Carige Assicurazioni sceglie una soluzione nel Cloud per la gestione dei PC delle agenzie

Data di pubblicazione: 2013

La parte assicurativa di un grande gruppo finanziarioTop

Un gruppo assicurativo composto da due compagnie: Carige Vita Nuova, abilitata all'esercizio dei rami vita, e Carige Assicurazioni, abilitata all'esercizio dei rami danni. Le due compagnie sono possedute dal Gruppo Banca Carige e sviluppano il proprio business attraverso circa 800 punti vendita, tra agenzie e sub agenzie, a cui si aggiungono circa 650 filiali bancarie. L’integrazione del polo assicurativo con Banca Carige ha determinato l’affermazione di una delle primissime realtà di “bancassicurazione” in Italia.
Il gruppo assicurativo genovese costruisce la propria crescita attraverso una strategia che punta a migliorare la redditività del canale agenziale, incrementando la raccolta e migliorando i margini.
In questo contesto, le due compagnie potenziano la rete agenziale, forte di circa 1800 postazioni di lavoro fornite e gestite dal Gruppo assicurativo per quanto riguarda hardware, connettività e software. Gli operatori delle agenzie utilizzano applicativi gestionali, per danni e vita, attraverso un’unica interfaccia di front end che dialoga con i sistemi di back end: è lo strumento di cui le agenzie usufruiscono per l'emissione di polizze e preventivi, per l’incasso dei premi, la denuncia dei sinistri e per le attività amministrative

Una rete di agenzie da potenziare

Nel 2011 parte un programma di aggiornamento degli strumenti messi a disposizione delle agenzie. Andrea Molteni è Direttore Centrale Organizzazione e ICT del gruppo assicurativo genovese e così ricostruisce gli obiettivi del progetto. “Dovevamo far guadagnare efficienza alle agenzie, offrendo strumenti che consentissero di risparmiare tempo precedentemente dedicato ad attività burocratiche e amministrative a basso valore aggiunto in modo da potersi concentrare sulle attività di vendita e di gestione dei clienti. Ciò significava far evolvere i processi e aggiornare gli strumenti che la compagnia mette a disposizione degli agenti”.
Il gruppo assicurativo procede per gradi, rinnovando la connettività, le stampanti e i PC in dotazione alle agenzie, sostituendone più di mille e aggiornando la memoria e la configurazione di circa altre 700 macchine. Come gestire però le oltre 1800 stazioni di lavoro così riequipaggiate? Sono postazioni distribuite in tutta la penisola: devono essere sempre aggiornate con il software gestionale più recente e con un sistema operativo standard; devono essere costantemente protette da virus e malware; devono essere controllate centralmente; soprattutto devono funzionare senza dare problemi agli operatori delle agenzie e senza sovraccaricare di lavoro il personale sistemistico. L’operazione di riqualificazione delle agenzie, infatti, nasce non solo per dare più efficienza alla rete ma anche per essere più competitivi nei confronti della rete di vendita, che il gruppo assicurativo cerca di “conquistare” sia con la propria offerta di prodotti verso la clientela sia con un servizio innovativo e di qualità verso gli agenti stessi.
“Dovevamo risolvere le problematiche degli operatori nelle agenzie ma anche rendere più efficiente il nostro lavoro di gestione sistemistica, senza gravare ulteriormente sul personale esistente” sottolinea Molteni. “Volevamo presidiare e monitorare i PC delle agenzie in maniera proattiva”.

“Cercate nella cloud”Top

I responsabili IT del Gruppo assicurativo valutano sistemi server dedicati al desktop management e al configuration management; esaminano l’opportunità di acquisire e distribuire software antivirus, si preparano all’acquisizione delle necessarie licenze per i sistemi operativi dei PC. Sono momenti delicati: la pressione per procedere con una rete agenziale riqualificata è notevole e nello stesso tempo forte è la necessità di muoversi all’interno dei vincoli di budget in contrazione e senza acquisire altro personale. Siamo nell’estate del 2011 e gli uomini del gruppo assicurativo genovese sono in fase di scouting alla ricerca di soluzioni e di Partner a cui affidarne la realizzazione. Proprio in quel periodo avviene un incontro decisivo, con Lorenzo Ghiggini e Tiziano Vecchi di Softjam, un system integrator di Genova, Microsoft Gold Certified Partner che si è specializzato nelle soluzioni cloud di Microsoft. Da questi contatti emerge la soluzione per il gruppo assicurativo: un sistema che include la protezione dei PC da virus e malware, l’aggiornamento alla versione enterprise del sistema operativo Windows per i client e le necessarie funzionalità di desktop e configuration management, senza investimenti in sistemi server dedicati, ma con un comodo sistema di pagamento a subscription, dato che la soluzione è erogata in modalità cloud. Si chiama Microsoft Windows Intune.
I rappresentanti del gruppo assicurativo sembrano interessati, ma vogliono vederci chiaro: chiedono un Proof of Concept, una prova sul campo a partire da un campione limitato di macchine su cui effettuare attività di test, verificando il parco installato e la configurazione, installando il software antivirus, distribuendo patch e aggiornamenti, il tutto sotto il monitoraggio di una console di controllo remota. I risultati del PoC sono soddisfacenti e vengono presentati ai referenti interni, fino al “go” esecutivo. Le soluzioni alternative, per erogare le medesime funzionalità, avrebbero richiesto l’aggregazione di diversi componenti. Per il numero e la distribuzione delle postazioni di lavoro interessate siamo di fronte uno dei più grandi progetti di desktop deployment in modalità cloud mai realizzati con Windows Intune: più di 1800 postazioni di lavoro in tutta Italia.

