Fratelli Carli sceglie Microsoft per la nuova piattaforma di Business Intelligence

Data di pubblicazione: 2012

Dalla Liguria a una dimensione mondiale: una tecnologia all’altezzaTop

Fratelli Carli nasce nel 1911 a Imperia, grazie alla brillante intuizione di Giovanni Carli, che decide di sfruttare un’annata olearia particolarmente fortunata per vendere il prodotto degli oliveti di famiglia. Lo fa andando direttamente di casa in casa in bicicletta.
Oggi l’azienda è guidata da Gian Franco Carli, nipote del fondatore Giovanni, e coinvolge tutta la famiglia nella selezione e nella commercializzazione dei diversi prodotti: dall’olio al tonno, dalle olive ai sughi, dai sott’oli, all’aceto fino ai dolci.
Fratelli Carli diffonde con successo, in Italia e all’estero, il gusto per un prodotto genuino e di qualità, tanto che attualmente l’azienda arriva a contare su un parco clienti attivo di 850.000 unità, di cui circa 600.000 in Italia e 250.000 tra Francia, Austria, Germania, Svizzera, Inghilterra e Stati Uniti.
Con numeri di questo tipo, raggiunti secondo un modello di business basato principalmente su Contact Center, e-commerce web e gestione del cartaceo postale, per l’azienda la Business Intelligence è un’attività business critical, al servizio del middle e top management grazie all’attività delle 15 persone che presidiano il dipartimento IT. Il primo approccio di Fratelli Carli alla Business Intelligence risale al 2005, quando ha scelto Hummingbird BI – oggi acquisita da OpenText – come soluzione.
“Per le nostre esigenze di allora ci era sembrata la migliore soluzione disponibile per rapporto costo/benefici”, racconta Edoardo Flumiani, IT Manager di Fratelli Carli. “Con l’aumento della complessità delle informazioni da gestire e mettere a disposizione degli end user, ci siamo resi conto dei limiti del prodotto, tanto per il management quanto per noi dell’IT: ci siamo trovati con un prodotto non più aggiornato e seguito da OpenText Italia”.

La scelta del partner tecnologicoTop

La scelta di dotare l’azienda di una piattoforma di Business Intelligence avanzata e moderna è arrivata a seguito del confronto tra il dipartimento IT e le linee di business di Fratelli Carli. Il team guidato da Edoardo Flumiani ha svolto un’analisi comparativa delle migliori soluzioni disponibili sul mercato. “Volevamo essere certi di scegliere la soluzione più adatta alle nostre nuove esigenze, un prodotto di punta sviluppato da un’azienda al passo coi tempi, che investe in ricerca e sviluppo, capace di ascoltare e assecondare le richieste degli utilizzatori”, spiega l’IT Manager. “Factory Software ci ha mostrato le potenzialità delle soluzioni Microsoft e convinti ad affidarci alla società di Redmond”.
Factory Software è Partner Microsoft con certificazione Gold sulla Business Intelligence. Un partner qualificato e specializzato nelle soluzioni di BI su piattaforma Microsoft che ha supportato il processo di scelta del cliente e coordinato le fase di deployment della soluzione e di formazione agli end user.
La piattaforma Microsoft dedicata alla Business Intelligence prevede l’aggiornamento di SQL Server alla versione 2012 con l’integrazione di Microsoft Office SharePoint Server 2010 e della suite Office 2010. “Avevamo sviluppato un certo know-how su alcune tecnologie Microsoft che avevamo già in azienda. La possibilità di poter lavorare su un ambiente conosciuto è stata vista come un valore aggiunto per la nostra scelta”. In Fratelli Carli ci sono tre tipologie di utenti che accedono ai dati di BI: il Top Management, che ha bisogno di valori di sintesi, i responsabili del CRM e delle vendite per le analisi sugli ordini e utenti più operativi che hanno bisogno di dati per prendere decisioni sulla loro attività giornaliera, per esempio per la gestione della logistica.
Il progetto di implementazione è stato programmato in tre fasi. Nella prima è stata realizzata l’infrastruttura tecnologica, definito lo schema multidimensionale e l’implementazione del cubo OLAP nella sua prima versione. Nella seconda fase il cubo è stato arricchito di ulteriori dimensioni e misure, quali gli articoli a magazzino, i colli allestiti e le campagne di marketing. La terza fase, tuttora in corso, prevede l’integrazione della piattaforma di BI con la tecnologia SharePoint per permettere l’accesso ai dati da un unico portale e da qualsiasi posizione.

Dati univoci al servizio del businessTop

Il primo gruppo che ha avuto la possibilità di provare la piattaforma Microsoft per la BI è stata la divisione Alimentare guidata da Carlo Carli. “Per noi dell’IT la fase di test a cura di una delle divisioni più strategiche dell’azienda era molto importante e i risultati sono stati un successo. Il feedback è stato estremamente positivo: tutti i dati disponibili con la precedente soluzione sono ora a disposizione con maggiore flessibilità nella consultazione e con la navigazione multidimensionale sono stati superati i limiti riscontrati nelle tabelle Pivot generate col precedente sistema”, dichiara Edoardo Flumiani. Tra i benefici più importanti riscontrati ha un ruolo importante l’autonomia per gli utenti nell’analisi dei dati, ora più semplice e con la certezza dell’univocità dei dati. “Per noi dell’IT e per chi si occupa di CRM significa una diminuzione dei carichi di lavoro, con la conseguente possibilità di dedicarci ad altre attività strategiche dell’azienda”. Tra le aspettative di Fratelli Carli figura il completamento della fase di di integrazione della piattaforma di BI con la tecnologia SharePoint. “Col supporto di Factory Software stiamo concludendo la fase di tuning per la gestione degli accessi e delle permission per gli utenti. Presto l’accesso ai dati avverrà direttamente online da un unico portale: i benefici sono evidenti, primo fra tutto la possibilità di poter lavorare anche da remoto e da qualsiasi dispositivo”, conclude l’IT Manager.


Il cliente

"Per noi dell’IT la fase di test a cura di una delle divisioni più strategiche dell’azienda era molto importante e i risultati sono stati un successo. Il feedback è stato estremamente positivo: tutti i dati disponibili con la precedente soluzione sono ora a disposizione con maggiore flessibilità nella consultazione e con la navigazione multidimensionale sono stati superati i limiti riscontrati nelle tabelle Pivot generate col precedente sistema"

Edoardo Flumiani, IT Manager di Fratelli Carli

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Media Azienda
  • Settore industriale: Agroalimentare
  • Scenari:
    • Business Analytics
  • Esigenze di Business:
    • Gestione e analisi dei dati
  • Vantaggi: Ottimo feedback da parte dei primi user che hanno provato la soluzione; Superamento dei limiti della precedente soluzione; Maggiore flessibilità e semplicità di accesso e uso della piattaforma per gli end user
  • Risparmio: Tra i benefici più importanti riscontrati ha un ruolo importante l’autonomia per gli utenti nell’analisi dei dati, ora più semplice e con la certezza dell’univocità dei dati
  • Prodotti:
  • Regione: Liguria