Starhotels, gli hotel posizionano l’offerta online sulla “nuvola”

Data di pubblicazione: 2011

Le esigenze - Diffondere l’offerta e le disponibilità sui siti turistici in modo più integrato ed efficienteTop

La catena di alberghi di lusso Starhotels, rigorosamente “made in Italy” per proprietà, concezione e attenzione al cliente, che vanta 20 alberghi nel cuore delle più belle città italiane, ha scelto da anni di posizionare la propria offerta ricettiva anche online, sfruttando i numerosi canali offerti dalla rete: non solo il proprio sito Web, ma anche i portali turistici dedicati alla prenotazione delle camere. Questa attività, altamente strategica, consente alla catena di distribuire e inserire le disponibilità delle camere per quantitativi e per tipologia, di proporre pacchetti o promozioni, oltre che verificare i feedback degli utenti e le strategie dei competitor. Il tutto avviene quotidianamente, anche più volte al giorno, per agevolare la politica di variazione dei prezzi che ha il compito di gestire, selezionare e ottimizzare le revenue della catena. “Una gestione – spiega Lorenzo Lunghi, Responsabile Corporate Revenue Dpt di Starhotels – che ci consente, nel massimo dettaglio, di presidiare vendita e disponibilità di camere. Allo stesso tempo, è fondamentale che le camere già prenotate vengano tolte dalla disponibilità online, perché non si creino situazioni di overbooking, così come è fondamentale presidiare la reputation che si crea online relativa alla catena e controllare la politica dei prezzi praticata dai competitor”.
Essendo alto il numero degli hotel, e altrettanto alto il numero dei portali utilizzati (circa 20-22, da presidiare a seconda del tipo di struttura alberghiera), l’attività non può essere eseguita manualmente.
Da anni la catena utilizza channel manager per la gestione dell’offerta sui portali, in grado di eseguire le operazioni sui siti terzi. “Il desiderio era però quello di un sistema ancora più integrato, rapido ed efficiente, in grado di consentire ai revenue manager degli alberghi la gestione della disponibilità e prezzidei siti terzi e del sito proprietario, attraverso un unico entry point”. Per rispondere a questa esigenza viene adottata la soluzione RoomShop della società Vivido, collocata su Microsoft Windows Azure, che modifica e migliora la distribuzione di tariffe e offerte di Starhotels.

La soluzione - Windows Azure, la piattaforma cloud che garantisce piena funzionalità alla soluzione, con potenza di calcolo scalabile Top

Dismesso il precedente channel manager, viene adottato RoomShop, servizio sviluppato con strumenti Microsoft .NET. Grazie alla collaborazione di Vivido, la soluzione viene interfacciata con quella di revenue management system (RMS) di Starhotels, Ubi Maior. “Mentre prima”, spiega Lorenzo Lunghi “il channel manager e il sistema RMS erano separati e le operazioni dovevano essere replicate dagli operatori due volte, con dispendio di tempo e maggiore possibilità di causare errori, oggi tutto avviene attraverso l’interfaccia di Ubi Maior. Le informazioni vengono inviate alla soluzione di channel manager che esegue le operazioni in automatico”.
Il progetto ha avuto la durata di due anni. L’impegno profuso da Vivido ha consentito di superare molti ostacoli inizialmente causati da problemi tecnologici di alcuni portali turistici, che sino a pochi anni fa non avevano a disposizione una connessione diretta ai loro dati. La difficoltà è stata superata grazie all’utilizzo della tecnologia Microsoft .NET.
Il motore di RoomShop, coi suoi quattro moduli, esegue operazioni fondamentali per un perfetto posizionamento strategico di Starhotels: inserisce sui portali le tariffe e le disponibilità; recupera le tariffe dei competitor nel tempo, recupera le prenotazioni, inoltre ha il compito di raccogliere le recensioni lasciate on line dai clienti.
Le operazioni svolte quotidianamente e anche in maniera straordinaria da Starhotels possono variare dalle 5.000 alle 8.000, a seconda dei periodi. Per garantire la massima efficienza, era necessario che il nuovo sistema attingesse ulteriore potenza di calcolo ove richiesto, per poi diminuire la stessa potenza di notte o la mattina presto (quando tipicamente non è richiesta). Per rispondere a questa precisa esigenza di business, RoomShop è stato collocato e ottimizzato per la piattaforma Microsoft Windows Azure. “La scelta è stata opportuna”, spiega Riccardo Cappello, Project Manager di Vivido “perché ha garantito potenza di calcolo e scalabilità. Le qualità di Windows Azure erano già state testate quando ancora la piattaforma era in fase beta”. Attualmente il sistema è a disposizione degli alberghi Starhotels presenti sul territorio italiano.

