Pedrollo condivide il valore e la tutela delle opere dell’ingegno

Data di pubblicazione: 2005

Le esigenzeTop

Maggiore tutela dei prodotti dell’ingegno e rispetto delle dinamiche di mercato La richiesta di un serio impegno in sede europea contro la contraffazione è quanto emerge dalle parole di Silvano Pedrollo, fondatore di un’azienda che esporta elettropompe in 160 paesi del mondo e che subisce la concorrenza sleale di produttori che sfruttano il riconoscimento mondiale della qualità Pedrollo per offrire prodotti contraffatti e di bassa qualità. Molti produttori e società di trading dell’estremo oriente sembrano infatti indifferenti a semplici regole del mercato, come la tutela del diritto d’autore e dei marchi di fabbrica. In aggiunta, le politiche economiche di alcuni paesi favoriscono il dumping sui prezzi e danneggiano strutture produttive sane e orientate alla qualità, come molte imprese italiane che devono affrontare spese enormi per la tutela legale dei propri prodotti.
Proprio la qualità dei prodotti, oltre all’impegno per l’innovazione e all’assistenza ai Paesi in cui la vita è spesso legata a pochi pozzi d’acqua costituiscono l’etica civile e industriale del fondatore di Pedrollo S.p.A., etica più volte apprezzata anche attraverso diversi riconoscimenti ricevuti nel tempo.
“Da oltre dieci anni i nostri prodotti vengono continuamente contraffatti, causando una mancata crescita dell’azienda che stimiamo essere pari al 40 percento circa, oltre al danno di immagine”, afferma Silvano Pedrollo. “Noi perseveriamo con l’innovazione dei prodotti come elemento distintivo della nostra azienda, ma gli investimenti non vengono valorizzati proprio a causa della contraffazione e di politiche di prezzo che pongono molti produttori dell’estremo oriente fuori dalle regole della competizione. Per superare questo scenario che ha portato alla crisi di molta industria italiana ritengo necessaria un’azione incisiva a livello europeo e l’affermarsi di una nuova cultura capace di riconoscere il valore delle idee e dei prodotti che da esse traggono origine”.
Per un imprenditore come Silvano Pedrollo è naturale comprendere quanto sia importante la tutela della proprietà intellettuale in tutti i settori. Per questo motivo non ha esitato, su richiesta del proprio responsabile IT, ad accettare il servizio SAM di Microsoft teso a realizzare un check up della piattaforma software per comprendere la tipologia e i quantitativi dei prodotti installati, accertarsi della piena corrispondenza con le licenze possedute (software compliance) e valutare il vantaggio competitivo che una piattaforma software aggiornata ed efficiente può dare ad un’impresa come la sua.
Pedrollo S.p.A. si è affidata a Vecomp Software, in qualità di Microsoft Gold Certified Partner con qualifica SAM, per la realizzazione del servizio di software asset management. L’intervento ha permesso di verificare e integrare il software Microsoft installato fornendo consulenza per migliorare la gestione del software in termini di policy di utilizzo dei prodotti, di modalità di approvvigionamento del software e di pianificazione dell’evoluzione futura della piattaforma applicativa in relazione ai processi di business dell’azienda.

La soluzioneTop

Software Asset Management come sistema a supporto delle decisioni di investimento
Il servizio Microsoft SAM ha dapprima provveduto a inventariare le risorse software e i relativi documenti di licensing, procedendo con le opportune integrazioni e con la definizione di un piano per la gestione delle risorse hardware e software. L’analisi ha evidenziato l’opportunità di standardizzare il parco esistente di PC e server uniformando i server a Windows® Server 2003 e tutti i client a Microsoft Office 2003. Inoltre con Microsoft Systems Management Server 2003 sono stati messi sotto gestione integrata i circa 100 client della rete, mentre il precedente server di posta è stato migrato a Microsoft Exchange Server 2003.
Per garantire aggiornamenti software tempestivi al rilascio di versioni successive, è stata scelta la copertura licensing con la formula Software Assurance.
Contemporaneamente al consolidamento della piattaforma, Vecomp Software, in qualità di CPLS (Microsoft Certified Partner for Learning Solutions) ha avviato il programma di formazione sistemistica e i percorsi formativi differenziati per gli utenti delle nuove versioni del software.
“A seguito dell’evoluzione verificatasi negli anni recenti, oltre a una verifica puntuale della piattaforma Microsoft installata e dello stato delle licenze, volevamo anche capire come migliorare in termini complessivi l’infrastruttura della nostra rete e degli strumenti applicativi”, afferma Dario Ambrosini, responsabile IT di Pedrollo S.p.A. “Microsoft SAM ha contribuito al raggiungimento dei nostri obiettivi di miglioramento dell’infrastruttura software, utilizzando le soluzioni aggiornate proposte da Microsoft, in grado di supportare lo sviluppo futuro in termini sia di aggiunta di nuovi utenti sia di supporto a nuove applicazioni”.

