Ultimo aggiornamento: dicembre 2016

CONDIZIONI DI LICENZA PER IL SOFTWARE MICROSOFT

SISTEMA OPERATIVO WINDOWS

QUALORA IL LICENZIATARIO RISIEDA (O IL LUOGO PRINCIPALE IN CUI SVOLGE LA PROPRIA ATTIVITÀ SI TROVI) NEGLI STATI UNITI, DOVRÀ LEGGERE LA CLAUSOLA DI ARBITRATO VINCOLANTE E LA RINUNCIA ALL’AZIONE DI CATEGORIA NELL’ARTICOLO 10. TALE ARTICOLO DISCIPLINA LA MODALITÀ DI RISOLUZIONE DI POSSIBILI CONTROVERSIE.

Grazie per aver scelto Microsoft.

A seconda di come il licenziatario abbia ottenuto il software Windows, il presente documento costituisce un contratto di licenza tra (i) il licenziatario e il produttore del dispositivo o l’installatore del software che distribuisce il software con il dispositivo oppure (ii) il licenziatario e Microsoft Corporation (o, in base al luogo di residenza del licenziatario oppure, nel caso di una società, in base al luogo principale in cui la società svolge la propria attività, una delle sue consociate) qualora il licenziatario abbia acquistato il software da un rivenditore. Microsoft è il produttore del dispositivo relativamente ai dispositivi prodotti da Microsoft o da una delle sue consociate e Microsoft è il rivenditore qualora il licenziatario abbia acquistato il software direttamente da Microsoft.

Nel presente contratto sono descritti i diritti del licenziatario e le condizioni per l’utilizzo del software Windows. Il licenziatario dovrà rivedere l’intero accordo, incluse eventuali condizioni di licenza supplementari relative al software ed eventuali condizioni accessibili tramite i collegamenti contenuti, poiché tutte le condizioni sono importanti e nel loro insieme costituiscono il presente contratto applicabile al licenziatario. Il licenziatario può prendere visione delle condizioni accessibili tramite collegamento copiando il collegamento (aka.ms/) in una finestra del browser.

Accettando il presente contratto o utilizzando il software, il licenziatario ne accetta tutte le condizioni e acconsente alla trasmissione di alcune informazioni durante l’attivazione e durante l’utilizzo del software in conformità all’informativa sulla privacy descritta all’Articolo 3. Qualora il licenziatario non accetti le presenti condizioni e non vi si conformi, non potrà utilizzare il software né le relative funzionalità. Il licenziatario potrà contattare il produttore del dispositivo o l’installatore oppure il rivenditore, qualora abbia acquistato il software direttamente, per conoscere le modalità di restituzione del software o del dispositivo e di rimborso del prezzo. Il licenziatario dovrà attenersi a tali modalità, che potrebbero richiedere la restituzione del software unitamente al dispositivo sul quale il software è installato per ottenere il rimborso del prezzo, se previsto.

1. Premesse.

a. Applicabilità. Il presente contratto si applica al software Windows preinstallato sul dispositivo o acquistato presso un rivenditore e installato dal licenziatario, agli eventuali supporti di memorizzazione sui quali il licenziatario ha ricevuto il software, ai tipi di carattere, alle icone, alle immagini o ai file audio inclusi nel software, così come a qualsiasi aggiornamento, supplemento e servizio Microsoft relativo al software, a meno che questi non siano accompagnati da condizioni specifiche. Si applica anche alle app di Windows sviluppate da Microsoft che forniscono funzionalità, quali posta elettronica, contatti, musica e foto. Tali funzionalità sono incluse in Windows e sono componenti di Windows. Qualora il presente contratto contenga condizioni in merito a una funzionalità o a un servizio non disponibile nel dispositivo, tali condizioni non si applicano.

b. Condizioni aggiuntive. Condizioni aggiuntive di Microsoft e di terzi potranno applicarsi all’uso da parte del licenziatario di determinati servizi, funzionalità e app, in base alle funzionalità del dispositivo, alla sua configurazione e alla modalità di utilizzo. Il licenziatario deve leggerle con attenzione.

(i) Alcune app di Windows dispongono di un punto di accesso ai servizi online o si basano su di essi. L’utilizzo di tali servizi è talvolta disciplinato da condizioni e informative sulla privacy specifiche, quali il Contratto di Servizi Microsoft disponibile all’indirizzo (aka.ms/msa). Il licenziatario potrà prendere visione di tali condizioni e informative verificando le condizioni per l’utilizzo dei servizi o le impostazioni dell’app, a seconda dei casi. I servizi potrebbero non essere disponibili in tutti i paesi.

(ii) Microsoft, il produttore o l’installatore potrà includere app aggiuntive, che saranno soggette a condizioni di licenza e informative sulla privacy specifiche.

(iii) Il software include Adobe Flash Player, concesso in licenza ai sensi delle condizioni di Adobe Systems Incorporated, disponibili all’indirizzo (aka.ms/adobeflash). Adobe e Flash sono marchi o marchi registrati di Adobe Systems Incorporated negli Stati Uniti e/o negli altri Paesi.

(iv) Il software potrà includere programmi di terzi che vengono concessi in licenza ai sensi del presente contratto o delle relative condizioni. Le eventuali condizioni di licenza, comunicazioni e accettazioni relative ai programmi di terzi sono consultabili all’indirizzo (aka.ms/thirdpartynotices).

(v) Nella misura in cui sono inclusi in Windows, Word, Excel, PowerPoint e OneNote sono concessi in licenza per uso personale, non commerciale, a meno che il licenziatario non disponga di diritti sull’utilizzo commerciale ai sensi di un contratto specifico.

