La verticalzzazione per il mondo della moda di Sergiolin

Data di pubblicazione: 2005

Le esigenzeTop

Un’azienda artigiana che diventa globale
Nata negli anni ’60 a Ozzano Emilia (BO)come azienda artigianale per la produzione di borse, Sergiolin compie la svolta nel 1980, con l’avvio di una serie di produzioni in pelle per importanti marchi come Missoni - innanzitutto - e poi Krizia, Ungaro e Gianfranco Ferré. Nel 2003 nasce la joint venture con Ittierre per realizzare borse, portafogli e cinture per GFF, Versace, Cavalli, D&G, e viene acquisito il marchio Exté, in sviluppo sui mercati esteri.

Cresce il fatturato, aumentano le esigenze gestionali
La dinamicità del business aveva reso inderogabile consolidare l’infrastruttura IT, basata su un sistema AS400 con un programma finance IBM e un gestionale customizzato di settore; quest’ultimo non era aggiornabile, e restare in ambito legacy avrebbe significato adottare una verticalizzazione poco moderna, e prolungare oneri ingenti. “Abbiamo deciso di cambiare completamente” spiega Enrico Massari, Consigliere Delegato e Chief Financial Officer di Sergiolin “a partire dalla piattaforma operativa, col passaggio a Microsoft Windows Server, e dal database, migrato su una piattaforma Microsoft SQL Server”. Esclusi i gestionali più “pesanti” e complessi, il mercato non offriva però soluzioni ritagliate sul mercato fashion.

La soluzioneTop

Il partner e il progetto
“Microsoft Dynamics NAV non includeva ancora moduli per il nostro settore ma Altea si è fatto carico della localizzazione di Pebblestone, una verticalizzazione per il mercato fashion realizzata da una dalla software house olandese specializzata nel fashion. Bene, a sei mesi di distanza il programma copre l’85% degli obiettivi ed è vicino al pieno regime”, continua Massari.
Altea, Partner Microsoft Business Solutions attivo da oltre 10 anni in ambito consulenziale e tecnologico in tutti i principali settori (industriale, finanziario e della PA), è anche distributore esclusivo per l’Italia di Pebblestone Fashion, una soluzione verticale standard, un cosiddetto add on per l’ERP Microsoft Dynamics NAV.

I beneficiTop

Un bilancio positivo
La specificità della verticalizzazione sta nella possibilità di includere i vari parametri rendendo più efficiente l’operatività di linee prodotto legate al breve ciclo di vita delle collezioni. L’add-on Pebblestone include inoltre funzionalità di supporto alla gestione delle anagrafiche articolo, generando le caratteristiche di quest’ultimo tramite wizard, sicché l’utente non deve replicare l’inserimento, ma modulare i parametri delle varianti.
Microsoft Dynamics NAV ha anche permesso di automatizzare in base a criteri stabiliti le comunicazioni della pianificazione MPS (Master Production Schedule Product Scheduling), per effettuare gli acquisti all’interno del gruppo piuttosto che dai terzisti.
La soluzione integra anche le controllate che gestiscono magazzini e arrivi merce dall’estero, altro aspetto centrale per Sergiolin.
Installata su 25 postazioni in sede e nelle due società di logistica, la soluzione e il sistema sottostante sono supportati da un’unica macchina server con caratteristiche tecniche assolutamente “normali”.
Il bilancio, per Enrico Massari di Sergiolin, è certamente positivo: “Oggi disponiamo di una verticalizzazione di Microsoft Dynamics NAV ritagliata sulle esigenze delle aziende che si confrontano con le dinamiche della moda”.


Il cliente

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Media Azienda
  • Settore industriale: Manifatturiero
  • Scenari:
    • Enterprise Resource Planning
  • Esigenze di Business:
    • Ottimizzazione delle Operation
  • Prodotti:
  • Regione: Emilia-Romagna