I benefici - Windows Azure, l’impossibile diventa possibile, per costi, velocità e qualità del servizio Top

Grazie alla potenza di calcolo e alla scalabilità offerta da Microsoft Windows Azure, Starhotels riesce a propagare on line tariffe e disponibilità nel più breve tempo possibile, evitando così lo sgradevole fenomeno dell’overbooking, garantendo alla catena la reputazione di azienda seria e attenta a servire al meglio la propria clientela nazionale e internazionale. Per esempio, è possibile lanciare la vendita delle camere in contemporanea su più portali, sempre indirizzando la disponibilità incrociata “tipologia di albergo/tipologia di portale”. La maggior potenza di calcolo sempre a disposizione permette di diminuire il tempo di propagazione delle offerte sui siti.
Mentre prima i revenue manager dovevano aggiornare ogni canale in manuale, oggi tutto avviene – una sola volta – attraverso un’unica interfaccia, che integra perfettamente il channel manager con Ubi Maior il sistema di revenue management system in uso presso Starhotels. Commenta Lunghi: “I vantaggi – oltre alla perfetta integrazione – sono concreti e riguardano il risparmio di attività, di tempo, e una migliore gestione dell’impegno delle persone. Avendo dimezzato l’attività manuale, oggi gli operatori dedicati al revenue possono impegnarsi su attività più strategiche, ossia all’analisi e allo studio dei dati. Il tempo viene maggiormente investito nel confronto coi competitor e nello studio delle statistiche per poter garantire all’hotel sempre il miglior posizionamento”. Prosegue Lunghi: “Starhotels beneficia in competitività, ogni azione e operazione beneficiano della massima trasparenza. Basti solo ricordare che mentre prima gli operatori dedicavano l’80% del tempo alla gestione dell’attività e il 20% del tempo all’analisi, oggi è certamente raddoppiato il tempo dedicato allo studio delle strategie. Questo consente di decidere le politiche di prezzo con un fattore di rischio più contenuto. La velocità di aggiornamento permette di proporre offerte ad hoc”. Un esempio è fornito dalla recente riapertura, dopo ristrutturazione, dello Stahotels Echo. Per l’aggiornamento delle tariffe sono stati usati, in sinergia come da progetto, i servizi di RoomShop e di Ubi Maior: “Rispetto al precedente channel manager in uso, il tempo si è più che dimezzato. Oggi in un solo giorno tutte le attività – comprese le operazioni di settaggio legate al sistema gestionale – vengono assicurate. Un tempo sarebbero occorsi almeno tre giorni. Va sempre ricordato che non si tratta del semplice inserimento di un’unica offerta, ma della presentazione di un’offerta frastagliata e variegata, personalizzata per ogni struttura, per ogni periodo”.
Assolutamente positivo il feedback pervenuto dai revenue manager dei 20 alberghi Starhotels. Particolarmente apprezzata non solo la velocità del sistema nel pubblicare le offerte e recuperare le informazioni, ma anche la qualità del servizio, che garantisce un’ottima gestione degli eventuali errori e delle eccezioni.
Microsoft Windows Azure ha consentito a Starhotels di realizzare l’irrealizzabile. O meglio: “Ci ha permesso”, spiega il dottor Lunghi “di portare a compimento un progetto che, senza l’utilizzo del cloud computing, avrebbe avuto costi impossibili da sostenere”. “L’utilizzo di una normale piattaforma dotata di hardware e software, anche solo a livello sistemistico avrebbe avuto un costo maggiore. Per non parlare del costo che la gestione dei carichi massimi di un data center, anche solo per poche ore al giorno, avrebbe portato con sé”. Per questo, conclude il Responsabile Corporate Revenue Dpt: “Questo progetto ha raggiunto la fattibilità solo grazie a Windows Azure. Oltre al vantaggio in termini di costi, desidero precisare la garanzia, la sicurezza e la tranquillità che l’uso della tecnologia Microsoft abbinano. Una tranquillità che è non solo appannaggio di Starhotels nel momento in cui eroga un servizio, ma anche dei clienti che utilizzano le nostre strutture”.


Il cliente

"Windows Azure ci ha permesso di portare a compimento un progetto che, senza l’utilizzo del cloud computing, avrebbe avuto costi impossibili da sostenere."

Lorenzo Lunghi - Responsabile Corporate Revenue Dpt di Starhotels

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Grande Azienda
  • Settore industriale: Servizi
  • Scenari:
    • Cloud computing
    • Datacenter & Applications
  • Esigenze di Business:
    • Efficienza e produttività
  • Vantaggi: Windows Azure rende fattibile un progetto che altrimenti sarebbe stato irrealizzabile e oneroso dal punto di vista economico; la potenza di elaborazione gestisce i picchi di attività e garantisce un ottimo time to market; le tariffe e le offerte vengono pubblicate rapidamente sui 20 portali di riferimento; il risparmio è in termini di attività e tempo; la catena migliora la reputazione che possiede sul Web e fornisce un servizio più puntuale ai clienti nazionali e internazionali.
  • Risparmio: Pubblicare tariffe e disponibilità sui siti e portali di prenotazione turistica; controllare e presidiare le revenue attraverso un’ottimale collocazione delle offerte sui portali; diminuire i tempi di propagazione delle offerte.
  • Prodotti:
  • Regione: Lombardia