Axapta e Nice, un progetto vincente per un gruppo dinamico

Data di pubblicazione: 2005

Le esigenzeTop

In una software selection la competizione tra protagonisti internazionali
Nice è un’azienda elettromeccanica che produce e commercializza soluzioni per l’home automation, ovvero prodotti di automazione per le abitazioni e per l’industria. Le sue attività sono rivolte sia al mercato nazionale che a quello estero, attraverso filiali in Francia, Germania, Spagna, Gran Bretagna, Belgio, Polonia, Romania, Cina e Stati Uniti, tanto che “l’80% del suo fatturato è generato dall’estero, mentre la restante quota del 20% è assorbita dal mercato italiano”, introduce Lauro Buoro, Presidente di Nice. “”Tutte le attività produttive sono svolte in Italia, attraverso il conto lavoro. L’azienda è relativamente giovane: nasce nel 1991, ma il suo core business prende forma nel 1995. Oggi, Nice è un’azienda con un fatturato consolidato pari a 101 milioni di euro e oltre 400 dipendenti in totale”“. Ogni anno l’andamento di Nice mostra crescite a due cifre.
Nel 1993 Nice ha adottato le ACG su piattaforma IBM AS/400, oggi iSeries: “Si tratta di programmi utilizzati per una decina di anni, poi la crescita costante e l’evoluzione del business hanno decretato la necessità di implementare un sistema internazionale”, continua Buoro. “Inoltre, tutte le filiali avevano delle proprie installazioni con il risultato di una situazione frammentata, dati non allineati, flussi informativi lenti e disomogeneità nei report. Senza dimenticare che il Gruppo aveva scelto la via del bilancio consolidato, quindi a maggior ragione doveva poter contare su un sistema informativo aziendale internazionale”.
Nel 2002 è iniziata così la ricerca di una soluzione gestionale che potesse rispondere alle caratteristiche e alle esigenze di Nice. “Una volta definiti i pre-requisiti dai consulenti di Ernst&Young in funzione di una quotazione futura del Gruppo, la divisione EDP di Nice ha effettuato una software selection“, commenta Buoro, “SAP, Oracle, l’allora J.D. Edwards erano i programmi presi in considerazione. Si parlava anche di Navision e Axapta, e quest’ultimo ci è sembrato il più indicato per il nostro settore specifico”.

La soluzioneTop

Axapta: un software al prezzo giusto per la media azienda
Alla base del progetto per l’adozione di un nuovo sistema informativo in Nice c’era sì il rinnovamento tecnologico delle piattaforme software di base, ma anche una gestione integrata con gli strumenti di produttività individuale, un unico database nel quale poter fare analisi approfondite e in tempo reale. Serviva inoltre una soluzione internazionale e multiaziendale che potesse assecondare i programmi di crescita aziendale e la complessità di gestione di un Gruppo come Nice, che si avvale di un sistema di produzione completamente delocalizzato, come il conto lavoro, ma totalmente controllata dalla sede centrale in ogni sua fase.
Dopo alcuni mesi di comparazioni la scelta è ricaduta su Axapta, in quanto ritenuto l’ERP più idoneo a una media azienda qual è Nice: “La comparazione economica delle varie soluzioni ha avuto un ruolo rilevante nella decisione finale”, commenta il Presidente. “Hanno giocato un ruolo fondamentale anche le garanzie di continuità e di sviluppo offerte da Microsoft Business Solutions”.
L’implementazione del progetto Nice è stata portata a termine in soli sette mesi e “di questi soltanto quattro hanno visto il coinvolgimento strutturale del personale dell’azienda”, spiega Renzo Montecchio, direttore commerciale di MHT. “In questo breve intervallo sono state avviate tutte le società del nucleo corporate e implementate tutte le funzionalità più sofisticate e mission critical, quali la gestione globale del conto terzi, la pianificazione strutturata, la logistica integrata e la gestione intercompany. Un forte committment ha visto Nice, MHT e Microsoft Business Solutions collaborare e portare a termine un progetto di successo. Gli ostacoli legati alla novità del prodotto per il nostro mercato sono stati così rapidamente superati e si è avuto modo, sfruttando anche la competenza di MHT in alcune aree specifiche, di implementare soluzioni di grande efficacia per la gestione integrata dell’azienda”.
Oggi, in Nice tutto il sistema informativo è gestito centralmente nella sede della casa madre ed è possibile ‘vedere’ in tempo reale le disponibilità di magazzino di tutti i fornitori. Il sistema è eseguito su sistemi Microsoft Windows Server 2003 con Microsoft SQL Server come database, e il personale amministrativo di Nice lavora anche con Microsoft Office 2003 e Microsoft Office Outlook come sistema di posta elettronica, mentre Microsoft Office Project 2003 è in dotazione all’ufficio tecnico.