La flessibilità della soluzione

Daniele Balbo, nell’ambito del Servizio Information & Communication Technology del Gruppo Assicurativo di Banca Carige, è il Dirigente responsabile del servizio Run The Business . “Nell'ambito dell'attività di valutazione delle soluzioni disponibili per raggiungere i nostri obiettivi abbiamo verificato diverse soluzioni per il controllo remoto delle macchine, da quelle più tradizionali on premise a quelle di tipo cloud”, riferisce Balbo. “Abbiamo scelto Windows Intune sia perché rispondeva a tutti i requisiti funzionali sia perché la modalità cloud di erogazione del servizio garantisce la flessibilità che si richiede per gestire una rete di agenzie che per definizione è variabile nel tempo”. Flessibilità significa poter aggiungere e togliere subscription al variare della composizione della rete di vendita ma anche semplicità di deployment nelle agenzie, perché Windows Intune richiede solamente l’installazione di un agente software sul PC client presso la sede remota.
Per questa parte di progetto relativa a Windows Intune il gruppo assicurativo genovese si affida quindi al Partner Softjam. “Softjam ci ha seguito per lo sviluppo, l'analisi e il deployment della soluzione che abbiamo adottato”, dichiara Daniele Balbo. “Li abbiamo incontrati nel momento in cui stavamo definendo le modalità di roll out dell'hardware nella primavera del 2012. Insieme abbiamo costruito il progetto su Windows Intune. Siamo rimasti soddisfatti della loro competenza nei sistemi Microsoft e della loro preparazione su progetti di livello enterprise. Softjam ha rappresentato un valido supporto progettuale sia nella fase di concept che in quella di startup operativo; sono il Partner giusto con cui affrontare la realizzazione di progetti di questo tipo”.

Il programma di roll out

L’upgrade tecnologico delle agenzie prevede la sostituzione di oltre mille PC e l’upgrade dei restanti 750. Il roll out è iniziato nell’estate del 2012 per terminare entro la fine dell’anno. Michele Seratoni è Responsabile dell’Ufficio Assistenza e Formazione presso il Servizio Information & Communication Technology del gruppo assicurativo genovese e segue da vicino il processo di roll out della nuova configurazione software dei PC delle agenzie Carige Assicurazioni e Carige Vita Nuova. “Quando consegniamo le macchine nuove o riconfigurate distribuiamo l’agente di Windows Intune”, precisa Seratoni. “Questo ci permette di essere immediati nella verifica della configurazione delle macchine distribuite e abbiamo la possibilità di monitorare subito la buona riuscita dell'installazione”. Le condizioni di efficienza (spazio macchina, memoria occupata, etc.) e la configurazione dei PC remoti sono sempre visibili presso la sede centrale. “Sai sempre esattamente quante macchine sono state riconfigurate, quante sono in fase di aggiornamento e quante hanno eventuali problemi”, prosegue Seratoni. “Con Windows Intune sei sempre proattivo”. Il personale sistemistico del gruppo assicurativo ha definito una procedura per gli aggiornamenti software, che vengono distribuiti ad alcune macchine di test in direzione. Se tutto procede bene, la distribuzione interessa un altro gruppo limitato di macchine, questa volta però in alcune agenzie campione sul territorio; infine dopo alcuni giorni la distribuzione è portata su tutta la rete.

