente gli aggiornamenti software di Windows sul dispositivo. L'utente può configurare Windows Update in modo che installi automaticamente questi aggiornamenti quando disponibili (scelta consigliata) oppure è possibile ricevere notifiche da Windows quando è richiesto un riavvio per completare l'installazione degli aggiornamenti.  Le app disponibili dal Windows Store vengono aggiornate automaticamente dallo Store, come descritto nella seguente sezione Windows Store.

Web browser: Microsoft Edge e Internet Explorer Web browserpspmainwebbrowsersmodule
Riepilogo

Microsoft Edge è il nuovo Web browser di Microsoft per Windows 10. Anche Internet Explorer, il browser legacy di Microsoft, è disponibile su Windows 10. Se viene utilizzato un browser per accedere a Internet, i dati sul dispositivo ("dati standard sul dispositivo" sono inviati ai siti Web visitati e ai servizi online utilizzati. I dati standard sul dispositivo includono indirizzo IP del dispositivo, tipo e lingua del browser, durate accesso e indirizzi siti Web di riferimento. Questi dati possono essere registrati sui server Web dei siti visitati. I dati registrati e il loro utilizzo varia in base alle procedure sulla privacy dei siti Web visitati e dei servizi Web in uso.

Inoltre, i dati sull'uso del browser, come la cronologia di navigazione, i dati sui moduli Web, i file di Internet temporanei e i cookie, sono memorizzati sul dispositivo. Questi dati possono essere eliminati dal dispositivo tramite Elimina cronologia esplorazioni.

Le nuove funzionalità di Microsoft Edge permettono di acquisire e salvare contenuti sul dispositivo, come ad esempio:

  • Nota Web: per creare annotazioni scritte a mano e di testo su pagine Web visitate e tagliarle, salvarle o condividerle;
  • Lettura attiva: per creare e gestire elenchi di lettura, inclusi siti Web o documenti; e
  • Hub: per gestire facilmente elenchi di lettura, preferiti, download e cronologia, tutto da un unico punto.

Alcune informazioni del browser di Microsoft salvate sul dispositivo vengono sincronizzate sugli altri dispositivi quando si accede con l'account Microsoft. Queste informazioni possono includere la cronologia esplorazioni, i preferiti, le password salvate dei siti Web e l'elenco di lettura. Ad esempio, in Microsoft Edge, se si sincronizza l'elenco di lettura tra i dispositivi, le copie dei contenuti da salvare nell'elenco di lettura vengono inviate a ogni dispositivo sincronizzato per essere visualizzate in seguito. L'utente può controllare quali informazioni sono sincronizzate (consultare Impostazioni di sincronizzazione). La sincronizzazione delle informazioni di Microsoft Edge può essere disabilitata tramite l'opzione di sincronizzazione dalle Impostazioni di Microsoft Edge.

Microsoft Edge e Internet Explorer utilizzano le query di ricerca e la cronologia esplorazioni per fornire una navigazione più veloce e risultati di ricerca più pertinenti. Tali funzionalità includono:

  • Autoricerca e Suggerimenti per la ricerca in Internet Explorer invia automaticamente le informazioni digitate nella barra degli indirizzi del browser al provider di ricerca predefinito (come ad esempio Bing) e offre consigli per la ricerca durante la digitazione di ogni carattere. In Microsoft Edge, questa funzione invia automaticamente le informazioni a Bing anche se è stato scelto un altro provider per la ricerca predefinito.
  • Previsione della pagina invia la cronologia di navigazione a Microsoft e utilizza i dati aggregati sulla cronologia esplorazioni per prevedere le pagine che verranno esplorate e caricare proattivamente tali pagine in background per un'esperienza di navigazione ancora più veloce.
  • Siti suggeriti consiglia contenuti Web potenzialmente interessanti per l'utente, in base alla cronologia di ricerche ed esplorazioni. 

I dati di navigazione raccolti relativamente a queste funzionalità sono utilizzati in formato aggregato e l'utente può disattivare queste funzioni in qualsiasi momento. Queste funzionalità non acquisiscono la cronologia esplorazioni se la modalità InPrivate Browsing è abilitata.

