Uvet American Express: con Microsoft in viaggio verso l’innovazione

Data di pubblicazione: 2012

Reportistica e analisi “drilldown” al servizio delle strategie di businessTop

Con un fatturato di 360 milioni di euro nel 2011, 50 unità tra agenzie di viaggio e presenze interne alle più grandi aziende e oltre 350 dipendenti, Uvet American Express è specializzata in business travel e organizzazione di eventi e congressi. Fornisce una gamma completa di servizi di viaggio e di consulenza in travel management a realtà di medie e grandi dimensioni, tra cui ABB, Agusta, Assicurazioni Generali, Enel, IBM, Mediaset, Microsoft, Poste Italiane, I.S.P: Techint, Telecom Italia, Wind e Xerox.

Nel rapporto con i propri clienti – oltre 1000 tra grandi e medie aziende e multinazionali – la reportistica sui dati del venduto di biglietteria aerea per singola agenzia di viaggio e per singola azienda riveste una funzione fondamentale per Uvet American Express.

Dalla complessità di gestione e numerosità dei dati deriva l’esigenza di adottare un sistema di Business Intelligence unico per tutte le unità del territorio italiano, “Capace di integrare e analizzare una grande quantità di informazioni con provenienza diversa, per effettuare attività di reporting e analisi, in particolare di cost saving per punto vendita e per cliente, personalizzabili e con una metodologia “drill-down”, che consente di approfondire e rendere sempre più specifiche estrazioni di dati e relative valutazioni”, afferma Massimo Di Pasquale, Direttore Commerciale di Uvet American Express.

Le soluzioni utilizzate fino a prima dell’adozione di Microsoft SQL Server 2008, infatti, si basavano su piattaforme di analisi che fornivano report “statici”, sui quali non era prevista alcuna possibilità di customizzazione e interazione da parte dei clienti. L’evoluzione verso una piattaforma di BI aspirava anche a fornire agli intercolutori strumenti di controllo personalizzabili, semplici e intuitivi grazie anche a un’interfaccia semplice e immediata.

Dall’implementazione della piattaforma alla realizzazione di un portale “intelligente”Top

È la Direzione Commerciale, guidata da Massimo Di Pasquale, a dare le indicazioni su come sviluppare il progetto, avvalendosi del supporto e della consulenza della divisione IT, coordinata da Nicoletta Marangoni, per la scelta e l’implementazione degli strumenti.

Dopo un primo periodo di riorganizzazione e verifica delle procedure e dei dati aziendali, nel 2008, grazie all’intervento di Bisight, partner Microsoft, inizia la fase di analisi, diagnosi e progettazione, che prosegue e si completa nel 2012 con il passaggio vero e proprio a Microsoft SQL Server 2008 ed Excel 2010.
L’implementazione del progetto si conclude con l’assistenza e la formazione degli utenti.

Attraverso la soluzione adottata, oltre ai dati sul venduto dei biglietti aerei, viene gestita e analizzata in maniera approfondita la produttività dei processi aziendali più strategici per Uvet American Express: a questo scopo è stato progettato il “cubo VoIP” per la gestione del Travel Contact Center, con l’obiettivo di analizzare le performance dei vari team, ottimizzare le risorse e verificare il livello di servizio erogato per cliente in relazione alla sua redditività; è stato inoltre realizzato il “cubo HR” per migliorare la gestione dei numerosi dipendenti e collaboratori.

In fase finale, il progetto si è evoluto sino alla costruzione di un portale di BI – BizReport – che tutti i reparti aziendali possono utilizzare (marketing, commerciale, operation) per effettuare attività di analisi diverse. Attraverso l’accesso a questo strumento, messo a disposizione esternamente anche ad alcuni Top Client che hanno al proprio interno la figura del Travel Manager, è possibile monitorare in maniera puntuale e tempestiva i costi di trasferta.

Ottimizzazione delle tecnologie, valorizzazione delle competenze e analisi integrateTop

La scelta di implementare Microsoft SQL Server 2008 ed Excel 2010 quali piattaforma di Business Intelligence ha innanzitutto risposto perfettamente alle esigenze strategiche della direzione commerciale e alle necessità gestionali del reparto IT; in secondo luogo “Ha permesso all’azienda un significativrisparmio economico: con l’adozione della piattaforma Microsoft, infatti, è stato possibile ottimizzare le tecnologie già presenti in azienda e valorizzare il know how acquisito dalle persone nel corso degli anni”, spiega Nicoletta Marangoni.
Non solo: «Dal punto di vista prettamente tecnico”, conclude Di Pasquale, “questa soluzione consente di integrare completamente analisi di tipo quantitativo con analisi di tipo qualitativo, dando la possibilità di incrociare dati di spesa e comportamenti per ogni passeggero; inoltre è uno strumento caratterizzato da una forte flessibilità, tramite cui è possibile inserire e creare nuove analisi per esigenze particolari; permette infine di posizionare indicatori di performance incrociando i valori di budget dei clienti, simulare report e illustrare volumi di spesa attraverso cartine geografiche dinamiche».

Grazie all’implementazione di Microsoft SQL Server 2008, anche l’area marketing si è avvalsa di una grande opportunità messa a disposizione da una piattaforma di business intelligence così versatile: è infatti stata messa a punto la Business Travel Survey. Spiega Mario P. Mazzei, Direttore Marketing e Comunicazione: “Si tratta di un'indagine annuale che mira a monitorare l'andamento del business travel in Italia attraverso l'analisi dei trend di spesa e dei comportamenti d'acquisto di un campione selezionato di aziende. Attraverso analisi, grafici e benchmark offre un’analisi completa sulla situazione attuale e le tendenze evolutive del settore, costituendo ormai un documento atteso non solo dai responsabili dei viaggi aziendali e dagli stessi operatori del mercato, ma anche dai media, con beneficio delle attività di ufficio stampa e comunicazione”.


Il cliente

"Dal punto di vista prettamente tecnico questa soluzione consente di integrare completamente analisi di tipo quantitativo con analisi di tipo qualitativo, dando la possibilità di incrociare dati di spesa e comportamenti per ogni passeggero."

Massimo Di Pasquale, Direttore Commerciale di Uvet American Express

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Piccola Impresa
  • Settore industriale: Servizi
  • Scenari:
    • Business Analytics
    • Business Intelligence
  • Esigenze di Business:
    • Gestione e analisi dei dati
  • Vantaggi: Uvet American Express ha scelto Microsoft SQL Server 2008; metodologia “topdown”: attività di analisi, diagnosi, progettazione, sviluppo, assistenza e formazione; implementazione a cura di Bisight.
  • Risparmio: Ottimizzazione delle tecnologie Microsoft già presenti in azienda; valorizzazione del know how acquisito nel corso degli anni; integrazione tra analisi quantitative e qualitative; dashboard intuitive e user friendly.
  • Prodotti:
  • Regione: Lombardia