Zeis Excelsa passa da Linux a Microsoft Exchange 2003

Data di pubblicazione: 2006

Le esigenzeTop

Necessità di una piattaforma collaborativa efficace e aperta all’accesso mobile
L’espansione delle attività produttive e commerciali di Zeis Excelsa ha determinato un’importanza crescente dell’infrastruttura collaborativa e degli strumenti di posta elettronica. Oggi, fra le esigenze più sentite all’interno dell’organizzazione c’è sicuramente la necessità di consultazione della posta tramite dispositivi mobili, la gestione centralizzata delle caselle e dei relativi backup, la definizione di nuove politiche di sicurezza.
Finora il servizio di posta elettronica veniva erogato da un server Linux che non risultava in grado di utilizzare lo standard POP3 e rendeva impossibile una gestione razionale e centralizzata dei messaggi, oltre a non abilitare l’accesso via Web alle caselle di posta. Inoltre, l’esigenza di un accesso mobile alle risorse aziendali non poteva essere adeguatamente e rapidamente soddisfatta utilizzando la precedente piattaforma Linux.
“Lo sviluppo di nuove funzioni collaborative in ambiente Linux risultava complesso e poco conveniente dal punto di vista economico”, afferma Roberto Cataldi, responsabile CED di Zeis Excelsa. “Nonostante possedessimo competenze per lo sviluppo in questa direzione abbiamo ritenuto che una piattaforma standard realizzata sugli ultimi prodotti Microsoft potesse rispondere più rapidamente alle nostre necessità di evoluzione dell’infrastruttura di messaggistica, in particolare sul piano della semplicità di gestione e dell’omogeneità di accesso con diverse tipologie di client”.

La soluzioneTop

Accesso distribuito a risorse centralizzate
Affidandosi alla tecnologia Microsoft, Zeis Excelsa ha colto quest’occasione di rinnovamento del sistema di posta elettronica per effettuare simultaneamente una rapida migrazione dai server di vecchia generazione verso un dominio realizzato su Microsoft Windows Server 2003. PCSNET Marche, Microsoft Gold Certified Partner, che già offriva all’azienda un servizio di formazione sui prodotti Microsoft, ha implementato la nuova piattaforma collaborativa mantenendo il database Microsoft SQL Server utilizzato da tutti gli applicativi e installando Microsoft Exchange Server 2003 per sviluppare i nuovi servizi di messaggistica. Le competenze messe in atto in fase di implementazione e la flessibilità della tecnologia Microsoft hanno permesso di effettuare in breve tempo la migrazione dall’ambiente Linux, senza alcun impatto sull’operatività degli utenti e sui dati in archivio. Come conseguenza dell’adozione di Microsoft Windows Server 2003, l’utilizzo di Active Directory per la profilazione e la gestione degli accessi alle risorse ha inoltre introdotto nuovi standard qualitativi per la sicurezza e l’amministrazione dei sistemi. Al termine del progetto, lo stabilimento principale di Zeis Excelsa e la rete di negozi distribuita sul territorio italiano, per un totale di oltre 140 postazioni client, utilizzavano la stessa infrastruttura centrale e sistemi client omogenei per l’accesso alle risorse di posta elettronica con postazioni fisse e dispositivi di mobile computing. PCSNET Marche ha poi indicato la soluzione Microsoft Software Update Services come strumento ideale per la distribuzione degli aggiornamenti software. “L’implementazione della nuova piattaforma ci ha permesso di scoprire elementi di potenziale pericolo di cui non eravamo a conoscenza, mentre gli strumenti di gestione più avanzati rispetto ai precedenti ci hanno consentito di ridurre gli oneri di esercizio per il sistema di posta elettronica e per il mantenimento dell’intera infrastruttura”, sottolinea Cataldi.
“La fault tolerance derivata dal doppio server di dominio e i protocolli di sicurezza utilizzati da Microsoft Exchange ci garantiscono oggi una totale continuità di servizio e un’efficace protezione della rete con i vantaggi del single sign-on”.

I beneficiTop

Aumento delle modalità di utilizzo e semplicità di gestione
Il dipartimento IT di Zeis Excelsa sperimenta oggi la riduzione dei tempi di implementazione e gestione derivata dall’utilizzo di tecnologie e strumenti amministrativi standard al posto di componenti eterogenei sviluppati con linguaggi di programmazione supportati in modo discontinuo. L’eliminazione delle attività manuali di distribuzione degli aggiornamenti software ha contribuito all’efficienza del servizio IT, mentre sul piano dell’infrastruttura di messaging & collaboration un partner tecnologico affidabile ha garantito con un breve progetto di migrazione l’accesso diversificato alle risorse di posta elettronica, l’integrazione applicativa con i servizi già esistenti in azienda e un livello di affidabilità superiore sia sui client sia sui sistemi centrali. “La maggiore efficacia dei servizi tecnologici deriva oggi anzitutto dagli standard adottati per l’infrastruttura e dalle competenze del partner di supporto, molto più attendibili rispetto alle consulenze offerte su altri ambienti di programmazione”, afferma Cataldi. “Mentre le caratteristiche dei nuovi prodotti Microsoft, non riscontrabili in altre tecnologie, ci hanno permesso di attivare policy di accesso ai sistemi, meccanismi di protezione e metodi di gestione che insieme determinano un elevato livello di affidabilità per funzionalità in continua evoluzione”. Sul fronte operativo, gli utenti della sede centrale, il management, gli agenti commerciali e la rete di vendita di Zeis Excelsa sono oggi interconnessi in un’unica rete a gestione centralizzata e sperimentano tutti i giorni la maggiore efficacia derivata da un accesso con dispositivi palmari e alle risorse personali e condivise.
L’interfaccia standard di Microsoft Office Outlook ha permesso di consultare la posta in maniera sicura con qualsiasi modalità di connessione, utilizzando anche Outlook Web Access per l’accesso via HTTPS. Rapidità ed efficienza nelle comunicazioni La migliore gestione del sistema di posta elettronica costituisce il primo ritorno derivato dalla piattaforma collaborativa Microsoft di nuova generazione, sia dal punto di vista del personale di supporto tecnico, sia nell’opinione degli utenti. L’infrastruttura sviluppata su Microsoft Windows Server 2003 e Microsoft Exchange Server 2003 ha favorito la comunicazione tra tutti i livelli dell’organizzazione e nei confronti dei partner esterni, garantendo i massimi livelli di sicurezza e abilitando un utilizzo esteso di dispositivi palmari e portatili. “L’obiettivo di una comunicazione più efficace fra i diversi attori del processo produttivo è stato rapidamente raggiunto, in particolare grazie alla semplicità di accesso mobile resa possibile dalla nuova piattaforma”, conclude Roberto Cataldi. “Oggi valutiamo il ritorno dell’investimento anche in termini di riduzione del costi di esercizio per un’infrastruttura più estesa, con capacità funzionali superiori rispetto alla soluzione Linux e con una completa autonomia del nostro dipartimento IT in termini di sviluppo e supporto sistemistico”.
Nel piano di evoluzione della piattaforma informativa, Zeis Excelsa prevede oggi la migrazione del sistema firewall dall’ambiente Linux verso un più solido Microsoft ISA Server 2004, che consentirà di ottenere un controllo completo sui protocolli di comunicazione.


Il cliente

Case History in breve