Mallware: una marcia in più per il Tessile e l’Agroalimentare

Data di pubblicazione: 2008

Le esigenzeTop

Ampliare il business e dedicarsi in maniera innovativa ai clienti direzionali
Luigi Manzo è Amministratore Unico di Mallware, società informatica dedicata alla vendita e all’assistenza di prodotti hardware e software, con la quale ha ottenuto la certificazione di Microsoft Small Business Specialist (SBSC). Il suo punto vendita ha sede operativa a Scafati in provincia di Salerno (e sede legale a Pompei), è affiliato alla catena di negozi Wellcome, specializzati nella vendita di prodotti informatici, ma soprattutto nell’assistenza ai privati ed alle aziende.
Sempre attento a trovare occasioni di espansione per la propria attività, e conseguentemente a migliorare il servizio offerto ai propri clienti, l’Amministratore – che in azienda segue i clienti direzionali, ossia le aziende di piccola e media dimensione – è venuto a conoscenza, attraverso le comunicazioni istituzionali di Microsoft, dell’esistenza dell’iniziativa Innovazione e Finanziamenti (che vede operare insieme HP, Intel e Microsoft) e conseguentemente della possibilità di partecipare a bandi di gara per i settori Tessile e Agroalimentari promossi dalla Regione Campania (“Agevolazioni per investimenti in ICT per le PMI del settore Tessile” e Agroalimentare).

La soluzioneTop

Portare l’ICT ai clienti grazie a finanziamenti pubblici
L’idea è stata quella di passare il vantaggio competitivo ai clienti di Mallware, ossia di farli accedere a programmi di investimento fondati sull'impiego dell'ICT.
Riferisce Luigi Manzo: “Con la collaborazione di Innovazione e Finanziamenti, abbiamo individuato il bando ad hoc dedicato alla regione nella quale operiamo, la Campania. Studiati i requisiti necessari per partecipare, ci siamo dedicati alla scelta dei clienti Mallware che avessero le caratteristiche richieste. Conoscendo il business e i sistemi informativi dei nostri clienti, non è stato difficile individuare sei realtà del tessuto imprenditoriale della Campania. I clienti sono dunque stati contattati, e si è presa visione dell’infrastruttura esistente, per valutare i necessari ammodernamenti”.
A inizio marzo 2007 il progetto di richiesta finanziamento viene completato, e le sei aziende prescelte partecipano ai due bandi. Già a luglio vengono resi noti i risultati: tutte le aziende ottengono il finanziamento e possono rinnovare i propri sistemi informativi. “In questo caso la macchina del governo regionale si è dimostrata veloce ed efficace, in tempi e risposte”, commenta Manzo.
Per quanto riguarda i numeri, il totale del contributo a fondo perduto ricevuto è stato pari a 180 mila euro (365 mila era l’ammontare del costo complessivo degli investimenti dei 6 clienti), pari al 50% dei costi complessivi sostenuti per gli investimenti.
Ogni singolo progetto (dal costo di circa 60mila euro, con 30mila euro ricevuti a fondo perduto) consente la realizzazione di Portali B2B o B2C, meeting virtuali, comunicazione d’impresa, ERP, agenda degli eventi, posta elettronica certificata, fattura elettronica e firma digitale.
A questa prima tranche di richieste ha fatto seguito un nuovo bando di finanziamento, rivolto allo sviluppo e all’innovazione delle aziende artigiane, la cui dotazione è pari a 5,4 milioni di euro. In questo caso le aziende individuate sono state 12. In realtà il bando prevede stanziamenti dedicati all’acquisto di macchinari e attrezzature essenziali all'attività; per tutte le aziende è stato previsto l'acquisto di PC e accessori; per il 90% un sito Internet e per circa la metà acquisto di software gestionali e/o server. Il contributo a fondo perduto medio richiesto si attesta attorno al 30-50%.

Due esempi di successo
Tra le diverse realtà che hanno ottenuto il finanziamento rivolto al settore Tessile ed Agroalimentare per innovare i propri sistemi informativi, due sono particolarmente interessanti. Si tratta di Tufano srl e Casa di Amalfi.
Tufano, azienda che vende capi alla moda con negozi a Pompei e Scafati, tra le diverse attività implementate,sta realizzando, con la collaborazione di Mallware, un portale di vendita on line per la fidelizzazione della clientela. In occasione dei saldi, i migliori clienti vengono avvertiti e possono fare acquisti via Web in esclusiva, prima di ogni altro cliente.
Inoltre, grazie alla nuova possibilità di analizzare i resti a magazzino, Tufano può creare un canale di e-commerce dedicato ai clienti grossisti per la vendita dei capi rimasti dalle precedenti collezioni.
La Casa di Amalfi è invece una piccola impresa artigiana, a gestione familiare, specializzata nella produzione di liquori locali, con sede ad Angri. Data la particolarità dei prodotti venduti, la Casa di Amalfi è riuscita a crearsi una buona clientela internazionale. Che grazie a Innovazione e Finanziamenti e Mallware oggi potrà essere ampliata: il finanziamento ottenuto le ha infatti consentito di aprire un portale di e-commerce.

I beneficiTop

Più innovazione per le aziende clienti, più visibilità e credito per i Partner
Il ruolo di Mallware nella ricerca e definizione dei soggetti idonei a ricevere un finanziamento è stato fondamentale: l’azienda prima ha fornito ai propri clienti informazioni che si sono rivelate preziose per ottenere i contributi, poi, forte della partnership con Microsoft, ha contribuito a introdurre innovazione attraverso la tecnologia, sfruttando le idonee soluzioni per le PMI che aveva a portafoglio.
È solo attraverso questa sinergia che Mallware ha reso concreti, personalizzandoli, progetti ad hoc. La padronanza di Microsoft delle soluzioni per il mondo delle piccole e medie imprese ha dunque consentito a Mallware di avere i giusti strumenti per confezionare strumenti di nuovo business.
Anche Mallware ha tratto benefici da queste iniziative congiunte con Innovazione e Finanziamenti, che riguardano il rapporto con clienti e prospect.
Per quanto riguarda la clientela già a portafoglio, l’azienda ha dimostrato di essere attenta, e pronta a rispondere alle necessità, con un approccio consulenziale.
“Per quanto riguarda invece i prospect, grazie alla collaborazione degli studi di commercialisti, abbiamo proposto a diverse aziende l’opportunità di partecipare ai bandi di gara. Ci siamo dunque presentati con un ottimo biglietto da visita”, commenta Manzo.
In questo modo, grazie al progetto condotto con Innovazione e Finanziamenti, Mallware ha potuto riposizionarsi molto più in alto rispetto ai competitor diretti.


Il cliente

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Piccola Impresa
  • Settore industriale: Commercio e Distribuzione
  • Scenari:
    • Licensing
  • Esigenze di Business:
    • Ottimizzazione dei costi
  • Prodotti:
  • Regione: Campania