Fincantieri realizza un sistema di Enterprise Project Management integrato sull’intero ciclo di vita

Data di pubblicazione: 2006

Le esigenzeTop

Dai sistemi proprietari alla flessibilità di Microsoft Project Server 2003
Dal punto di vista della gestione delle attività di progetto, la realizzazione di una grande nave costituisce un difficile banco di prova per risorse umane e sistemi tecnologici. Il ciclo di vita del prodotto navale richiede una stretta concorrenza di attività la cui programmazione puntuale è fondamentale per il rispetto dei tempi di sviluppo e consegna del prodotto stesso. Con un know-how consolidato da centinaia di progetti e realizzazioni nella costruzione navale, Fincantieri gestisce l’intero processo di sviluppo e costruzione in qualità di “prime contractor”, coordinando le attività contemporanee o sequenziali di migliaia di persone e centinaia di aziende con competenze che richiedono conoscenze molto differenziate. Il coordinamento dei cantieri, delle imprese subappaltatrici, degli approvvigionamenti di materiale, della posa di numerosi sistemi tecnologici e impianti costituisce un importante elemento di complessità per un “prodotto” che richiede anche migliaia di persone impegnate contemporaneamente nelle diverse fasi della costruzione. Sul fronte dei sistemi informativi, gli strumenti utilizzati per gestire il ciclo di vita del prodotto dal progetto alla costruzione sino al supporto post-vendita sono spesso il risultato di personalizzazioni di prodotti standard, stante la scarsa disponibilità di software specifico per la cantieristica navale. “Il nostro modello concettuale ed operativo si basa sulla separazione della gestione dei tempi di progettazione e costruzione dagli aspetti contabili di gestione dei costi, utilizzando diversi strumenti software che insieme ed integrati tra di loro rispondono in modo ottimale alle esigenze di programmazione e gestione per tutti i cantieri del gruppo e delle commesse navali”, afferma Roberto Azzimonti della Direzione Sviluppo Sistema Industriale di Fincantieri.
Con il presupposto di una veloce evoluzione dell’infrastruttura informatica, il processo di rinnovamento dei sistemi informativi di Fincantieri ha avuto inizio nel 2000, introducendo SAP/R3 come strumento primario di supporto gestionale, mentre è stata recentemente adottata la tecnologia Microsoft Project Server 2003 per realizzare una soluzione avanzata di Enterprise Project Management.
“La ricerca di soluzioni per la gestione di progetti complessi ha evidenziato che pochi strumenti risultavano in grado di supportare più di 10.000 attività concorrenti e un totale di oltre 50.000 singole attività che costituiscono il ciclo completo di progettazione e costruzione di una nave. Inoltre, le soluzioni di fascia alta presentavano complessità di implementazione, personalizzazione e utilizzo”, afferma Domenico Pinasco, responsabile gestione infrastruttura tecnologica di Fincantieri. “Le conoscenze degli utenti e gli obiettivi della Direzione Sviluppo Sistema Industriale hanno portato alla scelta di Microsoft Project Server 2003 che è risultato in grado di unire potenza, flessibilità e semplicità d’uso all’interno di un ambiente standard di mercato”.

