Gruppo Credito Valtellinese: la filiale in tasca

Data di pubblicazione: 2014

Le esigenzeTop

Gruppo Bancario Credito Valtellinese: valori in corso
Il Gruppo Credito Valtellinese annovera oltre 150.000 soci e azionisti e circa 4.400 collaboratori. È presente in undici regioni, con oltre 500 filiali, ripartite tra le banche territoriali che lo costituiscono: Credito Valtellinese, Credito Siciliano e Carifano. Al vertice del gruppo, il Credito Valtellinese, fondato a Sondrio nel 1908 nel solco della tradizione culturale del cattolicesimo popolare. Coerentemente con i principi ispiratori, l'operatività bancaria è prevalentemente orientata alle famiglie, alle piccole e medie imprese, ad artigiani e professionisti e alle istituzioni non profit.
Alberto Fiorino è Responsabile della direzione organizzazione e progetti per l'innovazione di Bankadati, la società che nel Gruppo Credito Valtellinese funge da presidio per la gestione e lo sviluppo delle attività inerenti la tecnologia dell'informazione, l'organizzazione, il back office, la gestione dei costi e i processi di supporto. Nel corso del 2011 il Gruppo ha portato a termine un progetto durato tre anni, che ha previsto l’implementazione dell’infrastruttura per le applicazioni di sportello, denominata ABC.
Una gestione più efficiente per la rete territoriale
Alcuni dei processi che caratterizzano l’attività di banca comportano procedure di autorizzazione, che sono cablate nel software di sportello. Questi processi operativi, che devono essere evasi ogni giorno, non sono delegabili e risultano vincolanti, richiedendo un presidio locale. Ciò significa che le figure professionali preposte alle autorizzazioni devono essere fisicamente in filiale a presidiare il posto di lavoro, altrimenti potrebbero rallentare il flusso di lavoro a cui sono preposti.
Questo limite veniva rilevato soprattutto dalla rete commerciale che si è rivolta alla componente organizzativa, e quindi al team diretto da Alberto Fiorino Responsabile Direzione Organizzazione e Progetti per l'Innovazione Bankadati Servizi Informatici, Gruppo Credito Valtellinese, per cercare un nuovo punto di efficienza. Relativamente alla gestione e distribuzione delle informazioni occorreva esplorare canali alternativi a quelli tradizionali per la fruibilità on demand e da remoto. “Per noi la ricerca dell’efficienza è una continua maratona in cui il traguardo viene sempre spostato in avanti”, esordisce Fiorino. “Abbiamo deciso di affrontare questa nuova sfida con una piccola rivoluzione digitale in cui abbiamo invertito i nostri paradigmi: siamo partiti dalla mobilità, che i nostri clienti considerano del resto un fatto ormai acquisito”

La SoluzioneTop

L’idea è stata di esportare verso una fruizione mobile le funzionalità già presenti nell’applicativo di sportello e legate a un workflow approvativo: in questo modo le procedure di approvazione potevano essere assicurate dal personale responsabile di agenzia anche in mobilità: nasceva il progetto ABC Mobile.
Considerando che le funzioni erano già abilitate dal sistema applicativo di sportello ABC, sviluppato internamente con tecnologia Microsoft, Bankadati cercava una piena integrazione anche sul lato di front end, puntando su device equipaggiati con sistema operativo Windows Phone. Gli smartphone avrebbero sostituito le soluzioni di telefonia preesistenti, e sono stati al contempo introdotti in azienda gli strumenti necessari per governare i dispositivi, siano essi smartphone, tablet o PC notebook. “La scelta dell’infrastruttura e dei device Microsoft ci ha consentito una notevole accelerazione e semplificazione del progetto, oltre ad assicurarci un maggior controllo del codice prodotto per l’applicativo mobile”, spiega Luigi Crocco di Bankadati Servizi Informatici, responsabile della Divisione Architetture Operative il cui team ha curato la realizzazione del progetto. A questo punto la scelta dell’hardware ha premiato i dispositivi Nokia equipaggiati con Windows Phone come lo strumento più adatto in relazione ai requisiti.
Flessibilità della piattaforma di sviluppo e dei sistemi di gestione
Il progetto di sviluppo è stato avviato nel settembre 2013, sulla base di un Proof of Concept sviluppato da consulenti di Microsoft. Un team di cinque sviluppatori ha affrontato sia gli aspetti legati alla navigazione e all’esperienza utente, sia lo sviluppo dell’infrastruttura di comunicazione con il back end applicativo, comprendente i servizi di logging, caching, reporting, sicurezza e gestione delle identità. “Abbiamo sviluppato un mobile gateway che funge da interfaccia tra la app e i servizi riusabili della piattaforma di sportello ABC per ottenere flessibilità e disaccoppiamento nei protocolli di messaggistica tra i servizi di back end e il front end mobile”, spiega Moreno Baraiolo, responsabile del progetto. La sicurezza è stato un tema prioritario, indirizzato con appositi protocolli e procedure di enrollment. “Ogni utente è gestito in base al proprio profilo Active Directory”, spiega Baraiolo. “Ciò significa che può accedere al sistema mobile con le medesime credenziali che è abituato ad usare per accedere al proprio PC. Gestiamo tutti i telefoni tramite Windows Intune, che permette di operare con i dispositivi mobili in maniera del tutto trasparente, come se fossero dei desktop, mentre in caso di furto o smarrimento possiamo cancellare tutti i contenuti da remoto”. La piattaforma nel suo complesso è gestita con un’infrastruttura di gestione basata su Microsoft System Center Configuration Manager. “La scelta della tecnologia Microsoft per il mobile ha reso più rapide tutte le fasi di sviluppo e implementazione della soluzione”, commenta Baraiolo. “Abbiamo apprezzato molto la capacità di integrazione di questa tecnologia con il resto del nostre piattaforme e la facilità di riqualificazione delle nostre capacità interne di sviluppo sul desktop per lo sviluppo su un dispositivo mobile”.
La distribuzione agli utenti e l’AppStore aziendale
Per facilitare la distribuzione dell’applicativo al personale della banca, l’infrastruttura sviluppata da Bankadati include un portale privato che guida gli utenti in un processo di enrollment per scaricare l’applicativo ABC Mobile e installarlo. Si tratta di un vero e proprio AppStore aziendale, che raccoglie le applicazioni interne e quelle di uso più comune per la distribuzione agli utenti. Dopo l’installazione, l’accesso al sistema avviene con le medesime credenziali Active Directory richieste per accedere ai PC desktop. "L'integrazione con l'esistente processo di rilascio applicativo è stato pressoché immediato" spiega Michele Trimarchi Software Architect di Bankadati Servizi Informazioni "i sorgenti dell'applicazione, una volta compilati e pacchettizzati vengono caricati sul cloud attraverso System Center integrato con Intune. Una nuova versione di ABC Mobile con correzioni e aggiornamenti può essere quindi messa a disposizione, in tempi brevissimi, ai Dipendenti del Gruppo. L'applicazione ABC Mobile consente di notificare la presenza di una nuova versione disponibile nell’appStore aziendale ed in pochi "tap" l'utente ha la possibilità di effettuarne l’aggiornamento anche in un contesto extra aziendale”
ABC Mobile diventa quindi uno sportello in mobilità, un contenitore di funzioni che con il tempo è destinato a crescere. Sono disponibili funzioni di natura informativa e a presidio dei rischi operativi, relative alla posizione dei clienti, ai conti correnti, alle autorizzazioni in sospeso, tutti eventi che in passato avrebbero richiesto un’autorizzazione da desktop e quindi la presenza fisica di un responsabile in agenzia. Altre funzioni sono a supporto della funzione commerciale, come la visualizzazione delle schede cliente, funzioni di interrogazione in tempo reale sui movimenti del conto, sulle condizioni del rapporto o per tenere sotto controllo gli obiettivi commerciali della filiale. Tutte le informazioni sono disponibili online, quindi il risultato di una query eseguita su smartphone è esattamente lo stesso di quella richiesta da desktop tradizionale. In questo modo un direttore di filiale può monitorare in ogni momento l’andamento del business dell’agenzia rispetto agli obiettivi assegnati e i risultati della sua filiale giorno per giorno

