Windows Server 2008 aiuta il Comune di Roma ad aumentare i livelli di efficienza e produttività

Data di pubblicazione: 2008

Le esigenzeTop

Il Comune di Roma, con oltre 30.000 dipendenti, ha il compito di fornire tutti i servizi della pubblica amministrazione ai 2,7 milioni di cittadini romani. I 100 addetti del reparto servizi IT del Comune di Roma gestiscono un ambiente composto da 400 server, tutti con sistema operativo Windows Server 2003, e 14.000 computer a uso dei dipendenti. Il Comune di Roma utilizza inoltre la soluzione Microsoft Internet Information Services (IIS) 6.0, integrata in Windows Server 2003, per l’hosting della maggior parte delle applicazioni Web. “La principale applicazione di cui eseguiamo l’hosting è un sito Web che fornisce informazioni aggiornate su tutti i servizi del comune, oltre a servire da database accessibile ai cittadini per recuperare e verificare dati quali nome, indirizzo, data di nascita e altre importanti informazioni”, dichiara Luigi Baldoni, CIO del Comune di Roma. “Lo scorso anno, il numero di utenti che hanno eseguito l’accesso a questa applicazione è cresciuto immensamente. Per questo, al momento, il nostro principale obiettivo è migliorare l’applicazione, assicurandone una disponibilità elevata”. Tuttavia, gli aspetti di affidabilità e connettività si sono rivelati problematici. “Dobbiamo garantire una connessione affidabile alle applicazioni che forniamo, in modo da consentire agli utenti di accedere alle informazioni che desiderano in qualunque momento della giornata”, afferma Giulio Moroni, referente tecnico programma “RDP Windows Server 2008” presso il Comune di Roma. “Sfortunatamente, l’aumento del livello di utilizzo dell’applicazione ci ha dato qualche problema in termini di prestazioni e disponibilità”. A sperimentare altri problemi al Comune di Roma sono gli sviluppatori IT che creano applicazioni Web all’interno del framework Microsoft ASP.NET. “Il crescente numero di professionisti coinvolti e la complessità delle applicazioni hanno creato qualche problema di deployment e amministrazione”, osserva Moroni. Di conseguenza, il personale IT del Comune di Roma si è visto costretto a investire troppo tempo nelle attività di amministrazione.

La soluzioneTop

Poco dopo la decisione di avviare la ricerca di una nuova soluzione, il Comune di Roma si è interessato al sistema operativo Windows Server 2008 e alle sue nuove funzioni di amministrazione, alle tecnologie di rete, nonché a Internet Information Services (IIS) 7.0, l’aggiornamento della tecnologia IIS incluso in Windows Server 2008. Il provider del servizio Strumentazione gestione Windows (WMI) incluso in IIS 7.0 offre agli amministratori IT del Comune di Roma la possibilità di creare, rimuovere e configurare rapidamente siti e applicazioni mediante l’uso di script. Gli amministratori del Comune di Roma utilizzano inoltre le nuove API di amministrazione Web di IIS 7.0, che consentono di automatizzare le operazioni di configurazione e altre attività gestionali di routine. Per gli sviluppatori Web del Comune di Roma, IIS 7.0 offre un’interfaccia di amministrazione rinnovata con migliori capacità di configurazione di ASP.NET. Inoltre, finalmente gli amministratori possono contare su un metodo semplificato per gestire e configurare i server IIS 7.0 del comune da postazioni remote, utilizzando il nuovo strumento Amministrazione remota. “I proprietari del sito sono in grado di modificare e visualizzare da postazioni remote le impostazioni delegate dagli amministratori, senza necessità di rivolgersi personalmente a questi ultimi”, afferma Baldoni. Ma le caratteristiche di Windows Server 2008 che migliorano l’esperienza IIS non sono finite. Per esempio, Windows Server 2008 assicura una migliore interoperabilità con i prodotti di terze parti presenti negli ambienti IT, oltre a offrire tecnologie di rete aggiornate e funzioni potenziate di clustering e ripristino dei dati. Nel settembre del 2007 il Comune di Roma ha avviato il deployment di Windows Server 2008 Enterprise Edition, servendosi dell’assistenza del partner IT Unisys. Unisys ha aiutato il Comune di Roma a testare le caratteristiche di interoperabilità e affidabilità di Windows Server 2008, implementando la soluzione in due server. “Il deployment è stato estremamente semplice”, osserva Moroni. “La configurazione e la migrazione delle applicazioni hanno richiesto solo poche ore”. Il Comune di Roma prevede di completare il deployment a livello dell’intero sistema entro febbraio 2008.

