Per Geomag un ERP “magnetico”

Data di pubblicazione: 2007

Le esigenzeTop

Alla ricerca di un ERP flessibile
A livello di gestione della struttura aziendale, Geomag si è andata costituendo progressivamente. Nei primi anni di vita, non avendo ancora molto chiari gli obiettivi e i reali termini di espansione, l’azienda si è affidata a una soluzione gestionale basata su Oracle E-Business Suite che, una volta implementata, non si è dimostrata all’altezza delle aspettative. E non è riuscita a stare al passo con le evoluzioni che Geomag, nel frattempo, si è trovata a vivere.
“Il gestionale Oracle, in un primo tempo vissuto come la scelta ideale, si è in realtà rivelato troppo rigido, molto costoso in termini di manutenzione. Troppo ampi erano i tempi richiesti per gli eventuali ritocchi. In più, non era nemmeno semplice l’individuazione del partner che ci potesse seguire nell’attività ordinaria di cura e supporto”. In queste parole di Giovanni Pagani, CIO di Geomag, sono racchiuse le motivazioni che hanno condotto l’azienda a cambiare fortemente rotta. Partendo dalle filiali, in primis quella italiana. Una volta stabilito l’assetto che Geomag intendeva darsi, dal punto di vista gestionale e funzionale, giocoforza è stato riscontrato che occorresse rimodellare tutto il sistema. Un applicativo ERP semplice e flessibile, che potesse essere velocemente installato nelle filiali estere e poi eventualmente replicato nella sede centrale, era l’ideale.
Contabilità unificata e Produzione gestita e monitorata al meglio i due obiettivi da perseguire in prima istanza.

La soluzioneTop

Microsoft Dynamics NAV rinnova l’ossatura dell’azienda. Dalla filiale all’headquarter
L’abbinamento Geomag-Microsoft è nato sulla scia di una profonda conoscenza, da parte del CIO, delle soluzioni Microsoft. Giovanni Pagani è infatti un Microsoft Certified Trainer (MCT).
Questo, unito alla competenza dei suoi collaboratori, già formati in ambiente Microsoft, ha condotto l’azienda verso la sostituzione del vecchio gestionale in ottica Microsoft Dynamics NAV. Racconta il CIO: “Non è stato necessario effettuare nessuna software selection, ma semplici colloqui conoscitivi con i diversi fornitori: una volta stabilito che il prodotto che avevamo in uso sarebbe stato messo sostituito, ci siamo rivolti direttamente a un partner per l’implementazione della soluzione”. Il partner è rappresentato da Observing, Microsoft Gold Certified Partner. L’implementazione è avvenuta velocemente, e ha coinvolto tutti gli ambiti aziendali. Si è infatti proceduto in parallelo su tutti i settori. La soluzione Microsoft è così andata a regolare Contabilità di base, Controlli e Statistiche, Magazzino, Logistica (inclusa la tracciabilità, prima eseguita manualmente) e Produzione (in cui sono state riviste le distinte base di produzione). Spiega il CIO Giovanni Pagani: “In realtà, il processo appena descritto era nato per la filiale italiana. Una volta partiti e andati a regime con l’Italia, ci siamo resi conto che il ‘salto’ potesse essere effettuato anche presso la sede centrale. Ecco così che in 4-5 mesi, anche presso il quartier generale svizzero, viene eliminato il gestionale in uso e implementato Microsoft Dynamics NAV con Contabilità, Produzione e Paghe e con l’aggiunta del modulo Payroll”.

I beneficiTop

In azienda non circolano più solo dati, ma strategie di business
Forti i cambiamenti che Geomag ha constatato da quando Microsoft si è presa in carico la gestione dei sistemi informativi dell’azienda. “Ci sono tanti aspetti che mi piace sottolineare”, racconta il CIO di Geomag. “Possiamo partire dalla flessibilità del sistema, che fornisce risposte rapide in termini operativi. Sicuramente la Produzione è il livello che maggiormente ha risentito di un impatto positivo. Cosa succedeva, infatti, in precedenza? Gli operatori erano praticamente costretti a lavorare in modo doppio, ossia a seguire l’avanzamento della produzione a mano, attraverso fogli di calcolo, oltre che sul gestionale. Ora il lavoro è diventato più rapido e razionale. Anche la reportistica è notevolmente migliorata. Proprio basandoci su questo fattore, in futuro porteremo ogni utente a crearsi la propria reportistica in autonomia, senza richiedere l’intervento dell’IT. Ciò sarà possibile grazie all’introduzione di Microsoft SharePoint, che già stiamo progettando”. Spiega Giuseppe Frangi, Direttore Generale: “Poter vantare, per la propria azienda, un partner come Microsoft, è un fatto che va aldilà di ogni spiegazione. Per la nostra struttura, Microsoft porta con sé anche un mondo, un’organizzazione, di servizio e consulenza. In ultima istanza, Geomag ha acquistato un sistema informativo; i problemi per le aziende, dopo un cambiamento di questa portata, eventualmente nascono dopo l’acquisto. Se alle spalle si ha un fornitore come Microsoft, l’impresa è in grado di accedere a una comunità di consulenza e supporto di notevole valore. Tutto questo per noi è stato discriminante, dato che l’esperienza vissuta in precedenza ci aveva lasciato molto insoddisfatti”.


Il cliente

I partner

Case History in breve