Microsoft fornisce al personale di Demolli nuove possibilità per esprimere il proprio potenziale

Data di pubblicazione: 2007

Le esigenzeTop

Migliorare l’interoperabilità, gestire i dati in modo univoco
Demolli, 4 stabilimenti, 250 addetti, è un’azienda specializzata nella produzione di Tubi di cartone e Anelli di cartone. Dal 1 dicembre 2006 Demolli fa interamente capo a Sonoco-Alcore, gruppo Sonoco, leader mondiale del packaging. Nel 2005 l’azienda si è trovata con una serie di criticità legate ai propri sistemi informativi. In particolare, l’esigenza forte era quella di razionalizzare l’intera rete per passare a una WAN più efficiente e adeguata alle esigenze dei tempi. Nei diversi stabilimenti produttivi vigevano domini diversi e difficoltà a identificare le repliche dei dati; gli utenti faticavano ad accedere a dati che risiedevano in una delle altre tre sedi. In sostanza, la rete sottostante deputata al governo dei sistemi non garantiva un’interoperabilità ottimale. Altro aspetto, sottolineato dall’IT manager, Roberto Comina: “era legato al fatto che la rete fosse ancora host centrica, basata su AS400, con lan separate in diversi domini. Nel frattempo, però, il controllo della produzione si era andato evolvendo su Microsoft SQL Server 2000 e doveva essere condiviso dalle diverse sedi”. Per questi motivi l’azienda ha ritenuto opportuno, in sinergia con il Microsoft Certified Partner Taborelli, ricercare una nuova soluzione che migliorasse comunicazioni e interoperabilità.

La soluzioneTop

Un solo dominio di riferimento, l’azienda aumenta l’efficienza
Il progetto, durato un anno e mezzo, si è concluso nel 2006 e sono state coinvolte tutte le sedi dell’azienda. Due i livelli di intervento che sono stati eseguiti, e che hanno compreso anche il ripensamento dell’hardware: è stato prima di tutto progettato il disegno preventivo di quella che sarebbe stata la rete nuova. È stato stabilito quale hardware fosse adatto per questo genere di rete, e si è proceduto dunque alla sostituzione, sede per sede.
Successivamente, sono stati installati Microsoft Windows Server 2003, e Microsoft SQL 2000. “È stato anche realizzato un test fuori linea, su Microsoft SQL 2000, per verificare se l’applicativo da noi utilizzato abitualmente avesse problemi di compatibilità. Cosa che non è stata riscontrata”, spiega Roberto Comina. Il sistema informativo di Demolli possiede oggi nuove caratteristiche: il punto di forza è dato dall’avere un unico dominio di riferimento. Spiega Comina: “Questo significa che le persone del comparto IT non hanno più necessità di spostarsi fisicamente, dato che hanno la possibilità di svolgere molte più operazioni in remoto. Il sistema di naming è unico per le diverse macchine, e questo aspetto non fa che velocizzare ancora di più la nostra attività. Anche le prestazioni sono notevolmente migliorate”.

I beneficiTop

L’utente accede alle informazioni da ogni sede
“Prima, il lavoro degli utenti veniva bloccato letteralmente, in quanto chi apriva l’applicazione accedeva ai record in modo esclusivo, mentre gli altri attendevano. Oggi, invece, più persone riescono a lavorare contemporaneamente sullo stesso record, ed è di conseguenza aumentata la produttività dei singoli”, precisa l’IT manager.
Demolli ha anche proceduto all’aggiornamento alla versione 2003 di Microsoft Office. L’azienda a breve migrerà a Microsoft SQL 2005: come successe in passato, anche in questo caso, racconta l’IT manager: “Si testerà prima di tutto se l’applicativo di produzione tipico del nostro settore di mercato è in grado di girare sulla nuova piattaforma. In realtà, siamo già ampiamente soddisfatti di Microsoft SQL 2000, e ci attendiamo lo stesso grado di soddisfazioni, con le performance sempre maggiori, dalla nuova versione”.
Tre i concetti chiave che rappresentano i benefici maggiormente percepiti da Demolli, una volta implementate le soluzioni Microsoft: “Razionalizzazione, integrazione, omogeneità del dato”, dichiara l’IT manager. Racconta l’IT manager: “Molto probabilmente, Demolli adotterà Microsoft Dynamics NAV come sistema gestionale, iniziando dalla parte contabile. Entro il 2008, tutto il sistema informativo passerà su Dynamics NAV, e l’esperienza con l’AS400 potrà dirsi completamente conclusa”.


I partner

Case History in breve