Un’infrastruttura flessibile e moderna con Exchange 2010 e Windows Server 2008 R2

Data di pubblicazione: 2012

EsigenzeTop

L’esigenza principale di Novacart era quella di migrare la propria infrastruttura basata su Windows 2000/2003 ed Exchange 2003 alle nuove e più performanti soluzioni con Windows Server 2008 R2 ed Exchange 2010.
In particolare Exchange 2003 era arrivato al limite nella gestione del database e i domain controller basati su Windows 2000 necessitavano un aggiornamento per garantire maggiore sicurezza e affidabilità.
Il datacenter ubicato nella sede principale di Garbagnate Monastero (LC) è anche il centro di elaborazione per le numerose sedi dislocate nel resto del mondo.
La posta elettronica è un servizio fondamentale all’interno dell’azienda e per questo si è lavorato attentamente nell’implementazione e la migrazione al nuovo Exchange 2010.

La soluzioneTop

Il partner Eos computers srl, dopo un periodo di analisi e di studio delle esigenze aziendali e degli obiettivi da raggiungere, ha sviluppato e proposto un progetto per la migrazione del dominio Windows 2000 / Exchange 2003.
Si è individuata nella creazione di un nuovo dominio Windows 2008 R2 parallelo e nella migrazione degli utenti al nuovo dominio la migliore risposta alle esigenze del cliente.
La migrazione degli utenti si è avvalsa del tool ad hoc di Microsoft Active Directory Migration Tool, che ha permesso di mantenere il SID utente inalterato senza perderne il profilo sulle postazioni client.
La migrazione delle postazioni client e dei server membri è stata realizzata “semplicemente” eseguendo la join al nuovo dominio Windows 2008 R2.
Nel nuovo dominio è stato installato il nuovo Exchange 2010, e senza creare disservizi alla rete sono stati migrati gli utenti dal vecchio dominio con il relativo Exchange 2010.
Tutti i servizi di Exchange 2010, come Outlook Web Apps e ActiveSync server sono stati pubblicati attraverso ISA Server 2006 (in rete DMZ), garantendo massima sicurezza all’interno della LAN.
Per gestire la posta elettronica sui dispositivi mobile è stata adottata la soluzione Blackberry Enterprise Server, la quale consente una completa integrazione tra la propria casella di posta e il dispositivo BlackBerry.
Al termine della migrazione è stato completamente rimosso il vecchio dominio e il relativo Exchange 2003.

I beneficiTop

I lavori sono stati svolti nell’arco di un periodo di 6 mesi dai tecnici di Eos Computers in affiancamento alla direzione IT di Novacart.
Sono state adottate strategie di migrazione e consolidamento a basso impatto per minimizzare i disagi per gli utenti.
Gli obiettivi prestabiliti e i benefici ottenuti hanno confermato la riuscita del progetto di rinnovo, potendo offrire all’azienda un’infrastruttura molto più affidabile e flessibile.
Exchange 2010 ha introdotto notevoli miglioramenti nella gestione della posta elettronica, dalla Webmail (Outlook Web Apps) molto più user-friendly alla gestione dei database ottimizzata, dalla stabilità all’affidabilità del sistema nel suo complesso.
La nuova infrastruttura per la sua logica moderna di realizzazione consente una maggiore reattività in caso di nuove esigenze e implementazioni.


Il cliente

I partner

Case History in breve