Per restituire i risultati della ricerca, Microsoft Edge e Internet Explorer inviano le query di ricerca dell'utente, informazioni standard sul dispositivo e posizione (se la localizzazione è abilitata) al provider di ricerca predefinito. Se Bing è il provider di ricerca predefinito, utilizziamo questi dati come descritto nella sezione Bing della presente informativa sulla privacy.

Cortana semplifica l'esplorazione del Web su Microsoft Edge. Se abilitato, Cortana raccoglie le query di ricerca e la cronologia esplorazioni completa associati a un ID utente. Cortana e i servizi Microsoft correlati utilizzano tali dati per ottenere maggiori informazioni sull'utente e fornirgli risposte puntuali e intelligenti, oltre a suggerimenti personalizzati proattivi o per completare attività sul Web per conto dell'utente. Cortana per la navigazione sul Web con Microsoft Edge è disabilitabile in qualsiasi momento nelle Impostazioni di Microsoft Edge. Per ulteriori informazioni su come Cortana utilizzi tali dati e su come controllarne le impostazioni, fare riferimento alla sezione Cortana della presente informativa sulla privacy.

Sensore Wi-Fi Sensore Wi-Fipspmainwi-fisensemodule
Riepilogo
Sensore Wi-Fi permette di connettersi automaticamente alle reti Wi-Fi circostanti per risparmiare dati cellulari e fornire ulteriori opzioni di connessione. Se attivato, connette il dispositivo automaticamente alle reti Wi-Fi aperte. Permette anche di scambiare l'accesso con i propri contatti su reti Wi-Fi protette da password. Non tutte le reti aperte sono sicure: prestare attenzione durante l'uso di una rete aperta e non effettuare operazioni online che richiedano dati sensibili o personali, come una transazione bancaria o un acquisto.
App di Windows App di Windowspspmainwindowsappsmodule
Riepilogo

Insieme a Windows sono incluse diverse app, oltre a quelle contenute sul Windows Store. Alcune di queste app includono:

App Mappe. L'app Mappe fornisce servizi basati sulla localizzazione e sfrutta i servizi Bing per elaborare le ricerche all'interno dell'app Mappe. Fare riferimento alla sezione Bing della presente informativa sulla privacy per ulteriori informazioni su queste esperienze fornite da Bing. Se l'app Mappe ha accesso alla posizione dell'utente anche quando l'app non è in uso, Microsoft può raccogliere dal dispositivo dati sulla posizione resi anonimi al fine di migliorare i servizi di Microsoft. È possibile disattivare l'accesso dell'app Mappe alla posizione dell'utente disattivando il servizio di localizzazione o disabilitando l'accesso dell'app Mappe al servizio di localizzazione.

L'app Mappe permette di tenere traccia dei luoghi preferiti e delle ricerche recenti sulla mappa. Luoghi preferiti e cronologia di ricerca saranno inclusi come suggerimenti per la ricerca. Se l'utente ha effettuato l'accesso con l'account Microsoft, luoghi preferiti, cronologia di ricerca e alcune impostazioni dell'app saranno sincronizzati su tutti i dispositivi e servizi (ad esempio, Cortana). Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla sezione precedente Impostazioni di sincronizzazione.

App Fotocamera e Foto. Qualora si consenta all'app Fotocamera di utilizzare la posizione dell'utente, i dati sulla posizione vengono inclusi nella foto scattata dal dispositivo. Nelle foto e nei video sono inclusi anche altri dati descrittivi, come modello della fotocamera e data in cui è stata scattata la fotografia. Se l'utente decide di condividere una foto o un video, ogni dato incluso sarà accessibile alle persone e ai servizi con cui si condivide. È possibile disattivare l'accesso dell'app Fotocamera alla posizione dell'utente disattivando ogni accesso al servizio di localizzazione nel menù Impostazioni del dispositivo o disabilitando l'accesso dell'app Fotocamera al servizio di localizzazione.

Le foto, i video, nonché le catture di schermate, salvate sul rullino vengono caricati automaticamente su OneDrive. Foto e/o video sono gestibili in OneDrive. È possibile disabilitare il caricamento automatico nelle Impostazioni.

