Pianifica la fine del supporto di Windows Server 2012/2012 R2 e di SQL Server 2012

Offriamo nuove opzioni con Azure, insieme a grandi innovazioni in Windows Server 2019 e SQL Server 2019.

Passa ad Azure, garantisci la sicurezza

 Proteggi il tuo ambiente con aggiornamenti della sicurezza estesa gratuiti.​

 

Esegui la migrazione di app e workload con rehosting in Windows Server e SQL Server in macchine virtuali di Azure

  • Ottieni gli aggiornamenti della sicurezza estesa di Windows Server 2012/2012 R2 e SQL Server 2012 per altri 3 anni senza costi aggiuntivi, solo in Azure.
  • Risparmia con Azure Hybrid Benefit.
Modernizza seguendo i tuoi ritmi
  • Modernizza con i servizi di Azure, come Servizio App e Azure SQL Managed Instance, senza dover mai più applicare patch o aggiornamenti.

 

Proteggi l'ambiente locale, pianifica per l'ibrido

Garantisci la protezione con l'ultima versione.

 

Esegui l'aggiornamento all'ultima versione

  • Esegui l'aggiornamento a Windows Server 2019 e SQL Server 2019.​
  • Prova Windows Server 2022.

Modernizza sul posto

  • Passa a una soluzione PaaS con SQL Managed Instance abilitato da Azure Arc. Otterrai funzionalità di gestione cloud e non dovrai più applicare patch o aggiornamenti.
Non riesci a rispettare la scadenza? Proteggi i workload del server​
  • I clienti idonei con Software Assurance nell'ambito di un contratto Enterprise Agreement (EA) possono acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa per i prodotti Windows Server 2012/2012 R2 e SQL Server 2012 in esecuzione in ambienti locali.
 

Anno aggiuntivo di aggiornamenti della sicurezza estesa per Windows Server e SQL Server 2008 e 2008 R2, solo in Azure

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server e Windows Server 2008/2008 R2 termineranno rispettivamente il 12 luglio 2022 e il 10 gennaio 2023. Molti clienti stanno approfittando dell'impegno di Azure verso la sicurezza e l'adeguamento e sono passati ad Azure per proteggere i propri workload 2008/2008 R2 con gli aggiornamenti della sicurezza estesa gratuiti. 

 

Ai clienti che hanno bisogno di più tempo per aggiornare e modernizzare SQL Server e Windows Server 2008/2008 R2 in Azure forniremo ora un ulteriore anno di aggiornamenti di sicurezza estesa gratuiti, solo in Azure. Sono inclusi altri prodotti Azure, come l'host dedicato di Azure, la soluzione Azure VMWare, la soluzione Azure Nutanix e Azure Stack (hub, Edge e HCI).

Aggiornamenti della sicurezza estesa: domande frequenti

Trova le risposte alle domande più frequenti sulla fine del supporto per SQL Server 2008/2008 R2 e 2012 e Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2. Non riguarda Windows 7 né Office 2010. Per ulteriori informazioni su questi prodotti, leggi le domande frequenti sulla fine del supporto per Windows 7 e Office 2010.

 

Domande frequenti sulla fine del supporto per Windows 7 e Office 2010

 

Scarica il datasheet sugli aggiornamenti della sicurezza estesa

 

Informazioni sulla distribuzione degli aggiornamenti della sicurezza estesa di SQL Server


Domande generali sugli aggiornamenti della sicurezza estesa 2012/2012 R2

|

Aggiornamenti della sicurezza estesa saranno offerti per SQL Server 2012 e Windows Server 2012 e 2012 R2.  I clienti in Azure che usano, ad esempio, Macchine virtuali di Azure, SQL Server in Macchine virtuali di Azure, un host dedicato di Azure, soluzioni VMware per Azure, una soluzione Nutanix per Azure e Azure Stack HCI usufruiranno di aggiornamenti della sicurezza estesa gratuiti.

Il supporto "Extended" di Windows Server 2012 e 2012 R2 terminerà il 10 ottobre 2023.

Il supporto "Extended" di SQL Server 2012 terminerà il 12 luglio 2022.

Scopri di più sulle scadenze del supporto relative al ciclo di vita.

In Azure: i clienti che eseguono la migrazione dei workload ad Azure avranno accesso agli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server 2012 e Windows Server 2012 e 2012 R2 per tre anni dopo le date di fine supporto, senza alcun addebito aggiuntivo oltre al costo previsto per l'esecuzione della macchina virtuale.

Ambiente locale: i clienti idonei potranno acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa per il proprio ambiente locale. Le licenze sono vendute in pacchetti da 2 core per SQL Server e in pacchetti da 16 core per Windows Server 2012. I prezzi sono i seguenti:

 

1° anno: 75% del prezzo pieno annuo della licenza

 

2° anno: 100% del prezzo pieno annuo della licenza

 

3° anno: 125% del prezzo pieno annuo della licenza

 

È possibile eseguire l'onboarding in un secondo momento e acquistare solo il 2° anno degli aggiornamenti della sicurezza estesa 2012?

 

I clienti che hanno bisogno della versione 2012 esternamente ad Azure (nei casi in cui gli aggiornamenti della sicurezza estesa sono disponibili senza addebiti aggiuntivi) possono eseguire l'onboarding nel 2° anno degli aggiornamenti della sicurezza estesa 2012. Tuttavia, se un'azienda non ha acquistato il primo anno di copertura degli aggiornamenti della sicurezza estesa, essa dovrà acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa del 1° anno e del 2° anno. Analogamente, se un'azienda esegue l'onboarding solo il 3° anno, essa dovrà acquistare i tre anni di aggiornamenti della sicurezza estesa.

Per acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa locali, è necessario Software Assurance o una sottoscrizione server equivalente.
I clienti possono acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa tramite Contratto Enterprise (EA), Contratto Enterprise Subscription (EAS), iscrizione Server and Cloud Enrollment (SCE) e programma Enrollment for Education Solutions (EES).
In Azure non è necessario Software Assurance per ottenere aggiornamenti della sicurezza estesa gratuiti, ma è necessario un contratto Software Assurance o una sottoscrizione server per poter usufruire di Azure Hybrid Benefit.

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa gratuiti saranno disponibili per i clienti in Azure. Sono inclusi i workload in esecuzione in Macchine virtuali di Azure, host dedicato di Azure, soluzioni VMware per Azure, soluzione Nutanix per Azure e hub di Azure Stack/Azure Stack Edge/Azure Stack HCI.

No, non sono stati apportati cambiamenti al tipo di aggiornamenti negli aggiornamenti della sicurezza estesa 2012. Windows Server distribuirà patch "Critiche" e "Importanti" e SQL Server distribuirà aggiornamenti "Critici".

 

Per altre informazioni sulle definizioni delle classificazioni "Critica" e "Importante", visita la pagina Web del sistema di classificazione della gravità per gli aggiornamenti della sicurezza.

 

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa non includono nuove funzionalità, hotfix non della sicurezza richiesti dai clienti o richieste di modifica alla progettazione. Tuttavia, Microsoft può includere correzioni non correlate alla sicurezza, se dovesse reputarlo necessario.

No, non sono state apportate modifiche alle opzioni di supporto tecnico per i clienti degli aggiornamenti della sicurezza estesa 2012. Per ottenere supporto tecnico, se si decide di mantenere le istanze locali, è sempre possibile utilizzare un contratto di supporto attivo, ad esempio Software Assurance o il supporto tecnico Premier/Unified Support, nei prodotti Windows Server 2012/2012 R2 e SQL Server 2012 locali pertinenti. In alternativa, in caso di hosting in Azure, i clienti possono usare un piano di supporto di Azure per ottenere supporto tecnico.

Domande generali sugli aggiornamenti della sicurezza estesa 2008/2008 R2

|

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa per Windows Server 2008 e 2008 R2 sono iniziati il 14 gennaio 2020. 

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server 2008 e 2008 R2 sono iniziati il 12 luglio 2019.

