Chiesi Farmaceutici sceglie Microsoft per la nuova intranet e per la tecnologia di searching

Data di pubblicazione: 2007

Le esigenzeTop

Comparazione fra diverse piattaforme per il supporto alle attività collaborative e alla ricerca delle informazioni
La domanda interna di uno strumento di collaborazione web based capace di rispondere alla crescente complessità dell’azienda e di assecondare il processo di internazionalizzazione del Gruppo ha portato il management a decidere per il sostanziale rinnovo della intranet già esistente.
L’analisi degli ambienti di collaborazione ha evidenziato come alcune soluzioni enterprise comportassero complessità di gestione maggiori rispetto alle finalità della intranet aziendale, mentre gli ambienti open source hanno fatto emergere dubbi sulla complessità di integrazione con i sistemi informativi aziendali e sui costi di sviluppo per realizzare soluzioni solide ed affidabili.
“La nostra infrastruttura deve rispondere a logiche organizzative e collaborative di gruppo per valorizzare e rendere disponibili a tutta l’organizzazione competenze distribuite fra la casa madre di Parma e le filiali locali”, precisa Umberto Stefani, responsabile dei sistemi informativi del gruppo Chiesi. “Nel confronto fra diversi sistemi collaborativi e di searching, il nostro approccio metodologico ha evidenziato la semplicità di gestione, l’integrabiltà e i costi competitivi della piattaforma Microsoft SharePoint rispetto ad altri prodotti presenti sul mercato”.

La soluzioneTop

Il motore di ricerca nativo di Microsoft Office SharePoint Server 2007 supera le aspettative nelle fasi di test
La nuova piattaforma intranet sta per entrare in produzione abilitando gli utenti delle sedi italiane all’utilizzo dei servizi applicativi di Microsoft Office SharePoint Server 2007 supportati dal database Microsoft SQL Server 2005.
Le funzionalità del “mySite” potranno sostituire progressivamente le cartelle condivise di rete e l’ambiente collaborativo, predisposto per un’estensione verso risorse esterne alla rete aziendale, potrà creare le premesse per sviluppare ulteriormente il business dell’azienda.
In contemporanea all’implementazione dei servizi collaborativi Chiesi ha iniziato la fase di test del motore di ricerca di Microsoft Search Engine, incluso nel pacchetto Moss 2007, indicizzando i documenti contenuti nella vecchia intranet, un database e alcuni siti Web esterni.
“Il motore di ricerca contenuto in SharePoint Portal Server 2007 ha evidenziato ottime prestazioni anche su macchine di test con capacità di calcolo limitate, mentre i risultati delle interrogazioni sono stati molto soddisfacenti sul piano della rilevanza dei documenti rispetto alla query”, sottolinea Francesco Cassano, responsabile del parco server e dello storage di Chiesi Farmaceutici.

I beneficiTop

L’integrazione fra piattaforma collaborativa e search center valorizza il patrimonio di informazioni in un’organizzazione complessa
Con questo progetto, Chiesi Farmaceutici ha affrontato la crescente importanza degli strumenti di ricerca all’interno di basi dati destrutturate e strutturate. Le sinergie fra i prodotti Microsoft sono state sfruttate sia nel contenimento dei costi di infrastruttura, sia nell’ottimizzazione delle attività degli utenti con strumenti integrati e intuitivi. È così cominciata l’indicizzazione di 1,3 milioni di documenti utilizzando il search engine di Microsoft Office SharePoint Server 2007, con una previsione fino a 4 milioni di documenti, per un totale di 5,5 TeraByte.
“Il nuovo ambiente collaborativo permette di valorizzare i documenti, facilitandone la consultazione nel tempo e monitorandone il reale utilizzo. Queste nuove potenzialità mettono in primo piano il motore di ricerca come uno degli strumenti più utilizzabili dalla maggior parte degli utenti”, conclude Umberto Stefani. “Diventa quindi necessario avere una solida tecnologia di supporto per la ricerca e per la collaborazione virtuale all’interno di sistemi sempre più complessi e delocalizzati”.


Case History in breve

Documenti scaricabili