Parliamo di IT: dal cittadino alla PA

Parliamo di IT: dal cittadino alla PA

La maniera in cui i cittadini e le imprese utilizzano la tecnologia come consumatori e utilizzatori finali sta influenzando il modo di concepire l’IT nei servizi pubblici. In molti ormai a casa propria e in ufficio utilizzano potenti computer, social network e strumenti di comunicazione evoluti: la conseguenza naturale è l’attesa di ritrovare negli uffici della Pubblica Amministrazione la stessa praticità e flessibilità di cui si usufruisce in privato.


Nuovi cittadini, nuove esigenze

Un’ulteriore spinta in questa direzione arriva dalle nuove generazioni, giovani cresciuti con il progresso tecnologico, Internet e la possibilità di connettersi sempre e ovunque, grazie ai dispositivi mobili. Non possono immaginare di non avere a disposizione gli stessi strumenti per accedere ai servizi pubblici delle amministrazioni italiane. L'influenza delle tecnologie consumer sulle organizzazioni e i loro dipendenti è inevitabile e comporta implicazioni su diversi fronti come la sicurezza, la trasparenza delle comunicazioni e l’attività dei collaboratori.


Perché è un'opportunità

Ecco i principali vantaggi

Gran parte di cittadini e imprese hanno una connessione alla Rete: l’esperienza di chi si avvicina ai servizi pubblici via Internet cambierà con l’introduzione di nuove “finestre di accesso” e di servizi più personalizzati e ricchi. Gli Enti della Pubblica Amministrazione e i suoi collaboratori possono avvantaggiarsi di questa opportunità che consentirà un’interazione a distanza, nuove modalità di lavoro che non sono più semplicemente quelle del classico sportello o del tradizionale ufficio. Abilitando il lavoro da remoto, i dipendenti potranno accedere facilmente ai dati, condividere le informazioni ovunque siano e creare team di lavoro a distanza per essere sempre produttivi

Le domande più frequenti chiudi

  • In che modo i collaboratori sono facilitati sul lavoro dall’uso di strumenti “consumer”?

    L’utilizzo di tecnologie familiari e semplici da usare aiuta le persone a essere subito operative e a svolgere in meno tempo il proprio lavoro. Questo perché sono abituate a usarle ogni giorno per le attività personali. Conoscendo già il funzionamento non hanno bisogno di formazione ad hoc, costosa sia da un punto di vista economico sia di tempo d’apprendimento

  • Perché le tecnologie “consumer” aumentano la produttività delle amministrazioni?

    Potendo accedere a dati e informazioni praticamente ovunque e potendo condividere i progetti in tempo reale con i colleghi, le persone sono in grado di lavorare anche fuori dalla propria postazione e ufficio, quando sono fuori sede o durante gli spostamenti, rispondendo immediatamente a ogni esigenza, rendendo flessibili i modi e i tempi di collaborazione

  • In che modo avvicino i cittadini e le imprese con questa strategia?

    La diffusione delle tecnologie consumer si sta espandendo tra i cittadini e le imprese molto rapidamente. L’abitudine a determinate modalità di interazione e connessione nella vita personale e lavorativa, porta gli utenti a ricercarle ovunque, compreso il settore pubblico. Oggi interagiscono iscrivendosi alle newsletter, commentando i servizi online, partecipando a forum di discussione, comunicando via web con la PA. Offrire questo tipo di esperienza aiuta il dialogo tra cittadini e PA