2. Installazione e Diritti di Utilizzo.

a. Licenza. Il software non viene venduto, ma è concesso in licenza. Purché il licenziatario si conformi a tutte le condizioni contenute nel presente contratto, Microsoft gli concede il diritto di installare ed eseguire un’istanza del software sul dispositivo in uso (il dispositivo con licenza), che può essere utilizzata da una sola persona alla volta. L’aggiornamento di software non originale con software proveniente da Microsoft o da fonti autorizzate non rende originale la versione iniziale o la versione aggiornata e in tal caso il licenziatario non dispone di una licenza per l’utilizzo del software.

b.Dispositivo. Nel presente contratto il termine “dispositivo” indica un sistema hardware fisico o virtuale dotato di un dispositivo di archiviazione interno in grado di eseguire il software. Una partizione hardware o un blade è considerato un dispositivo.

c.Restrizioni. Il produttore o l’installatore e Microsoft si riservano tutti i diritti (tra cui i diritti ai sensi delle leggi che disciplinano la proprietà intellettuale) non espressamente concessi nel presente contratto. Ad esempio, la presente licenza non concede al licenziatario alcun diritto in merito a quanto segue e pertanto il licenziatario non potrà:

(i) utilizzare o virtualizzare alcune funzionalità del software separatamente;

(ii) pubblicare, duplicare (ad eccezione della copia di backup autorizzata), noleggiare, concedere in locazione o in prestito il software;

(iii) trasferire il software (salvo nei modi previsti dal presente contratto);

(iv) aggirare le restrizioni o le limitazioni tecniche presenti nel software;

(v) utilizzare il software come software server, per l’hosting di servizi commerciali, renderlo disponibile per l’uso simultaneo da parte di più utenti su una rete, installarlo su un server e consentire agli utenti di accedervi da remoto o installarlo su un dispositivo per l’utilizzo solo da parte di utenti remoti;

(vi) decompilare o disassemblare il software, né tentare di fare ciò, fatta eccezione per i casi in cui la suddetta limitazione sia: (a) consentita dalla legge applicabile, (b) consentita dalle condizioni di licenza che disciplinano l’utilizzo di componenti open-source che potrebbero essere inclusi nel software o (c) necessaria per eseguire il debug delle modifiche alle librerie ricevute in licenza ai sensi della licenza GNU Lesser General Public License (GNU LGPL) che sono incluse e collegate tramite il software e

(vii) in caso di utilizzo di funzionalità basate su Internet, il licenziatario non potrà in alcun modo interferire con l’uso delle stesse da parte di terzi, né tentare di ottenere, senza autorizzazione, l’accesso a qualsiasi servizio, dato, rete o account oppure di utilizzarlo.

d. Opzioni Multiutente.

(i) Versioni multiple. Nel caso in cui, al momento dell’acquisto, al licenziatario siano state fornite più versioni, ad esempio le versioni a 32 bit e a 64 bit, il licenziatario ne potrà installare e attivare solo una alla volta.

(ii) Connessioni multiple o in pool. L’hardware o il software utilizzato dal licenziatario per eseguire il multiplexing o il pooling delle connessioni oppure per diminuire il numero di dispositivi o utenti che accede al software o lo usa non riduce il numero di licenze necessarie. Il licenziatario potrà utilizzare tale hardware o software solo nel caso in cui disponga di una licenza per ciascuna istanza del software in uso.

(iii) Connessioni dei dispositivi. Il licenziatario potrà consentire a un massimo di 20 ulteriori dispositivi di accedere al software installato sul dispositivo con licenza per utilizzare le seguenti funzionalità software: servizi file, servizi stampa, servizi di informazioni Internet, Condivisione connessione Internet e servizi di telefonia sul dispositivo con licenza. Il licenziatario potrà consentire a un numero qualsiasi di dispositivi di accedere al software sul dispositivo con licenza per sincronizzare i dati tra i dispositivi. Il presente Articolo non indica, tuttavia, che il licenziatario abbia il diritto di installare il software o di utilizzare la funzione principale del software (diversa dalle funzionalità ivi elencate) su uno qualsiasi di questi altri dispositivi.

(iv) Utilizzo in un ambiente virtualizzato. La presente licenza consente al licenziatario di installare una sola istanza del software da utilizzare su un dispositivo, sia che si tratti di un dispositivo fisico che virtuale. Qualora il licenziatario intenda utilizzare il software su più di un dispositivo virtuale, dovrà ottenere una licenza specifica per ciascuna istanza.

(v) Accesso remoto. Non più di una volta ogni 90 giorni, il licenziatario potrà designare un singolo utente che utilizzerà fisicamente il dispositivo con licenza quale utente autorizzato. L’utente autorizzato potrà accedere al dispositivo con licenza da un altro dispositivo tramite le tecnologie di accesso remoto. Altri utenti, in momenti diversi, potranno accedere al dispositivo con licenza da un altro dispositivo tramite le tecnologie di accesso remoto, ma solo su dispositivi dotati di una licenza specifica per eseguire un’edizione identica o superiore di questo software.

(vi) Assistenza remota. Il licenziatario potrà utilizzare le tecnologie di assistenza remota per condividere una sessione attiva senza dover ottenere ulteriori licenze per il software. Assistenza remota consente a un utente di connettersi direttamente al computer di un altro utente, in genere per correggere eventuali problemi.

e.Copia di backup. Il licenziatario potrà creare una sola copia di backup del software, che potrà essere utilizzata anche per trasferire il software, qualora sia stato acquistato come software autonomo nella modalità descritta all’Articolo 4 che segue.

