De Agostini difende la proprietà intellettuale del proprio business con il modello SAM di Microsoft

Data di pubblicazione: 2013

Il ClienteTop

Il Gruppo De Agostini (www.gruppodeagostini.it) è una multinazionale italiana che ha le sue origini nel settore dell'editoria. Nel 2011 ha compiuto 110 anni di attività e oggi è presente in diversi settori industriali e nel settore finanziario.
Negli ultimi anni l’azienda ha vissuto numerosi cambiamenti, acquisizioni – spin off, che hanno profondamente mutato la sua fisionomia e di conseguenza hanno fatto emergere anche la necessità di intervenire in modo incisivo anche sulla razionalizzazione di tutto il sistema informativo, per allinearlo alle nuove esigenze di business e di organizzazione interna

La soluzioneTop

Il progetto SAM realizzato in De Agostini ha interessato l’ambiente server e 850 postazioni client. Per quanto riguarda il mondo server la novità più rilevante è stato l’aggiornamento di importanti sistemi server come il database e il sistema operativo server. Il database server è stato aggiornato alla versione SQL Server 2012, con un cambiamento della modalità di licensing, passata da un modello per device + Client Access License (CAL) a un modello core. Per quanto riguarda il sistema operativo, il passaggio a Windows Server Edizione Datacenter permette oggi all’IT di De Agostini di gestire un numero infinito di istanze virtuali, semplificando la gestione delle licenze di accesso client per i diversi servizi erogati dai sistemi server e abilitando una gestione più scalabile e flessibile dei servizi IT in ottica cloud.
Inoltre, se prima l’azienda aveva stipulato un contratto Select per un numero di macchine limitato, il passaggio al contratto Enterprise Agreement, come suggerito dai consulenti di Software One in relazione al numero di macchine interessate dal contratto e alla tipologia dei sistemi software coinvolti, ha permesso di adottare una soluzione applicativa e di licensing standardizzata per tutti i desktop, in cui la gestione e il monitoraggio delle licenze software è molto semplificata.
Sul fronte client, l’introduzione di Office 365 è stata la rivoluzione più grande. Innanzitutto ciò ha permesso di adottare licenze valide per ben 5 device – un miglioramento importante in ottica BYOD; poi, grazie alla presenza di dashboard di controllo, finalmente è possibile tracciare con estrema esattezza lo stato delle licenze e di sapere con precisione dove sono allocate.
“L’adozione di una soluzione cloud inizialmente ci era apparsa prematura per la nostra infrastruttura, ma oggi siamo assolutamente soddisfatti degli enormi vantaggi che Office 365 ha portato in termini di produttività e flessibilità”, dichiara Ubaldo Uberti, Technology & Infrastructure Manager in De Agostini Editore. “Tra i benefici più significativi vi è la possibilità di scaricare le ultime versione di tutti i programmi favorendo la creazione di un ambiente internazionale dove i vari dipendenti possono scambiarsi file di diverse estensioni senza alcun problema”.
Un ulteriore strumento che a consuntivo si rivela essere un prezioso supporto è il metering, ovvero la possibilità di controllare l’effettivo utilizzo del software installato e, quindi, di poter effettuare i necessari interventi in un’ottica di contenimento dei costi

I beneficiTop

“La decisione di avviare un’attività di Software Asset Management in De Agostini è nata, in buona parte, per affinità del nostro business con il concetto di tutela della proprietà intellettuale. Una realtà come la nostra infatti, molto sensibile al tema del diritto d’autore, non può non avere la certezza che al proprio interno ogni asset sia compliant con le normative vigenti”, dichiara Ubaldo Uberti, Technology & Infrastructure Manager in De Agostini Editore.
“Questo presupposto teorico si è poi tradotto in un progetto concreto, che grazie alla collaborazione di Microsoft e SoftwareONE, ha generato evidenti benefici in termini di standardizzazione, razionalizzazione dei costi e produttività” conclude Uberti.
In particolare lo sviluppo del progetto SAM, che ha avuto una durata di circa 3 mesi, ha fatto sì che nell’arco di questo tempo ciascun dipendente acquisisse consapevolezza sull’importanza di adottare delle regole sull’utilizzo del software, così come per qualsiasi altro asset aziendale. In più ha fatto loro assumere maggiore responsabilità rispetto agli aggiornamenti delle nuove versione dei programmi, e relativo licensing, divenendo così parte attiva di tutto il processo di gestione e controllo dei processi

Le EsigenzeTop

Prima di consolidare il modello SAM, la fotografia dell’azienda, da un punto di vista informatico, era molto confusa e soprattutto non documentata. Il susseguirsi di diverse gestioni IT aveva portato a un contesto eterogeneo, nel quale non sempre la soluzione adottata era la più efficace o addirittura necessaria e alla definizione di diverse policy di licensing.
Il nuovo assetto dell’azienda inoltre, ha reso indispensabile aggiornare i sistemi con l’introduzione di nuove soluzioni – fisiche e virtuali – che da un lato rendono più complessa la gestione dell’IT e dall’altro richiedono una maggiore attenzione allo stato del licensing e delle policy di gestione degli asset software nell’ottica della compliance alle normative vigenti.
Per identificare le aree di intervento, De Agostini ha avviato un primo assessment interno gestito direttamente dall’area Technology & Infrastructure; in un secondo tempo si è avvalso della collaborazione di Microsoft e di SoftwareONE, con cui ha definito i cambiamenti da apportare e le linee guida generali del progetto SAM. L’analisi condotta ha evidenziato la necessità di razionalizzare tutti i costi legati all’IT


Il cliente

"L’adozione di una soluzione cloud inizialmente ci era apparsa prematura per la nostra infrastruttura, ma oggi siamo assolutamente soddisfatti degli enormi vantaggi che Office 365 ha portato in termini di produttività e flessibilità"

Ubaldo Uberti, Technology & Infrastructure Manager in De Agostini Editore

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Grande Azienda
  • Settore industriale: Editoria e Media
  • Scenari:
    • Efficienza Operativa
    • Sicurezza
  • Esigenze di Business:
    • Efficienza e produttività
    • Ottimizzazione dei costi
    • Sicurezza informatica
  • Vantaggi: Il progetto SAM realizzato in De Agostini ha interessato l’ambiente server e 850 postazioni client. Per quanto riguarda il mondo server la novità più rilevante è stato l’aggiornamento di importanti sistemi server come il database e il sistema operativo server
  • Risparmio: In particolare lo sviluppo del progetto SAM, che ha avuto una durata di circa 3 mesi, ha fatto sì che nell’arco di questo tempo ciascun dipendente acquisisse consapevolezza sull’importanza di adottare delle regole sull’utilizzo del software
  • Prodotti:
  • Regione: Lombardia