Edipower, la potenza della virtualizzazione

Data di pubblicazione: 2008

Le esigenzeTop

Razionalizzare il numero dei server nei due CED migliorandone le prestazioni
Edipower è oggi tra i maggiori produttori italiani di energia. Gli azionisti sono Edison, A2A, Iride e la società svizzera Atel. 1.200 i suoi dipendenti, 2,4 milioni di euro l’utile netto con cui si è chiuso il bilancio 2007.
Il panorama infrastrutturale presentava una serie di criticità, in quanto, come spiega Gianluca Fusco, Direttore dei Sistemi Informativi di Edipower, “La gestione tradizionale su server fisici, così numerosi, era diventata difficoltosa. Vi era una situazione non normalizzata. L’importante crescita che aveva contraddistinto Edipower nell’ultimo periodo aveva visto crescere anche l’apparato infrastrutturale, ma non sempre in maniera lineare”. Tre le esigenze forti che si sono enucleate, “Snellire il grosso onere nell’esercizio rappresentato da un numero elevato di server da gestire; risolvere e ottimizzare servizi logici non correttamente sviluppati; fornire rapidità e facilità nell’ introdurre, ogni qualvolta fosse necessario, nuovi applicativi in azienda, facendo in modo che l’hardware non si trasformasse in un fattore limitante per l’avvio dei progetti”. Nel 2007 Edipower decide di percorrere la strada della virtualizzazione e del consolidamento dei propri server. Vengono confrontati diversi fornitori, e la scelta ricade su Microsoft.

La soluzioneTop

Microsoft Windows Server 2008 e Hyper-V, l’azienda percorre la strada della virtualizzazione
Quando Edipower ha scelto Microsoft Windows Server 2003, era già stato previsto il passaggio a Microsoft Windows Server 2008 nonché l’utilizzo della nuova tecnologia di virtualizzazione Hyper-V (integrata nel sistema operativo server), in funzione di una maggiore affidabilità, scalabilità e protezione della rete. La fase pilota ha riguardato 20 server. La soluzione Windows Server 2003, implementata dal partner Microsys, ha creato dei nodi logici della fornitura di servizi; inoltre, è diminuito il numero delle macchine fisiche. La gestione centralizzata dei server, il monitoraggio e il back up sono stati affidati a Microsoft System Center Operations Manager e Microsoft System Center Data Protection Manager. Il prototipo si sta evolvendo in questi mesi in un vero progetto: entro il 2008, infatti, la struttura diverrà ancora più performante. L’efficienza sarà ottimizzata e i Sistemi Informativi diverranno più reattivi in caso di malfunzionamenti.
L’intero progetto – prima esperienza di virtualizzazione in Edipower - è stato approvato con il consenso e il forte commitment della Direzione Generale, così come avviene per tutti i progetti di ambito IT riconosciuti di valore per l’azienda.

I beneficiTop

Abbattuti costi e tempi di implementazione e ottimizzato un servizio H24 per un totale allineamento al business
Già nella fase pilota, virtualizzando 20 server, Edipower ha ottenuto un risparmio di 35.000 euro l’anno. I tempi di predisposizione di un nuovo server (al netto dell’approvvigionamento) si sono ridotti del 50%. La nuova infrastruttura azzera i tempi di fuori servizio: grazie a Microsoft System Center Operation Manager viene data subito evidenza al malfunzionamento del server, e il sistemista può riattivare il servizio su un altro host. Anche la manutenzione avviene in tempi più rapidi. Questi miglioramenti hanno permesso a Edipower di “Godere di un’infrastruttura realmente dinamica per un business che si sviluppa H24. Le centrali di Edipower”, spiega Gianluca Fusco, ”hanno necessità di un check ogni quarto d’ora: in questo modo, anche il servizio da noi garantito possiede la stessa efficienza. Nel momento in cui avviene un fermo macchina, o è necessario dedicarsi alla manutenzione ordinaria, il carico di lavoro di un server viene spostato su un altro server; l’utente finale non si accorge del cambiamento e il servizio non viene interrotto”. L’architettura server così costituita risponde inoltre alla forte attenzione che Edipower pone alla tematica ambientale, e al suo costante interesse a diffondere, anche presso i clienti e la società civile, un particolare rispetto per i consumi elettrici.


Il cliente

I partner

Case History in breve

  • Dimensione azienda: Media Azienda
  • Settore industriale: Energetico
  • Scenari:
    • Virtualizzazione
  • Esigenze di Business:
    • Consolidamento e virtualizzazione
  • Prodotti:
  • Regione: Lombardia

Documenti scaricabili