3. Diritto alla Protezione dei Dati Personali; Consenso all’Utilizzo dei Dati. Microsoft protegge la privacy dell’Utente. Alcune delle funzionalità software inviano o ricevono dati quando vengono utilizzate. Molte possono essere disattivate nell’interfaccia utente oppure il licenziatario può decidere di non utilizzarle. Accettando il presente contratto e utilizzando il software, il licenziatario accetta che Microsoft possa raccogliere, trattare e divulgare i dati nella modalità descritta nell’Informativa sulla Privacy Microsoft (aka.ms/privacy) ed eventualmente nell’interfaccia utente associata alle funzionalità software.

4. Trasferimento. Le disposizioni del presente Articolo non sono applicabili qualora il licenziatario abbia acquistato il software in qualità di consumatore in Germania o in uno dei paesi elencati sul sito (aka.ms/transfer). In tal caso qualsiasi trasferimento del software a un terzo e il diritto di utilizzarlo dovranno conformarsi alla legge applicabile.

a. Software preinstallato sul dispositivo. Qualora il licenziatario abbia acquistato il software preinstallato su un dispositivo (e anche nel caso in cui abbia effettuato l’aggiornamento del software preinstallato su un dispositivo), potrà trasferire la licenza di utilizzo del software direttamente a un altro utente, esclusivamente con il dispositivo con licenza. Il trasferimento dovrà includere il software e, nel caso sia stata fornita con il dispositivo, un’etichetta Windows originale che includa il codice Product Key. Prima del trasferimento autorizzato, l’altra parte dovrà accettare che il presente contratto si applichi al trasferimento e all’utilizzo del software.

b. Software autonomo. Qualora il licenziatario abbia acquistato il software come software autonomo (e anche nel caso in cui abbia effettuato l’aggiornamento del software acquistato come software autonomo), potrà trasferirlo a un altro dispositivo di sua proprietà. Il licenziatario potrà anche trasferire il software a un dispositivo di proprietà di altri qualora (i) egli sia il primo utente con licenza del software e (ii) il nuovo utente accetti le condizioni del presente contratto. Per trasferire il software, il licenziatario potrà utilizzare la copia di backup, la cui creazione è stata autorizzata da Microsoft, o i supporti di memorizzazione su cui è stato in origine fornito il software. Ogni volta che il licenziatario trasferisce il software su un nuovo dispositivo, lo dovrà rimuovere dal dispositivo precedente. Il licenziatario non potrà trasferire il software con l’intento di condividere le licenze su più dispositivi.

5. Software Autorizzato e Attivazione. Il licenziatario è autorizzato a utilizzare il presente software solo qualora sia in possesso di una licenza appropriata e il software sia stato correttamente attivato con un codice Product Key originale o con un altro metodo approvato. Quando il licenziatario si connetterà a Internet durante l’utilizzo del software, Microsoft o una sua consociata verrà contattata automaticamente per eseguire l’attivazione e l’associazione a un determinato dispositivo. Il licenziatario potrà anche attivare il software manualmente tramite Internet o per telefono. In entrambi i casi potrà avere luogo la trasmissione di determinate informazioni e potrebbero essere addebitati i costi della connessione a Internet, della telefonata e del servizio SMS. Durante l’attivazione (o la riattivazione che potrà essere dovuta alle modifiche apportate ai componenti del dispositivo) è possibile che venga rilevato che un’istanza installata del software sia contraffatta, non disponga di regolare licenza oppure includa modifiche non autorizzate. Qualora l’attivazione non riesca, il software tenterà di ripararsi sostituendo il software Microsoft alterato con software Microsoft originale. Il licenziatario potrà anche ricevere promemoria che lo invitino a procurarsi una regolare licenza per il software. L’avvenuta attivazione non garantisce che il software sia originale o disponga di una regolare licenza. Il licenziatario non potrà ignorare né eludere l’attivazione. Per stabilire se il software in uso è originale e se è regolarmente concesso in licenza, il licenziatario potrà visitare l’indirizzo (aka.ms/genuine). Alcuni aggiornamenti, servizi di supporto e di altro tipo potrebbero essere offerti solo agli utenti di software Microsoft originale.

6. Aggiornamenti. Il softwarecontrolla periodicamente la presenza di aggiornamenti per il sistema e le app e li scarica e installa per conto del licenziatario. Il licenziatario potrà ottenere gli aggiornamenti solo da Microsoft o da fonti autorizzate ed è possibile che Microsoft debba aggiornare il sistema per fornire al licenziatario tali aggiornamenti. Accettando il presente contratto, il licenziatario accetta di ricevere tali tipi di aggiornamenti automatici senza alcuna ulteriore comunicazione.

7. Diritti di Downgrade. Qualora il licenziatario abbia acquistato un dispositivo da un produttore o un installatore con una versione Professional di Windows preinstallata, potrà utilizzare una versione Windows 8.1 Pro o Windows 7 Professional, ma solo fino a quando Microsoft fornirà il supporto tecnico per tale versione precedente come stabilito alla pagina (aka.ms/windowslifecycle). Il presente contratto si applica all’utilizzo da parte del licenziatario delle versioni precedenti. Qualora la versione precedente includa componenti diversi, le eventuali condizioni del contratto per la versione precedente relative a tali componenti si applicheranno anche all’utilizzo degli stessi da parte del licenziatario. Né il produttore o l’installatore né Microsoft sono obbligati a fornire al licenziatario le versioni precedenti. Il licenziatario dovrà ottenere la versione precedente separatamente e potrà per questo essere soggetto al pagamento di un corrispettivo. In qualsiasi momento il licenziatario potrà sostituire una versione precedente con la versione iniziale acquistata.

