Almaviva TSF sceglie Microsoft per gestire il ciclo di vita del software

Data di pubblicazione: 2011

Le esigenzeTop

Almaviva TSF è la società del gruppo Almaviva dedicata al mercato dei servizi di Information & Communication Technology per il settore dei Trasporti e della Logistica, specializzata nello sviluppo software e nella gestione di servizi ICT con un portafoglio di oltre 400 applicazioni installate nel proprio CED con un significativo ventaglio di tecnologie e metologie di sviluppo. La grande quantità di progetti, programmi e architetture gestiti ha comportato, nel tempo, un innalzamento della complessità di gestione dei progetti applicativi e una conseguente proliferazione di framework, metodologie e componenti, con il rischio di diminuzione della produttività e un incremento dell’effort di gestione operativa. Per risolvere il problema la società, affiancata da Proge-Software, Microsoft Gold Certified Partner specializzato nel disegno di soluzioni di Application Lifecycle Management (ALM), ha avviato il progetto di definizione e adozione di una piattaforma di Application Lifecycle Management con i seguenti obiettivi:
- aumento della qualità del codice prodotto al fine di ridurre sensibilmente incident e problem in produzione;
- unificazione del processo di gestione del ciclo di vita del software con integrazione dei Domain Team, delle Factory, dei Release Team e dell’Application Management;
- perfezionamento nell’adozione dei processi di qualità nello sviluppo software e contemporanea riduzione dei costi correlati;
- aumento della produttività;
- maggior capacità di governo dei progetti anche per sistemi sviluppati da terzi e gestiti internamente;
- riduzione progressiva e sistematica dell’eterogeneità dei progetti tramite la realizzazione di un framework aziendale condiviso e basato su best practices;
- predisposizione alle nuove infrastrutture in ottica cloud;
- centralizzazione del codice sorgente, minimizzando la latenza di accesso per i team di sviluppo esterni;
- garanzia di un graduale ma rapido passaggio di tutti i progetti di sviluppo applicativo alla nuova piattaforma, minimizzando l’impatto della migrazione degli stessi sul lavoro delle software factory e sui relativi rilasci verso l’ambiente di produzione;
- elevata tolleranza ai guasti e scalabilità della piattaforma ALM in modo da ridurre la probabilità di disservizi e assicurare un rapido adeguamento alle future esigenze aziendali;
- mantenimento dei livelli qualitativi aziendali nel rispetto delle certificazioni ISO 9000, ISO 20000, ISO 27000 con supporto al Rational Unified Process, al CMMI Lv. 3 e all’ICT Framework attualmente adottati da Almaviva TSF;
- condivisione del know-how e della documentazione progettuale tramite un portale intranet;
- automazione e centralizzazione dei processi di build, deploy e test, al fine di aumentare l’efficienza complessiva del ciclo di vita del software;
- disporre di avanzati report e cruscotti di supporto alle decisioni.

La soluzioneTop

Almaviva TSF si è affidata a Proge-Software per la progettazione dell’infrastruttura e la definizione di un processo ALM capace di rispondere al meglio alle proprie esigenze. In una prima fase, si è proceduto al disegno e all’implementazione di una soluzione personalizzata basata su Team Foundation Server 2010 e composta da un sistema centrale ad alta disponibilità (due server bilanciati nel Front-End applicativo) e ad alta affidabilità (Cluster a tre nodi per il Back-End), realizzato presso il CED romano di Almaviva TSF, e da quattro server proxy, installati nelle sedi periferiche di Genova, Bologna, Torino e Firenze, con il compito di mantenere una cache del codice sorgente specifica per i progetti gestiti localmente e ridurre, così, il traffico di rete e i tempi di attesa per i gruppi di sviluppo distribuiti sul territorio. Dopo l’implementazione dell’infrastruttura applicativa, è stato realizzato un completo e dettagliato assessment di tutti i processi aziendali di Almaviva TSF analizzando un campione di progetti software per creare un sottoinsieme coerente di regole basato su best practices e rispettoso del modello qualitativo già presente. Il progetto è poi proseguito da un lato con la personalizzazione del process template, implementando le regole individuate e definite precedentemente nel workflow di Team Foundation Server, in modo da unificare e omologare tutti gli sviluppi al nuovo standard e fissare alcuni indici di qualità comuni a tutti i progetti; dall’altro con il processo di formazione degli utenti sulla nuova piattaforma, realizzando numerose sessioni suddivise per ruolo e incentrate sui compiti specifici di ciascuna mansione, senza però tralasciare di mettere in evidenza l’interazione tra ciascuno di essi nel quadro generale del sistema. È stata successivamente effettuata la migrazione vera e propria dei progetti applicativi, che ha previsto anche la creazione della struttura di branching e delle definizioni di build. Si è infine provveduto alla messa a punto del sistema, implementando le funzionalità di reportistica e gli alert personalizzati, predisposto l’utilizzo dei test e del lab management per integrare completamente tutto il ciclo di vita del software nel processo, ed effettuato la personalizzazione di alcuni processi operativi quali, ad esempio, la compilazione di sorgenti Java in ambiente Unix utilizzando le funzionalità di personalizzazione delle build.

I beneficiTop

La soluzione adottata ha permesso al management di Almaviva TSF di adottare in tempi rapidi strumenti di gestione dei progetti che garantiscono totale controllo sulle attività del team di sviluppo. Gli strumenti offerti dalla nuova piattaforma Microsoft di Application Lifecycle Management, alla base della soluzione, integrandosi con Microsoft Project 2010, permettono infatti di avere un quadro aggiornato in tempo reale dell'allocazione delle risorse, dello stato dei progetti e delle singole attività di sviluppo e manutenzione del software, consentendo correzioni rapide e mirate durante l’evoluzione dei progetti, e contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo del rispetto dei tempi di progetto previsti. La possibilità di seguire l'andamento degli sviluppi con una visione d'insieme e, al contempo, nel dettaglio di ogni singola attività, consente al management di coordinare e organizzare al meglio le attività produttive. Team Foundation Server, infatti, insieme ai prodotti della famiglia Microsoft Visual Studio, ha permesso di definire e applicare una precisa metodologia di sviluppo del software che, nello stesso tempo, supporta il singolo sviluppatore nelle attività quotidiane di realizzazione dei task assegnati e di interazione e collaborazione con gli altri membri del team, e garantisce la piena omogeneità delle soluzioni software adottate. Allo stesso tempo, l'adozione di metodologie standardizzate garantisce la piena diffusione del know-how aziendale all'interno del team, pur nella totale sicurezza offerta dall'unico repository integrato. L’adozione di Team Foundation Server ha dato ai team di sviluppo di Almaviva TSF la possibilità di contare su un valido strumento per la gestione del codice sorgente: le numerose funzionalità di ausilio all'estrazione, modifica e archiviazione del codice aiutano lo sviluppatore a integrare con tranquillità il proprio codice sorgente con quello sviluppato da altre risorse. E ancora, la completa automazione delle attività di deployment attraverso l'uso di Team Foundation Build garantisce totale sicurezza e facilità di rilascio del software, demandando a Team Foundation Server il compito di compilare il software e depositarlo come package a disposizione dei processi di qualificazione del software. Ciò è da intendersi valido anche per gli sviluppatori che interagiscono con Team Foundation Server usando il plugin Team Explorer Everywhere, che garantisce l’accesso alla totalità delle funzioni presenti nella nuova piattaforma Microsoft, anche da IDE di sviluppo non Microsoft. Infine, attraverso le Teamprise Build Extensions, i rilasci del software sviluppato in Java™ sono automatizzati e pienamente integrati in Team Foundation Build.


Il cliente

"L’implementazione di Team Foundation Server 2010 ha fornito alle strutture di sofware factory evoluti strumenti per una efficace gestione del ciclo di vita del software, consentendoci di migliorare il governo dei progetti di sviluppo e innalzare il già alto livello qualitativo del software prodotto."

Antonio Parisi - Responsabile progetto ALM - ALMAVIVA TSF

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Media Azienda
  • Settore industriale: Information & Communication Technology
  • Scenari:
    • Business Productivity
    • Efficienza Operativa
  • Esigenze di Business:
    • Comunicazione e collaborazione
    • Efficienza e produttività
    • Ottimizzazione dei costi
  • Vantaggi: Centralizzazione di tutto il codice sorgente in un'unica piattaforma di gestione, ottimizzazione della gestione del ciclo di vita del software, automazione delle attività di build, test e rilascio, aumento del grado di controllo sulle metodologie di sviluppo del software e della produttività dei team di sviluppo.
  • Prodotti:
  • Regione: Lazio