Un investimento iniziale minimoTop

Windows Intune è erogato come servizio a fronte del pagamento di una subscription annuale in base al numero di client. Giuseppe Chillemi è Responsabile dell’Ufficio Gestione Sistemi e Telecomunicazioni del Servizio Information & Communication Technology attivo presso il gruppo assicurativo genovese. “In fase di elaborazione del business case per il progetto di gestione dei PC delle agenzie è risultato che il costo del servizio era equivalente alla somma dei costi che avremmo dovuto sostenere con soluzioni on premise per la software distribution, il configuration management, la sicurezza e la protezione, l’aggiornamento delle licenze dei sistemi operativi”, spiega Chillemi. “A parità di costi, a favore di Windows Intune hanno giocato sia la possibilità di limitare fortemente l’investimento iniziale grazie al modello a subscription, sia la notevole flessibilità dello strumento”.
L'agente di Windows Intune, infatti, è praticamente invisibile, nel senso che l’utente non ha percezione della sua attività mentre raccoglie le informazioni e mentre installa il software per effettuare i nuovi rilasci di versione, mantenere un livello adeguato di protezione e sicurezza dei sistemi o distribuire le patch. “Windows Intune ha vinto per la sua flessibilità e semplicità” riferisce Chillemi. “Da una parte un agente software leggero sulle macchine e dall'altra una console di controllo centralizzata in sede che permette di gestire tutti i PC presenti sulla rete di vendita, senza avere un sistema server in più da gestire e senza dover acquisire software ad hoc”. Oltre alla semplicità della gestione ordinaria, il modello Cloud di Windows Intune consente anche una disponibilità rapidissima nel momento in cui viene attivata una nuova agenzia. La soluzione è utilizzata dagli uffici Gestione Sistemi e Ricerca e Sviluppo, che gestiscono le infrastrutture esterne e interne con due persone allocate giornalmente alla gestione della piattaforma Intune, a rotazione tra tutti gli addetti. “La nostra è una struttura ‘leggera’”, prosegue Chillemi. “La possibilità di avere uno strumento che ci aiuta nel lavoro di gestione senza richiedere nuove risorse e senza obbligarci a rincorrere le criticità non ha prezzo: Windows Intune è lo strumento di cui avevamo bisogno”.

Cosa cambia nel lavoro del personale sistemistico

Con Windows Intune la protezione dei PC dal malware è assicurata da un sistema centralizzato basato su Microsoft Malware Protection Engine, che utilizza le stesse tecnologie di Microsoft Forefront Endpoint Protection e Microsoft Security Essentials. La ricezione di avvisi su aggiornamenti e minacce facilita l'identificazione proattiva e la risoluzione anticipata dei problemi prima che influenzino l’uso dei PC e abbiano un impatto sul business. È possibile inoltre intervenire sui PC delle agenzie, indipendentemente dall'ubicazione degli utenti, tramite assistenza remota. Windows Intune tiene traccia inoltre delle risorse hardware e software utilizzate dalla rete di vendita per gestire con efficienza asset, licenze e conformità.
Il personale di vendita e quello sistemistico hanno apprezzato i cambiamenti introdotti con Windows Intune, anche in considerazione della sua semplicità d’uso. In precedenza, a fronte di un’esigenza di aggiornamento era necessario contattare le persone nelle agenzie, connettersi alle loro macchine in remoto come amministratore e procedere con l’installazione, interrompendo l’operatività del personale. Con Windows Intune, una volta che un pacchetto di aggiornamento è pronto per la distribuzione, viene rilasciato sulla rete e installato nelle dodici ore successive, automaticamente e senza interrompere il lavoro delle persone nelle agenzie. Se si calcola il tempo necessario per intervenire manualmente sulle macchine nella modalità operativa precedente, emerge che con la soluzione Windows Intune il gruppo Carige Assicurazioni e Carige Vita nuova ha la possibile risparmiare oltre un anno/uomo, precedentemente impiegato in attività di gestione a basso valore.
“Con Windows Intune la gestione dei PC delle agenzie del nostro gruppo assicurativo è cambiata radicalmente, senza richiedere l’adozione di nuovi sistemi né di personale aggiuntivo”, sintetizza Andrea Molteni. “Ora il personale delle agenzie ha sempre strumenti aggiornati e noi abbiamo la rete sotto controllo”.
“Windows Intune rappresenta per noi un’opportunità importante e ci sta dando grandi soddisfazioni”, conclude Daniele Balbo. “Il prossimo passo per noi è la gestione di macchine finora considerate periferiche nell’ambito del nostro parco agenziale, mi riferisco ai PC portatili e ai dispositivi mobili, che hanno problematiche di sicurezza, di perdita delle informazioni, di aggiornamento del software: sono problematiche che ci prepariamo ad affrontare con Windows Intune”.


Il cliente

"Con Windows Intune la gestione dei PC delle agenzie del nostro gruppo assicurativo è cambiata radicalmente, senza richiedere l’adozione di nuovi sistemi né di personale aggiuntivo. Ora il personale delle agenzie ha sempre strumenti aggiornati e noi abbiamo la rete sotto controllo"

Andrea Molteni, Direttore Centrale Organizzazione e ICT Carige Assicurazioni e Carige Vita Nuova

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Grande Azienda
  • Settore industriale: Servizi finanziari
  • Scenari:
    • Flexible Workstyle
  • Esigenze di Business:
    • Efficienza e produttività
    • Sicurezza informatica
  • Vantaggi: Adozione di Microsoft Windows Intune, che comprende un servizio cloud per la gestione dei PC erogato dai datacenter Microsoft, un software per la sicurezza e la protezione dal malware e una sottoscrizione mensile che include l'aggiornamento a Windows 7 Enterprise
  • Risparmio: Riduzione dei costi di gestione dei PC e del parco installato; Facilità d’ uso; Assenza di un’infrastruttura dedicata; Flessibilità del servizio in termini di monitoraggio e possibilità di intervento proattivo; Sicurezza e scalabilità
  • Prodotti:
  • Regione: Liguria

Documenti scaricabili