Le licenze locali per gli aggiornamenti della sicurezza estesa per Windows Server 2008 e 2008 R2 termineranno il 10 gennaio 2023. Le licenze locali per gli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server 2008 e 2008 R2 termineranno il 12 luglio 2022.

Microsoft non estenderà gli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server e Windows Server 2008 per le licenze locali.

 

Ai clienti che hanno bisogno di più tempo per l'aggiornamento e la modernizzazione delle proprie implementazioni Windows Server e SQL Server 2008 e 2008 R2 in Azure offriamo ora un anno aggiuntivo di aggiornamenti della sicurezza estesa gratuiti, solo in Azure. I clienti avranno quindi tempo fino al 14 gennaio 2024 per Windows Server 2008/2008 R2 e fino al 12 luglio 2023 per SQL Server 2008/2008 R2 per eseguire l'aggiornamento a una versione supportata.

I clienti in Azure che usano, ad esempio, Macchine virtuali di Azure, SQL Server in Macchine virtuali di Azure, un host dedicato di Azure, soluzioni VMware per Azure, una soluzione Nutanix per Azure e Azure Stack HCI usufruiranno di aggiornamenti della sicurezza estesa gratuiti.

 

Per istruzioni dettagliate su come acquistare e attivare gli aggiornamenti della sicurezza estesa (per Windows Server 2008/2008 R2 e Windows 7), vedi questo post di blog nella Tech Community.

Domande generali

|

Il supporto per SQL Server 2008 e 2008 R2 è terminato il 9 luglio 2019.

 

Il supporto per Windows Server 2008 e 2008 R2 è terminato il 14 gennaio 2020.

Il supporto per SQL Server 2012 e 2012 R2 terminerà il 12 luglio 2022.
 

La data di fine supporto per Windows Server 2012 e 2012 R2 è il 10 ottobre 2023.

 

Il Ciclo di vita dei prodotti Microsoft offre un supporto di 10 anni (5 anni per il supporto Mainstream e 5 per quello Extended) per i prodotti Business e Developer, ad esempio SQL Server e Windows Server. Come indicato nei criteri, al termine del periodo di supporto Extended non verranno forniti altri aggiornamenti della sicurezza o patch. Pertanto, potrebbero verificarsi problemi di sicurezza o adeguamento e le applicazioni e le attività aziendali dei clienti potrebbero essere esposte a gravi rischi per la sicurezza.

Consigliamo di eseguire l'aggiornamento alle versioni più recenti del software, in Azure o in locale, per continuare a ricevere regolarmente gli aggiornamenti della sicurezza. Tuttavia, per i clienti impossibilitati a eseguire la transizione a una versione supportata prima della data di fine supporto, sono disponibili opzioni che consentono di proteggere dati e applicazioni durante la transizione per la fine del supporto:

 

Aggiornamenti della sicurezza estesa in Azure: i clienti che eseguono la migrazione dei workload in Macchine virtuali di Azure (IaaS) avranno accesso agli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server 2008/2008 R2 e 2012 e per Windows Server versioni 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 per tre anni dopo le date di fine supporto, senza alcun addebito aggiuntivo oltre al costo previsto per l'esecuzione della macchina virtuale. Per molti clienti si tratta di un semplice primo passo prima di eseguire l'aggiornamento o passare a versioni o servizi più recenti in Azure. Anche i clienti che scelgono di passare ad Azure SQL Managed Instance (PaaS) avranno accesso ad aggiornamenti di sicurezza continui, dal momento che si tratta di una soluzione completamente gestita. Software Assurance non è un requisito per ricevere gli aggiornamenti della sicurezza estesa in Azure.

 

I clienti idonei possono usare Azure Hybrid Benefit, disponibile per i clienti con un contratto Software Assurance attivo o sottoscrizioni server attive, per ottenere sconti nei casi in cui non sono previsti costi di licenza per l'esecuzione di Windows Server o SQL Server in Macchine virtuali di Azure (IaaS) o in Azure SQL Managed Instance (PaaS), ma solo costi di calcolo, storage e larghezza di banda specifici per l'esecuzione della macchina virtuale.  Questi clienti avranno inoltre accesso agli aggiornamenti della sicurezza estesa in Azure senza alcun addebito aggiuntivo oltre al costo previsto per l'esecuzione delle macchine virtuali.

 

Aggiornamenti della sicurezza estesa per ambienti ospitati o locali: gli aggiornamenti della sicurezza estesa saranno disponibili anche per i workload eseguiti in locale o in un ambiente di hosting, ad esempio con un altro provider di servizi cloud. I clienti che eseguono SQL Server o Windows Server con licenze che includono un contratto Software Assurance attivo nell'ambito di un contratto Enterprise Agreement (EA) o Enterprise Subscription Agreement (EAS) oppure una sottoscrizione Server and Cloud Enrollment (SCE) o Enrollment for Education Solutions (EES) o una sottoscrizione possono acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa annuali per tre anni dopo la data di fine supporto.

 

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa possono essere acquistati solo nell'ambito di un contratto EA, EAS o SCE. Gli aggiornamenti della sicurezza estesa non possono essere acquistati nell'ambito di un contratto Open, Select o MPSA, ma possono essere applicati ai server concessi in licenza con Software Assurance attivo o una sottoscrizione attiva in questi programmi. Le licenze di prodotto e Software Assurance non devono essere necessariamente inclusi nella stessa registrazione. Tuttavia, i clienti non possono acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa indipendentemente dai programmi o dalle sottoscrizioni EA, EAS, SCE ed EES.

 

I clienti possono acquistare gli aggiornamenti di sicurezza estesa solo per i server che devono coprire. Questi aggiornamenti possono essere acquistati direttamente da Microsoft o da un partner per le licenze Microsoft.

Le edizioni Enterprise e Standard di SQL Server per le versioni 2008/2008 R2 e 2012 e le edizioni Standard, Datacenter ed Embedded di Windows Server per le versioni 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 sono idonee per gli aggiornamenti della sicurezza estesa. La versione 2008 R2 di Windows Server e SQL Server è l'ultima versione a supportare i processori X86 (a 32 bit). Tutte le versioni successive supportano solo x64.

In Azure: i clienti possono iniziare immediatamente a eseguire la migrazione dei workload in Macchine virtuali di Azure e applicare i normali aggiornamenti della sicurezza fino alla data di fine supporto.
Le macchine virtuali Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 e SQL Server 2008/2008 R2 e 2012 in Azure vengono automaticamente abilitate per gli aggiornamenti della sicurezza estesa. Non è necessario configurare nulla e non sono previsti costi aggiuntivi per l'utilizzo degli aggiornamenti della sicurezza estesa con le macchine virtuali di Azure.

 

Per usufruire dell'applicazione automatica delle patch degli aggiornamenti di sicurezza, i clienti di SQL Server devono registrare le proprie macchine virtuali con l'estensione SQL Server IaaS Agent. Fai clic per altre informazioni sull'applicazione automatica di patch con l'estensione SQL Server IaaS Agent.


Ambienti locali o ospitati: 2008/2008 R2 Gli aggiornamenti della sicurezza estesa sono ora disponibili per l'acquisto e possono essere ordinati da Microsoft o un partner per le licenze Microsoft. La tabella di seguito riporta le date in cui saranno disponibili gli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server 2012 e Windows Server 2012/2012 R2. Gli aggiornamenti della sicurezza estesa sono in genere disponibili per l'acquisto 3 mesi prima delle date di fine supporto con la relativa distribuzione che inizia dopo la fine del supporto.

 

2012/2012 R2: SQL Server

Fine del supporto: 12/07/2022

Aggiornamento della sicurezza estesa disponibile per l'acquisto: aprile 2022

Fine del programma di aggiornamenti della sicurezza estesa: 12/07/2025

 

2012/2012 R2: Windows Server

Fine del supporto: 10/10/2023

Aggiornamento della sicurezza estesa disponibile per l'acquisto: giugno 2022

Fine del programma di aggiornamenti della sicurezza estesa: 10/10/2026

 

2008/2008 R2: SQL Server

Fine del supporto: 9 luglio 2019

Aggiornamento della sicurezza estesa disponibile per l'acquisto: adesso

Fine del programma di aggiornamenti della sicurezza estesa: 9 luglio 2022

 

2008/2008 R2: Windows Server

Fine del supporto: 14 gennaio 2020

Aggiornamento della sicurezza estesa disponibile per l'acquisto: adesso

Fine del programma di aggiornamenti della sicurezza estesa: 14 gennaio 2023

 

Altre informazioni su come usare gli aggiornamenti della sicurezza estesa sono disponibili qui.

