Con Lync non ci sono confini tra telefonia tradizionale e IP

Data di pubblicazione: 2013

Le EsigenzeTop

L’azienda

Dal 1984 Scavolini è la prima marca di cucine in Italia. Questa azienda marchigiana ha saputo organizzare un complesso processo produttivo che le consente di realizzare, a costi competitivi, cucine di qualità per le famiglie di ogni cultura e gusto, venendo incontro alle più diverse e concrete esigenze del pubblico in termini di estetica, funzionalità, sicurezza, durata: qualità riconosciute e apprezzate da moltissime famiglie, che trovano nel marchio Scavolini le migliori opportunità di arredo insieme a contenuti di grande affidabilità. La storia di questo marchio dimostra come l'azienda abbia saputo adeguarsi con forte capacità di innovazione a mutazioni del gusto, di abitudini, di mercato, all'incalzare di sempre nuove tecnologie: un esempio di sviluppo produttivo considerato oggi modello di riferimento per l'intero settore. Basti pensare che la maggior parte dell’area produttiva di Scavolini a Montelabbate, in Provincia di Pesaro, è ricoperta con pannelli fotovoltaici che producono energia verde per circa 4.000.000 kWh ogni anno, garantendo all’azienda un’autonomia energetica totale.

L’introduzione delle comunicazioni unificate

Tra gli ambiti di sviluppo in cui la tecnologia ha aiutato a introdurre nuove modalità di lavoro in azienda, le comunicazioni hanno riscosso un interesse crescente negli ultimi anni, con l’introduzione graduale di sistemi basati su tecnologia Microsoft, come Lync . Questi sistemi hanno ottenuto riscontri positivi dagli utenti, ma erano finora disponibili su un numero relativamente limitato di postazioni e non erano integrati con il mondo della telefonia tradizionale. Edoardo Gentili è responsabile IT di Scavolini da molti anni e ha vissuto da protagonista l’evoluzione dei sistemi al servizio del business dell’azienda marchigiana. “Le persone che lavorano in Scavolini oggi si trovano a dover gestire una mole crescente di informazioni, disponibili su diversi canali e dispositivi - telefoni fissi e mobili, posta elettronica e messaggistica SMS, videoconferenze -, tutti strumenti che in sé offrono un buon livello di funzionalità, ma che darebbero un risultato molto migliore se lavorassero in modo integrato”, esordisce Gentili. “Vogliamo offrire alle nostre persone un’esperienza di comunicazione più avanzata, che permette di sfruttare funzionalità di rilevamento della presenza e di passare facilmente da una modalità di comunicazione all’altra, sfruttando l’integrazione tra telefonia, posta elettronica e messaggistica unificata”

La soluzioneTop

Tra Lync e telefonia l’integrazione è nativa

Il presupposto per un’esperienza realmente efficace è l’integrazione tra le nuove modalità di comunicazione basate su protocollo IP e la telefonia tradizionale, caratterizzata dall’utilizzo del protocollo SIP. Da ciò nasce l’opportunità di realizzare la convergenza tra la piattaforma telefonica legacy, affidata in Scavolini a una centralina telefonica Siemens Hipath 4000, di recente acquisizione, e il mondo di Office. Per ottenere un’istallazione certificata e supportata il Partner che aveva preso in carico l’implementazione, Dinets, ha suggerito l’inserimento di un gateway che favorisse il dialogo tra i due sistemi, oppure il passaggio a un software di nuova generazione, che assicurasse un’integrazione nativa tra i due mondi. In fase di software selection, Scavolini ha valutato diverse tecnologie alternative, come Cisco Webex, ma la soluzione Microsoft Lync 2010 era l’unica a consentire un’integrazione nativa nell’infrastruttura esistente e una completa interoperabilità con le tecnologie di collaborazione e di messaggistica già presenti in azienda. D'altra parte la nuova interfaccia di Lync è apparsa subito come più moderna, razionale e user friendly. L’integrazione diretta tra i due mondi, senza il ricorso a gateway, ha richiesto un progetto di implementazione dedicato, portato a termine da Dinets nei tempi previsti, un lavoro che ha assicurato la semplificazione dell’infrastruttura, una maggiore flessibilità dei sistemi di comunicazione in azienda e il potenziamento dei servizi telefonici tradizionali, con una diminuzione del carico di lavoro necessario alla manutenzione dei sistemi

