Cloud computing: i diversi approcci contrattuali e nuove definizioni in ambito privacy


Il cloud computing rappresenta una nuova e innovativa metodologia di accesso ai servizi informatici grazie all’utilizzo di risorse condivise in rete. Ma quali implicazioni e quali garanzie ha per la privacy e la sicurezza dei dati e delle informazioni?


Questo è stato il tema principale del convegno Cloud computing: i diversi approcci contrattuali e nuove definizioni in ambito privacy dedicato a giuristi d’impresa, General Counsel, avvocati e Chief Security Officer e organizzato da Microsoft in collaborazione con la testata Top Legal lo scorso 17 gennaio a Milano.



L’evento è stato l’occasione per discutere del tema del trattamento dei dati e per approfondire le possibili soluzioni che le aziende possono implementare in conformità con il sistema normativo.

Sono intervenuti: Alessandro Mantelero, Ricercatore di Diritto Commerciale presso il Politecnico di Torino; Luca Bolognini, Presidente Istituto Italiano per la Privacy; Marco de Sanctis, Direttore Affari Legali, Microsoft Western Europe e Carlo Mauceli, Direttore divisione di prevendita Enterprise, Microsoft.