CDO Piemonte sceglie Office 365 per aumentare la flessibilità nel lavoro

Data di pubblicazione: 2013

Le EsigenzeTop

Il passaggio al mondo “cloud” nasce dall’esigenza di una più efficace organizzazione del lavoro in team, in particolare la sincronizzazione e condivisione delle agende, dei contatti e, soprattutto, dei file di lavoro in condivisione tra diverse funzioni aziendali, evitando inutili duplicazioni e facili disguidi. Non è indifferente il vantaggio di poter avere accesso alla propria rete aziendale e alla propria area esclusiva di lavoro da qualunque accesso Internet. Apprezzabile la possibilità di maggior comunicazione attraverso le comunicazioni on line.
Altro elemento importante per decidere il passaggio al cloud è stato il desiderio di introdurre metodologie innovative e quindi professionalizzanti per tutti i collaboratori dell’azienda. È stata fatta anche un’attenta valutazione dei device disponibili e della programmazione di progressiva sostituzione e ammodernamento, riscontrando che non si rendeva necessario operare importanti investimenti indiretti a causa della nuova tecnologia adottata, potendosi ben adattare alle naturali evoluzioni già in essere o programmate

La soluzioneTop

Inizialmente CDO Piemonte aveva provato a utilizzare delle soluzioni cloud di Google, riscontrando dei benefici ma anche dei grossi limiti legati all’utilizzabilità dei documenti e alla mancanza di supporto durante il passaggio. Il ruolo del partner di Microsoft si è subito rivelato elemento distintivo in questo senso. Dopo aver assistito a un evento in cui Cloudea e Microsoft hanno presentato Office 365 a Torino, il direttore di CDO Piemonte, Giovanni Clot, decide di testare direttamente per il suo lavoro la soluzione per alcuni mesi. Scopre così che non solo è adatta a sostituire i servizi esistenti, ma aggiunge una notevole flessibilità nell’accesso ai contenuti e nel lavoro in mobilità e da casa. Pertanto decide di acquistare la suite E1 di Office 365 e utilizzarla al pieno delle funzionalità: caselle su Smartphone di diverso tipo, inclusi IPad e Blackberry, Lync per le riunioni interne, esterne e ricevere assistenza dal partner. Decide subito si utilizzare SharePoint Online per la intranet documentale, con il trasferimento nel Cloud di 50Gb di documenti presenti sul file System del server precedente e di condividere i contatti e il calendario aziendale attraverso di esso. Il passaggio dal vecchio al nuovo sistema di posta è stato eseguito durante il fine settimana per minimizzare l’impatto ai dipendenti

I beneficiTop

“Da subito abbiamo apprezzato la possibilità di condividere il proprio calendario per ottimizzare l’organizzazione degli appuntamenti, poi abbiamo utilizzato il calendario ufficiale delle riunioni e la possibilità di condividere i contatti, mettendo a fattore comune informazioni prima solo personali”, racconta Clot. “Quello che ci ha stupito particolarmente è la semplicità con cui è possibile reperire immediatamente con Lync le persone del gruppo e lavorare a distanza con efficienza. Da quando i documenti sono su SharePoint Online ognuno di noi riesce a portare avanti il proprio lavoro anche da casa e questo libera tempo per la vita privata, perché possiamo organizzarci la giornata più liberamente, senza mancare le scadenze”. Il cambiamento dello strumento di collaborazione ha agevolato lo spirito di gruppo e permesso di aumentare ulteriormente il livello dei servizi per gli associati, riducendo i tempi di lavoro e favorendo l’aumento della flessibilità. Abbiamo quindi, col supporto di Cloudea, personalizzato uno strumento nato per le grandi aziende per la nostra realtà locale reimpostando la nostra mentalità e il nostro approccio rispetto al lavoro. Nonostante la leggera resistenza al cambiamento riscontrata durante la fase di passaggio al cloud gli enormi benefici percepiti dai dipendenti hanno permesso di rendere operativo l’utilizzo di Office 365 in modo veloce e semplice


Il cliente

"Non avrei pensato che la condivisione di semplici informazioni come le agende e i documenti di lavoro ci cambiasse cosi tanto l’approccio al lavoro di gruppo. Ne beneficiano anche gli associati perché hanno da noi risposte più veloci e puntuali"

Clot Giovanni, Direttore Generale CDO Piemonte

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Media Azienda
  • Settore industriale: Servizi
  • Scenari:
    • Cloud computing
    • Collaboration & Social Enterprise
  • Esigenze di Business:
    • Comunicazione e collaborazione
  • Vantaggi: Da subito abbiamo apprezzato la possibilità di condividere il proprio calendario per ottimizzare l’organizzazione degli appuntamenti, poi abbiamo utilizzato il calendario ufficiale delle riunioni e la possibilità di condividere i contatti, mettendo a fattore comune informazioni prima solo personali
  • Risparmio: Da quando i documenti sono su SharePoint Online ognuno di noi riesce a portare avanti il proprio lavoro anche da casa e questo libera tempo per la vita privata, perché possiamo organizzarci la giornata più liberamente, senza mancare le scadenze
  • Prodotti:
  • Regione: Piemonte