Indesit Company: geo-affidabilità e performance al top grazie a un nuovo cluster SQL Server

Data di pubblicazione: 2013

Le esigenze – Una soluzione consolidata per la gestione dei dati ad alta affidabilità, con Disaster Recovery integrato e in grado di garantire performance adeguate ad oltre 60 applicazioni criticheTop

Con 2,9 miliardi di euro di fatturato, oltre 16.000 dipendenti e 32 sedi in vari paesi, Indesit Company è un’azienda leader a livello internazionale nel mercato degli elettrodomestici. In un simile scenario, l’infrastruttura IT deve garantire a un parco applicativo complesso ed eterogeneo, sicurezza senza compromessi, affidabilità h/24 e prestazioni di alto livello.
Per incrementare il livello di affidabilità generale della sua infrastruttura il cliente ha dato il via, nel 2012, ad un progetto di ristrutturazione e consolidamento in cui uno degli obiettivi principali era quello di fornire una soluzione che potesse garantire la continuità operativa di tutte le applicazioni critiche e un livello di performance adeguato anche in caso di failure completa del data center collocato nel sito principale.
Vista la continua crescita della mole di dati gestiti, il cliente aveva l’ulteriore esigenza di ottimizzare l’utilizzo dello storage, riducendo in maniera consistente sia lo spazio utilizzato che le finestre di backup.
Per finire, la soluzione doveva garantire la possibilità di migrare tutte le applicazioni in maniera del tutto trasparente e con disservizio minimo. In particolare, l’applicazione Field Force Automation che conta circa 800 palmari operativi su Italia, Francia e Belgio che utilizzano la Web Synchronization for Merge Replication, risultava particolarmente critica proprio per la sua complessità architetturale e per la difficoltà di eseguire un “Large Update”, cioè la distribuzione di massa degli snapshot per l’inizializzazione delle sottoscrizioni dei palmari, in tempi rapidi, con disservizio ridotto e costi contenuti

La soluzione – Un cluster SQL Server multi-istanza con nodi geograficamente distribuiti su più sediTop

Viste la complessità della situazione di partenza, il numero di applicazioni da consolidare sulla nuova infrastruttura e le difficoltà tecniche da superare, gli obiettivi da raggiungere erano davvero ambiziosi. Per realizzare il progetto, il reparto IT Indesit ha scelto Metisoft S.p.A., un partner Microsoft con competenze specifiche ed esperienza pluriennale nella realizzazione di infrastrutture di Data Management ad alta affidabilità, con cui collabora da anni anche in altri ambiti. Durante il progetto Indesit si è avvalsa anche del supporto post vendita Microsoft Services Premier, riducendo ulteriormente i tempi di rilascio in produzione.
Dopo uno studio approfondito sulle criticità specifiche di ogni singola applicazione e la valutazione delle alternative possibili, si è deciso di sfruttare l’infrastruttura di storage già in produzione, con controller e dati replicati su due siti collegati in fibra ottica, per realizzare un cluster SQL Server con nodi geograficamente distribuiti e 12 istanze indipendenti.
Parallelamente si è scelto di potenziare la parte di reportistica effettuando l’upgrade di tutte le istanze SQL Server Reporting Services alla versione SQL Server e di consolidarle su server virtuali con architettura a 64 bit.
Per le due istanze che utilizzavano la Merge Replication si è installato, in un’apposita DMZ, un server virtuale basato su tecnologia Windows Server per la gestione della Web Synchronization e si è realizzato un portale ad hoc per la gestione Self-Service del “Large Update”.
Sfruttando le funzionalità di compressione dei dati e dei backup di SQL Server, è inoltre risultato possibile implementare procedure di backup efficaci via rete, mediante l’utilizzo di dispositivi NAS, decisamente meno costosi rispetto allo storage principale

I benefici – Consolidamento, sicurezza, affidabilità, performance e ottimizzazione per la riduzione del TCO e la soddisfazione degli utenti finaliTop

L’infrastruttura così realizzata ha portato al cliente vantaggi numerosi e tangibili, sotto diversi punti di vista.
Consolidamento - Si è riusciti a consolidare 12 istanze SQL Server e oltre 60 applicazioni in un unico cluster, conservando nel contempo margini di crescita per l’aggiunta di ulteriori istanze e/o applicazioni.
Sicurezza - Ogni istanza SQL Server opera con utenti di servizio diversi e secondo il principio del minor privilegio possibile. In questo modo, anche se un attaccante riuscisse a sfruttare una falla di sicurezza di una delle applicazioni che operano sul cluster, le altre istanze SQL Server continuerebbero a funzionare senza problemi. Parallelamente, l’infrastruttura utilizzata per la Web Synchronization for Merge Replication è stata migrata su IIS 7.5 e quindi su una piattaforma più sicura, performante (64 bit) e affidabile rispetto a quella di partenza.
Affidabilità - Il cluster, oltre ad utilizzare uno storage ridondato e replicato su due sedi diverse collegate tra loro in fibra ottica, è stato realizzato con 4 nodi (2 attivi e due passivi) anch’essi distribuiti sulle due sedi in modo da garantire, in caso di failure completa del sito principale, un failover automatico e immediato sul sito di Disaster Recovery.
Performance - Sfruttando l’architettura x64 di Windows Server e SQL Server, le prestazioni misurate sulle varie applicazioni sono aumentate, in media, di tre o quattro volte rispetto all’architettura di partenza. In alcuni casi particolari, gli utenti finali hanno riscontrato tempi di elaborazione pari ad un sesto di quelli rilevati prima della migrazione.
Ottimizzazione - Grazie alla compressione dei backup SQL, lo spazio utilizzato per i backup si è ridotto del 70% e i backup stessi, post migrazione, durano in media un quarto rispetto alla situazione di partenza.
“I miglioramenti implementati nelle varie aree – dichiara Andrea Landini, IT Service Delilvery & Architectures Manager di Indesit - hanno portato alla realizzazione di un’infrastruttura solida, gestibile e performante consentendo, al tempo stesso, una sensibile riduzione del Total Cost of Ownership a carico dell’Azienda.”
“Le migrazioni applicative – aggiunge Danilo Belardinelli, Senior DBA Indesit e Project Manager per questo progetto – si sono concluse tutte senza problemi e in maniera del tutto trasparente per gli utenti finali. Nel caso dell’applicazione Field Force Automation, siamo addirittura riusciti ad effettuare il “Large Update” su tutti i palmari in modalità “Self-Service” e in tempi rapidissimi, tanto che, dopo sole 24 ore dallo Startup, il 92% dei dispositivi aveva già completato l’aggiornamento e stava replicando sulla nuova infrastruttura.”


Il cliente

"I miglioramenti implementati nelle varie aree hanno portato alla realizzazione di un’infrastruttura solida, gestibile e performante consentendo, al tempo stesso, una sensibile riduzione del Total Cost of Ownership a carico dell’Azienda"

Andrea Landini, IT Service Delilvery & Architectures Manager di Indesit

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Grande Azienda
  • Settore industriale: Manifatturiero
  • Scenari:
    • Business Analytics
  • Esigenze di Business:
    • Gestione e analisi dei dati
  • Vantaggi: Grazie alla compressione dei backup SQL, lo spazio utilizzato per i backup si è ridotto del 70% e i backup stessi, post migrazione, durano in media un quarto rispetto alla situazione di partenza
  • Risparmio: L’infrastruttura così realizzata ha portato al cliente vantaggi numerosi e tangibili, sotto diversi punti di vista come le 12 istanze SQL Server e oltre 60 applicazioni in un unico cluster
  • Prodotti:
  • Regione: Marche