Per SQL Server 2008/2008 R2 e 2012: gli aggiornamenti della sicurezza estesa includono il provisioning di aggiornamenti della sicurezza con classificazione "Critica" per un massimo di tre anni dopo la fine del supporto.

 

Per Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2: gli aggiornamenti della sicurezza estesa includono il provisioning di aggiornamenti della sicurezza e il "sistema di classificazione della gravità per gli aggiornamenti della sicurezza" con classificazioni "Critica" e "Importante" per un massimo di tre anni dopo la fine del supporto.

 

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa verranno distribuiti in base alla disponibilità.  Non includono il supporto tecnico, ma è possibile usare altri piani di supporto Microsoft per ottenere assistenza in caso di domande sui prodotti Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 nei workload coperti dagli aggiornamenti della sicurezza estesa.

 

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa non includono nuove funzionalità, hotfix non della sicurezza richiesti dai clienti o richieste di modifica alla progettazione. Tuttavia, Microsoft può includere correzioni non correlate alla sicurezza, se dovesse reputarlo necessario.

 

Per altre informazioni sulle definizioni delle classificazioni "Critica" e "Importante", visita il sito MSRC.

Per gli eventi di fine supporto, in passato SQL Server forniva solo aggiornamenti della sicurezza di livello critico, che rispettavano i criteri di adeguamento dei clienti aziendali. SQL Server non invia un aggiornamento di sicurezza mensile generale. Microsoft fornisce solo aggiornamenti della sicurezza per SQL Server on-demand (GDR) per la guida agli aggiornamenti della sicurezza MSRC, in cui SQL Server è indicato come prodotto interessato.

 

Se dovessero verificarsi situazioni per cui non vengono forniti nuovi aggiornamenti importanti di SQL Server, ritenuti critici dal cliente ma non da MSRC, Microsoft contatterà il cliente caso per caso per suggerire una mitigazione appropriata.

I clienti con Software Assurance possono acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa per l'ambiente locale con un Contratto Enterprise (EA), un Contratto Enterprise Subscription (EAS), un'iscrizione Server & Cloud Enrollment (SCE) o un programma Enrollment for Education Solutions (EES). Software Assurance non deve essere necessariamente incluso nella stessa iscrizione.

No. Per gli aggiornamenti della sicurezza estesa, i clienti possono scegliere di coprire con un contratto Software Assurance solo il numero necessario di server locali 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2.

In Azure: i clienti che eseguono Windows Server o SQL Server 2008 e 2008 R2 in una macchina virtuale di Azure otterranno gli aggiornamenti della sicurezza estesa senza costi aggiuntivi oltre al normale costo di esecuzione della macchina virtuale. I clienti che passano ad Azure SQL Managed Instance (PaaS) non hanno bisogno degli aggiornamenti della sicurezza estesa perché questa soluzione è già completamente gestita e Microsoft fornisce regolarmente tutte le patch e gli aggiornamenti necessari.

 

Ambiente locale: i clienti con un contratto Software Assurance attivo o licenze di sottoscrizione attive possono acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa annualmente a circa il 75% del costo della licenza locale. I prezzi sono disponibili sui listini pubblicati. Per saperne di più, contatta il team dell'account o il partner Microsoft.

 

Ambienti ospitati: i clienti con una licenza Windows Server o SQL Server 2008/2008 R2 concessa da un servizio di hosting SPLA autorizzato dovranno acquistare separatamente gli aggiornamenti della sicurezza estesa nell'ambito di un contratto Enterprise Agreement o una sottoscrizione Server and Cloud Enrollment direttamente da Microsoft a circa il 75% dell'intero costo della licenza locale annuale o da un rivenditore Microsoft per l'uso nell'ambiente ospitato. Il prezzo degli aggiornamenti della sicurezza estesa acquistati tramite rivenditori Microsoft è stabilito dai rivenditori stessi. Il prezzo degli aggiornamenti della sicurezza estesa di Windows Server viene calcolato in base al prezzo per core di Windows Server Standard, a seconda del numero di core virtuali nella macchina virtuale ospitata, ed è soggetto a un minimo di 16 licenze per istanza. Il prezzo degli aggiornamenti della sicurezza estesa di SQL Server viene calcolato in base al prezzo per core di SQL Server, a seconda del numero di core virtuali nella macchina virtuale ospitata, ed è soggetto a un minimo di 4 licenze per istanza. Non è richiesto Software Assurance. Per saperne di più, contatta il team dell'account o il rivenditore Microsoft.

Il prezzo degli aggiornamenti della sicurezza estesa viene calcolato in base al numero di core concessi in licenza per il workload di produzione SQL nell'ambiente locale di un cliente. Se ha concesso in licenza 8 core per SQL Server locale e usa i vantaggi di Software Assurance per avere un server secondario passivo (ad esempio, una macchina virtuale) con 8 core in Azure, il costo degli aggiornamenti della sicurezza estesa sarà calcolato in base agli 8 core per SQL Server concesso in licenza in locale. I clienti possono quindi applicare aggiornamenti al workload di produzione in locale e al server secondario passivo (ad esempio, una macchina virtuale) in Azure.

Ambiente locale: sì, Software Assurance è necessario per i workload locali. 
In Azure: no. Per i workload in esecuzione in Azure, gli aggiornamenti della sicurezza estesa sono gratuiti e non richiedono Software Assurance (a meno che non si utilizzi Azure Hybrid Benefit).
Il modo migliore per massimizzare i risparmi quando si esegue Windows Server e SQL Server in Azure è l'uso di Azure Hybrid Benefit (disponibile per i clienti con un contratto Software Assurance attivo o sottoscrizioni server attive).
Azure Hybrid Benefit - Cloud ibrido | Microsoft Azure

No. I clienti non possono acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa per l'edizione Express o Developer di SQL Server 2008 R2. Tuttavia, possono spostare i propri workload in Azure e ottenere gratuitamente gli aggiornamenti della sicurezza estesa senza alcun addebito aggiuntivo oltre al costo previsto per l'uso del servizio Azure. Inoltre, i clienti in possesso di aggiornamenti della sicurezza estesa per workload di produzione SQL Server sono autorizzati ad applicare aggiornamenti ai server che eseguono SQL Server Developer Edition esclusivamente per finalità di test e sviluppo.

I clienti che dispongono di server con licenze Software Assurance o di sottoscrizione attive sono idonei ad acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa locali con un Contratto Enterprise (EA), un Contratto Enterprise Subscription (EAS), un'iscrizione Server and Cloud Enrollment (SCE) o un programma Enrollment for Education Solutions (EES).

 

I clienti possono scegliere quali server coprire.

 

I clienti che dispongono di Software Assurance tramite altre iscrizioni (ad esempio, Open, Select o MPSA) possono usare gli aggiornamenti della sicurezza estesa acquistati con un Contratto Enterprise (EA), un Contratto Enterprise Subscription (EAS), un'iscrizione Server and Cloud Enrollment (SCE) o un programma Enrollment for Education Solutions (SCE).

 

I prezzi per Windows Server e SQL versioni 2008/2008 R2 sono fissi per i primi tre anni.

 

I prezzi degli aggiornamenti della sicurezza estesa per Windows Server 2012/2012 R2 e SQL Server 2012 aumenteranno nel secondo e nel terzo anno di un ulteriore 25% rispetto al prezzo base della licenza.

 

1° anno: circa il 75% del prezzo pieno della licenza
 

2° anno: circa il 100% del prezzo pieno della licenza 


3° anno: circa il 125% del prezzo pieno della licenza

 

I prezzi degli aggiornamenti della sicurezza estesa seguono il modello di licenza corrente per il server specifico. Ad esempio, Windows Server viene concesso in licenza per core e la licenza è necessaria per ogni core fisico in ogni server.