Quando si scattano foto con la posizione integrata, l'app Foto è in grado di raggruppare le foto per ora e luogo. Per raggruppare le foto, l'app Foto invia i dati sulla posizione nelle foto a Microsoft per determinare i nomi dei luoghi, come ad esempio "Seattle, Washington". Durante l'utilizzo dell'app Foto dopo aver effettuato l'accesso all'account Microsoft, foto e video di OneDrive vengono ordinati automaticamente negli album dell'app Foto, oltre a comparire nel riquadro animato dell'app Foto. Foto e/o video vengono condivisi con gli altri solo se l'utente decide di farlo.

App Contatti. L'app Contatti permette di visualizzare e interagire con tutti i contatti da un unico punto.  Se si aggiunge l'account Microsoft a un dispositivo Windows, i contatti dall'account Microsoft vengono automaticamente aggiunti all'app Contatti.  Si possono aggiungere anche altri account all'app Contatti, tra cui quelli dei social network (come Facebook e Twitter) e account di posta elettronica.  Quando si aggiunge un account, Microsoft comunica all'utente i dati che l'app Contatti può importare o sincronizzare con il servizio specifico e permette all'utente di scegliere cosa aggiungere. Anche le altre app installate possono sincronizzare i dati sull'app Contatti, fornendo ulteriori dettagli ai contatti esistenti. È possibile rimuovere un account dall'app Contatti in qualsiasi momento.

App Messaggi. Quando si effettua l'accesso sul dispositivo con un account Microsoft, è possibile decidere di effettuare il backup delle informazioni, sincronizzando così i messaggi SMS ed MMS e memorizzandoli sull'account Microsoft. In questo modo è possibile recuperare i messaggi qualora si perda o si cambi il telefono. Dopo la configurazione iniziale del dispositivo, è possibile gestire le impostazioni di messaggistica in qualsiasi momento. La disattivazione del backup per SMS/MMS non elimina i messaggi salvati in precedenza sull'account Microsoft. Per eliminarli dalla risorsa di archiviazione, è necessario eliminarli dal dispositivo prima di disattivare il backup. Qualora si consenta all'app Messaggi di utilizzare la posizione dell'utente, è possibile allegare un collegamento alla posizione corrente in un messaggio in uscita. Le informazioni sulla posizione vengono raccolte da Microsoft, come descritto nella sezione Servizi di localizzazione di Windows.

Wallet. Wallet è in grado di mantenere informazioni quali buoni, schede fedeltà, biglietti e altri contenuti digitali. Le app sul dispositivo mobile possono salvare automaticamente informazioni nel Portafoglio ed è possibile aggiungere dettagli da un collegamento di un'e-mail o Web. Portafoglio condivide i dati solo con le aziende terze parti scelte dall'utente, come ad esempio durante un acquisto o durante l'invio di feedback, senza condividere la posizione con terze parti. Alcuni elementi del Portafoglio possono essere aggiornati nel tempo e Portafoglio scarica periodicamente gli aggiornamenti di questi componenti, quando disponibili.

Windows Hello Windows Hellopspmainwindowshellomodule
Riepilogo
Windows Hello fornisce accesso istantaneo ai dispositivi tramite l'autenticazione biometrica.  Se attivato, Windows Hello utilizza il viso, l'impronta digitale o l'iride per identificare l'utente in base a una serie di punti unici o caratteristiche estratti dall'immagine e memorizzati sul dispositivo come modello, senza memorizzare l'immagine effettiva o l'immagine del viso o dell'iride dell'utente. I dati della verifica biometrica utilizzati all'accesso rimangono sul dispositivo. L'utente può eliminare i dati della verifica biometrica dalle Impostazioni.
Ricerca di Windows Ricerca di Windowspspmainwindowssearchmodule
Riepilogo
Ricerca di Windows permette di cercare tra i propri documenti e nel Web da un unico punto. Se l'utente decide di utilizzare la Ricerca di Windows per cercare tra i propri documenti, fornisce i risultati per gli elementi su OneDrive, nonché sul dispositivo. Qualora scelga di utilizzare la Ricerca di Windows per cercare sul Web o ottenere suggerimenti con la Ricerca di Windows o Cortana, i risultati della ricerca vengono forniti da Bing e Microsoft utilizza la query di ricerca come descritto nella sezione Bing della presente informativa sulla privacy.
Windows Store Windows Storepspmainwindowsstoremodule
Riepilogo