I beneficiTop

Una maggiore ricchezza funzionale

“Il dialogo tra i due sistemi funziona al meglio proprio perché non ci sono intermediari”, specifica Gentili. “Oggi per effettuare o ricevere telefonate è possibile utilizzare sia la centrale tradizionale sia il server Lync, indifferentemente”. Tutte le chiamate verso l’esterno, che siano effettuate con PC o per telefono, vengono poi dirottate sulla centrale tradizionale che utilizza le linee telefoniche pubbliche. “Abbiamo introdotto Lync non per risparmiare sui costi delle chiamate telefoniche ma per estendere i servizi e le funzionalità alle postazioni di lavoro”, continua Gentili. “La nostra scelta di Microsoft Lync va letta in termini di estensione dei servizi e di ricchezza funzionale”. Oltre alle funzioni di federazione della telefonia, Lync offre infatti funzionalità integrate quali gestione della presenza, messaggistica istantanea, gestione unificata delle anagrafiche.
Il team di Edoardo Gentili ha testato a lungo Microsoft Lync prima di rilasciarlo a un ristretto numero di utenti key user, per poi sottoporlo alla prova di un gruppo ancora più ampio e diversificato che ha dato feedback preziosi per migliorare le funzionalità e la configurazione del sistema. A questo punto Microsoft Lync è stato reso disponibile a un centinaio di utenti, con l’obiettivo di completare il deployment a circa 200 persone a regime. Gli utenti hanno apprezzato le funzioni di gestione della presenza e la disponibilità delle tradizionali anagrafiche telefoniche all’interno degli strumenti di produttività e collaborazione, come Outlook o SharePoint. L’uso della messaggistica istantanea per comunicazioni brevi e di dettaglio ha evidenziato un alleggerimento nel carico d’uso della posta elettronica e della telefonia interna.
Video conferenze per presentare alla rete di vendita le nuove collezioni
Le funzionalità di Microsoft Lync per le videoconferenze sono state messe alla prova per presentare la nuova linea di produzione Scavolini alla rete di vendita. “Nel giro di un paio di giorni abbiamo coinvolto una cinquantina di persone in tutta Italia”, ricorda Gentili. “La rapidità con cui abbiamo organizzato e realizzato la trasmissione in videoconferenza è stata possibile solo grazie all’integrazione con Microsoft Lync e i risultati sono stati ottimi, per non parlare del risparmio in termini di tempi e costi di trasferta”.
I benefici di Lync sono efficacemente sintetizzati da Edoardo Gentili in una battuta. “Con Microsoft Lync si semplifica il lavoro di tutti perché ci si concentra sulla persona con cui si sta comunicando e non sulla modalità di comunicazione”, afferma Gentili. “In più questa tecnologia permette di ridurre i costi di trasferta e l’efficacia delle comunicazioni”.
Tra i progetti di Scavolini per il futuro ricordiamo l’estensione della disponibilità di Microsoft Lync alla filiale statunitense e la migrazione alla versione 2013, che consentirà di estendere i servizi di comunicazione unificata ai dispositivi mobili dei dipendenti


Il cliente

"Con Microsoft Lync si semplifica il lavoro di tutti perché ci si concentra sulla persona con cui si sta comunicando e non sulla modalità di comunicazione. In più questa tecnologia permette di ridurre i costi di trasferta e l’efficacia delle comunicazioni"

Edoardo Gentili - responsabile IT di Scavolini

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Grande Azienda
  • Settore industriale: Manifatturiero
  • Scenari:
    • Collaboration & Social Enterprise
    • Unified Communications
  • Esigenze di Business:
    • Comunicazione e collaborazione
  • Vantaggi: Scavolini ha valutato diverse tecnologie alternative, come Cisco Webex, ma la soluzione Microsoft Lync 2010 era l’unica a consentire un’integrazione nativa nell’infrastruttura esistente e una completa interoperabilità con le tecnologie di collaborazione e di messaggistica già presenti in azienda
  • Risparmio: Riduzione dei costi per il personale IT e di help desk; maggiore flessibilità e ricchezza dei sistemi di comunicazione; miglioramento della produttività individuale e di gruppo; risparmio sui costi di trasferta
  • Prodotti:
  • Regione: Marche