I beneficiTop

Intercompany spalanca le porte dell’integrazione
Oggi gli oltre 200 utenti Nice lavorano sul nuovo sistema e possono disporre di flussi informativi su cui prima non potevano contare. “Miglioramenti nella produttività, a un anno di distanza dall’implementazione nella sede centrale devono ancora arrivare, poiché i benefici e i vantaggi veri e propri si potranno toccare con mano quando anche la seconda fase del progetto (ossia l’implementazione in tutte le filiali estere) sarà completata”, precisa Buoro.
Il più significativo risultato ottenuto finora è la completa e automatica integrazione delle attività intercompany delle molteplici società del Gruppo. “Tra i risultati attesi ci sono la completa integrazione delle sedi internazionali attive che sarà completata all’inizio del 2007 con la conclusione della fase due del progetto”, commenta Buoro. “Un software come Axapta, inoltre, consente una più semplice informatizzazione e integrazione delle future nuove sedi in tutto il mondo, oltre a centralizzare tutte le operazioni, il consolidamento dei dati e il controllo di gestione”. Infatti, l’integrazione delle attività intercompany consente una gestione completa e integrata. Quando una controllata emette, per esempio, un ordine in modo automatico, prende avvio una serie di attività che mettono in moto tutte le procedure a livello completo.

Le garanzie di un partner come Microsoft Business Solutions
Aver scelto partner come MHT e Microsoft Business Solutions è considerato un ulteriore vantaggio. “Possiamo considerare alla stregua di benefici anche elementi come la velocità d’implementazione di un software come Axapta, i costi compatibili con i budget aziendali, o la disponibilità di un partner come Microsoft al proprio fianco, che dà garanzia di continuità e sviluppo”, commenta Buoro. “Inoltre, la possibilità di gestire il sistema a livello centrale ci permette di abbattere i costi, in quanto operiamo a tutti i livelli e in più sedi con un unico sistema gestionale. Senza dimenticare che il delicato processo delle personalizzazioni è controllato e deciso dalla corporate, in modo da ottenere report e dati unici”.
Per quanto riguarda l’operatività degli utenti, dopo le normali difficoltà iniziali, ha oggi un impatto normale.
“Rispetto alla rigidità delle ACG, che consentono un’estrema precisione nel trattamento dei dati, Axapta offre una maggiore flessibilità che tuttavia richiede una gestione più attenta delle informazioni”, sottolinea Buoro. “Se da una parte la flessibilità è un vantaggio importante, in quanto consente per esempio di spaziare nel mondo aziendale, dall’altra può comportare degli errori. Tuttavia, è solo questione di tempo e di miglioramento dell’approccio degli utenti al nuovo sistema gestionale”.

Oltre l’ERP: il controllo della produzione
Il progetto Axapta ha coperto le attività aziendali di Contabilità, Finanza, Controllo, Ciclo attivo, Ciclo passivo e logistica. Specifici moduli della piattaforma sono stati utilizzati per integrare le applicazioni dell’ufficio tecnico, quali CAD (Computer Aided Design) e PDM (Product Data Management) per un controllo completo del ciclo di vita del prodotto. Una volta terminate le fasi principali del progetto in Nice si farà largo un nuovo obiettivo: il controllo di produzione.
“Il passo successivo riguarda l’implementazione del modulo di avanzamento delle attività produttive di Axapta per poter disporre di un controllo completo di tutte le fasi”, afferma Buoro. “Lo stato di avanzamento della produzione sarà esteso ai fornitori che collaborano con noi in conto lavoro. In questo modo, sia la capogruppo sia i fornitori saranno aggiornati in tempo reale”.


Il cliente

I partner

Case History in breve