I beneficiTop

Gestione IT più efficiente
Le nuove funzionalità di amministrazione di IIS 7.0 permettono agli amministratori IT del Comune di Roma di svolgere le attività di gestione con maggiore efficienza.“La nuova interfaccia grafica di IIS 7.0 si presenta con una veste più semplice e offre una panoramica decisamente migliore dei nostri sistemi IT”, conferma Baldoni. La nuova interfaccia di amministrazione di IIS 7.0 contiene inoltre alcuni miglioramenti alla configurazione di ASP.NET, che consentono agli amministratori del Comune di Roma di gestire contemporaneamente sia le impostazioni di ASP.NET che quelle di IIS 7.0, semplificando il deployment e l’installazione delle applicazioni. Il nuovo provider WMI offre invece ai responsabili IT la capacità di ordinare le applicazioni Web in base a specifiche impostazioni di configurazione.
Superiore produttività
Con le nuove caratteristiche di IIS 7.0, amministratori IT e sviluppatori Web del Comune di Roma potranno operare con un livello di produttività superiore. Le nuove API di gestione dell’amministrazione Web, per esempio, permettono agli amministratori di creare programmi in ASP.NET per automatizzare le attività manuali di amministrazione Web più soggette a errori. “La possibilità di automatizzare queste attività con IIS 7.0 ci consente di lavorare in maniera più efficace e produttiva”, dichiara Moroni.
Risparmio di tempo
Moroni sostiene che, con ogni probabilità, l’aumentato livello di efficienza e produttività porterà con sé un risparmio di tempo sulle attività di gestione IT e sviluppo Web. “La novità dell’integrazione di ASP.NET in IIS 7.0 renderà più produttivi i nostri sviluppatori, che ogni settimana potranno dedicare meno ore alle attività di testing e sviluppo delle applicazioni Web, mentre noi potremo fornire applicazioni personalizzate in tempi più rapidi rispetto al passato”.
Amministrazione remota semplificata
Con lo strumento amministrazione remota di IIS 7.0, gli amministratori IT del Comune di Roma possono ora gestire e configurare i server IIS 7.0 da postazioni remote con la massima semplicità. Questo nuovo strumento intuitivo permette infatti di collegarsi direttamente a un server o a una singola applicazione o un sito Web in modalità remota e di eseguire tutte le attività di amministrazione proprio come se ci si trovasse fisicamente davanti al server. “Con lo strumento amministrazione remota di IIS 7.0 sarà molto più facile gestire server e applicazioni in modalità remota”, osserva Baldoni.
Maggiore sicurezza
Gli amministratori IT del Comune di Roma possono utilizzare lo strumento di amministrazione remota di IIS 7.0 per gestire i server Web da postazioni remote mediante HTTP/Secure Socket Layer (SSL), rendendo così possibile la delega delle impostazioni agli amministratori del sito. “Con lo strumento Amministrazione remota di IIS 7.0, possiamo offrire agli amministratori dei server un controllo superiore sulla gestione dei siti Web”, continua Baldoni. “Grazie a questa funzionalità, saremo in grado di migliorare la sicurezza del sistema”.
Maggiori opportunità di business
Nel complesso, la nuova soluzione aiuterà il Comune di Roma a migliorare il servizio offerto ai clienti. “Siamo al servizio dei cittadini romani”, afferma Moroni. “Windows Server 2008 ci rende più efficienti nel nostro lavoro, cosa che si traduce in un servizio migliore per gli abitanti di Roma”. Inoltre, la soluzione contribuirà a incrementare le opportunità di business dell’organizzazione. Come afferma Moroni, “con Windows Server 2008 e IIS 7.0 potremo migliorare la qualità del servizio offerto ai nostri utenti. E un servizio migliore, unito agli altri vantaggi di questa soluzione, potrà solo offrirci nuove opportunità”.


Il cliente

I partner

Case History in breve

Documenti scaricabili