 

La copertura sarà disponibile in tre incrementi consecutivi di 12 mesi a partire dalla fine del supporto.

 

I clienti non possono acquistare periodi di durata inferiore, ad esempio solo 6 mesi. Il rinnovo EA del cliente non deve allinearsi al periodo annuale per gli aggiornamenti della sicurezza estesa. Il contratto EA e gli aggiornamenti della sicurezza estesa devono sovrapporsi per almeno un mese all'inizio di ogni anno di copertura degli aggiornamenti.

 

I clienti devono disporre di una copertura Software Assurance o di licenze di sottoscrizione attive da almeno un mese all'inizio di ogni periodo di copertura per poter essere idonei per gli aggiornamenti della sicurezza estesa per il periodo specifico. Ad esempio, per poter essere idonei per gli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server durante il primo anno di copertura degli aggiornamenti della sicurezza estesa, i clienti devono avere la copertura Software Assurance per SQL Server durante il mese di ottobre 2023 per Windows Server 2012/2012 R2 e durante il mese di luglio 2022 per SQL Server 2012.

 

Se i clienti acquistano gli aggiornamenti della sicurezza estesa mentre la copertura Software Assurance è attiva, ma Software Assurance scade prima dell'inizio del periodo di copertura degli aggiornamenti, non potranno ricevere aggiornamenti.

 

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa sono disponibili annualmente, per un periodo fisso di 12 mesi. Se un cliente acquista gli aggiornamenti della sicurezza estesa per il 10° mese del periodo di 12 mesi, dovrà comunque acquistare 12 mesi di aggiornamenti.

 

I clienti devono aver acquistato la copertura per il primo anno di aggiornamenti della sicurezza estesa per poter acquistare la copertura per il secondo anno e la copertura per il secondo anno per poter acquistare la copertura per il terzo anno. Possono inoltre acquistare la copertura per gli anni precedenti nel momento stesso in cui acquistano la copertura per il periodo corrente. Non è necessario acquistare uno specifico periodo di copertura all'interno del periodo stesso.

 

Il supporto tecnico Premier non è un requisito di base, ma è consigliabile aggiungere un altro contratto di supporto per ottenere il supporto tecnico.
 

 

Per istruzioni dettagliate su come acquistare e attivare gli aggiornamenti della sicurezza estesa (per Windows Server 2008/2008 R2 e Windows 7), vedi questo post di blog nella Tech Community.

Sì, i clienti devono disporre di licenze CAL ed External Connector con Software Assurance attivo (o licenza di sottoscrizione equivalente) per poter accedere ai server coperti da aggiornamenti della sicurezza estesa. Tuttavia, la copertura degli aggiornamenti della sicurezza estesa non è necessaria, né disponibile, per le licenze CAL o External Connector.

Le licenze core sono vendute in confezioni da due (pacchetto da 2 licenze core) e in confezioni da 16 (pacchetto da 16 licenze core). Ciascun processore deve disporre della licenza per un minimo di otto core (quattro pacchetti da 2 licenze core). Ciascun server fisico, inclusi server con un solo processore, deve disporre della licenza per un minimo di 16 licenze core (otto pacchetti da 2 licenze core o un pacchetto da 16 licenze core). È possibile aggiungere la licenza per ulteriori core in incrementi di due (un pacchetto da 2 licenze core) per server con densità di core maggiore di 8.

I clienti non possono acquistare licenze per singole macchine virtuali Windows Server. Devono acquistare una licenza per l'intero server fisico. I requisiti di licenza per gli aggiornamenti della sicurezza estesa sono allineati ai requisiti di licenza per la sottoscrizione o la copertura Software Assurance sottostante. Per sapere di quante licenze di aggiornamenti della sicurezza estesa hanno bisogno, i clienti dovranno semplicemente conoscere la posizione della licenza Windows Server per un determinato server.

 

I clienti che hanno coperto tutti i core sottostanti del server fisico con licenze Windows Server Datacenter dovranno acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa per il numero di core fisici, indipendentemente dal numero di macchine virtuali in esecuzione nel server fisico.

 

I clienti che hanno coperto tutti i core sottostanti del server fisico con licenze Windows Server Standard dovranno acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa per il numero di core fisici, ma potranno disporre di una licenza per eseguire e aggiornare solo due macchine virtuali nel server. I clienti che intendono eseguire e aggiornare più di due macchine virtuali in un server con licenza per Windows Server Standard dovranno riacquistare le licenze per tutti i core fisici nel server con Windows Server Standard e aggiornamenti della sicurezza estesa per ogni coppia aggiuntiva di macchine virtuali.

Sì. Per poter applicare gli aggiornamenti della sicurezza estesa, i clienti devono eseguire SQL Server 2008/2008 R2 e 2012 e Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 con il Service Pack più recente. Microsoft rilascia solo aggiornamenti applicabili al Service Pack più recente. Fai clic qui per trovare il Service Pack più recente per Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 e per SQL Server 2008/2008 R2 e 2012.

Per i clienti privi di Software Assurance, l'opzione alternativa per accedere agli aggiornamenti della sicurezza estesa consiste nell'eseguire la migrazione in Azure. Per workload variabili è consigliabile che i clienti eseguano la migrazione ad Azure con un modello di pagamento in base al consumo, con ridimensionamento possibile in qualsiasi momento. Per workload prevedibili è consigliabile che i clienti eseguano la migrazione ad Azure tramite sottoscrizione server e istanze riservate.

 

I clienti che necessitano di rimanere in locale possono acquistare aggiornamenti della sicurezza estesa se dispongono di una sottoscrizione server attiva con un Contratto Enterprise Subscription (EAS) o un programma Enrollment for Education Solutions (EES) oppure di licenze attive tramite Contratto Enterprise (EA) o un programma Enrollment for Education Solutions (SCE) in aggiunta al programma Software Assurance incluso in questi programmi. In alternativa, i clienti possono utilizzare Software Assurance tramite contratti Open, Select o MPSA in aggiunta alle licenze di prodotto attraverso una sottoscrizione o un programma Contratto Enterprise (EA), Contratto Enterprise Subscription (EAS), Server and Cloud Enrollment (SCE) o Enrollment for Education Solutions (EES). Le licenze e Software Assurance non devono essere necessariamente inclusi nello stesso contratto.

Non ci sono scadenze per la migrazione dei workload di Windows Server o SQL Server 2008 ad Azure. Tuttavia, al fine di evitare di perdere eventuali aggiornamenti della sicurezza, consigliamo ai clienti di completare la migrazione prima della data di fine supporto. Se i clienti perdono un anno di aggiornamenti della sicurezza estesa, potranno acquistare la copertura per gli anni precedenti nel momento stesso in cui acquistano la copertura per il periodo corrente.

 

Per altre informazioni sulle date di fine supporto, visita la pagina Ricerca di informazioni sul ciclo di vita di prodotti e servizi - Ciclo di vita dei prodotti Microsoft | Microsoft Docs.

Sì. I clienti possono avviare una nuova istanza 2008, 2008 R2, 2012 o 2012 R2 in Azure e accedere agli aggiornamenti della sicurezza estesa.

I clienti che hanno acquistato gli aggiornamenti della sicurezza estesa per i server di produzione possono applicare questi aggiornamenti della sicurezza anche ai server concessi in licenza con sottoscrizioni Visual Studio (MSDN) senza costi aggiuntivi. Non esiste alcun limite al numero di server MSDN che un cliente può coprire. Se i clienti acquistano gli aggiornamenti della sicurezza estesa per un server di produzione, questi aggiornamenti potranno essere applicati a qualsiasi numero di server MSDN.

Sì. Premium Assurance non è più disponibile, ma le condizioni di Premium Assurance verranno garantite per tutti i clienti che l'hanno già acquistato.

Per ulteriori informazioni su questi prodotti vai alle domande frequenti sulla fine del supporto di Windows 7 e Office 2010.