I beneficiTop

Gestione dell’infrastruttura e formazione degli utenti
Microsoft SAM ha permesso all’azienda di valutare correttamente la propria situazione di software compliance, migliorando le politiche di gestione e i sistemi di controllo sulle risorse hardware e software. Mentre si ridefinivano gli standard per i sistemi client sono stati effettuati dei test sugli utenti per valutare l’abilità nell’uso degli strumenti informatici e in base ai risultati raccolti sono state realizzate classi omogenee su cui pianificare le attività di formazione. A seguito della standardizzazione a Office 2003 e alle predette attività di formazione è stato stimato un sensibile aumento della produttività e una diminuzione dei costi di help desk. Inoltre la standardizzazione dei server aziendali su Windows Server 2003 e la migrazione al server di posta Exchange Server 2003 ha introdotto i vantaggi della gestione integrata in Active Directory e dell’accesso via Web indispensabile per offrire al personale fuori sede la disponibilità di tutti servizi offerti dalla rete aziendale.
“Pedrollo è un’azienda che crede nell’innovazione continua e l’ambito IT assume quindi un importante ruolo di servizio al core business”, afferma Ambrosini. “Per questo vogliamo offrire ai nostri utenti soluzioni applicative aggiornate e complete. Condividiamo inoltre la filosofia di Microsoft SAM che vede aggiornamento e formazione come elementi fondamentali per un utilizzo corretto delle risorse software, non solo dal punto di vista legale ma anche per sfruttarne al meglio le potenzialità”.
Al termine del servizio Microsoft SAM, Pedrollo ha deciso l’implementazione di Microsoft Systems Management Server 2003 per la gestione delle risorse hardware e software, aumentando l’efficacia di help desk e supporto sistemistico. La standardizzazione della piattaforma e l’utilizzo del nuovo strumento di gestione offrono oggi al responsabile IT maggiore disponibilità di tempo per consolidare il lato server dell’infrastruttura e per disegnare i nuovi servizi. È allo studio un’evoluzione della Intranet su tecnologia Microsoft SharePoint Portal Server come primo esempio di evoluzione integrata per rispondere alla necessità di maggiore efficacia nella gestione e nella condivisione del patrimonio informativo.

Asset management e controllo sull’innovazione
Dopo aver ottenuto l’attestato di corretta gestione del software Microsoft e in seguito alla scelta di consolidamento per piattaforma e sistemi client, Pedrollo S.p.A. guarda al futuro con la volontà di perseguire le proprie scelte di qualità e legalità.
Paolo Roverani, responsabile delle relazioni e dello sviluppo a livello internazionale della Pedrollo, sottolinea come il possesso di tecnologie allo stato dell’arte permetterà di compiere facilmente i prossimi passi verso la gestione di infrastrutture globali di supporto alla presenza internazionale della Pedrollo S.p.A.: gestione centralizzata dei sistemi nelle filiali internazionali, strumenti di business intelligence e connettività mobile, garanzie di business continuity dei sistemi centrali, migliori processi in ottica di workgroup sono i contribuiti della tecnologia Microsoft all’affermazione di un’azienda sana nei confronti di competitor sleali.
“La continua innovazione costituisce l’arma migliore contro la contraffazione”, conclude Silvano Pedrollo. “Con questo presupposto vediamo nella tecnologia Microsoft, fatta di prodotti originali e costantemente aggiornati, il punto di partenza per un’evoluzione dei sistemi informativi in linea con i nostri valori e con la nostra politica di sviluppo”.


Il cliente

Case History in breve