Edipower integra i dati di produzione in un efficiente sistema di reporting

Data di pubblicazione: 2006

Le esigenzeTop

Consolidare dati e processi in una piattaforma orientata all’integrazione
Dopo la liberalizzazione del mercato energetico italiano e la conseguente acquisizione della società Eurogen, proveniente da ENEL, Edipower comincia una progressiva migrazione dal sistema informativo di ENEL verso un’infrastruttura informativa autonoma e disegnata sulle necessità organizzative e di business della nuova realtà produttiva. La rete geografica su scala nazionale e le reti locali di ciascun impianto idroelettrico e termoelettrico vengono dimensionate su Virtual Private Network in modo adeguato a supportare la nuova generazione di servizi applicativi, mentre vengono definite le piattaforme tecnologiche e le responsabilità di gestione per ciascun’area funzionale.
Le necessità primarie di unificazione dei dati e delle procedure sono state affrontate con un piano di evoluzione infrastrutturale che ha individuato la piattaforma operativa Microsoft come sistema in grado di abilitare efficacemente l’integrazione fra applicazioni gestionali, sistemi di controllo degli impianti e strumenti di office automation. Obiettivi principali della nuova infrastruttura la riduzione dei costi di gestione evolutiva e la progressiva interoperabilità fra il sistema ERP su tecnologia SAP, le applicazioni Unix per il controllo di processo sulle centrali di produzione e i servizi di monitoraggio per il rilevamento dell’energia venduta sul mercato. La condivisione della nuova piattaforma fra tutte le funzioni di business doveva inoltre consolidare i dati provenienti dalle centrali all’interno di un unico database, in grado di abilitare efficaci strumenti di reporting e business intelligence.

La soluzioneTop

Semplicità di sviluppo e gestione sistemistica: garanzie di continuità
Con il supporto del Microsoft Certified Partner Microsys, il dipartimento IT di Edipower ha messo in atto il piano di implementazione della nuova infrastruttura informativa utilizzando il Microsoft .NET Framework per definire un’architettura applicativa facilmente scalabile sul piano funzionale. Microsoft BizTalk Server ha realizzato il layer di integrazione fra i diversi sistemi, mentre il database Microsoft SQL Server ha definito la nuova repository per l’archiviazione dei dati gestionali e di processo provenienti dagli impianti di produzione e la loro elaborazione in un sistema di Business Intelligence. Microsoft SharePoint Portal Server è stato scelto per la realizzazione dell’interfacccia Web di presentazione e condivisione delle informazioni.
“Il disegno finale della nuova infrastruttura è stato raggiunto progressivamente tenendo in primo piano la coerenza dell’architettura applicativa e la conseguente semplicità di integrazione e sviluppo”, premette Massimo Pernigotti, Responsabile Sistemi Informativi di Edipower. “La nostra ricerca di standard tecnologici solidi e facilmente gestibili in una logica di continua evoluzione applicativa ha evidenziato come la roadmap di evoluzione dei prodotti Microsoft apparisse adeguata a soddisfare le esigenze Edipower . La semplicità di implementazione e gestione, insieme all’ampia diffusione di competenze e all’affidabilità del partner Microsys, ci ha permesso di utilizzare in modo innovativo strumenti applicativi già conosciuti nella nostra organizzazione, compiendo così un importante cambiamento tecnologico e culturale da logiche di informatica individuale verso un utilizzo esteso di dati certificati e strumenti condivisi”.
Lo strato di integrazione dell’infrastruttura informativa di Edipower è stato realizzato con Microsoft BizTalk Server per rendere disponibili tutti i dati di business sulle diverse soluzioni applicative. Contemporaneamente sono stati implementati gli strumenti di Microsoft Operations Manager per automatizzare le procedure di gestione e il rilevamento della corretta operatività del sistema. L’obiettivo di un’architettura applicativa coerente e di semplice amministrazione è stato rapidamente raggiunto, mentre la logica di integrazione delle informazioni definita con BizTalk Server e sostenuta dalla base dati realizzata su Microsoft SQL Server ha realizzato le condizioni tecnologiche per il progetto della nuova Banca Dati Operativa.

Banca Dati Operativa: dall’integrazione delle informazioni le premesse necessarie per un’efficace soluzione di reporting
Il layer di integrazione dei dati realizzato con Microsoft BizTalk Server ha permesso di alimentare il database Microsoft SQL Server per implementare un sistema applicativo che supportasse tutti i processi di gestione e conduzione degli impianti di produzione. Il progetto per la Banca Dati Operativa assumeva importanza strategica, alla pari del sistema gestionale, per l’indirizzamento di tutte le istanze di gestione dei budget, dei piani di produzione, di conduzione degli impianti e di consuntivazione. La necessità di rendere fruibili in modo flessibile e personalizzabile anche da parte degli utenti finali i dati presenti nella Nuova Banca dati Operativa, ha richiesto l’individuazione di un nuovo sistema di reporting , all’interno di un sistema di analisi multidimensionale.
“Per rispondere a necessità di reporting mutevoli nel tempo abbiamo costruito un sistema dinamico sulla base di dati certificati e provenienti direttamente dagli impianti di produzione”, afferma Gianluca Fusco, Responsabile applicazioni per la Banca Dati Operativa. “La solidità della nuova piattaforma di integrazione e l’efficienza degli strumenti di Microsoft Analysis Services ci hanno permesso di segmentare i report per le diverse aree applicative, realizzando numerose viste specializzate ed offrendo la possibilità di interrogare i dati di conduzione e indisponibilità degli impianti fino al massimo dettaglio disponibile in base alle informazioni rilevate a bordo macchina”.
Il nuovo sistema di reporting di Edipower è allineato giornalmente con i dati provenienti dalla Banca Dati Operativa ed è utilizzato da circa 50 utenti in base ai profili definiti all’interno di Active Directory. Un unico meccanismo di autenticazione definisce quindi i diritti di accesso alle risorse e la personalizzazione delle viste sui dati, con possibilità di connessione da Web browser. Il componente SQL Server Analysis Services add-in realizza un’interfaccia di presentazione ben conosciuta da tutte le funzioni aziendali, evitando la necessità di formazione degli utenti.