Windows Store permette di trovare, acquistare, installare e recensire app, musica, video e altri contenuti per i dispositivi Windows. Per utilizzare lo Store, occorre effettuare l'accesso con un account Microsoft. Oltre ai dati telemetrici raccolti sulle modalità di accesso e utilizzo dello Store, Microsoft raccoglie dati sulle app visualizzate e installate, sulle preferenze impostate per la visualizzazione delle app nello Store e l'inoltro di qualsiasi valutazione, recensione o report per un problema. L'account Microsoft dell'utente è associato alle sue valutazioni e recensioni; se scrive una recensione, nome e immagine del suo account Microsoft vengono pubblicati sulla recensione.

Autorizzazione per le app dello Store. Molte delle app installate dal Windows Store sono progettate per sfruttare specifiche funzionalità hardware e software del dispositivo in uso. L'utilizzo da parte di un'app di specifiche funzionalità hardware e software può fornire all'app o al servizio correlato accesso ai dati dell'utente. Ad esempio, un'app di editing foto può fornire accesso alla fotocamera del dispositivo per scattare una nuova foto o a foto e video memorizzati sul dispositivo per la modifica, mentre una guida per ristoranti può utilizzare la posizione dell'utente per fornire consigli sui ristoranti nelle vicinanze. Le informazioni sulle funzionalità utilizzate da un'app si trovano nella pagina di descrizione del prodotto dell'app nello Store. L'elenco di funzionalità utilizzabili dalle app è consultabile, insieme alle informazioni sulle funzionalità che richiedono il consenso prima di accedere alle funzionalità e quali funzionalità possono essere attivate e disattivate (sia per app specifiche dello Store, che per tutte le app dello Store) dalle Impostazioni del dispositivo, su http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=529552.

Aggiornamenti delle app. A meno che non siano stati disattivati gli aggiornamenti automatici delle app nelle Impostazioni di Windows Store, Windows Store controlla automaticamente, scarica e installa gli aggiornamenti delle app, per garantire all'utente l'ultima versione. Le app aggiornate potrebbero utilizzare funzionalità hardware e software Windows diverse dalle versioni precedenti, con relativo accesso a diversi dati del dispositivo in uso. Se un'app aggiornata accede a determinate funzionalità, come ad esempio la posizione, viene richiesto il consenso all'utente. Consultando la pagina di descrizione del prodotto è anche possibile esaminare le funzionalità hardware e software utilizzate da un'app, oltre a poter controllare l'utilizzo di alcune funzionalità tramite app dello Store nelle Impostazioni del dispositivo, come descritto su http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=529552.

Ogni utilizzo dei dati raccolti dall'app attraverso una di queste funzionalità è soggetto ai criteri sulla privacy dello sviluppatore dell'app. Qualora un'app disponibile sul Windows Store raccolga e utilizzi i dati personali, lo sviluppatore dell'app deve fornire un'informativa sulla privacy, mentre nella pagina della descrizione del prodotto dell'app sullo Store è disponibile un collegamento all'informativa sulla privacy.

App in sideload e modalità sviluppatore. Le funzionalità per sviluppatori, come ad esempio la "modalità sviluppatore", servono solo per scopi di sviluppo. Se si abilitano le funzionalità per sviluppatori, il dispositivo potrebbe diventare inaffidabile o inutilizzabile ed essere esposto a rischi per la sicurezza. Il download o l'acquisizione in altri modi di app da origini diverse dallo Store, anche noto come "sideload" delle app, potrebbe rendere i dati del dispositivo e quelli personali più vulnerabili ad attacchi o a un utilizzo imprevisto da parte delle app. Criteri, notifiche, autorizzazioni e altre funzionalità di Windows 10 intese per proteggere la privacy dell'utente quando le app accedono ai dati potrebbero non funzionare come descritto nella presente informativa per le app in sideload o qualora le funzionalità sviluppatore siano abilitate. 