8. Limitazioni Geografiche e relative all’Esportazione. Qualora l’utilizzo del software sia limitato a una particolare area geografica, il licenziatario potrà attivare il software solo in quell’area. Il licenziatario dovrà anche conformarsi a tutte le leggi e a tutti i regolamenti nazionali e internazionali in materia di esportazione applicabili al software, che includono limitazioni su destinazioni, utenti finali e utilizzo finale. Per ulteriori informazioni sulle limitazioni geografiche e relative all’esportazione, il licenziatario potrà visitare le pagine (aka.ms/georestrict) e (aka.ms/exporting).

9. Procedure per il Supporto Tecnico e il Rimborso.

a. Software preinstallato su un dispositivo. Per quanto riguarda il software in generale, il licenziatario potrà contattare il produttore del dispositivo o l’installatore per le opzioni di supporto tecnico, utilizzando il numero di telefono fornito insieme al software. Per quanto riguarda gli aggiornamenti e i supplementi ricevuti direttamente da Microsoft, Microsoft potrà fornire servizi limitati di supporto tecnico per il software validamente concesso in licenza, come descritto alla pagina (aka.ms/mssupport). Qualora il licenziatario desideri ottenere un rimborso, dovrà contattare il produttore o l’installatore per conoscere le modalità di rimborso. Il licenziatario dovrà conformarsi a tali modalità che potrebbero prevedere il rimborso solo dietro restituzione del software unitamente al dispositivo sul quale il software è installato.

b. Software acquistato presso un rivenditore. Microsoft fornisce servizi limitati di supporto tecnico per il software validamente concesso in licenza come descritto alla pagina (aka.ms/mssupport). Qualora il licenziatario abbia acquistato il software da un rivenditore e desideri un rimborso senza tuttavia riuscire a ottenerlo presso il luogo di acquisto, potrà ricevere informazioni in merito alle modalità di rimborso stabilite da Microsoft contattando direttamente Microsoft. Il licenziatario potrà visitare la pagina (aka.ms/msoffices). Qualora risieda in Nord America, potrà chiamare il numero (800) MICROSOFT o visitare la pagina (aka.ms/nareturns).

10. Arbitrato Vincolante e Rinuncia all’Azione di Categoria qualora il Licenziatario risieda (o, nel caso di una Società, il Luogo Principale in cui la Società svolge la propria Attività si trovi) negli Stati Uniti.

Nella remota eventualità che possa sorgere una controversia il licenziatario e Microsoft accettano di tentare di risolverla per vie informali per un periodo di 60 giorni. Qualora ciò non sia possibile, il licenziatario e Microsoft accettano di sottoporsi ad arbitrato vincolante su base individuale davanti all’American Arbitration Association (“AAA”) ai sensi del Federal Arbitration Act (“FAA”) e di non iniziare procedimenti giudiziari. Le controversie saranno invece risolte davanti a un arbitro neutrale, la cui decisione sarà definitiva, eccetto che per un limitato diritto di appello ai sensi del FAA. Cause per azioni di categoria, arbitrati su basi collettive, cause intentate da un singolo a beneficio di una collettività e qualsiasi altro procedimento legale, in cui qualcuno agisca in veste rappresentativa di altri, non sono consentiti. Non è consentito nemmeno riunire i singoli procedimenti senza il consenso di tutte le parti. “Microsoft” include Microsoft, il produttore del dispositivo e l’installatore del software.

a.Controversie oggetto della copertura: tutte, ad eccezione dell’IP. Il termine “controversia” è il più ampio possibile. Include qualsiasi reclamo o vertenza tra il licenziatario e il produttore o l’installatore oppure tra il licenziatario e Microsoft, riguardo al software, al suo prezzo o al presente contratto, ai sensi di qualsiasi fondamento giuridico, sia esso derivante dall’adempimento del contratto, della garanzia, da illecito civile, statuto o normativa, ad eccezione delle controversie relative all’applicazione o alla validità dei diritti di proprietà intellettuale del licenziatario, dei licenzianti del licenziatario, di Microsoft o dei licenzianti di Microsoft.

b.Invio iniziale per posta di unaComunicazione di Controversia. Qualora sia in corso una controversia e i rappresentanti del servizio clienti di Microsoft non siano in grado di risolverla, il licenziatario dovrà inviare una Comunicazione di Controversia mediante servizio postale statunitense al produttore o all’installatore, all’attenzione dell’UFFICIO LEGALE. Qualora la controversia sia con Microsoft, il licenziatario dovrà inviarla per posta a Microsoft Corporation, ATTN: LCA ARBITRATION, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052-6399. Tale comunicazione dovrà contenere il nominativo, l’indirizzo, la modalità di contatto, nonché il tipo di problema e la richiesta. Un modulo è disponibile alla pagina (aka.ms/disputeform). Microsoft utilizzerà la stessa procedura nell’eventualità di una controversia con il licenziatario. Trascorsi i 60 giorni, il licenziatario o Microsoft potrà avviare un arbitrato, qualora la controversia non sia stata risolta.

c. Ricorso al tribunale per le cause minori. Invece di inviare per posta una Comunicazione di Controversia e qualora il licenziatario soddisfi i requisiti del tribunale, potrà promuovere eventuali controversie presso il tribunale per le cause minori nel proprio Paese di residenza (o, nel caso di una società, nel luogo principale in cui la società svolge la propria attività) o in King County, Washington, U.S.A., luogo in cui Microsoft svolge la propria attività principale, qualora la controversia sia con Microsoft. Microsoft spera che il licenziatario le invii per posta una Comunicazione di Controversia e le conceda un periodo di 60 giorni per tentare una possibile risoluzione, ma il licenziatario non dovrà agire in tal modo prima di essersi rivolto a un tribunale per le cause minori.