I beneficiTop

Completa disponibilità delle informazioni di business su tutti gli strumenti applicativi
Il nuovo sistema di reporting è stato sviluppato sulle esigenze di programmazione e controllo dei responsabili della conduzione delle centrali. La flessibilità degli strumenti di Microsoft Analysis Services e l’efficacia dell’architettura di integrazione applicativa ne permetterà in tempi brevi l’utilizzo anche da parte del controllo di gestione per ottenere una visibilità complessiva sulle tendenze di business, utilizzando dati completamente attendibili.
“Abbiamo rapidamente risolto esigenze di reporting evoluto che in precedenza impegnavano notevoli risorse”, afferma Gianluca Fusco. “Il supporto informativo ai responsabili di impianto è oggi effettuato in tempo reale senza impegno del personale IT, mentre la personalizzazione dei report con viste multidimensionali evita la proliferazione di documenti eterogenei e non completamente attendibili. La flessibilità di questa soluzione ci permette inoltre di rispondere a esigenze di reporting poco prevedibili, utilizzando gli strumenti di Microsoft Excel per offrire agli utenti la massima autonomia nella produzione e nell’utilizzo dei report”.
“Le possibilità di una semplice integrazione applicativa offerte dalla tecnologia Microsoft BizTalk Server e Microsoft SQL Server permettono oggi a Edipower di estendere continuamente e in modo conveniente l’utilizzo della Banca Dati Operativa in funzione di nuove necessità di business”, afferma Salvatore Pellitteri, Team Leader di Microsys. “In quest’ottica è stata già realizzata un’ulteriore interfaccia automatizzata verso Microsoft Project per facilitare il confronto fra piani di budget e pianificazione degli interventi di manutenzione.”
“L’interoperabilità con gli strumenti di project management risulta strategica quanto le funzioni di reporting previste nella prima fase del progetto”, afferma Fusco. “La logica applicativa della soluzione e l’integrazione nativa dei prodotti Microsoft ci hanno permesso di utilizzare l’immediatezza dei grafici Gantt per ottenere una chiara visibilità sullo stato di manutenzione e di disponibilità di tutte le centrali di produzione”.

Disponibilità delle informazioni ed evoluzione dei servizi di supporto decisionale
In sintesi, l’implementazione di un’infrastruttura omogenea sviluppata sui componenti Microsoft ha consentito al dipartimento IT di Edipower una riduzione degli oneri di gestione sistemistica, garantendo alle funzioni di business la massima disponibilità delle informazioni e una notevole omogeneità di procedure. Lo sviluppo di nuovi servizi applicativi, così come l’ulteriore integrazione dei sistemi ERP e di controllo sui processi risulta ora semplificato e unificato all’interno delle logiche di Microsoft .NET. L’imminente introduzione delle nuove release di Microsoft Office System e di Microsoft SQL Server Analysis Services apporterà un’ulteriore livello di automazione e semplicità di utilizzo degli strumenti di reporting, con funzionalità avanzate e una maggiore efficienza nell’elaborazione di dati complessi. Il layer di integrazione realizzato con Microsoft BizTalk Server e con il connettore per il software SAP permette di generare transazioni automatiche verso la Banca Dati Operativa abilitando una completa integrazione fra l’analisi dei dati economici e di produzione. La nuova applicazione permetterà di definire score card e strumenti sintetici di business intelligence per il top management, che potrà accedere al reporting con dispositivi portatili dotati di sistema operativo Microsoft Windows CE.
“Il consolidamento di piattaforma secondo logiche di completa integrazione dei dati ha introdotto una nuova dimensione evolutiva dei nostri sistemi”, conclude Pernigotti. “La Banca Dati Operativa e gli strumenti di reporting ad essa associati sono un importante esempio dei nuovi servizi offerti dal dipartimento IT alle funzioni strategiche di business e il prossimo passo consiste nell’utilizzo del database per implementare strumenti di business intelligence avanzati. Ulteriore elemento di valore sarà costituito dall’alimentazione del sistema gestionale con le informazioni di processo provenienti dagli applicativi proprietari di conduzione delle centrali elettriche”.


Il cliente

I partner

Case History in breve

Documenti scaricabili