Xbox Xboxpspmainxboxmodule
Riepilogo
Xbox Live è il servizio di gaming e intrattenimento online, nonché social network di Microsoft. I servizi Xbox sono accessibili da una vasta gamma di dispositivi, tra cui console Xbox, PC (tramite xbox.com e l'app Xbox) e dispositivi mobili. Microsoft raccoglie dati sull'utilizzo da parte dell'utente dei servizi Xbox, incluse le informazioni raccolte dal sensore Kinect. Alcuni dati, come ad esempio gamertag e punteggi dei giochi, possono essere visti anche da altri utenti.
Testo completo

Le console Xbox sono dispositivi hardware utilizzabili per accedere ai giochi e giocare, riprodurre film, musica e altre forme di intrattenimento digitale. Xbox Live (inclusi i giochi per Windows Live) è il servizio di gaming e intrattenimento online, nonché social network di Microsoft. Si tratta dello strumento per collegarsi agli amici su Xbox Live e altre reti di gioco e social network. I servizi Xbox sono accessibili da una vasta gamma di dispositivi, tra cui console Xbox, PC (tramite xbox.com e l'app Xbox) e dispositivi mobili.

Microsoft raccoglie dati sull'uso da parte dell'utente di servizi Xbox, come ad esempio:

  • Quando l'utente si connette e si disconnette, i giochi ai quali si gioca, le statistiche di gioco, oltre ad acquisti effettuati e contenuti ottenuti.
  • Dati sulle prestazioni dei servizi Xbox, connessione del dispositivo e di rete, inclusi eventuali errori hardware o software.
  • Se l'utente utilizza la console Xbox con Kinect, i dati sull'utilizzo di Kinect. Per maggiori informazioni sulla raccolta dei dati di Kinect, continuare la lettura.

Tutti questi dati sono memorizzati con l'identificatore univoco della console Xbox e associati ai dati personali dell'utente. Se la console Xbox è connessa a Internet, Microsoft è in grado di identificarla e di determinare quale versione del sistema operativo Xbox è in uso al momento.

Con il consenso dell'utente, Microsoft può acquisire informazioni relative ai video acquistati o visualizzati sulla console Xbox tramite app terze parti. Se viene utilizzata l'app Xbox TV, Microsoft raccoglie i dati relativi alla cronologia di visualizzazione TV direttamente dalla console, utilizzando un metodo che non consente l'identificazione dell'utente o di altre persone.

Se si utilizza una console Xbox che include una periferica di memorizzazione (disco rigido o unità di memoria) e si gioca in modalità offline, oppure se l'accesso ai servizi sulla console non è mai stato eseguito, i dati di utilizzo verranno memorizzati sul dispositivo di archiviazione e inviati a Microsoft al successivo accesso ai servizi.

Dati di Xbox Live visibili agli altri utenti. Gamertag (nome alternativo di Xbox Live), statistiche di gioco, conseguimenti, presenza (connessione a Xbox Live) e altri dati sull'attività su Xbox Live possono essere visti da altri utenti su Xbox Live o altre proprietà associate a Xbox Live (incluse quelle di aziende partner). Ad esempio, gamertag e punteggi che compaiono nelle classifiche di gioco sono considerati pubblici e non possono essere nascosti. Per gli altri tipi di dati, è possibile regolare le impostazioni di privacy sulla console o su xbox.com per limitare o bloccare la condivisione con altri utenti.

I dati di Xbox Live sono condivisi con le entità di pubblicazione del gioco o dell'app. Quando si utilizza un gioco o un'app abilitata per Xbox Live, l'entità di pubblicazione o il provider di servizi per quel gioco o quell'app ha accesso ai dati sull'utilizzo da parte dell'utente di Xbox Live e di quel gioco o di quell'app e avrà il diritto di divulgare o visualizzare (ad esempio sulle classifiche) tali dati. Tali dati includono, ad esempio, punteggi di gioco, dati sulle sessioni di gioco (ad esempio, tipi di veicoli utilizzati durante il gioco), la presenza su Xbox Live, la durata di gioco o di utilizzo dell'app, classificazioni, statistiche, profili giocatore, avatar e altri contenuti creati o inviati all'interno del gioco o dell'app dall'utente.

