Tempestive sceglie Windows Azure per sviluppare un Big Data Collector

Data di pubblicazione: 2013

Le EsigenzeTop

Tempestive ha realizzato un motore per la raccolta e il processing dei dati da offrire come servizio a differenti tipologie di utenti che abbiano la necessità di raccogliere e processare dati provenienti da dispositivi diversi. La flessibilità del prodotto è tale da potersi interfacciare con i sistemi più diversi (and esempio chiller, frigoriferi, generatori di energia, sportelli bancomat, strumenti di controllo e misura, sensori, applicazioni software) distribuiti su un territorio vasto, potenzialmente su scala globale.
L’aspetto principale del progetto, che ne definisce anche una delle peculiarità, è quello di fornire un servizio indipendentemente dai dispositivi utilizzati in modo da poter costituire un servizio ad alta flessibilità come richiesto dai paradigma “Internet delle cose”

La soluzioneTop

La soluzione costruita da Tempestive, il Big Data Collector (BDC), si basa su diversi moduli ospitati su piattaforma Windows Azure.
Anche se i moduli sono in gran parte realizzati su tecnologia .Net, c’è stata la necessità di integrare tecnologia Jboss Drools (una tecnologia open source di Red Hat) per consentire la raccolta dei dati da un numero considerevole di dispositivi, automatizzandone la gestione attraverso un “motore di regole” che è stato configurato in modo da riprodurre l’esperienza del personale tecnico replicata su migliaia di dispositivi

I beneficiTop

Tempestive è oggi in grado di offrire un servizio unico nel suo genere per scalabilità e flessibilità. Gli utenti, che sottoscrivono il servizio offerto, possono modulare la sottoscrizione in funzione delle necessità e del carico di dati più idoneo. Non dovendo installare nulla nei loro datacenter, possono attivare il servizio in tempi molto rapidi e scalarlo al crescere delle esigenze.
La stessa piattaforma consente, oltre alla raccolta, la produzione di report analitici configurabili dagli utenti e quindi permette anche la “lettura” dei dati raccolti dai dispositivi.
Infine, la scelta di Windows Azure ha consentito a Tempestive da un lato di offrire un servizio altamente personalizzabile e dinamico, e dall’altro di capitalizzare le conoscenze relative alla tecnologia Java/open source, integrando facilmente le funzionalità disponibili tramite il package Drools


Il cliente

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Piccola Impresa
  • Settore industriale: Information & Communication Technology
  • Scenari:
    • Cloud computing
  • Esigenze di Business:
    • Efficienza e produttività
  • Vantaggi: Raccolta e produzione di report analitici configurabili dagli utenti; Servizio altamente personalizzabile e scalabile dinamicamente;
  • Risparmio: Capitalizzazione delle conoscenze relative alla tecnologia Java/open source
  • Prodotti:
  • Regione: Friuli-Venezia Giulia