Knowledge management globale in RadiciGroup

Data di pubblicazione: 2009

Le esigenzeTop

Centralizzare i servizi collaborativi e la gestione della conoscenza di un grande gruppo industriale
I siti produttivi e commerciali di RadiciGroup sono distribuiti in Italia e nel resto d’Europa, in Asia, nel Nord e Sud America. Fra gli obiettivi del dipartimento IT si trova oggi la centralizzazione dei servizi e lo sviluppo di una piattaforma intranet per la gestione della conoscenza condivisa all’interno di un gruppo industriale differenziato. La necessità di potenziamento degli strumenti per il knowledge management ha portato a un’analisi dei prodotti disponibili sul mercato e alla successiva migrazione verso una piattaforma sviluppata su Microsoft Office SharePoint Server 2007, come spiega Davide Orabona, IT Manager di RadiciGroup.
“I nostri obiettivi di continuo miglioramento dei prodotti rendevano necessario un sistema di knowledge management efficace e integrato con l’intera infrastruttura applicativa”, premette Orabona. “La tecnologia Oracle finora utilizzata presentava complessità di sviluppo e mantenimento eccessive in rapporto ai risultati, mentre i prodotti Lotus Notes e Domino non risultavano sufficientemente integrati nell’architettura e nell’interfaccia. Al contrario, abbiamo verificato notevoli miglioramenti nell’ultima versione di Microsoft SharePoint Server, che considero oggi una tecnologia solida e matura”.

La soluzioneTop

Componenti standard per un’architettura facilmente scalabile nelle funzioni e nelle prestazioni
Il dipartimento IT di RadiciGroup ha incaricato Project Informatica, Microsoft Gold Certified Partner e Frontline Partner, dell’implementazione di una nuova piattaforma collaborativa e di knowledge management sviluppata sui prodotti Microsoft di ultima generazione. Sono stati quindi implementati e configurati un server Microsoft Office SharePoint Server 2007, il database Microsoft SQL Server 2005 a 64 bit e Microsoft ISA Server 2006. Il sistema di protezione dei dati nativo di SharePoint Server 2007 è stato potenziato con Microsoft System Center Data Protection Manager 2007 per garantire un efficace e completo disaster recovery e offire il backup e recovery a livello di singolo item delle migliaia di documenti che possono essere gestite da SharePoint Server. Il componente Microsoft Infopath è servito per lo sviluppo di applicazioni specifiche, come i moduli di richiesta d’acquisto, la gestione dei timesheet e delle richieste all’helpdesk, il sistema qualità.
“In questo progetto, RadiciGroup ha dimostrato una visione realmente innovativa dei processi e ci ha stimolato nella ricerca di soluzioni all’avanguardia, ma concrete”, dichiara Alessandro Galanti, Microsoft Technology Specialist di Project Informatica. “Abbiamo personalizzato il layout e la configurazione standard di SharePoint Server 2007 utilizzando gli efficaci strumenti out of the box di MOSS e lavorando sul corretto dimensionamento dei database, sulla scalabilità orizzontale dei server, su un’ottimale configurazione del motore di ricerca e dell’architettura a 64 bit per garantire al nostro cliente espandibilità, prestazioni e protezione dell’investimento sul lungo periodo”.

I beneficiTop

Un cambiamento epocale nella gestione del patrimonio di informazioni e nell’integrazione di un grande gruppo
La nuova piattaforma di knowledge management permette di pubblicare e gestire efficacemente contenuti istituzionali, commerciali e di marketing, ma anche di attivare spazi di lavoro virtuali per nuovi processi di procurement e gestione della supply chain. “Abbiamo sempre creduto fortemente nell’innovazione quale ‘strumento’ atto a supportare il business in modo strategico. Per questo dal 2000 a oggi abbiamo continuato ad investire notevoli energie nel progetto di ristrutturazione della gestione del know-how aziendale”, Filippo Servalli, Marketing Manager RadiciGroup. Questa fase evolutiva di metodi, applicativi e processi coinvolgerà tutte le funzioni aziendali e tutte le aziende del gruppo. “Questo progetto coincide con l’inizio di una nuova organizzazione aziendale voluta dal Presidente per superare le logiche di gruppo inteso come agglomerato di aziende e creare una realtà produttiva omogenea e integrata sia nelle persone che vi partecipano, sia nel suo patrimonio di informazioni”, conclude Davide Orabona. “Ci troviamo quindi in un momento di innovazione epocale per RadiciGroup, che vede un significativo cambiamento nella gestione delle informazioni e un’importante innovazione organizzativa ancor prima che tecnologica”.


Il cliente

Case History in breve