Collegamento dell'account Xbox Live ad account non Microsoft. Alcuni dei giochi o alcune delle applicazioni disponibili su Xbox Live vengono fornite da società partner che potrebbero richiedere la creazione di un account non Microsoft e credenziali di accesso per utilizzare il gioco o l'app. Se l'utente sceglie di collegare il proprio account Microsoft all'account presso una società partner, Microsoft può condividere alcune informazioni relative all'account con tale società. Le informazioni relative all'account possono includere nome, indirizzo, indirizzo di posta elettronica e data di nascita, ma non comprenderanno mai informazioni relative a carte di credito o altri metodi di pagamento.  Nel caso di un gioco che permette la comunicazione al suo interno, anche l'entità di pubblicazione può avere accesso al contenuto delle comunicazioni di gioco quando l'utente è collegato con l'account relativo a tale entità di pubblicazione.

Kinect. Il sensore Kinect è una combinazione di fotocamera, microfono e sensore a infrarossi che permette di utilizzare movimenti e voce per controllare l'esperienza di gioco ed esplorare il servizio. Ad esempio:

  • Se l'opzione viene abilitata, è possibile utilizzare la videocamera per accedere al servizio automaticamente sulla console tramite la tecnologia di riconoscimento facciale. Per questa operazione, viene acquisita un'immagine del volto dell'utente e verranno misurate le distanze fra i punti chiave per creare e memorizzare un valore numerico univoco che rappresenti solo l'utente. Tali dati rimangono sulla console e non vengono condivisi. L'utente può decidere di eliminarli dalla console in qualsiasi momento.
  • Per l'utilizzo durante il gioco, Kinect esegue la mappatura delle distanze fra le articolazioni del corpo per creare una rappresentazione stilizzata che consente a Kinect di far giocare l'utente. Se si gioca online, Microsoft raccoglie tali valori numerici per consentire e migliorare l'attività di gioco e l'esperienza di gioco. Kinect individua anche determinati gesti volti all'esecuzione di semplici interazioni con il sistema (ad esempio, l'esplorazione dei menù, la panoramica o lo zoom e lo scorrimento).
  • Per alcuni giochi di fitness, Xbox può utilizzare il sensore Kinect per stimare i dati sugli esercizi, compresi ad esempio la frequenza del battito cardiaco durante una determinata attività o il numero delle calorie bruciate durante un allenamento.
  • I microfoni di Kinect semplificano l'attivazione della chat vocale tra i giocatori durante il gioco. Consentono anche comandi vocali per controllare la console, il gioco o l'app (ad esempio, "Gioca Xbox") o per immettere termini di ricerca. Per maggiori informazioni sulla raccolta dei dati vocali, continuare la lettura.
  • Il sensore Kinect serve anche per le comunicazioni audio e video tramite servizi come Skype.

Per ulteriori informazioni relative a Kinect, visitare la sezione Domande frequenti su Kinect.

Monitoraggio della chat vocale. Xbox Live include una chat vocale online tra i giocatori durante il gioco. Per mettere a disposizione un ambiente di gioco sicuro e applicare il codice di condotta Xbox Live, Microsoft monitora un campione di comunicazioni in chat di gioco e chat party di Xbox Live in sessioni di gioco multiplayer live offerte tramite i servizi.

Dati vocali per il miglioramento del servizio. Microsoft raccoglie e utilizza le richieste di ricerca vocale o campioni dei comandi vocali specificati durante l'uso di Kinect, per migliorare il servizio. Questi dati sono utilizzati separatamente rispetto al profilo Xbox.