La soluzioneTop

8 cantieri, 30 costruzioni navali a portafoglio d’ordini, migliaia di persone interne ed esterne al gruppo Fincantieri: un unico sistema condiviso
Nella scelta della nuova tecnologia di project management, i responsabili di Fincantieri hanno rilevato come la maggior parte delle tecnologie, a parità di funzioni e prestazioni, richiedano competenze molto specializzate rispetto alla piattaforma sviluppata su Microsoft Project Server 2003. Inoltre, la soluzione scelta costituiva già uno standard conosciuto a tutti i livelli dell’organizzazione, dal management fino ai tecnici, e facilmente esportabile verso i sistemi delle numerose società fornitrici ed in ogni caso impostato su modalità di utilizzo “user friendly”. La nuova soluzione di Enterprise Project Management è stata implementata dal Microsoft Gold Certified Partner IrisCube Reply su 5 server in rete geografica con l’utilizzo di Microsoft Terminal Server per realizzare l’interfaccia su tutti i siti di Fincantieri. Alle funzionalità di base offerte da Project 2003 sono state aggiunte personalizzazioni applicative che hanno agevolato il processo di pianificazione dei planner di commessa e, nel contempo, hanno indirizzato la gestione dei programmi secondo i requisiti previsti dalle normative interne a Fincantieri, contribuendo alla standardizzazione e formalizzazione dei processi di pianificazione degli Enti aziendali. Microsoft Project Server 2003 è utilizzato per gestire le attività delle Business Unit e dei relativi cantieri, con il controllo da parte delle Direzioni Centrali e con il coinvolgimento diretto degli Enti di progettazione, acquisti e Project management (e relativi PM Team) per il governo dei progetti. Complessivamente il sistema supporta la gestione di 20 commesse navali attualmente in corso di sviluppo, con migliaia di attività di progettazione e costruzione per un totale di 600 utenti interni al gruppo Fincantieri che utilizzano Microsoft Office Project Professional 2003 e qualche centinaia di utenti fornitori che condividono lo stesso strumento di gestione dei progetti. Inoltre è stato utilizzato Project Web Access per rendere disponibile in tempo reale gli strumenti di gestione e controllo anche ai responsabili dell’avanzamento lavori che accedono al sistema, contribuendo in modo determinante alla formalizzazione del processo e alla visibilità sull’avanzamento.

I beneficiTop

Maggior efficacia nel project management per la costruzione navale
Le informazioni elaborate per ciascuna commessa all’interno della soluzione Microsoft Project 2003 Server vengono sottoposte a verifiche con diverse scadenze alle differenti funzioni aziendali in base alla tipologia dell’attività da sottoporre a controllo. In quest’ambito di utilizzo, la potenza del sistema e la semplicità dell’interfaccia utente hanno riscontrato l’approvazione dei project manager e del personale tecnico ed operativo di Fincantieri, che oggi condividono lo stesso strumento di gestione del ciclo di sviluppo e costruzione utilizzando dati di progetto sincronizzati, controllati e coerenti. La piattaforma di project management così implementata sfrutta gli standard dell’ambiente distribuito per garantire efficienza d’utilizzo e interoperabilità con soluzioni ERP, Line-of-business e di produttività individuale. L’ultima fase del progetto riguarda l’estensione funzionale della piattaforma Microsoft per l’Enterprise Project Management al fine di introdurre componenti personalizzati di reportistica avanzata e nuovi strumenti di produttività.
“Dopo aver sperimentato diverse soluzioni, abbiamo definito un processo di gestione dei progetti che ci soddisfa per efficienza operativa e capacità di governo e riduzione delle complessità” conclude Azzimonti. “L’utilizzo di standard tecnologici ampiamente condivisi ha semplificato la comunicazione con le imprese subappaltatrici, mentre l’interfaccia e le funzionalità di Microsoft Project Professional contribuiscono sia all’efficienza del cantiere, sia alla visibilità sulle informazioni di progetto da parte dei responsabili del controllo sui diversi livelli organizzativi”.
In sintesi, l’introduzione della piattaforma Microsoft per l’Enterprise Project Management per il supporto all’ottimizzazione dei cicli produttivi di un grande cantiere navale ha dimostrato prestazioni, funzioni e scalabilità allineate con le esigenze di produzione industriale su larga scala, rivelando una flessibilità in termini di capacità di adattamento a processi di costruzione complessi e di lunga durata.


Il cliente

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Media Azienda
  • Settore industriale: Manifatturiero
  • Scenari:
    • Enterprise Project Management
  • Esigenze di Business:
    • Efficienza e produttività
  • Prodotti:
  • Regione: Veneto

Documenti scaricabili