Le sanzioni previste

Aziende e Pubbliche Amministrazioni


I rischi legali

Se un'azienda o una Pubblica Amministrazione utilizza software senza possederne la relativa licenza o acquista nuovi PC il cui software precaricato non è originale, viola i diritti d'autore ed è assoggettabile a severe sanzioni civili e penali.

L'art.171 bis della legge 248/2000 afferma che "Chiunque abusivamente duplica, per trarne profitto, programmi per elaboratori…" commette un reato punito con una multa e finanche con la reclusione. In base a questo articolo, è perseguibile non solo il comportamento di chi riproduce illecitamente software al fine di venderlo, ma anche il comportamento di chi riproduce software al fine di utilizzarlo all'interno della propria organizzazione procurandosi in questo modo un vantaggio di tipo patrimoniale consistente nell’immediato risparmio sul relativo costo di acquisto del software. In aggiunta alle sanzioni di tipo civile e penale, la legge prevede una sanzione amministrativa pecuniaria per chi acquista software non originale pari al doppio del valore di mercato del software.

In ambito pubblico in particolare inoltre esiste una responsabiltà di tipo disciplinare ovvero l’Ente Pubblico può rivalersi sul dipendente pubblico che abbia violato i diritti d’autore di terzi in virtù della responsabilità civile-amministrativa discendente da violazione di obblighi di servizio, come previsto dal testo unico degli impiegati civili dello Stato, qualora il dipendente pubblico abbia agito con dolo o colpa grave.

Per approfondire questi temi, visita il sito della Business Software Alliance (BSA) l'associazione no-profit dei maggiori produttori di software dedita alla lotta alla pirateria. Scopri anche i danni provocati dalla pirateria del software.

Anche la sicurezza è a rischio

Ogni volta che un'azienda o una Pubblica Amministrazione utilizza software non originale (che siano i propri dipendenti a duplicarlo illegalmente o a scaricarlo da Internet o che sia l'organizzazione stessa a installare software pirata) si espone al rischio di infezione da virus. Questo pericolo è legato ai numerosi "passaggi di mano" del software pirata e può portare anche al danneggiamento totale del patrimonio informativo.

Con la pirateria paghi di più

Il costo del software originale include elementi quali il supporto e l'assistenza tecnica, un valore aggiunto che il software pirata non dà. Non tener conto di tutti questi fattori può portare l'azienda o l’Ente Pubblico, a distanza di poco tempo, a sostenere costi aggiuntivi. Inoltre, utilizzando software non originale, si rinuncia a ogni forma di garanzia da parte del produttore e alle agevolazioni per l'acquisto di nuove versioni.

Scopri come sia possibile risparmiare acquistando software Microsoft originale, visita il sito www.microsoft.com/italy/licenze/ per capire quale licenza Microsoft fa davvero al caso tuo.

Qualche consiglio

  • Affida la gestione dei programmi per elaboratore a una persona o a un reparto (di norma si tratta dell'ufficio responsabile anche dell'acquisto del software).

  • Implementa un programma di corretta gestione del software. Per supportare le organizzazioni che lo desiderino in tale attività, Microsoft mette a disposizione, attraverso una rete di Partner qualificati, un programma di analisi, gestione e certificazione delle proprie licenze denominato SAM (Software Asset Management). Per maggiori informazioni visita il sito Microsoft SAM.

  • Informa i tuoi dipendenti sulle regole di corretta gestione del software adottate dalla tua struttura e sulle norme previste dalle licenze d'uso dei programmi a loro disposizione. Scarica la circolare informativa per i tuoi dipendenti sulla corretta gestione del software.



Successivi

2 - 5

Precedenti