 

Domande frequenti sulla fine del supporto per Windows 7 e Office 2010

La copertura Software Assurance è un prerequisito degli aggiornamenti della sicurezza estesa. Se disponi della copertura Software Assurance o di una sottoscrizione equivalente (anche per un tipo di registrazione/programma differente) puoi acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa per i server con copertura Software Assurance tramite Microsoft Enterprise Agreement (EA), Enterprise Agreement Subscription (EAS) o Server and Cloud Enrollment (SCE).

Non è necessario che la fine del periodo di validità degli aggiornamenti della sicurezza estesa corrisponda a quella della copertura Software Assurance. I clienti devono tuttavia disporre di almeno un mese di copertura Software Assurance idonea rimanente al momento dell'acquisto della copertura degli aggiornamenti della sicurezza estesa per un determinato anno.

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa possono essere acquistati da clienti con copertura Software Assurance attiva tramite i seguenti programmi: Enterprise Agreement (EA), Enterprise Subscription Agreement (EAS), Server and Cloud Enrollment (SCE), Enrollment for Education Solutions (EES) o sottoscrizione corrispondente.

 

È consigliabile migrare app eseguite su istanze di Windows Server preinstallate a versioni supportate del sistema operativo o a Windows Server 2008 e 2008 R2 su Azure.


Domande sul supporto per gli aggiornamenti della sicurezza estesa

|

No. I clienti possono tuttavia usare un contratto di supporto attivo, ad esempio Software Assurance o il supporto tecnico Premier/Unified Support, per i prodotti locali interessati per ottenere il supporto tecnico se scelgono di rimanere in locale. In alternativa, in caso di hosting in Azure, i clienti possono usare un piano di supporto di Azure per ottenere supporto tecnico.

No. Se un cliente possiede SQL Server 2008/2008 R2 o 2012 o Windows Server 2008/2008 R2 o 2012/2012 R2 e sceglie di mantenere l'ambiente in locale durante una migrazione senza aggiornamenti della sicurezza estesa, non potrà aprire un ticket di supporto, anche se è in possesso di un piano di supporto. Se esegue la migrazione ad Azure, tuttavia, potrà ricevere supporto mediante il piano di supporto di Azure.

Se i clienti hanno acquistato aggiornamenti della sicurezza estesa e hanno un piano di supporto:

 

Scenario: il cliente può aprire un ticket di supporto
Risposta:

 

Scenario: il team di supporto lavora alla risoluzione del problema del cliente
Risposta:

 

Scenario: il team di supporto esegue un'analisi della causa radice
Risposta: no

 

Scenario: il team di supporto segnalerà un bug o una richiesta di modifica alla progettazione
Risposta: no*

 

*Se il problema è correlato a un aggiornamento della sicurezza, il team di supporto segnalerà un bug per conto del cliente per risolvere il problema.

 

Questo programma copre esclusivamente il prodotto specificato e i componenti in dotazione. Se non diversamente specificato, l'ambito di questo programma non si estende ad altri prodotti o strumenti eseguiti dal cliente nel prodotto coperto o con esso.

Microsoft si impegna ad aiutare i clienti durante l'aggiornamento o la migrazione al cloud e fornisce il miglior supporto possibile per risolvere i problemi relativi a SQL Server 2008/2008 R2 e 2012 e a Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 coperti dagli aggiornamenti della sicurezza estesa dopo le date di fine supporto per tali prodotti.

No. I clienti devono acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa separatamente. Il costo di tali aggiornamenti non è incluso nel calcolo del prezzo per il contratto Unified Support. Tuttavia, i clienti con contratto Unified Support e aggiornamenti della sicurezza estesa possono richiedere il supporto tecnico per i server 2008, 2008 R2, 2012 o 2012 R2 coperti dagli aggiornamenti della sicurezza estesa. Il supporto in loco o proattivo sarà disponibile solo se previsto nel contratto Unified Support del cliente.

Sì, le aziende che hanno acquistato aggiornamenti della sicurezza estesa possono inviare richieste di assistenza con qualsiasi offerta di supporto Microsoft, inclusi il contratto Unified Support o il supporto tecnico Premier. I partner Microsoft sono inoltre autorizzati a inviare ticket per conto del cliente a condizione che quest'ultimo abbia acquistato gli aggiornamenti della sicurezza estesa. A tale scopo, tuttavia, i partner avranno bisogno di un contratto di supporto attivo.

Tutti i clienti devono chiamare il supporto tecnico Microsoft per presentare una richiesta di assistenza tecnica. Nell'elenco a discesa di Services Hub non è più disponibile la versione SQL Server 2008.

Poiché il lavoro di automazione completa del processo di convalida è continuo, i router tecnici sono in grado di confermare se un cliente ha acquistato gli aggiornamenti della sicurezza estesa. Dopo che il cliente è stato convalidato, viene creato un caso e indirizzato alla coda appropriata per il supporto tecnico. Per la convalida, i clienti devono indicare il numero del Contratto Enterprise o il nome completo.

Se un’analisi determina che per risolvere un problema è necessaria una funzionalità avanzata del prodotto disponibile in una versione più recente, il cliente riceve una richiesta di aggiornamento a tale versione. Non verranno eseguiti nuovi miglioramenti del prodotto per le versioni di SQL Server 2008/2008 R2 o 2012 o di Windows Server 2008/2008 R2 o 2012/2012 R2.

No. L'aggiornamento della sicurezza estesa per Windows 7 e Windows Server 2008 richiede la manutenzione online, avviata nell'immagine su cui vengono eseguiti gli aggiornamenti. Vedi manutenzione online per ulteriori dettagli.

 

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa non sono supportati in modalità di manutenzione offline. L'applicazione degli aggiornamenti della sicurezza estesa in modalità di manutenzione offline genererà un errore e gli aggiornamenti avranno esito negativo.

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa continueranno a essere disponibili tramite tutti i normali canali: Windows Update, Windows Server Update Services e Microsoft Update Catalog. Gli aggiornamenti della sicurezza estesa saranno anche inclusi nel file Wsusscn2.cab, che sarà disponibile durante il periodo di tali aggiornamenti. Il file Wsusscn2.cab più recente è disponibile all'indirizzo di download di Wsusscn2.cab.


Aggiornamenti della sicurezza estesa in Azure e in ambienti cloud/hosting

|

Gli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server 2008/2008 R2 e 2012 e per Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 verranno offerti in Macchine virtuali di Azure senza alcun addebito aggiuntivo oltre al costo della macchina virtuale. Ai clienti che eseguono la migrazione dei workload in Macchine virtuali di Azure verranno offerti aggiornamenti della sicurezza e la guida agli aggiornamenti della sicurezza con classificazioni "Critica" e "Importante" per Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2 e con classificazione "Critica" per SQL Server 2008/2008 R2 e 2012.

Sì. I clienti con un contratto Software Assurance attivo o con sottoscrizioni server equivalenti attive possono usare Azure Hybrid Benefit:

 

SQL Server: i clienti possono usare gli investimenti in licenze locali esistenti per ottenere prezzi scontati per SQL Server in esecuzione in Azure SQL Managed Instance, Macchine virtuali di Azure e SQL Managed Instance abilitato da Azure Arc in ambienti ibridi.

 

Windows Server: i clienti possono usare gli investimenti in licenze locali esistenti per risparmiare su Macchine virtuali di Azure.

 

I clienti che scelgono di passare ad Azure IaaS possono combinare gli sconti del Azure Hybrid Benefit per SQL Server e Windows Server per un risparmio ancora più significativo.
 

Sì. Gli aggiornamenti della sicurezza estesa saranno disponibili in Macchine virtuali di Azure e nelle aree di Azure per enti pubblici.

Sì. I clienti possono eseguire la migrazione di SQL Server 2008/2008 R2 o 2012 o di Windows Server 2008/2008 R2 o 2012/2012 R2 ad Azure Stack e ricevere gli aggiornamenti della sicurezza estesa senza alcun costo aggiuntivo dopo le date di fine supporto.

