La tecnologia al servizio della ricerca e didattica

Data di pubblicazione: 2005

Le esigenzeTop

Espansione, ridisegno dei processi e scelta di piattaforma
Il Politecnico di Milano è un'università statale con circa 40.000 studenti iscritti nell'anno accademico 2003/2004. I laureati presso il Politecnico rappresentano circa il 22% dei laureati in Architettura in Italia e il 13% dei laureati in Ingegneria. Politecnico Innovazione è il consorzio della Fondazione Politecnico di Milano dedicato alla diffusione dell’innovazione tecnologica nelle piccole e medie imprese, negli enti pubblici e di sviluppo territoriale. All’interno di Politecnico Innovazione, l’area Innovazione Digitale ha recentemente valutato le potenzialità del Tablet PC con Windows XP Tablet PC Edition e Microsoft Office OneNote 2003 nell’ambito della collaborazione su documenti condivisi da parte di utenti fisicamente distanti fra loro. Gli obiettivi di ottimizzazione dei workflow e di elaborazione integrata dei documenti didattici e di ricerca sono stati rapidamente raggiunti e l’investimento nella nuova tecnologia ha dimostrato un chiaro ritorno in temini di produttività personale e di gruppo.

La soluzioneTop

La necessità dei sistemi collaborativi e l’evoluzione delle piattaforme
All’interno del Politecnico di Milano, l’attenzione verso gli strumenti informatici di supporto alla collaborazione è dimostrata anche dalla sperimentazione delle tecnologie più innovative, come Microsoft Office SharePoint Portal Server, utilizzato per realizzare la piattaforma di document management del MIP Politecnico di Milano. Nell’ottica di una continua ottimizzazione dei processi collaborativi, la sperimentazione prosegue oggi con l’introduzione di Tablet PC in grado di sfruttare al massimo le potenzialità di strumenti avanzati come Microsoft Office OneNote, e in breve tempo si è passati dalla fase sperimentale alla piena operatività. Il professor Stefano Mainetti, docente di Tecnologie dei sistemi informativi presso il dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano e responsabile dell’area Innovazione Digitale di Politecnico Innovazione, ha intuito le opportunità offerte da Microsoft Office OneNote in termini di miglioramento delle funzioni collaborative all’interno di gruppi di lavoro geograficamente distribuiti. “Ritengo che un Tablet PC con Microsoft Office OneNote costituisca una tecnologia innovativa e con notevoli potenzialità”, premette Mainetti.

I beneficiTop

Produttività personale e workflow efficace
A seguito dell’acquisizione di Tablet PC, il team di Innovazione Digitale trae vantaggio dall’integrazione, in un’unica interfaccia, di una serie di oggetti collaborativi che in precedenza risultavano separati. L’investimento su Tablet PC ha così rapidamente evidenziato i ritorni in termini di efficacia delle attività didattiche e di ricerca. La libertà da qualsiasi vincolo di orario o luogo di lavoro e i nuovi workflow per le revisioni all’interno di sessioni condivise, aprono agli utenti la strada per una maggiore libertà nella gestione del proprio tempo.

Migliorare la produzione delle informazioni dall’università al mondo del lavoro
“Grazie alla possibilità di eliminare parte dei documenti cartacei, di sfruttare le capacità di catalogazione e reperimento rapido delle informazioni, e di ottimizzare il workflow di gruppo, Microsoft One Note e gli altri strumenti di collaborazione e gestione documentale di Microsoft potrebbero diventare un sistema integrato in grado di giocare un ruolo rilevante nelle attività lavorative di gestione della conoscenza”, conclude Stefano Mainetti. “Il Tablet PC offrirà grandi opportunità alle organizzazioni che sapranno valorizzare la cultura informatica e di workgroup dei propri collaboratori”.


Case History in breve