I beneficiTop

Una nuova via nella relazione tra banca e cliente
I casi di clienti costretti a tornare in filiale per un’autorizzazione sono ormai un ricordo, così come le attese per la reperibilità dei colleghi. Oggi la rete Creval è più forte, i suoi processi funzionano meglio e la compliance è assicurata, mentre il personale commerciale dispone di strumenti utili per gestire la relazione con i clienti. ABC Mobile ha introdotto più automazione, più semplicità nelle operazioni quotidiane, più soddisfazione da parte degli utenti bancari. In poche parole, la banca risponde meglio alle sfide del mercato ed è più competitiva.
“L’impegno per realizzare la piattaforma rende molto più facile ora il suo arricchimento, in relazione al progressivo trasferimento in ambito mobile di una pacchetto sempre più ampio di funzionalità di sportello”, prosegue Fiorino. “Oggi possiamo abilitare l’erogazione in ambiente mobile di una funzione di sportello residente sulla nostra piattaforma mediamente in 5 giornate di sviluppo”. È previsto il rilascio di nuove tranche di funzionalità con componenti in materia di crediti e fidi, oltre a una maggiore integrazione con la piattaforma documentale di “Creval Comunica”, il portale documentale della banca, che assicura l’aggiornamento dei dipendenti in merito a una normativa in continua evoluzione.
“L’impegno di semplificazione delle interfacce e dei workflow richiesto per costruire la piattaforma mobile permette oggi di reingegnerizzare lo sviluppo di nuove applicazione direttamente in ottica mobile e multicanale e non come adattamento di procedure tradizionali, a vantaggio dell’usabilità e della semplicità di processi e interfacce: ecco la nostra rivoluzione digitale”, conclude Fiorino


Il cliente

"Con le tecnologie e i dispositivi Microsoft per il mobile abbiamo velocizzato i tempi e semplificato le nostre procedure. Grazie al livello di integrazione dell’infrastruttura che abbiamo sviluppato, oggi siamo in grado di esportare una funzionalità semplice di sportello sul canale mobile in circa una settimana. Per questo continueremo ad arricchire l’offerta di funzionalità e di servizi sulla nostra piattaforma ABC Mobile"

Alberto Fiorino, Responsabile Direzione Organizzazione e Progetti per l'Innovazione

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Grande Azienda
  • Settore industriale: Servizi finanziari
  • Scenari:
    • Mobility
  • Esigenze di Business:
    • Comunicazione e collaborazione
  • Vantaggi: Snellimento dei processi, maggior controllo sull’andamento del business e maggiore capacità operativa per le attività commerciali; Facilità d’uso, flessibilità e semplificazione nelle procedure
  • Risparmio: Maggiore disponibilità del personale direttivo per gli interventi autorizzativi e di workflow
  • Prodotti:
  • Regione: Lombardia