d. Procedura di arbitrato. L’AAA condurrà qualsiasi arbitrato in conformità alle proprie Regole di Arbitrato Commerciale (o qualora il licenziatario sia un individuo e utilizzi il software per uso personale o domestico oppure nel caso in cui il valore della controversia non superi i 75.000 USD, indipendentemente dal fatto che il licenziatario sia un individuo o dalla modalità di utilizzo del software, si applicheranno le Regole di Arbitrato per i Consumatori). Per ulteriori informazioni, il licenziatario potrà visitare la pagina (aka.ms/adr) o chiamare il numero 1-800-778-7879. Per avviare un arbitrato, il licenziatario potrà presentare all’AAA il modulo disponibile alla pagina (aka.ms/arbitration), inviare per posta una copia al produttore o all’installatore (oppure a Microsoft qualora la controversia sia con Microsoft). Per le controversie non superiori a 25.000 USD l’udienza sarà telefonica, a meno che l’arbitro non ritenga ragionevole parlare di persona. Qualsiasi udienza di persona avrà luogo nel Paese di residenza del licenziatario (o, nel caso di una società, nel luogo principale in cui la società svolge la propria attività) o in King County, Washington, luogo in cui Microsoft svolge la propria attività principale, qualora la controversia sia con Microsoft. La scelta spetta al licenziatario. L’arbitro potrà liquidare al licenziatario gli stessi danni che sarebbero liquidati da un tribunale. L’arbitro ha facoltà di emettere un provvedimento di accertamento o dell’autorità giudiziaria solo a favore del licenziatario individualmente per soddisfare il suo reclamo personale.

e.Corrispettivi e pagamenti relativi all’arbitrato.

(i) Per le controversie non superiori a 75.000 USD. Il produttore o l’installatore (oppure Microsoft qualora la controversia sia con Microsoft) rimborserà tempestivamente al licenziatario le spese di notificazione e pagherà le spese e i corrispettivi dell’AAA e dell’arbitro. Nel caso in cui il licenziatario rifiuti l’ultima offerta scritta di accordo transattivo di Microsoft presentata prima che l’arbitro fosse nominato, la controversia sia sottoposta direttamente alla decisione di un arbitro (“lodo arbitrale”) e l’arbitro liquidi un importo superiore a quest’ultima offerta scritta, il produttore o l’installatore (oppure Microsoft qualora la controversia sia con Microsoft): (1) corrisponderà l’importo maggiore tra quello del lodo arbitrale e 1.000 USD, (2) pagherà le eventuali spese legali esposte in misura ragionevole e (3) rimborserà le spese, inclusi i corrispettivi e i costi relativi ai periti, che il legale del licenziatario ha sostenuto per documentarsi, preparare e proporre il reclamo in arbitrato. L’arbitro stabilirà gli importi a meno che non siano concordati tra il licenziatario e Microsoft.

(ii) Per le controversie superiori a 75.000 USD. Le regole AAA disciplineranno il pagamento delle spese di notificazione e delle spese e dei corrispettivi dell’AAA e dell’arbitro.

(iii) Per le controversie di qualsiasi importo. Qualora il licenziatario promuova un arbitrato, Microsoft non pretenderà la restituzione dei corrispettivi e delle spese dell’AAA o dell’arbitro oppure delle spese di notificazione in precedenza rimborsate, a meno che l’arbitro non ritenga l’arbitrato inutile o avviato per uno scopo non appropriato. Qualora Microsoft promuova un arbitrato, pagherà tutte le spese e i corrispettivi dell’arbitro, dell’AAA e di notificazione. In nessun arbitrato pretenderà che le spese legali vengano pagate dal licenziatario. I corrispettivi e le spese non vengono presi in considerazione per definire l’importo di una controversia.

f.Presentazione obbligatoria entro un anno. Il licenziatario e Microsoft dovranno presentare qualsiasi reclamo o controversia al tribunale per le cause minori o all’arbitrato (ad eccezione delle controversie in materia di proprietà intellettuale - cfr. Articolo 10.a) entro un anno dalla data della prima presentazione. Diversamente, non potrà più essere presentata.

g.Validità delle disposizioni contrattuali. Qualora la rinuncia all’azione di categoria risulti illegale o non attuabile relativamente alla controversia nella sua interezza o a parti di essa, non si applicherà a tali parti, ma verrà trattata in tribunale, mentre le parti rimanenti saranno trattate mediante la procedura di arbitrato. Qualora qualsiasi altra disposizione dell’Articolo 10 risulti illegale o non attuabile, la stessa verrà isolata e la parte restante dell’Articolo 10 continuerà a essere applicabile.

h.Discrepanza con le regole AAA. Il presente contratto ha prevalenza nell’eventualità di una discrepanza con le Regole di Arbitrato Commerciale dell’AAA o le Regole di Arbitrato per i Consumatori.

i.Microsoft come parte o terzo beneficiario. Nel caso in cui Microsoft sia il produttore del dispositivo o il licenziatario acquisti il software da un rivenditore, Microsoft è una parte del presente contratto. Diversamente, Microsoft non è una parte, bensì un terzo beneficiario del contratto stipulato tra il licenziatario e il produttore o l’installatore relativo alla risoluzione di eventuali controversie per vie informali e mediante arbitrato.

