Ge.Si.ass sceglie Microsoft SQL Server 2008 per la Business Intelligence

Data di pubblicazione: 2010

Le esigenze: migliorare gli strumenti di reporting con una piattaforma aperta alle future richieste del businessTop

Ge.Si.ass. opera come una divisione IT interna nella gestione dei servizi informativi per le sedi italiane dei Gruppi assicurativi Nationale Suisse e Helvetia. Nell’ambito dell’application management sviluppa applicativi su differenti piattaforme tecnologiche, implementa soluzioni standard e verticali, gestisce il ciclo di vita software e le relative certificazioni. Sul fronte sistemistico amministra le reti, i sistemi hardware, i client e la profilazione utenti, le server farm e le logiche di disaster recovery con le differenti policy di sicurezza adottate dai due gruppi assicurativi. È inoltre responsabile del facility management, del project management e del disegno dei processi in qualità di interfaccia verso le linee di business. La società eroga servizi per 6 diverse compagnie, per un totale di 480 utenti, 600 dispositivi fissi e mobili e oltre 900 stampanti. Sommando tutti i servizi offerti alle agenzie, Ge.Si.ass gestisce i servizi IT per 10.000 utenti e per le agenzie plurimandatarie la qualità del servizio applicativo risulta discriminante nelle scelte dei prodotti da offrire ai clienti. Ge.Si.ass. ha ricevuto dalle Direzioni Vita dei due Gruppi la richiesta di un nuovo sistema di analisi e reporting dotato di maggiore flessibilità, rapidità di risposta e capacità evolutiva rispetto alla precedente soluzione sviluppata su prodotti Business Objects, MIK e SAP/BW. Il sistema ERP contiene tutti i moduli della piattaforma SAP ed è alimentato da un database Microsoft SQL Server 2005 a 64 bit.
“Abbiamo scartato l’ipotesi di evoluzione dei sistemi MIK e Business Objects per l’intrinseca complessità di sviluppo e per i conseguenti costi, oltre ai risultati che avrebbero risolto solo i problemi contingenti, senza offrire reali possibilità di ulteriore sviluppo”, premette Andrea Oggioni, Responsabile Area Organizzazione Interna, Processi e Progetti. “La piattaforma Microsoft per il data warehouse e la business intelligence garantiva invece un’agevole evoluzione degli strumenti di analisi in funzione delle future richieste delle linee di business e si integrava in modo nativo al database in produzione presso le società di riferimento”.

La soluzione: Microsoft SQL Server 2008 per una completa integrazione fra ERP, database e strumenti di reportingTop

ll progetto per il nuovo sistema di business intelligence è stato affidato all’Area Organizzazione Interna, Processi e Progetti di Ge.Si.ass., sotto la guida operativa di Giorgio Mammino, che ha costituito un team di lavoro insieme agli utenti finali e ai consulenti di Solid Quality Mentors. Le specifiche provenienti dalle Direzioni Vita erano molto dettagliate, fino alla precisa definizione di contenuti e layout dei singoli report.
“L’attuale soluzione tecnologica è derivata da un’analisi condotta da un team che comprendeva diverse competenze e che ha valutato sia gli aspetti funzionali, sia le caratteristiche tecniche delle piattaforme”, afferma Marco Sacco, Direttore Sistemi Informativi di Ge.Si.ass. “Se escludiamo un mainframe in corso di dismissione sul medio periodo, la nostra piattaforma applicativa è largamente sviluppata su prodotti Microsoft, con SQL Server 2005 per i database relazionali, BizTalk Server, Microsoft Office e con progetti di evoluzione intranet su Microsoft SharePoint Server. Lo sviluppo dei nuovi strumenti di reporting con la precedente tecnologia avrebbe quindi rallentato il processo di razionalizzazione dell’infrastruttura”.
La nuova piattaforma è stata sviluppata su database Microsoft SQL Server 2008 con gli strumenti di Microsoft SQL Analysis Services 2008. Dopo la realizzazione del prototipo e l’analisi delle tipologie di dati provenienti da SAP, è stato implementato il data warehouse e i relativi cubi per definire le tipologie standard di report. Le funzioni di Microsoft SQL Server 2008 Reporting Services sono state utilizzate per produrre i report statici, mentre un foglio di calcolo di Microsoft Excel è stato collegato direttamente al cubo OLAP per offrire la possibilità di accesso diretto e in tempo reale alle informazioni. Gli utenti hanno ricevuto solo la formazione necessaria per la perfetta comprensione del modello, mentre le modalità di utilizzo degli strumenti di Microsoft Excel erano ben conosciute. Il nuovo data warehouse carica giornalmente un TeraByte di dati di notevole complessità provenienti dal sistema ERP e la gestione di questi volumi di informazioni è stata notevolmente semplificata dal nuovo Microsoft SQL Server 2008.
“L’ultima versione del database Microsoft ci ha permesso di caricare i dati molto rapidamente. Le funzioni di partizionamento e compressione dei dati comprese in Microsoft SQL Server 2008 hanno infatti garantito ottime prestazioni del sistema evitando ulteriori investimenti hardware”, sottolinea Sacco. “Questo non sarebbe stato possibile con la versione precedente o con altre tecnologie a causa della complessità con cui i dati sono memorizzati nelle tabelle di SAP. Insieme all’assenza di problemi sistemistici, questi risultati ci hanno convinto a proseguire con la migrazione di tutti i nostri database verso Microsoft SQL Server 2008”.

