McQuay Italia, tre aziende in una, i processi al centro

Data di pubblicazione: 2008

Le esigenzeTop

Migliore visibilità su business e organizzazione
Negli ultimi anni – in corrispondenza dell’arrivo in azienda di Marco Manciocchi, Controller & IT Manager, con una precedente esperienza di sistemi ERP nel campo delle telecomunicazioni – l’azienda ha ravvisato una serie di difficoltà relative alla gestione dei processi e dei sistemi informativi a loro supporto. Sono emerse esigenze sia di business che di organizzazione, con processi sì consolidati, ma in alcuni casi poco chiari. “La completa visibilità di quanto accadeva e delle possibili anomalie era limitata a una ristrettissima cerchia di persone, prevalentemente tecniche”, racconta Manciocchi. “Analizzare, verificare e sviluppare i processi aziendali esistenti, in termini di accuratezza e velocità, nel rispetto delle peculiarità di ciascuna business unit, sono diventate così le nostre priorità”.
L’organizzazione di McQuay Italia è strutturata in tre unità di business: la prima per la produzione di linea, una seconda di produzione, assimilabile a quella di commessa, e una di trading. Ciascuna di queste realtà possiede abitudini operative e modelli produttivi e logistici diversi. “Sono tre unità di business nella stessa azienda, con una quarta in arrivo a breve, relativa a una nuova linea di prodotto”, rimarca Manciocchi.

La soluzioneTop

Microsoft Dynamics NAV armonizza i processi delle tre business unit
La scelta è ricaduta su Microsoft Dynamics NAV. Così Manciocchi precisa le ragioni di questa scelta: “È in grado di garantire una flessibilità maggiore. Poiché lavoriamo con tre unità di business separate, diventava fondamentale controllare i processi in maniera dinamica. La soluzione doveva essere anche in grado di garantire la sostenibilità futura, elemento, questo, ben presidiato da Microsoft. La scelta di McQuay Italia è al momento in controtendenza rispetto a quella del Gruppo Daikin, nuovo proprietario dell’azienda, ma la sede del nostro Paese mantiene una totale autonomia relativa alle scelte sui sistemi informativi”.
Il progetto è stato suddiviso in due macrofasi: la prima prevedeva la riattivazione dei flussi base produttivi, attivo, passivo, e amministrativo, in molti casi secondo logiche non preesistenti e innovative. La seconda macrofase ha comportato attività di fine tuning e gli specifici sottoprogetti per il controllo degli stati d’avanzamento della linea (shop floor control), la qualità di linea (IQS), lo schedulatore di produzione a capacità finita, i terminali di rilevazione in radiofrequenza per i magazzini, il workflow di alcuni processi specifici, l’utilizzo di codici a barre, la riduzione degli archivi cartacei passivi e attivi grazie a soluzioni di conservazione ottica sostitutiva e altro ancora.
“Le business unit della società, ciascuna con un proprio budget, oggi possono contare su un nuovo modo, più armonico, di controllare i flussi produttivi. È stato inoltre realizzato un add on, a cura di Brainforce, relativo alla gestione di commessa della produzione”.

I beneficiTop

Controllo, trasparenza, velocità. Più efficienza in azienda
“Nel segmento delle vendite, è stata di molto velocizzata la parte relativa al Customer Service; i dati di vendita e di produzione, precedentemente affidati a supporti cartacei, sono gestiti in formato elettronico e la loro modalità di fruizione è trasparente. Altrettanto importante è la velocità di fruizione delle informazioni, per le quali non è più necessario attendere molti minuti. Inoltre, le maschere offerte da Microsoft Dynamics NAV sono particolarmente user-friendly. Gli utenti di McQuay che accedono all’ERP (una settantina su 240 persone) capiscono in maniera immediata dove e come imputare o ricercare i dati. Se una persona – anche relativamente poco qualificata - è abituata a lavorare sugli strumenti Microsoft Office, su Microsoft Dynamics NAV si troverà ottimamente. In una parola, le persone lavorano meglio”.
da quando è stata installata la soluzione Microsoft, l’azienda ha incrementato il numero di ordini inseriti a sistema, a parità numerica di persone addette al Customer Service.
La business unit del Trade è quella che maggiormente ha beneficiato dell’implementazione del nuovo ERP.. Spiega il Controller. “Uno dei problemi che sempre assilla le aziende manifatturiere è la gestione del magazzino. Nel caso della linea Trade, questa possedeva un elevato valore delle giacenze del magazzino. Dopo otto mesi, siamo orgogliosi di affermare che è stato riscontrato un calo nel valore dello stock, che si aggira attorno al 40-50%. Le movimentazioni dei materiali sono più puntuali e sotto controllo rispetto a prima. In generale tutte le attività connesse al controllo ordini attivi e passivi sono estremamente più semplici e facilmente controllabili. Ecco un elemento di beneficio portato da Microsoft: una migliore e più puntuale pianificazione delle attività”.


Il cliente

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Media Azienda
  • Settore industriale: Manifatturiero
  • Scenari:
    • Enterprise Resource Planning
  • Esigenze di Business:
    • Ottimizzazione delle Operation
  • Prodotti:
  • Regione: Lazio

Documenti scaricabili