Patrizia Pepe comunica su cloud grazie ai servizi Microsoft Office 365 e alla consulenza Var Group

Data di pubblicazione: 2012

Le esigenze - Scegliere la migliore tecnologia per razionalizzare le applicazioni di messaggisticaTop

Il dipartimento IT di Patrizia Pepe ha la necessità di ridurre l’impegno nella gestione dell’infrastruttura, offrendo contemporaneamente un migliore servizio di messaging a 250 utenti dislocati nella sede centrale. Il sistema di posta elettronica realizzato in precedenza su Microsoft Exchange Server 2007 non presentava criticità ma si è ritenuto importante compiere un primo passo verso il cloud computing per valutarne l’efficacia e la capacità di riduzione dei costi di esercizio . Si presentava inoltre l’esigenza di un aumento dello spazio di archiviazione disponibile per le caselle di posta degli utenti, evitando ulteriori investimenti in sistemi di storage e backup. È stata quindi messa a confronto l’offerta dei principali player, sui quali ha prevalso la piattaforma cloud Microsoft Office 365 per la maggiore solidità della tecnologia e dei servizi di supporto.

“Il nostro obiettivo di razionalizzazione e semplificazione del servizio di posta elettronica ha trovato la migliore risposta nell’offerta di Microsoft e dei suoi partner”, afferma Lorenzo Tazzi, IT manager di Patrizia Pepe. “Riteniamo infatti che, fra i diversi fornitori di soluzioni cloud, Microsoft risulti superiore per solidità di piattaforma e concretezza. A questo si aggiunge la continuità con la tecnologia già esistente nella nostra organizzazione e la grande reattività dimostrata dalle persone nel proporre le soluzioni, configurarle in base alle nostre esigenze e offrire supporto in fase di migrazione”.

La soluzione - Partner tecnologici a garanzia di una migrazione rapida e sicuraTop

Il Microsoft Partner Var Group è stato incaricato di definire un piano di migrazione delle caselle di posta su piattaforma cloud utilizzando i servizi offerti all’interno della piattaforma di cloud computing Microsoft Office 365. Gli specialisti di Var Group hanno collaborato con il team Microsoft Global Partner Services italiano durante le fasi di pianificazione, proof-of-concept e implementazione per garantire la massima efficienza e rapidità in tutte le fasi di progetto. La migrazione progressiva delle caselle di posta è avvenuta grazie a una soluzione realizzata su Microsoft Exchange 2010 in grado di garantire la coesistenza del nuovo servizio di messaggistica con l’esistente infrastruttura on-premise. La prima fase del progetto ha interessato la sede centrale di Patrizia Pepe e tutti i negozi in Italia, realizzando la migrazione dei primi 30 utenti e un’attività di formazione verso il personale IT offerta da Var Group. A seguito del pieno successo ottenuto dalla fase pilota, il progetto prosegue rapidamente per offrire a tutti gli utenti della società i nuovi servizi di posta elettronica realizzati sulla cloud Microsoft Office 365.

I benefici - Vantaggi economici e migliori servizi prospettano un’estensione delle applicazioni cloud Top

La piattaforma cloud Microsoft Microsoft Office 365ha consentito al dipartimento IT di Patrizia Pepe una netta riduzione dell’impegno di risorse per la gestione dei servizi di messaggistica, eliminando le periodiche necessità di aggiornamento dell’infrastruttura e di investimenti su hardware e software. I livelli di servizio risultano oggi realmente adeguati alle necessità operative e allineati agli attuali standard tecnologici offerti agli utenti anche in ambito privato, superando quindi le limitazioni di storage e di flessibilità imposte dall’infrastruttura on-premise.
“Lo spostamento su cloud della posta elettronica ha ridotto dell’80 per cento il nostro impegno di risorse per la gestione di questo servizio e ci ha permesso di offrire agli utenti uno spazio di archiviazione pari a 25 GigaByte contro i precedenti 300 MegaByte”, afferma Lorenzo Tazzi. “Abbiamo quindi aumentato l’efficienza e la soddisfazione degli utenti senza alcun investimento in infrastruttura e sistemi di storage, eliminando tutte le attività manuali di configurazione e supporto tecnico per questo servizio. Infine, i costi per il canone annuo sono risultati pari al 50 per cento rispetto alla situazione precedente. Ritengo assolutamente positiva questa prima esperienza su cloud, che oggi costituisce per noi un importante stimolo a valutare nuove aree di applicazione dei servizi cloud”.
La semplicità di migrazione verso i servizi di Microsoft Office 365 e la loro convenienza economica sperimentata da Patrizia Pepe con questo progetto hanno aperto la strada a nuovi progetti in ambito cloud computing, ed è oggi già in corso un test sulle funzionalità di una nuova soluzione sviluppata su Microsoft Dynamics CRM Online.


Il cliente

"Il nostro obiettivo di razionalizzazione e semplificazione del servizio di posta elettronica ha trovato la migliore risposta nell’offerta di Microsoft e dei suoi partner."

Lorenzo Tazzi, IT manager

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Grande Azienda
  • Settore industriale: Moda
  • Scenari:
    • Cloud computing
  • Esigenze di Business:
    • Comunicazione e collaborazione
  • Vantaggi: - Valutazione comparativa delle piattaforme cloud disponibili sul mercato - Test dei servizi Microsoft Office 365 e Microsoft Exchange Online - Migrazione progressiva su cloud in coesistenza con la soluzione on-premise
  • Risparmio: - Azzeramento degli investimenti infrastrutturali dedicati alla posta e al relativo storage - Eliminazione dell’impegno di risorse IT per helpdesk e supporto sistemistico - Aumento del livello di servizio con maggiore spazio di archiviazione
  • Prodotti:
  • Regione: Toscana