GameDVR. Tutti i giocatori in una sessione di gioco multiplayer possono utilizzare GameDVR per registrare quanto visualizzato durante la loro sessione di gioco. La registrazione cattura il personaggio durante il gioco e il gamertag in clip create da altri giocatori durante la sessione di gioco. Se un giocatore utilizza GameDVR su un PC, in una clip di gioco potrebbe essere acquisita anche la chat audio. Microsoft potrebbe esaminare le clip di gioco in cerca di violazioni al Codice di condotta Xbox Live, anche quando l'impostazione di condivisione della clip di gioco è impostata a Blocca.

Music e Video. Per consentire l'esperienza di condivisione su Xbox Music e Xbox Video e aiutare l'utente a scoprire contenuti interessanti, Microsoft acquisirà informazioni relative ai contenuti riprodotti, alla durata della riproduzione e alla valutazione espressa in Xbox Music e Xbox Video. Se si abilita Cortana sul dispositivo, Microsoft raccoglie e utilizza le informazioni relative alla musica riprodotta tramite Xbox Music per fornire esperienze personalizzate, suggerimenti rilevanti e per migliorare i servizi Microsoft. Le impostazioni di privacy di Xbox Live permettono di controllare se gli altri utenti di Xbox Live possono vedere i brani musicali ascoltati dall'utente su Xbox Music oppure quali video ha guardato l'utente su Xbox Live.

Per arricchire l'esperienza di riproduzione dei contenuti, Xbox Music e Video visualizza informazioni correlate al contenuto riprodotto e presente nella libreria musicale dell'utente, come ad esempio il titolo dell'album, l'immagine di copertina, il titolo del brano o del video e altre informazioni, laddove disponibili. Per scaricare tali informazioni, Xbox Music e Video invia una richiesta a Microsoft contenente dati standard sul dispositivo, ad esempio l'indirizzo IP, la versione del software, le impostazioni regionali e linguistiche e un identificatore per il contenuto.

Se l'utente utilizza Xbox Music e Video per accedere a un contenuto protetto con tecnologia Microsoft Digital Rights Management (DRM), per consentire all'utente di accedere al contenuto, Xbox Music e Video potrebbe richiedere automaticamente al server online il diritto di utilizzare tale contenuto e scaricare e installare gli aggiornamenti DRM. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Informazioni DRM nella sezione Silverlight della presente informativa sulla privacy.

Xbox Live Rewards. Xbox Live Rewards, disponibile su rewards.xbox.com, è un programma a cui l'utente può aderire per ricevere crediti Xbox in cambio della sua attività sui servizi. Come condizione per l'adesione, l'utente deve accettare di ricevere comunicazioni promozionali dal programma Rewards. L'utente accede a Rewards utilizzando il proprio account Microsoft; il programma acquisisce dati personali, inclusi nome, cognome, gamertag e informazioni demografiche. Il programma è ospitato e messo a disposizione da HelloWorld, un fornitore di Microsoft. I dati raccolti vengono memorizzati dal fornitore per conto di Microsoft. È possibile rivedere e modificare i dati personali forniti al programma Rewards contattando privacy@helloworld.com.

Minori e sicurezza in Internet. Se i servizi Xbox sono utilizzati da minori, è possibile configurare account per minori. I minori di 17 anni non possono creare un account per Xbox Live senza il consenso dei genitori. Gli adulti possono modificare le opzioni per il consenso e le impostazioni di sicurezza in Internet per gli account per minori su xbox.com.

pspMainSecurityofPersonalDataModule,pspMainWhereWeStoreandProcessDataModule,pspMainOurRetentionofPersonalDataModule,pspMainPreviewReleasesModule,pspMainChangestoThisPrivacyStatementModule,pspMainHowtoContactUsModulepspMainOfficeServicesModule,pspMainExcelModule,pspMainOutlookModulepspMainActivationModule,pspMainAdvertisingIDModule,pspMainInputPersonalizationModule,pspMainLocationServicesMotionSensingModule,pspMainSecurityandSafetyFeaturesModule,pspMainSyncSettingsModule,pspMainTelemetryErrorReportingModule,pspMainUpdateServicesModule,pspMainWebBrowsersModule,pspMainWi-FiSenseModule,pspMainWindowsAppsModule,pspMainWindowsHelloModule,pspMainWindowsSearchModule,pspMainWindowsStoreModule
pspmainbingmodule