11. Legge Applicabile. Tutti i reclami e tutte le controversie relativi al software, al suo prezzo o al presente contratto, inclusi i reclami aventi a oggetto inadempimenti contrattuali e della normativa a tutela dei consumatori, inadempimenti in materia di concorrenza sleale e delle leggi sulla garanzia implicita, l’indebito arricchimento e l’illecito civile, indipendentemente dai principi in materia di conflitto di legge, saranno disciplinati dalle leggi del Paese di residenza del licenziatario (o, nel caso di una società, del luogo principale in cui la società svolge la propria attività). Negli Stati Uniti tutte le disposizioni relative all’arbitrato sono disciplinate dal FAA.

12.Diritti dei Consumatori, Variazioni Regionali. Il presente contratto descrive determinati diritti. Il licenziatario potrà avere altri diritti, tra cui i diritti dei consumatori, ai sensi delle leggi del Paese di residenza. Il licenziatario potrebbe, inoltre, vantare ulteriori diritti direttamente nei confronti della parte presso la quale ha acquistato il software. Il presente contratto non modifica tali altri diritti qualora le leggi del Paese di residenza del licenziatario non consentano di modificarli. Ad esempio, qualora il licenziatario abbia acquistato il software in una delle aree indicate di seguito o si applichi la legge obbligatoria del Paese, sono valide le seguenti disposizioni:

a. Australia. I riferimenti a “Garanzia Limitata” sono riferimenti alla garanzia espressa fornita da Microsoft oppure dal produttore o dall’installatore. Questa garanzia viene fornita in aggiunta agli altri diritti e rimedi riconosciuti al licenziatario per legge, inclusi i diritti e i rimedi previsti in conformità alle garanzie di legge stabilite ai sensi della Australian Consumer Law.

Nel presente Articolo il termine “beni” fa riferimento al software per il quale Microsoft oppure il Produttore o l’installatore fornisce la garanzia espressa. I beni Microsoft sono accompagnati da garanzie la cui esclusione ai sensi della Australian Consumer Law non è consentita. Il licenziatario è autorizzato a ottenere una sostituzione o un rimborso in caso di guasto grave e un indennizzo per qualsiasi altra perdita o danno ragionevolmente prevedibile. Il licenziatario è anche autorizzato a richiedere la riparazione o la sostituzione dei beni qualora la loro qualità non sia accettabile e il guasto non venga considerato grave.

b. Canada. Il licenziatario potrà interrompere la ricezione di aggiornamenti sul suo dispositivo disattivando l’accesso a Internet. Nell’eventualità e quando il licenziatario si riconnetterà a Internet, il software riprenderà a controllare se sono presenti aggiornamenti e a installarli.

c. Unione Europea. La limitazione relativa all’utilizzo didattico contenuta nell’Articolo 13.d(i) che segue non si applica nelle giurisdizioni elencate sul sito (aka.ms/academicuse).

d. Germania e Austria.

(i) Garanzia. Il software validamente concesso in licenza funzionerà in sostanziale conformità a quanto descritto nel materiale Microsoft fornito con il software. Tuttavia, dal produttore o dall’installatore e da Microsoft non viene fornita alcuna garanzia contrattuale in relazione al software concesso in licenza.

(ii) Limitazione di Responsabilità. In caso di comportamento intenzionale, colpa grave, reclami basati sulla Legge in materia di Responsabilità Prodotto, così come in caso di morte o lesioni personali, il produttore o l’installatore oppure Microsoft è responsabile in conformità alla legge imperativa.

In riferimento alla frase precedente, il produttore o l’installatore oppure Microsoft sarà responsabile solo di colpa lieve qualora il produttore o l’installatore oppure Microsoft sia inadempiente a tali obbligazioni contrattuali sostanziali, il cui adempimento facilita la debita esecuzione del presente contratto, il cui inadempimento metterebbe in pericolo lo scopo del presente contratto e alla cui conformità una parte potrà costantemente fare affidamento (le cosiddette “obbligazioni fondamentali”). In altri casi di colpa lieve il produttore o l’installatore oppure Microsoft non sarà responsabile di tale colpa.

e. Altre regioni. Il licenziatario potrà visitare la pagina (aka.ms/variations) per un elenco attuale delle variazioni regionali.

13. Ulteriori Comunicazioni.

a. Reti, dati e utilizzo di Internet. Alcune funzionalità del software e dei servizi accessibili tramite il software potranno richiedere al dispositivo di accedere a Internet. L’accesso e l’utilizzo (inclusi i costi) da parte del licenziatario potranno essere soggetti alle condizioni del contratto del provider di servizi Internet o cellulari. Alcune funzionalità del software potranno consentire al licenziatario di accedere in modo più efficiente a Internet, ma i calcoli relativi all’utilizzo del software potranno essere diversi da quelli effettuati dal provider di servizi. Il licenziatario ha sempre la responsabilità (i) di comprendere e conformarsi alle condizioni dei piani e dei contratti che ha stipulato, nonché (ii) di eventuali questioni derivanti dall’utilizzo delle reti o dall’accesso alle stesse, incluse le reti pubbliche/aperte. Il licenziatario potrà utilizzare il software per connettersi a reti e per condividere le informazioni di accesso a tali reti, solo qualora sia autorizzato in tal senso.

b. Standard video H.264/AVC e MPEG-4 e standard video VC-1. Il presente software potrà includere la tecnologia di decodifica H.264/MPEG-4 AVC e/o VC-1. MPEG LA, L.A.C. impone la comunicazione seguente:

IL PRESENTE PRODOTTO È CONCESSO IN LICENZA AI SENSI DELLE LICENZE PER IL PORTAFOGLIO DI BREVETTI VIDEO AVC, VC-1 E MPEG-4 PARTE 2 PER L’UTILIZZO PERSONALE E NON COMMERCIALE DA PARTE DI UN CONSUMATORE AL FINE DI (i) CODIFICARE VIDEO IN CONFORMITÀ AGLI STANDARD SOPRA SPECIFICATI (“STANDARD VIDEO”) E/O (ii) DECODIFICARE IL VIDEO AVC, VC-1 E MPEG-4 PARTE 2 CODIFICATO DA UN CONSUMATORE IMPEGNATO IN UN’ATTIVITÀ PERSONALE E NON COMMERCIALE E/O RICEVUTO DA UN FORNITORE DI VIDEO AUTORIZZATO A FORNIRE TALE VIDEO. NESSUNA LICENZA VIENE CONCESSA O SARÀ IMPLICITA PER QUALSIASI ALTRO UTILIZZO. ULTERIORI INFORMAZIONI SONO DISPONIBILI SUL SITO WEB DI MPEG LA L.L.C, (AKA.MS/MPEGLA).

c.Protezione da malware. Microsoft si impegna a proteggere il dispositivo del licenziatario da malware. Il software attiverà la protezione da malware qualora non sia installata un’altra protezione o quella eventualmente presente sia scaduta. A tal fine, l’eventuale altro software antimalware verrà disattivato o dovrà essere rimosso.

d. Versioni condiritti limitati. Qualora la versione software acquistata dal licenziatario sia contrassegnata per, o in altro modo destinata a, un uso specifico o limitato, il licenziatario potrà utilizzarla esclusivamente come indicato. Il licenziatario non potrà utilizzare tali versioni del software in attività commerciali, no profit o che producano reddito.

(i) Utilizzo didattico. Ai fini di un utilizzo didattico, al momento dell’acquisto il licenziatario dovrà essere uno studente, un docente o un membro del personale di un istituto didattico.

(ii) Valutazione. Ai fini di un utilizzo per scopi di valutazione (o test o dimostrativi), il licenziatario non potrà vendere il software, utilizzarlo in un ambiente operativo reale né adoperarlo dopo il periodo di valutazione. Nonostante quanto diversamente stabilito nel presente Contratto, il software di valutazione è fornito “COM’È” e nessuna garanzia, implicita o espressa (inclusa la Garanzia Limitata), si applica a tali versioni.

(iii) NFR. Il licenziatario non potrà vendere il software che rechi l’etichetta “Campione Dimostrativo. Vietata la Vendita” (“Not for Resale” o “NFR”).

(iv) Anteprima. Il licenziatario potrà scegliere di utilizzare versioni in anteprima, insider, beta o altre versioni non definitive del software (“anteprime”) che Microsoft potrà rendere disponibili. Il licenziatario potrà utilizzare le anteprime solo fino alla data di scadenza del software e purché si conformi a tutte le condizioni del presente contratto. Le anteprime sono sperimentali e potrebbero differire notevolmente dalla versione commerciale rilasciata. Nonostante quanto diversamente stabilito nel presente contratto, le anteprime sono fornite “COME SONO” e nessuna garanzia, implicita o espressa (inclusa la Garanzia Limitata), si applica a tali versioni. Installando le anteprime sul dispositivo in uso, il licenziatario potrebbe annullare o compromettere la garanzia del dispositivo e potrebbe non essere più idoneo a ricevere i servizi di supporto tecnico dal produttore del dispositivo o dall’operatore della rete, a seconda dei casi. Microsoft non è responsabile dei danni causati in tal modo al licenziatario. Microsoft non potrà erogare servizi di supporto tecnico per le anteprime. Qualora il licenziatario fornisca a Microsoft commenti, suggerimenti o altre osservazioni in merito all’anteprima (“invio”), concede a Microsoft e ai relativi partner i diritti di utilizzare l’invio in qualunque modo e per qualsiasi scopo.

14. Intero Accordo. Il presente contratto, unitamente alle condizioni di licenza stampate o ad altre condizioni per i supplementi, gli aggiornamenti e i servizi relativi al software forniti dal produttore o dall’installatore oppure da Microsoft e utilizzati dal licenziatario, e le condizioni accessibili tramite i collegamenti Web contenuti nel presente contratto costituiscono l’intero accordo per il software e per gli eventuali predetti supplementi, aggiornamenti e servizi (a meno che il produttore o l’installatore, oppure Microsoft, non fornisca altre condizioni con tali supplementi, aggiornamenti o servizi). Il licenziatario potrà rivedere il presente contratto mentre il software è in esecuzione visitando la pagina (aka.ms/useterms) oppure scegliendo Impostazioni - Sistema - Informazioni su nel software. Il licenziatario può anche prendere visione delle condizioni accessibili tramite i collegamenti contenuti nel presente contratto digitando gli URL in una barra degli indirizzi del browser e accettando di procedere in tale modo. Prima di utilizzare il software o i servizi, il licenziatario accetta di leggere le relative condizioni, incluse le condizioni accessibili tramite i collegamenti. Inoltre, riconosce che l’utilizzo del software e dei servizi funge da ratifica del presente contratto e delle condizioni accessibili tramite i collegamenti. Nel presente contratto sono presenti anche collegamenti informativi. I collegamenti che contengono comunicazioni e condizioni vincolanti sono i seguenti:

· Informativa sulla Privacy di Microsoft (aka.ms/privacy)

· Contratto di Servizi Microsoft (aka.ms/msa)

· Condizioni di Licenza per Adobe Flash Player (aka.ms/adobeflash)


***********************************************************************

GARANZIA LIMITATA

Microsoft garantisce che il software validamente concesso in licenza funzionerà in sostanziale conformità a quanto descritto nel materiale Microsoft fornito con il software. La presente garanzia limitata non copre i problemi causati dal licenziatario, che sorgono per il mancato rispetto delle istruzioni da parte del licenziatario, oppure nel caso in cui tali problemi siano provocati da eventi al di fuori del ragionevole controllo di Microsoft. La garanzia limitata ha durata di un anno e decorre da quando il primo utente acquista il software. La garanzia coprirà anche qualsiasi supplemento, aggiornamento o software sostitutivo che il licenziatario potrà ricevere da Microsoft durante tale anno, ma solo per il periodo di validità residuo o per 30 giorni, a seconda di quale periodo sia più lungo. Il trasferimento del software non estenderà la garanzia limitata.