Windows Server: i clienti che acquistano una licenza di Windows Server tramite un servizio di hosting SPLA autorizzato possono acquistare separatamente gli aggiornamenti della sicurezza estesa con un Contratto Enterprise Agreement o un'iscrizione Server and Cloud Enrollment direttamente da Microsoft o da un rivenditore Microsoft per l'utilizzo nelle istanze ospitate. Il prezzo viene calcolato in base al prezzo per core, a seconda del numero di core virtuali nella macchina virtuale ospitata, ed è soggetto a un minimo di 16 licenze per istanza per Windows Server e quattro per SQL Server. Non è richiesto Software Assurance.

 

SQL Server: anche i clienti con Mobilità delle licenze tramite Software Assurance possono acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa da Microsoft per l'utilizzo in macchine virtuali concesse in licenza per l'esecuzione nel datacenter di un partner autorizzato con Mobilità delle licenze. Vedi il sito Microsoft Licensing per la disponibilità e i diritti d'uso relativi all'offerta per la fine del supporto. Per SQL Server, i clienti possono utilizzare gli aggiornamenti della sicurezza estesa solo nei database per cui dispongono della relativa licenza. Non possono applicarli a database senza copertura o condividerli con altri servizi di hosting.

 

Di seguito sono riportati i prezzi per gli aggiornamenti della sicurezza estesa in vari scenari ospitati. I prezzi qui indicati si riferiscono solo a Windows Server e SQL Server 2008/2008 R2.

 

Locale
Prezzo:
75% del prezzo annuo per la licenza completa, nessun numero minimo di core richiesto
Software Assurance o sottoscrizione richiesta: solo per le licenze coperte

 

Azure
Prezzi:
costo incluso nella tariffa standard per le macchine virtuali
Software Assurance o sottoscrizione richiesta: no, anche se Software Assurance fornisce Azure Hybrid Benefit

 

Ambiente ospitato - Windows Server
Prezzo:
75% del prezzo annuo per la licenza completa, minimo 16 core per istanza
Software Assurance o sottoscrizione richiesta: 75% del prezzo pieno annuo della licenza, minimo 16 core per istanza

 

Ambiente ospitato - SQL
Prezzo:
75% del prezzo annuo per la licenza completa, acquisto minimo di 4 core
Software Assurance o sottoscrizione richiesta: no in caso di licenze acquistate da un servizio di hosting, sì per Mobilità delle licenze

L’offerta per gli aggiornamenti di sicurezza estesa non include il supporto tecnico. I clienti possono usare i contratti di supporto esistenti per porre domande. I clienti che hanno acquistato Windows Server 2008/2008 R2 o 2012/2012 R2 oppure SQL Server 2008/ 2008 R2 o 2012/2012 R2 tramite SPLA devono contattare il provider SPLA, il quale potrà utilizzare un Contratto di supporto per i partner. I clienti non possono contattare Microsoft direttamente se acquistano tramite SPLA.

Se l'ambiente SQL Server viene trasferito a un'implementazione PaaS su altre offerte cloud, il cliente non potrà usufruire degli aggiornamenti della sicurezza estesa.

 

Se i clienti desiderano passare a macchine virtuali (IaaS), possono usare Mobilità delle licenze per SQL Server tramite Software Assurance e quindi acquistare gli aggiornamenti della sicurezza estesa da Microsoft per applicare manualmente patch alle istanze di SQL Server in esecuzione in una macchina virtuale (IaaS) in un server di un servizio di hosting SPLA autorizzato. Tuttavia, gli aggiornamenti gratuiti di Azure restano l'offerta più interessante.

Sì. I clienti possono ottenere questi aggiornamenti gratuitamente per SQL Server 2008/2008 R2 e 2012 e per Windows Server 2008/2008 R2 e 2012/2012 R2.


Domande sul prodotto e sull'implementazione per gli aggiornamenti della sicurezza estesa 2008

*Informazioni sul prodotto e sull'implementazione relative agli aggiornamenti della sicurezza estesa per Windows Server 2012/2012 R2 e SQL Server 2012 verranno condivise non appena disponibili.

|

Istanza di Windows Server 2008/2008 R2 in esecuzione in locale: la distribuzione degli aggiornamenti della sicurezza estesa per Windows Server avviene allo stesso modo in cui sono state distribuite le patch di sicurezza negli ultimi dieci anni. Si tratta di semplici aggiornamenti della sicurezza. I clienti possono installare gli aggiornamenti della sicurezza estesa tramite gli strumenti e i processi consueti. L'unica differenza è costituita dal fatto che l’installazione degli aggiornamenti richiede lo sblocco del sistema.

 

I clienti con ambienti locali che acquistano aggiornamenti della sicurezza estesa riceveranno una chiave aggiuntiva per attivarli tramite il portale dei contratti multilicenza (VLSC) o, in alternativa, potranno visitare il portale di Azure per scaricare le chiavi (collegamento al servizio). Dopo aver acquistato aggiornamenti della sicurezza estesa e aver scaricato le chiavi, i clienti dovranno innanzitutto installare i pacchetti richiesti descritti nel blog per i professionisti IT (o qualsiasi successivo aggiornamento dello stack di manutenzione/cumulativo) prima di distribuire e attivare le chiavi nei computer applicabili. Informazioni della knowledge base specifiche sono disponibili nel post di blog indicato.

 

I clienti possono distribuire la nuova chiave degli aggiornamenti della sicurezza estesa e gli eventuali aggiornamenti dello stack di manutenzione richiesti nei computer interessati e proseguire la strategia di aggiornamento/manutenzione corrente per distribuire gli aggiornamenti della sicurezza estesa con Windows Update, Windows Server Update Services (WSUS) o qualsiasi altra soluzione di gestione delle patch. La stessa procedura dovrà essere seguita per Azure Stack.

 

Una volta attivate le chiavi degli aggiornamenti della sicurezza estesa, è possibile ricevere i relativi aggiornamenti. Non sostituiscono le chiavi di attivazione dei prodotti correnti (ad esempio, OEM e KMS), né consentono di riattivare il sistema. I clienti dovranno installare una nuova chiave degli aggiornamenti della sicurezza estesa per ogni anno in cui tali aggiornamenti vengono distribuiti.

 

Per istruzioni dettagliate su come acquistare e attivare gli aggiornamenti della sicurezza estesa (per Windows Server 2008/2008 R2 e Windows 7), vedi questo post di blog nella Tech Community.

 

Nota: dopo l’acquisto, potrebbero essere necessari 3-5 giorni lavorativi per rendere disponibili le chiavi MAK degli aggiornamenti della sicurezza estesa. Prima di distribuire gli aggiornamenti della sicurezza, l’azienda deve prevedere del tempo per la pianificazione e la distribuzione di queste chiavi MAK. Tieni conto di queste tempistiche quando valuti l’acquisto delle licenze per gli aggiornamenti della sicurezza estesa.

 

Istanza di Windows Server 2008 e 2008 R2 in esecuzione in Macchine virtuali di Azure: Azure rileverà automaticamente la macchina virtuale 2008/2008 R2 in esecuzione in Azure e abiliterà gli aggiornamenti della sicurezza estesa da scaricare e installare con Windows Update o qualsiasi altra soluzione di gestione delle patch usata dal cliente. Le immagini di Windows Server 2008 R2 con patch già applicate sono disponibili anche nella raccolta di Azure.

 

SQL Server 2008 e 2008 R2 in esecuzione su Windows Server 2008 e 2008 R2 in Macchine virtuali di Azure: i clienti riceveranno gli aggiornamenti automaticamente attraverso i canali SQL Server esistenti, ogni qualvolta verranno rilevate vulnerabilità classificate come "critiche" da MSRC. Se una macchina virtuale di Azure non è configurata per ricevere gli aggiornamenti automatici, si applicherà l'opzione per il download in locale. Visita la pagina degli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server 2008 su Github per ulteriori dettagli. Per altre informazioni sugli aggiornamenti automatici, vedi la pagina sulla gestione degli aggiornamenti di Windows con Azure Automation.

 

a) SQL Server 2008 e 2008 R2 in esecuzione su Windows Server 2008 e 2008 R2 in ambiente locale: i clienti che acquistano aggiornamenti della sicurezza estesa potranno registrare le istanze idonee e scaricare gli aggiornamenti dal portale di Azure per distribuirli nel proprio ambiente locale ogni volta che vengono rilevate vulnerabilità classificate come "critiche" da MSRC. La stessa procedura dovrà essere seguita per Azure Stack. Visita la pagina degli aggiornamenti della sicurezza estesa per SQL Server 2008 su Github per ulteriori dettagli.

Microsoft consiglia di applicare le patch per gli aggiornamenti della sicurezza estesa non appena saranno disponibili per mantenere il relativo ambiente protetto. Per domande specifiche sui canali di aggiornamento e sulle procedure di download e di registrazione delle istanze, contatta il Microsoft Technical Account Manager o la risorsa di supporto di riferimento.

Windows 7/Windows Server 2008 R2: dopo aver installato gli aggiornamenti della sicurezza estesa richiesti (vedi il blog), sarà possibile effettuare l'attivazione al telefono completando i passaggi seguenti.
Windows Server 2008 SP2: il supporto verrà reso disponibile in una versione imminente, ma resterà valida la stessa procedura.

 

a) Slmgr.vbs /ipk <chiave MAK degli aggiornamenti della sicurezza estesa> per installare il codice Product Key

 

b) Ottieni l'ID di installazione per la chiave degli aggiornamenti della sicurezza estesa usando l'ID di attivazione corrispondente (fai riferimento al blog per gli ID di attivazione degli aggiornamenti della sicurezza estesa per ogni programma). Ad esempio:
C:\Windows\system32>slmgr /dti 77db037b-95c3-48d7-a3ab-a9c6d41093e0
Microsoft (R) Windows Script Host versione 5.8
Copyright (C) Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati.
ID di installazione: 003842447833058154105433619200708862559816407110910340

 

c) Dopo aver ottenuto l'ID di installazione, contatta il Microsoft Licensing Activation Center della tua area geografica, che ti fornirà la procedura per ottenere l'ID di conferma (assicurati di annotarlo).

 

d) Usa Slmgr /atp <ID di conferma> <ID di attivazione degli aggiornamenti della sicurezza estesa> per attivare lo SKU corrispondente tramite l'ID di conferma ottenuto nel passaggio precedente.
C:\Windows\system32>slmgr /atp
77db037b-95c3-48d7-a3ab-a9c6d41093e0
Microsoft (R) Windows Script Host versione 5.8
Copyright (C) Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati.
ID di conferma per il prodotto 77db037b-95c3-48d7-a3ab-a9c6d41093e0 depositato.
Dopo questo passaggio, la licenza degli aggiornamenti della sicurezza estesa viene attivata (slmgr /dlv <ID di attivazione aggiornamenti della sicurezza estesa> dovrebbe indicare Licensed).

Per ottenere aggiornamenti della sicurezza estesa nelle macchine virtuali annidate anche se l'esecuzione avviene in Azure, devi installare e attivare la chiave degli aggiornamenti della sicurezza estesa nella macchina virtuale guest di primo livello (nota come macchina virtuale annidata). Per istruzioni dettagliate su come acquistare e attivare gli aggiornamenti della sicurezza estesa (per Windows Server 2008/2008 R2 e Windows 7), vedi questo post di blog nella Tech Community.

I clienti possono usare i propri strumenti preferiti per l'inventario software e hardware. I collegamenti agli strumenti di inventario di Microsoft e dei nostri partner sono disponibili nel Centro migrazione di Azure.

I clienti possono eseguire la migrazione dei workload da una macchina virtuale basata su VMware locale alle macchine virtuali di Azure con Azure Site Recovery o con molti altri strumenti dei partner. Un'altra opzione è la nuova soluzione VMware su Azure, che offre un'esperienza di hosting dedicata.

Sì. I clienti devono avere Software Assurance per poter usare il programma BYOL per SQL Server nelle macchine virtuali di Azure nell’ambito del programma Mobilità delle licenze. Ai clienti senza contratto Software Assurance consigliamo la migrazione dei propri ambienti 2008 ad Azure SQL Managed Instance. I clienti possono anche eseguire la migrazione a Macchine virtuali di Azure con pagamento in base al consumo. I clienti Software Assurance che acquistano una licenza SQL per core potranno inoltre eseguire la migrazione ad Azure grazie al Azure Hybrid Benefit.

 

Azure SQL Managed Instance è un servizio in Azure che offre compatibilità praticamente totale con SQL Server in locale. Managed Instance offre funzionalità integrate di alta disponibilità/disaster recovery, oltre a funzionalità di performance intelligenti e scalabilità immediata. Managed Instance offre inoltre un’esperienza senza versione che non richiede l'applicazione manuale di aggiornamenti e patch di sicurezza. Vedi la pagina delle linee guida sui prezzi di Azure per altre informazioni sul programma BYOL.

I clienti possono trasferire ambienti SQL Server legacy in Azure SQL Managed Instance, un servizio di piattaforma dati (PaaS) completamente gestito che offre un'opzione "senza versione" per eliminare le preoccupazioni legate all'aggiornamento e alle date di fine supporto, oppure in Macchine virtuali di Azure per avere accesso agli aggiornamenti della sicurezza. Gli aggiornamenti di sicurezza estesa saranno disponibili per SQL Server 2008 e 2008 R2 nelle macchine virtuali di Azure per altri tre anni dopo la data di fine del supporto, ovvero il 9 luglio 2019. Per i clienti che vogliono eseguire l'aggiornamento da SQL Server 2008 e 2008 R2 saranno supportate tutte le versioni successive di SQL Server. Per le versioni di SQL Server comprese tra la 2012 e la 2016, i clienti devono avere il Service Pack supportato più recente. A partire da SQL Server 2017, si consiglia di scaricare l'aggiornamento cumulativo più recente. I Service Pack non saranno disponibili a partire da SQL Server 2017. Possono essere scaricati solo gli aggiornamenti cumulativi e i GDR (General Distribution Release).

 

Azure SQL Managed Instance è un'opzione di distribuzione con ambito istanza, disponibile nel database SQL, che offre la massima compatibilità con il motore di SQL Server e supporto di rete virtuale nativo per la migrazione dei database SQL Server a Managed Instance senza modificare le app. Combina la ricca superficie di SQL Server con i vantaggi operativi e finanziari di un servizio intelligente completamente gestito. Usa il servizio Migrazione del database di Azure per trasferire SQL Server 2008 e 2008 R2 in Azure SQL Managed Instance senza modificare il codice delle applicazioni o apportando solo poche modifiche. Azure SQL Managed Instance è inoltre abilitato da Azure Arc per l'esecuzione nei datacenter locali dei clienti. I clienti possono scegliere di modernizzare sul posto con gli stessi vantaggi PaaS quando i workload non possono essere trasferiti in Azure.

Le istanze di Windows Server in esecuzione su Azure, incluse le soluzioni VMware e Nutanix, così come i dispositivi connessi ad hub di Azure Stack e Azure Stack HCI sono idonei per gli aggiornamenti della sicurezza estesa gratuiti.

 

Per le app in esecuzione con o in SQL Server e Windows Server 2008 o 2008 R2 è in genere possibile eseguire il rehosting in Azure senza apportare modifiche al codice dell'applicazione. I clienti pronti per l'aggiornamento, in Azure o in locale, possono esaminare il Catalogo di Azure Marketplace oppure consultare il proprio fornitore di software per individuare la matrice delle app supportate in tutte le versioni di Windows Server e SQL Server.

 

Nota: con Windows Server sono supportate macchine virtuali normali e classiche

 

I clienti devono valutare la propria infrastruttura delle applicazioni prima di eseguire la migrazione di qualsiasi applicazione server. Per altre informazioni sul processo consigliato, visita il Centro migrazione di Azure e scopri come usare servizi come Azure Migrate per completare una valutazione dell'idoneità, che include una stima dei costi per l'esecuzione dell'infrastruttura delle applicazioni in Azure. Per altre domande, rivolgersi al partner Microsoft, a Microsoft Services o al team dell'account per valutare la preparazione dell'applicazione.

I collegamenti alle linee guida per l'aggiornamento sono disponibili nel Centro risorse per la fine del supporto o nella documentazione sull'aggiornamento di Windows Server.

I collegamenti alle istruzioni per l'aggiornamento sono disponibili nel Centro risorse per la fine del supporto e nella guida alla migrazione del database.

SQL Server 2016 e SQL Server 2017 sono supportati in Windows Server 2019, mentre le versioni precedenti, come SQL Server 2012 e SQL Server 2014, non lo saranno. Altre informazioni sono disponibili nella pagina della documentazione sulla compatibilità delle app di Windows Server 2019.

Azure Site Recovery può eseguire la migrazione di queste macchine virtuali ad Azure, ma le converte in macchine virtuali di prima generazione di Azure IaaS. La seconda generazione non è ancora supportata.

Per suggerimenti su come ottimizzare le performance di SQL Server in Macchine virtuali di Azure, vedi la guida sulle performance di SQL Server.

Per Windows Server 2008 e 2008 R2, sono supportate le versioni di System Center seguenti:

 

Prodotto: server SCOM (System Center Operations Manager)
System Center 2012 e 2012 R2: sì*
System Center 2016: no
System Center 2019: no

 

Prodotto: SCOM (System Center Operations Manager) - Solo Monitoring Agent
System Center 2012 e 2012 R2:
System Center 2016:
System Center 2019: no

 

Prodotto: server VMM (Virtual Machine Manager)
System Center 2012 e 2012 R2: no
System Center 2016: no
System Center 2019: no

 

Prodotto: agente VMM (Virtual Machine Manager)
System Center 2012 e 2012 R2: *
System Center 2016: no
System Center 2019: no

 

Prodotto: Orchestrator
System Center 2012 e 2012 R2:
System Center 2016: no
System Center 2019: no

 

Prodotto: Service Manager
System Center 2012 e 2012 R2:
System Center 2016: no
System Center 2019: no

 

Prodotto: server DPM (Data Protection Manager)
System Center 2012 e 2012 R2:
System Center 2016: no
System Center 2019: no

 

Prodotto: agente DPM (Data Protection Manager)
System Center 2012 e 2012 R2:
System Center 2016:
System Center 2019: no

 

Prodotto: ConfigMgr (System Center Configuration Manager)
System Center 2012 e 2012 R2: no
System Center 2016/2019 LTSB: no
System Center Current Branch: **

 

*Solo Windows Server 2008 R2

 

**Per i clienti con copertura degli aggiornamenti della sicurezza estesa, la versione più recente di ConfigMgr (Current Branch) resa disponibile può distribuire e installare qualsiasi aggiornamento della sicurezza rilasciato. Le funzionalità di gestione dei clienti non correlate alla gestione delle patch o alla distribuzione del sistema operativo non verranno più testate nei sistemi operativi coperti dagli aggiornamenti della sicurezza estesa. Sebbene sia possibile che per un periodo continuino a funzionare a una determinata capacità, non sono garantite. Microsoft consiglia di eseguire l'aggiornamento o la migrazione ai sistemi operativi correnti per ricevere supporto per la gestione dei client.

 

È possibile utilizzare SQL Management Pack per SCOM (System Center Operations Manager) per monitorare le istanze di SQL Server 2008 e 2008 R2. I clienti possono inoltre utilizzare DPM (Data Protection Manager) per eseguire il backup delle istanze di SQL Server 2008 e 2008 R2. A tale scopo sono supportate le versioni di System Center seguenti:

 

Componente: SCOM (System Center Operations Manager)
System Center 2012 e 2012 R2:
System Center 2016:
System Center 2019: no

 

Componente: DPM (Data Protection Manager)
System Center 2012 e 2012 R2:
System Center 2016:
System Center 2019: no


Gli aggiornamenti della sicurezza estesa continueranno a essere disponibili tramite tutti i canali normali: Windows Update, Windows Server Update Services e Windows Update Catalog. L'importazione dal catalogo online in Windows Server Update Services (WSUS) non è necessaria.

Gli aggiornamenti risulteranno non applicabili in Windows Server Update Services (WSUS). Se si tenta di installare manualmente gli aggiornamenti della sicurezza estesa  dal catalogo, l'operazione avrà esito negativo.

 

Ricorda inoltre che nello stesso gruppo di computer  per la distribuzione delle patch possono essere presenti dispositivi con aggiornamenti della sicurezza estesa attivati e dispositivi senza aggiornamenti della sicurezza estesa attivati.

Le soluzioni di controllo delle applicazioni di terze parti non sostituiscono gli aggiornamenti della sicurezza dei prodotti.

Dopo il 14 gennaio 2020 la data dei primi aggiornamenti della sicurezza estesa verrà allineata alla data Patch Tuesday del mese di febbraio 2020.

Azure Stack supporterà SQL Server 2008 SP3 e 2008 R2 SP2 e Windows Server 2008 SP2 e 2008 R2 SP1.

Azure non supporta attualmente il clustering di storage condiviso. Per suggerimenti su come configurare un'istanza di SQL Server ad alta disponibilità in Azure, consulta questa guida sull'alta disponibilità di SQL Server.


Azure Hybrid Benefit per SQL Server e Windows Server

|

Il Azure Hybrid Benefit per SQL Server consente ai clienti di usare le licenze esistenti per risparmiare sui costi delle macchine virtuali di Azure. I clienti con Software Assurance possono usare Azure Hybrid Benefit per ottenere una tariffa di base ridotta sulle opzioni basate su vCore di Azure SQL Managed Instance, SQL Server in Macchine virtuali di Azure e SQL Server Integration Services (SSIS). Questo vantaggio può essere applicato anche se la SKU è attiva, ma tenere presente che la tariffa di base verrà applicata dal momento in cui viene effettuata la selezione nel portale. Non verranno effettuati addebiti retroattivi.

 

Visita la pagina di destinazione del Azure Hybrid Benefit per saperne di più. Per informazioni più dettagliate, visita la pagina delle domande frequenti relative ad Azure Hybrid Benefit.

Il Azure Hybrid Benefit consente ai clienti di usare le licenze esistenti di Windows Server per risparmiare sui costi delle macchine virtuali di Azure. È possibile usare il vantaggio con le licenze per le edizioni Datacenter e Standard di Windows Server coperte con Software Assurance o con le sottoscrizioni Windows Server.

 

Visita la pagina di destinazione del Azure Hybrid Benefit per saperne di più. Per informazioni più dettagliate, visita la pagina delle domande frequenti relative ad Azure Hybrid Benefit.

Oggi, i clienti di SQL Server possono usufruire del vantaggio Mobilità delle licenze di Software Assurance, che consente di riassegnare una licenza a server condivisi di terze parti. Questo vantaggio può essere usato per le offerte non gestite nel cloud, ad esempio macchine virtuali/ospitate. Il cliente deve usare i propri supporti e compilare tutti i moduli per l'adeguamento insieme ai provider di servizi cloud di terze parti. I clienti ottengono un solo core nel cloud per ogni core posseduto in locale e possono usare solo la propria edizione, ad esempio i clienti Standard possono eseguire solo l'edizione Standard nel cloud.

 

Il Azure Hybrid Benefit consente:

 

Lo spostamento delle licenze a un prodotto PaaS completamente gestito. Il cloud Microsoft è l'unico a offrire prodotti di questo tipo. La mobilità delle licenze di AWS RDS ora è vietata.

180 giorni di diritti di doppio utilizzo in locale e nel cloud.

Nessun requisito per l'invio di documenti per l'adeguamento delle licenze, solo una casella di controllo nel portale.

 

I clienti che desiderano una soluzione in hosting possono combinare Azure Hybrid Benefit per SQL Server e Azure Hybrid Benefit per WS per ottenere il massimo risparmio. Questa opzione è disponibile solo in Azure.

Sì, per usufruire di Mobilità delle licenze è necessario Software Assurance.


Risorse aggiuntive

|

Preparati alla fine del supporto

Siamo qui per aiutarti a eseguire la migrazione alle versioni correnti per livelli più elevati di sicurezza, performance e innovazione.