I benefici: strumenti di business intelligence omogenei per differenti esigenze di analisi dei datiTop

Al termine della prima fase del progetto per una nuova piattaforma di business intelligence, la tecnologia Microsoft per database, data warehouse e reporting ha confermato le aspettative dei responsabili di Ge.Si.ass. in termini di miglior rapporto fra costi complessivi e qualità degli strumenti di analisi. La disponibilità dei dati in tempo reale permette oggi al management di Nationale Suisse e Helvetia interventi tempestivi sulle scelte tattiche, mentre l’applicazione del nuovo modello di analisi dei dati alle informazioni degli anni precedenti agevola il confronto storico fra tutti i parametri di business. Le Direzioni Vita risultano oggi completamente autonome nella consultazione dei report sull’andamento tecnico, sulla nuova produzione, sulle emissioni, sulle liquidazioni e su molti altri indicatori, disponendo di un’elevatissima profondità di dettaglio. Gli utenti delle Direzioni Vita hanno dimostrato piena soddisfazione per i nuovi strumenti di reporting e oggi viene richiesta a Ge.Si.ass. un’estensione dei modelli di analisi costruiti su tecnologia Microsoft per rispondere alle richieste di altre linee di business.
“Dopo questa positiva esperienza continuiamo i nostri investimenti sulla tecnologia SQL Server 2008 con l’obiettivo di uniformare su piattaforma Microsoft la maggior parte dei sistemi di business intelligence attualmente operativi in ambienti eterogenei presso le due società”, afferma Marco Sacco. “In questo modo otterremo benefici di business grazie alle funzionalità più avanzate e alle migliori prestazioni, realizzando anche un vantaggio economico nella gestione sistemistica derivato dalla completa omogeneità delle procedure di evoluzione e gestione della piattaforma”.

I benefici: Microsoft SQL Server 2008 consente di estendere facilmente la piattaforma di business intelligence fino a coprire le esigenze di tutte le linee di businessTop

In sintesi, le richieste provenienti dalle Direzioni Vita sono state sfruttate dai responsabili di Ge.Si.ass. per compiere una precisa scelta di evoluzione tecnologica e predisporre una piattaforma di business intelligence in grado di rispondere agevolmente alle future necessità di analisi dei dati provenienti sia dall’ambiente SAP che dai gestionali tecnici in corso di implementazione. La futura centralizzazione del sistema di supporto decisionale costituirà la base per attività di operational reporting estese a tutte le divisioni dei due gruppi assicurativi e si collocherà all’interno di un quadro complessivo di ottimizzazione dell’architettura software.
“Questo progetto ha innescato una dinamica virtuosa che porta a ulteriori evoluzioni degli strumenti di reporting, anche con la definizione di un modello organizzativo in grado di migliorare l’utilizzo di una tecnologia avanzata da parte degli utenti di alto livello decisionale”, conclude Andrea Oggioni. “Durante l’implementazione abbiamo compreso bene le potenzialità della piattaforma Microsoft di business intelligence, che ha risposto con semplicità ed efficacia a tutte le necessità di analisi delle Direzioni Vita. Sulla base dei riscontri positivi degli utenti abbiamo quindi avviato un’estensione dei modelli di estrazione e analisi dei dati per coprire rapidamente anche le necessità della Direzione Sinistri di Helvetia. Per far questo utilizziamo gli stessi strumenti di SQL Analysis Services 2008 e SQL Server 2008 Reporting Services usati per il Ramo Vita, riconfigurati in funzione delle diverse esigenze di supporto alle decisioni di business”.


Il cliente

"Dopo questa positiva esperienza continuiamo i nostri investimenti sulla tecnologia SQL Server 2008 con l’obiettivo di uniformare su piattaforma Microsoft la maggior parte dei sistemi di business intelligence attualmente operativi in ambienti eterogenei presso le due società."

Marco Sacco - Direttore Sistemi Informativi di Ge.Si.ass.

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Media Azienda
  • Settore industriale: Information & Communication Technology
  • Scenari:
    • Business Intelligence
  • Esigenze di Business:
    • Gestione e analisi dei dati
  • Vantaggi: Continua disponibilità delle informazioni di business con livelli di dettaglio personalizzabili; Predisposizione di una piattaforma di business intelligence centralizzata e aperta allo sviluppo; Semplice configurazione di nuovi report in funzione delle future richieste di analisi per il supporto decisionale
  • Risparmio: Rispondere a nuove richieste di analisi dei dati di business; Superare le limitazioni funzionali ed evolutive delle precedenti tecnologie di reporting; Definire una piattaforma di data warehouse uniforme e capace di evolvere con le esigenze di business
  • Prodotti:
  • Regione: Lombardia