Non vengono fornite altre garanzie o condizioni espresse. Microsoft esclude tutte le garanzie e le condizioni implicite, incluse le garanzie e le condizioni implicite di commerciabilità (qualità non inferiore alla media), adeguatezza per uno scopo specifico e non violazione di diritti di terzi. Qualora la legge locale del licenziatario non consenta l’esclusione di garanzie implicite, eventuali garanzie o condizioni implicite resteranno in vigore solo per il periodo di validità della garanzia limitata e prevederanno le limitazioni autorizzate dalla legge locale del licenziatario. Qualora la legge locale del licenziatario richieda un periodo maggiore di validità della garanzia limitata, nonostante il presente contratto, si applicherà tale periodo maggiore di validità. Il licenziatario tuttavia può esercitare solo i rimedi consentiti nel presente contratto.

Nel caso in cui Microsoft sia inadempiente alla garanzia limitata, a propria scelta: (i) riparerà o sostituirà il software senza alcun costo aggiuntivo oppure (ii) accetterà la restituzione del software (o, a sua scelta, del dispositivo con marchio Microsoft sul quale il software è stato preinstallato) rimborsando l’eventuale importo pagato dal licenziatario. Questi sono gli unici rimedi del licenziatario relativi all’inadempimento della garanzia. Oltre agli specifici diritti riconosciuti al licenziatario conferiti dalla presente garanzia limitata, il licenziatario potrebbe beneficiare di altri diritti che variano da Stato a Stato o da Paese a Paese.

Ad eccezione di qualsiasi riparazione, sostituzione o rimborso che Microsoft potrà fornire, il licenziatario non potrà far valere ai sensi della presente garanzia limitata, di qualsiasi parte del presente contratto o di qualsiasi fondamento giuridico, alcun danno o altro rimedio, inclusi i danni diretti, consequenziali, speciali, indiretti o incidentali oppure relativi alla perdita di profitti. Le esclusioni relative ai danni e le limitazioni in merito ai rimedi contenuti nel presente contratto si applicano anche nel caso in cui la riparazione, la sostituzione o il rimborso del software non risarcisca completamente il licenziatario di eventuali perdite, nel caso in cui Microsoft fosse informata o avrebbe dovuto essere informata della possibilità del verificarsi di tali danni o qualora il rimedio non raggiunga il suo scopo essenziale. Poiché alcuni Paesi non ammettono l’esclusione o la limitazione di responsabilità per danni incidentali, consequenziali o di altro tipo, le suddette limitazioni o esclusioni potrebbero non essere applicabili al licenziatario. Qualora la legge applicabile consenta al licenziatario di richiedere a Microsoft il risarcimento di altri danni anche nel caso in cui ciò non sia previsto dal presente contratto, tale risarcimento non potrà superare l’importo effettivamente pagato per il software (o l’importo di 50 USD nel caso in cui il licenziatario abbia ottenuto il software gratuitamente).

PROCEDURE PER LA GARANZIA

Per ricevere l’assistenza prevista dalla garanzia o ottenere il rimborso, il licenziatario dovrà fornire una copia della prova di acquisto e conformarsi alle modalità di restituzione di Microsoft, che potrebbero richiedere la disinstallazione del software e la restituzione a Microsoft oppure la restituzione del software unitamente al dispositivo con marchio Microsoft sul quale è installato il software; l’etichetta con la scritta “Certificato di Autenticità” (“Certificate of Authenticity” o “COA”) che include il codice Product Key (qualora sia stata fornita con il dispositivo) dovrà rimanervi affissa.

1. Stati Uniti e Canada. Per ricevere l’assistenza prevista dalla garanzia limitata o informazioni su come ottenere un rimborso per il software acquistato negli Stati Uniti o in Canada, il licenziatario potrà contattare Microsoft telefonicamente al numero (800) MICROSOFT, per posta all’indirizzo Microsoft Customer Service and Support, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052-6399 oppure visitando la pagina (aka.ms/nareturns).

2. Europa, Medio Oriente e Africa. Qualora il licenziatario abbia acquistato il software in Europa, Medio Oriente o Africa, dovrà contattare Microsoft Ireland Operations Limited, Customer Care Centre, Atrium Building Block B, Carmanhall Road, Sandyford Industrial Estate, Dublin 18, Ireland o la consociata Microsoft del proprio Paese (aka.ms/msoffices).

3. Australia. Qualora il licenziatario abbia acquistato il software in Australia, potrà contattare Microsoft e inoltrare un reclamo al 13 20 58 o all’indirizzo Microsoft Pty Ltd, 1 Epping Road, North Ryde NSW 2113 Australia.

4. Altri Paesi. Qualora il licenziatario abbia acquistato il software in un altro Paese, dovrà contattare la consociata Microsoft del proprio Paese (aka.ms/msoffices).

This site in other countries/regions: