Vino, olio e Business Intelligence

Data di pubblicazione: 2007

Le esigenzeTop

Far comunicare i reparti, in maniera proattiva
Per competere nel mercato dell’enogastronomia di alta qualità, ed emergere tra gli altri produttori, Castello Monte Vibiano Vecchio ha sentito la necessità, di ripensare la struttura dei propri sistemi informativi, aggiornando i propri componenti hardware e software, questi ultimi già targati Microsoft. “Un profondo bisogno di maggiore comunicazione tra i reparti era avvertito dalle diverse anime dell’azienda”, riferisce l’Amministratore Delegato Lorenzo Fasola Bologna. “Le informazioni in nostro possesso erano molte, ma non gestite al meglio”. “Era arrivato il momento di supportare la comunicazione in modo efficiente, rendere le e-mail interne disponibili anche nei casi di mancanza di connettività, rendere la reportistica del sistema gestionale a disposizione di tutti i comparti dell’azienda, prosegue il responsabile dei Sistemi Informativi Alessandro Giannoni.
Tutto ciò rispettando precisi limiti di budget e con l’obiettivo di realizzare un sistema per l’amministrazione dell’intera struttura IT, hardware e software, che fosse utilizzabile dal personale interno con estrema facilità.

La soluzioneTop

Dati accessibili e a disposizione della Direzione e delle funzioni Commerciali
La proprietà decide di affidare la scelta della nuova soluzione al proprio responsabile dei Sistemi Informativi che, in collaborazione con il Partner Microsoft Small Business Specialist Istante di Perugia, adotta una soluzione basata su Microsoft Windows SharePoint Services, Microsoft Windows Small Business Server 2003 e Microsoft SQL Server 2005 (per la parte di database engine, integration, analysys e reporting services). Castello Monte Vibiano Vecchio così si ristruttura profondamente, e cambia anche le sue modalità operative: i siti produttivi vengono connessi con rete wireless agli uffici, i sistemi informativi vengono integrati. Attraverso Microsoft SharePoint Server le informazioni vengono veicolate facilmente e con tempestività.
Due le innovazioni più salienti: la risoluzione dei problemi tecnici, e l’accessibilità migliore ai dati. L’intero processo è stato seguito avendo ben presente l’evoluzione – in crescendo – del business aziendale, ed è stato adottato un approccio tecnologico di progetto, per garantire una crescita dell’infrastruttura graduale e allo stesso tempo prevedendo la scalabilità futura.
Per quanto riguarda la tempistica, il processo è iniziato con la sostituzione dei sistemi hardware più datati con nuovi server e un’infrastruttura di networking completamente rinnovata.

I beneficiTop

La scelta di Windows Small Business Server 2003, Windows Server 2003 e SQL Server 2005 hanno reso l’infrastruttura facile da gestire e allo stesso tempo più stabile, sicura e performante.
L’accesso in mobilità dall’esterno alle e-mail e i collegamenti in VPN, permettono interventi remoti immediati in caso di necessità. “Il livello di soddisfazione è molto alto ed esteso a tutti i livelli aziendali, a partire dalla dirigenza e dal reparto commerciale: entrambi hanno gradito particolarmente la possibilità di utilizzare un’unica dashboard integrata, e di lavorare con uno strumento basato su Web”, racconta Alessandro Giannoni. “Reportistica e Business Intelligence hanno, come si suol dire, ‘cambiato faccia’. Prima le informazioni contenute nel gestionale erano oscure, per i più. Oggi, invece, i dati sono, oltre che a portata di mano, chiari e concreti. Ciò ha comportato anche un risparmio per l’azienda: le informazioni, rese disponibili in maniera razionale, sono facilmente consultabili e analizzabili da tutti, velocemente.”
Le soluzioni Microsoft adottate hanno positivamente modificato l’attività quotidiana dei dipendenti dell’azienda perugina. In futuro, inoltre, il responsabile dei Sistemi Informativi prevede di implementare anche i componenti di reporting service di SQL Server 2005, e di aprire la Intranet all’esterno, direttamente ai clienti, consentendo loro di controllare lo stato degli acquisti, senza pesare sull’attività del front office.


I partner

Case History in breve